Le belve

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Le belve   Dvd Le belve   Blu-Ray Le belve  
Un film di Oliver Stone. Con Blake Lively, John Travolta, Aaron Johnson, Salma Hayek, Emile Hirsch.
continua»
Titolo originale Savages. Thriller, Ratings: Kids+16, durata 131 min. - USA 2012. - Universal Pictures uscita giovedì 25 ottobre 2012. - VM 14 - MYMONETRO Le belve * * 1/2 - - valutazione media: 2,79 su 89 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
2,79/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari * * * - -
 critica * * 1/2 - -
 pubblico * * 1/2 - -
   
   
   
Tre ragazzi coltivano in autonomia la miglior marijuana del sud California, destando, loro malgrado, l'interessamento di un brutale cartello messicano della droga, che li vorrebbe come soci in affari.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Pur con qualche eccesso di maniera e ambiguità, il film è uno spettacolo forte e adrenalinico
Marianna Cappi     * * * - -

Ben e Chon sono due amici per la pelle che condividono tutto, dall’amore per la bella Ophelia – detta O - all’attività di coltivatori e spacciatori della miglior marijuana della California del Sud. È stato Chon, ex marine, a riportare i primi semi dall’Afghanistan, poi è venuto Ben, botanico e buddista, che ne ha fatto un prodotto sopraffino, buono per far dollari così come per alleviare il dolore dei malati terminali. La vita scorre dunque idilliaca per il fortunato trio e i loro amici, finché un brutale cartello di trafficanti messicani non decide di fare affari con loro, che lo vogliano o meno.
Non c’è dubbio che una delle cose che riescono meglio a Oliver Stone sia il ritratto di uno o più personaggi che s’invischiano in qualcosa di più grande di loro: solo laddove c’è una frontiera che altri non valicherebbero, sconsigliata e inopportuna, i suoi film vibrano più di altri; il coraggio, che all’inizio può essere tanto provocazione quanto reale ardimento, si fa a quel punto materia di vita o di morte e il film diventa una strada da percorrere fino in fondo, piena di svolte imprevedibili e dissestata quanto basta per tenere alta l’adrenalina. Tutti ingredienti che non mancano certo a Le belve , ambientato a cavallo della frontiera delle frontiere, e che ne fanno uno spettacolo cinematografico assolutamente efficace, complice l’estetica acida che lo permea da cima a fondo e, pur con qualche eccesso di maniera, ben racconta il clima da paradiso perduto e da avventura folle e schizzata.
C’è, però, anche un ma. Se da un lato, infatti, il regista insiste sul contrasto tra la leggerezza di una fazione e la ferocia dell’altra, tra il sole a picco sulla terrazza da sogno, da una parte, e il buio delle cantine delle torture, dall’altra, il titolo raccoglie sotto il suo ombrello sia gli uni che gli altri, il giudizio è programmaticamente bandito (perché in fondo siamo tutti dei dannati, chi più e chi meno, e il peggiore è probabilmente chi sta nel mezzo, come il personaggio di Travolta) e di questo passo il discorso di Stone finisce per farsi confuso e spesso ambiguo. Come ambiguo, al limite della truffa ai danni dello spettatore, è l’espediente del raddoppiamento finale, che accettiamo solo e soltanto perché le parole iniziali di Ophelia sono pensate per fungere da avvertimento.
Come non accadeva nel suo cinema da un po’ di tempo a questa parte, inoltre, la violenza di Savages è massima, oltre che sfortunatamente plausibile, cosa che lo allontana dall’essere un prodotto per tutti i gusti ma lo riporta ad un cinema probabilmente più consono alle migliori potenzialità di Oliver Stone. Un cinema duro, di bravi interpreti, dentro ruoli di non comune sfaccettatura.

Stampa in PDF

Incassi Le belve
Primo Weekend Italia: € 1.030.000
Incasso Totale* Italia: € 2.411.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 11 novembre 2012
Primo Weekend Usa: $ 16.162.000
Incasso Totale* Usa: $ 47.292.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 2 settembre 2012
Sei d'accordo con la recensione di Marianna Cappi?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
47%
No
53%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
* * * - -

Dimenticare rousseau...

domenica 4 novembre 2012 di Writer58

L'ultimo film di Oliver Stone ("Savages", tradotto con il titolo bruttino "Le belve") è pieno di difetti, ma è un'opera trascinante, che incatena l'attenzione dello spettatore. Iniziamo dai difetti, dagli squilibri. La contrapposizione tra una California descritta come un patinato paradiso in terra e un Messico feroce e primitivo, in balia dei cartelli della droga, è decisamente manichea e abbastanza irritante, soprattutto per chi, come me, conosce bene il Messico. In secondo luogo, tutta la narrazione continua »

* * * - -

Un’opera d’effetto, riuscita a metà!

martedì 30 ottobre 2012 di Antonio Montefalcone

A metà tra il thriller appassionato e il western contemporaneo, l’ultima fatica di Oliver Stone, “Le belve (Savages)”, risulta un coinvolgente e piacevole spettacolo d’intrattenimento, ma nel complesso una pellicola troppo banale e pasticciata. Accantonato il sequel di “Wall Street”, il regista americano torna al cinema con un film dai toni più “spensierati” e con storie di narcotrafficanti, agenti corrotti, sparatorie, sangue e belle donne. Seppur non tutto è convincente e perfettamente riuscito, continua »

* * * - -

Il triangolo no, non l'avevamo considerato...

sabato 10 novembre 2012 di tony.stark

   Due giovani e la loro comune ragazza, Ofelia(la voce narrante della vicenda), se la spassano in California godendosi i lauti proventi della loro piccola impresa che produce "erba" di alta qualità; ma, perfino nei film, quando è troppo bello per essere vero allora non è destinato a durare. La redditizia attività risveglia infatti le invidie (e gli appetiti) dei famigerati cartelli messicani della droga: la fanciulla viene rapita e i due innamorati continua »

* * * - -

Platoon in wall street

domenica 28 ottobre 2012 di gabriele.vertullo

Dopo averlo lasciato con l’ambizioso e claudicante Wall Street-I soldi non dormono mai, il regista Oliver Stone torna al cinema con Le Belve, film che solo apparentemente diverge per soggetto e tematiche dal precedente, ma che in realtà è preparato con gli stessi ingredienti: affari illeciti, contrasti tra business e tanti personaggi corrotti. Questa volta però l’ opera del regista si rivela decisamente più convincente e selvaggio, perché, se vogliamo continua »

Ophelia
"So quello che state pensando… puttana, vero? Sì, forse è sbagliato, ma la verità è che noi tre ci amiamo da morire, ci fidiamo gli uni degli altri, ci prendiamo cura gli uni degli altri e per me loro due insieme sono l'uomo perfetto. Chon è metallo freddo. Ben è legno caldo. Chon scopa. Ben fa l'amore. Chon è terra. Ben è spirito. E l'unica cosa che hanno in comune, sono io. Io sono la casa che nessuno dei due ha mai avuto. E sono miei."
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Taylor Kitsch
"Siamo morti nel momento in cui nasciamo!"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Blake Lively
"La droga è la razionalità della follia!"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Altre frasi celebri del film Le belve oppure Aggiungi una frase
Shop

DVD | Le belve

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 6 marzo 2013

Cover Dvd Le belve A partire da mercoledì 6 marzo 2013 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Le belve di Oliver Stone con Blake Lively, John Travolta, Aaron Johnson, Salma Hayek. Distribuito da Universal Pictures, il dvd è in lingue e audio italiano, Dolby Digital 5.1 - inglese, Dolby Digital 5.1 - spagnolo, Dolby Digital 5.1 - tedesco, Dolby Digital 5.1 - turco, Dolby Digital 5.1. Su internet belve (DVD) è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 7,99 €
Prezzo di listino: 9,99 €
Risparmio: 2,00 €
Aquista on line il dvd del film Le belve

SOUNDTRACK | Le belve

La colonna sonora del film

Disponibile on line da martedì 3 luglio 2012

Cover CD Le belve A partire da martedì 3 luglio 2012 è disponibile on line e in tutti i negozi la colonna sonora del film Le belve del regista. Oliver Stone Distribuita da Varèse Sarabande. Su internet il cd Savages è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS.

Prezzo: 19,80 €
Prezzo di listino: 22,60 €
Risparmio: 2,80 €
Aquista on line la colonna sonora del film Le belve

INTERVISTE | Intervista a regista e protagonista de Le belve.

Uniti dalla guerra alla droga

martedì 2 ottobre 2012 - Gabriele Niola

Oliver Stone e Salma Hayek, uniti dalla guerra alla droga Quando qualcuno scriverà una storia del cinema americano letta attraverso i corpi degli attori non potrà fare a meno di dedicare un intero capitolo a Salma Hayek e al modo manageriale in cui ha sfruttato il proprio fisico, passando dalla canonica esposizione, fino alla metamorfosi per un Oscar e poi al suo oscuramento per diventare madre sullo schermo e produttrice in tailleur nella vita. "Lei è una vera ed autentica lottatrice" ha detto Oliver Stone, arrivato a Roma con l'attrice messicana per promuovere Le belve, di contro lei ha poi definito il regista "Un uomo che dirige film con il piglio del giornalista".

   

VIDEO | Due spot italiani esclusivi del nuovo film di Oliver Stone.

Selvaggi trafficanti a laguna beach

martedì 11 settembre 2012 - Nicoletta Dose

Le belve, selvaggi trafficanti a Laguna Beach Dopo la rappresentazione cinica del mondo della finanza di Wall Street – Il denaro non dorme mai (2010), il regista americano Oliver Stone racconta una storia avventurosa e ricca di tensione, dove un gruppo di buoni combattono contro i 'cattivissimi' trafficanti di droga della California. Il film, intitolato Le belve, riunisce un cast d'eccezione, da Salma Hayek a Benicio Del Toro, da John Travolta a Blake Lively (in uno dei primi ruoli da protagonista dopo la lunga presenza nella serie televisiva Gossip Girl), per una storia ambientata a Laguna Beach e basata sul romanzo best seller a tinte criminali di Don Wislow, nominato dal New York Times come uno dei migliori dieci libri del 2010.

BIZ

Negli Stati Uniti, oggi arriverà a 140 milioni.

Le belve ottiene un risultato migliore delle previsioni in Usa

domenica 8 luglio 2012 - Robert Bernocchi

Dopo aver aperto al suo primo giorno con 35 milioni di incasso (un record per un martedì), The Amazing Spider-Man sembra proprio avviato a conquistare 140 milioni di dollari nei suoi primi giorni di sfruttamento. Pochi? Tanti? Sicuramente inferiori a quanto avevano raccolto gli altri capitoli della saga, senza considerare (come già detto per i dati italiani) le differenze legate all’inflazione e al sovraprezzo del 3D. Il primo capitolo aveva ottenuto 144 milioni nei suoi primi sei giorni, cifra che era salita a ben 192 milioni per il secondo capitolo, per poi arrivare ai 176 del terzo episodio. continua »

   

News e anticipazioni dal mondo del cinema.

Il trailer di Le belve

venerdì 6 aprile 2012 - Robert Bernocchi

Magari non sarà in forma com'era tra gli anni Ottanta e i Novanta, ma Oliver Stone è sempre in grado di mettere assieme un cast notevole, come avvenuto per la sua ultima pellicola, Le belve, che vede impegnati nomi come Taylor Kitsch, Blake Lively, Aaron Johnson, Demiàn Bichir, John Travolta, Uma Thurman, Benicio Del Toro, Emile Hirsch e Salma Hayek. La storia vede due coltivatori di marijuana che vengono ricattati da un cartello della droga messicana, che arriva a rapire la donna con cui vivono. continua »

   

di William Thomas Empire

Ben (Aaron Johnson), Chon (Taylor Kitsch) e O (Blake Lively) vivono un ménage à trois relativamente felice a Laguna Beach, fondato sul business della marijuana. Quando un cartello messicano interrompe la routine con una proposta d'affari, i tre pagheranno a caro prezzo il loro cortese rifiuto. In passato Oliver Stone ha dimostrato di saper affrontare argomenti difficili (il Vietnam, l'assassinio di Jfk eccetera) con grande abilità. Perciò ci si poteva aspettare che il regista sfruttasse i personaggi di Le belve per offrirci uno sguardo approfondito e graffiante sugli innumerevoli tentacoli del traffico di droga. »

Le Belve abbaiano ma non mordono

di Boris Sollazzo Pubblico

Sesso (a tre), droga (a fiumi) e rock'n 'roll (dai Massive Attack a Bob Dylan). Come si faccia, con questi ingredienti, a fare un film noioso e sbagliato, è un mistero imperscrutabile. Soprattutto se si scopre che a girarlo è stato Oliver Stone, che difficilmente manca di ritmo e ancor meno di furbizia. Le belve rischia di diventare il manuale di come si può demolire un 'opera cinematografica che ha tutto per diventare un cult. Intanto scegli i due protagonisti maschili meno carismatici di Hollywood (Taylor Kitsch e Aaron Johnson), scoprendo peraltro che tra loro non c'è nessuna chimica: come complici criminali, come amici, come amanti della stessa donna. »

Gli amanti, la marijuana, il Messico Nel paradiso di Laguna Beach

di Giulia D'Agnolo Vallan Il Manifesto

All'uscita del libro di Don Winslow, nel 2010, qualche critico aveva notato che Savages (il titolo originale di Le belve, Einaudi) sembrava scritto per diventare un film di Stone. L'osservazione si è rivelata profetica, visto che dopo il ritorno a Wall Street, Stone ha scelto un mondo molto diverso anche se quasi altretttanto spietato, adattando il noir surfistico/lisergico di Winslow. Droga (come in Fuga di mezzanotte e in Scarface), il richiamo del confine (Salvador, South of the Border), un gusto pulp per la violenza (Natural Born Killers, il sottovalutato U-Turn) e una molteplicità di texture visive da far concorrenza a Jfk: Le belve sembra capace di riflettere quasi tutte le ossessioni di Stone. »

Pochi graffi molta noia

di Dario Zonta L'Unità

Nonostante l'intervento in fase di sceneggiatura di Don Winslow, scrittore americano campione del nuovo noir, il film di Stone, tratto dall'omonimo romanzo Le belve, non riesce in alcun modo a segnalarsi per originalità. Eppure l'immaginario di Winslow (i cui romanzi in Italia sono editi da Einaudi), a parte le effrazioni cino-giapponesi (vedi l'orientaleggiante Sartori), è fortemente cinematografico, forse pure troppo. Seguendo le tracce del suo capolavoro, Il potere del cane, Winslow ci porta su di un territorio a lui ben noto, la frontiera tra Usa e Messico, raccontando la spietatezza del cartello messicano dedito al traffico di droga. »

Le belve | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marianna Cappi
Pubblico (per gradimento)
  1° | writer58
  2° | antonio montefalcone
  3° | andrea giostra
  4° | xander15
  5° | carlo vecchiarelli
  6° | moulinsky
  7° | jacopo b98
  8° | the thin red line
  9° | alexander 1986
10° | machz
11° | ultimoboyscout
12° | opidum
13° | killbillvol2
14° | faberest
15° | lo stopper
16° | purplerain
17° | filippo catani
18° | flyanto
19° | cenox
20° | renato volpone
21° | donni romani
22° | marco chiappetta
23° | ashtray_bliss
24° | il saggio
25° | giulio vivoli
26° | gabriele.vertullo
27° | taxidriver
28° | tony.stark
29° | oropilla
Rassegna stampa
William Thomas
Trailer
1 | 2 | 3 | 4 |
Immagini
1 | 2 | 3 |
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità