Foxcatcher

Acquista su Ibs.it   Dvd Foxcatcher   Blu-Ray Foxcatcher  
Un film di Bennett Miller. Con Steve Carell, Channing Tatum, Mark Ruffalo, Vanessa Redgrave, Sienna Miller.
continua»
Drammatico, Ratings: Kids+13, durata 134 min. - USA 2014. - Bim Distribuzione uscita giovedì 12 marzo 2015. MYMONETRO Foxcatcher * * * - - valutazione media: 3,37 su 29 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,37/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari * * * - -
 critica * * * * -
 pubblico * * * - -
   
   
   
La vera storia di John du Pont, il paranoico schizofrenico erede dell'impero chimico della sua famiglia che assassinò nel 1996 il campione di wrestling David Schultz.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Un film che sa andare oltre i fatti per scavare nella complessità delle psicologie dei protagonisti di una vicenda in cui alla fine non ci sono vincitori ma solo sconfitti
Giancarlo Zappoli     * * * - -

Il campione olimpico di lotta Mark Schultz viene contattato da emissari del miliardario John du Pont. Costui, erede della dinastia di industriali, vuole costruire un team di lottatori che tenga alto il prestigio degli Usa alle Olimpiadi di Seul del 1988. Lui ne sarà il finanziatore e il coach. Mark vede in questo invito l'occasione per affrancarsi dal fratello maggiore, anch'egli campione, ma deve ben presto accorgersi che Du Pont soffre di disturbi psicologici originati da una totale dipendenza dal giudizio dell'anziana madre.
Quando all'inizio di un film si legge la scritta "Ispirato a fatti realmente accaduti" lo spettatore attento viene assalito dal timore di una ricostruzione cronachistica. Non è quanto accade nel film di Bennett Miller che sa andare oltre i fatti per scavare nella complessità delle psicologie dei protagonisti di una vicenda che vide al centro l'erede della famiglia che, con la vendita di munizioni, costruì un impero a partire dalla Guerra di Secessione. In Mark leggiamo la complessità di un sistema sportivo statunitense che fa crescere campioni che credono di possedere una cultura (si è laureato) mentre invece sono stati semplicemente tollerati grazie alle loro qualità atletiche. Il campione è tanto possente fisicamente quanto fragile psicologicamente e proprio per questo, seppur con qualche reticenza, pronto a mettersi al servizio di chi gli prospetta un grande futuro. È però a uno Steve Carell al massimo della sua forma attoriale che viene affidato il compito di calarsi nelle posture e negli atteggiamenti di un personaggio che a tratti ricorda, nel suo rapporto con la madre, il Norman Bates di Psyco. John du Pont è un reazionario psicopatico che cerca, senza mai trovarla, l'approvazione dell'anziana genitrice. Il suo rapporto con Mark diviene progressivamente morboso: il ragazzo deve conquistare i trofei che a lui, mai realmente cresciuto, la vita ha negato. Questo però non gli impedisce di avviarlo all'uso della cocaina e poi, dubitando dei risultati, dal riproporgli la presenza di un fratello temuto proprio perché consapevole della serietà che è richiesta per conseguire l'eccellenza in qualsiasi campo (e in particolare in quello sportivo). La progressione verso l'abisso è inevitabile: la lotta contro il malessere esistenziale si rivela molto più insidiosa di quella affrontata in una palestra: alla fine non ci sono vincitori ma solo sconfitti.

Incassi Foxcatcher
Primo Weekend Italia: € 187.000
Incasso Totale* Italia: € 282.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 22 marzo 2015
Incasso Totale* Usa: $ 12.096.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 8 marzo 2015
Sei d'accordo con la recensione di Giancarlo Zappoli?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
81%
No
19%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Foxcatcher

premi
nomination
Premio Oscar
0
6
Golden Globes
0
3
Festival di Cannes
1
0
BAFTA
0
3
* * * - -

Biopic introspettivo, con un tocco di noir

venerdì 13 febbraio 2015 di SebKey

Il lottatore americano e campione olimpico Mark Schultz è cresciuto all'ombra del più celebre fratello Dave e vede nell'invito dell'eccentrico miliardario John DuPont la perfetta occasione di rivalsa. Un Biopic diverso dai soliti ( agli Oscar dominano i più tradizionali The Imitation Game e La Teoria Del Tutto), in cui l'analisi introspettiva dei personaggi conta più del ritmo narrativo. Un film complesso, in cui il tema del patriottismo e della ricerca continua »

* - - - -

Una boria neanche così onorevole.

mercoledì 11 febbraio 2015 di claudiza

La storia c'era, e pure vera: un ex vincitore di medaglia d'oro di lotta mista che viene contattato da miliardario per fargli allenare la sua squadra con l'obiettivo di tornare alle olimpiadi. Gli attori anche, il regista poi possiamo dire che sia forse l'altro regista più influente d'america in questo momento (dopo o oltre david o'russell) ovvero bennet miller di cotanto MoneyBall e Capote, eppure non c'è una cosa che vada in questo film. La storia vera continua »

* * * - -

A caccia di onore, gloria e amore

domenica 15 marzo 2015 di jaylee

Foxcatcher è il nome della tenuta in cui il ricchissimo magnate dell'industria John Dupont finanziò e fece allenare sotto la sua "supervisione" il team olimpico di lotta a stelle e strisce dal 1987 al 1996. Protagonisti di questo progetto furono i fratelli Schulz. Non aggiungiamo altro alla trama, particolarmente rarefatta, e costruita sui dialoghi e sulle relazioni a due tra uomini, di cui la lotta libera ne è una metafora molto fine, con tutta la sua carica di aggressività, forza e eleganza continua »

* * - - -

Grandi attori e truccatori...ma nulla di più

domenica 22 febbraio 2015 di GabryKeegan

Il film diretto da Bennet Miller è stato scritto in contemporanea con il libro di Mark Schultz e per questo è stato nominato nella categoria "miglior sceneggiatura originale". Se, quindi, la storia è vera, nei nomi e tante situazioni, ci sono cose leggermente cambiate nella sceneggiatura, per poter permettere ai tre protagonisti di interagire tra di loro e dare vita a un miglior quadro psicologico. Il film inizia lento e sembra non arrivare mai a un vero e proprio punto di svolta che potrebbe continua »

Channing Tatum
L'allenatore è un padre, l'allenatore é un mentore, l'allenatore ha un gran potere sulla vita degli atleti.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase
Shop

DVD | Foxcatcher

Uscita in DVD

Disponibile on line da giovedì 27 agosto 2015

Cover Dvd Foxcatcher A partire da giovedì 27 agosto 2015 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Foxcatcher di Bennett Miller con Channing Tatum, Mark Ruffalo, Steve Carell, Anthony Michael Hall. Distribuito da Rai Cinema - 01 Distribution. Su internet Foxcatcher. Una storia americana (DVD) è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 7,49 €
Prezzo di listino: 9,99 €
Risparmio: 2,50 €
Aquista on line il dvd del film Foxcatcher

APPROFONDIMENTI | Metafore di lotta in Foxcatcher.

Il cinema come sport minore

domenica 15 marzo 2015 - Roy Menarini

Il cinema come sport minore Sport minori. Sono derisi dalla maggioranza, quella calciofila in Italia e quella che segue basket e football negli Stati Uniti. Sono apprezzati solamente durante le Olimpiadi, si reggono su finanziamenti statali minimi e rischiano l'irrilevanza quando vengono trasmessi in televisione. Non sarà un caso che, per esempio in Italia, tocca alle reti digitali del servizio pubblico ospitarne in diretta i campionati e gli eventi principali. Tutt'altra questione quando si parla di cinema. Gli sport minori attraggono il pubblico, e soprattutto suscitano l'interesse dello spettatore, quello stesso che non si sognerebbe mai di seguirli regolarmente.

   

NEWS | Scopri tutti i film premiati alla 87a edizione degli Academy Awards.

Il trionfo di birdman

lunedì 23 febbraio 2015 - Tirza Bonifazi

Oscar 2015, il trionfo di Birdman Tutti i pronostici che davano per vincitore Birdman di Alejandro González Iñárritu, gran favorito della stagione cinematografica, sono andati a segno. Per il secondo anno consecutivo è un messicano a guadagnare l'Oscar come Miglior regista: Alejandro González Iñárritu che in Birdman aveva sperimentato nuove architetture narrative mantenendo sempre il gusto per le storie intrecciate. Ma non solo. Il messicano si è anche guadagnato il premio più importante dell'Academy: quello di Miglior film. Quanto al suo grande rivale, Grand Budapest Hotel di Wes Anderson si è portato a casa quattro premi dei nove ai quali era candidato: Migliori costumi, Miglior trucco e acconciatura, Miglior scenografia, Miglior colonna sonora.

   

NEWS | Il film è candidato a 5 premi Oscar. Dal 12 marzo al cinema.

Il sito ufficiale

lunedì 9 febbraio 2015 - a cura della redazione

Foxcatcher, il sito ufficiale Il campione olimpico di lotta Mark Schultz viene contattato da emissari del miliardario John du Pont. Costui, erede della dinastia di industriali, vuole costruire un team di lottatori che tenga alto il prestigio degli Usa alle Olimpiadi di Seul del 1988. Lui ne sarà il finanziatore e il coach. Mark vede in questo invito l'occasione per affrancarsi dal fratello maggiore, anch'egli campione, ma deve ben presto accorgersi che Du Pont soffre di disturbi psicologici originati da una totale dipendenza dal giudizio dell'anziana madre.

   

BIZ

News e anticipazioni dal mondo del cinema.

Mark Ruffalo impegnato nella lotta grecoromana

martedì 17 aprile 2012 - Robert Bernocchi

Ha finalmente trovato il suo protagonista Foxcatcher, la nuova pellicola di Bennett Miller, il regista de L’arte di vincere. Infatti, come riporta Variety, Mark Ruffalo interpreterà David Schultz, che ha partecipato alle olimpiadi nella lotta grecoromana e che nel 1996 è stato ucciso da un suo amico schizofrenico. Quest’ultimo ruolo, come si sapeva da tempo, è stato affidato a Steve Carell, che si calerà nei panni di John Du Pont, proprietario di una struttura di allenamento chiamata Team Foxcatcher. continua »

   

Tra Dostoevskij e la cronaca nera

di Alessandra Levantesi La Stampa

Candidato all'Oscar in cinque categorie importanti, fra cui film, regia e attore protagonista, lo scorso 22 febbraio non ha vinto neppure una statuetta, ma questo non significa nulla: Foxcatcher è un gran bel film e un'ulteriore conferma del talento di Bennett Miller, che da Capote e L'arte di vincere non ha mai sbagliato un colpo. Qui, sulla base di una solida sceneggiatura di E. Max Frye e Dan Futterman ispirata a un fatto vero, il regista newyorkese imbastisce sull'arco di una decina di anni, fra il 1987 e il 1996, una dostoevskiana vicenda di cronaca nera calibrando perfettamente struttura narrativa e studio di carattere. »

Il miliardario e il lottatore: il ring del declino dell'impero reaganiano

di Federico Pontiggia Il Fatto Quotidiano

Dopo Moneyball-L'arte di vincere, Bennett Miller prende ancora lo sport per raccontare gli States nella loro natura più agonistica, quella antropologica e ideologica: l'incredibile, ma vera (non vi sveliamo oltre), vicenda del miliardario maniaco del controllo John du Pont e dei fratelli lottatori Schultz quale metafora esibita dell'ultracapitalismo stelle & strisce, all'apogeo del declino dell'impero reaganiano. Sul tappeto Channing Tatum (non è solo manzo, è bravo!) e Mark Ruffalo (solido), a bordo ring il metamorfico Steve Carell nel ruolo della vita, un film competitivo, tosto e, sì, imperdibile, che lesina assai sui dialoghi e fa della macchina da presa un 'ferma oggetti" e "cristallizza gli attimi", i sintagmi della relazione malata tra il miliardario e il wrestler, la mente e il braccio. »

La strana «squadra» di du Pont

di Maurizio Acerbi Il Giornale

Ispirata a un fatto vero, è la storia dello strano rapporto creatosi tra il ricco eccentrico John du Pont e due campioni di lotta libera, i fratelli Schultz. Per vincere alle Olimpiadi di Seul, il miliardario organizza una squadra di lottatori capeggiata dai due atleti; con conseguenze tragiche. La sfortuna di Carrell (farete fatica a riconoscerlo) è stata quella di doversi battere, agli Oscar, contro Eddie Redmayne, perché la sua interpretazione dell'erede du Pont è da statuetta. Da Il Giornal »

Foxcatcher | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | sebkey
  2° | jaylee
  3° | maurizio meres
  4° | storie di cinema
  5° | nanni
  6° | fabio57
  7° | biso 93
  8° | the thin red line
  9° | flyanto
10° | ralphscott
11° | goldy
12° | filippo catani
13° | rdn75
14° | gabrykeegan
15° | claudiza
Premio Oscar (6)
Golden Globes (3)
Festival di Cannes (1)
BAFTA (3)


Articoli & News
Trailer
1 | 2 | 3 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 |
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 12 marzo 2015
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità