Un mostro a Parigi

Acquista su Ibs.it   Dvd Un mostro a Parigi   Blu-Ray Un mostro a Parigi  
Un film di Bibo Bergeron. Con Mathieu Chedid, Vanessa Paradis, Gad Elmaleh, François Cluzet, Ludivine Sagnier.
continua»
Titolo originale Un monstre à Paris. Animazione, Ratings: Kids, durata 90 min. - Francia 2011. - Sunshine Pictures uscita giovedì 22 novembre 2012. MYMONETRO Un mostro a Parigi * * * - - valutazione media: 3,39 su 10 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,39/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari * * 1/2 - -
 critican.d.
 pubblico * * * 1/2 -
   
   
   
Una pulce, bagnata per errore con due composti, si ingigantisce e sviluppa una voce da angelo. Il mostro dall'animo sensibile trova riparo in un club dove canta e suona mentre la polizia lo caccia.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Un cartone dalla struttura classica che prende in prestito suggestioni e fascino da altre opere
Gabriele Niola     * * 1/2 - -

Parigi, 1910. Raoul ed Emile, nel compiere una consegna in un giardino botanico che è anche laboratorio per esperimenti, involontariamente mescolano due composti, uno per ingigantire e l'altro per vellutare le corde vocali, bagnando una pulce. Diventata immensa la bestia fugge per tutta la città creando lo scompiglio e mobilitando le forze dell'ordine guidate da un bieco prefetto. Nascostosi nel retro di un Club la bestia incontra Lucille la quale rimane conquistata dalla nobiltà d'animo espressa dal suo canto e usando un travestimento la prende a suonare e cantare nel suo spettacolo.
Lucille, Raoul, Emile e la creatura ribattezza Francoeur (cuore onesto) dovranno però sfuggire alle indagini del prefetto e ai suoi tentativi di trovare il mostro che terrorizza la città e così spostare l'attenzione pubblica dalle proprie malefatte.
Parigi è stata negli anni scenario di diversi film d'animazione di cui almeno un paio targati Disney (sia in qualità di produttore che di principale distributore) come Ratatouille e Gli Aristogatti, e il medesimo binomio sembra essere quello che regge Un mostro a Parigi, l'unione cioè dell'immaginario parigino di inizio secolo con una storia dallo scheletro (e dal senso per la musica) puramente disneiani.
Eppure, nonostante alla direzione ci sia Bibo Bergeron, francese d'America al lavoro da decenni per Hollywood e regista di Shark tale, e nonostante la produzione sia interamente francofona, lo stesso il nuovo cartone della Europa Corp di Luc Besson ha il difetto di utilizzare Parigi, la musica e il retaggio di altri racconti e altre fascinazioni (in primis quella del fantasma dell'Opera) a proprio vantaggio come scenario e non come spazio in cui agire. Invece che creare l'ambiente e le sensazioni che vuole, il film sfrutta i riferimenti alle opere più note che l'hanno fatto in precedenza. Un mostro a Parigi infatti reimmagina la geografia della città, ne cambia la toponomastica e si disinteressa del suo animo perchè gli serve solo la sua mitologia, quella stabilita, costruita e canonizzata da altre opere d'arte, come del fantasma dell'Opera gli serve solo la maschera e la possibilità di appoggiarsi all'eco romantico che quella suggestione è in grado di sprigionare.
Ed è un peccato perchè per il resto, nonostante qualche momento più stanco e fiacco nella seconda metà, la storia della pulce mutata che voleva essere una star del vaudeville è carina e dinamica. Non vuole di certo conquistare chissà quali primati Un mostro a Parigi, se non quello facile da raggiungere di intrattenere senza stupire, ammaliare senza innovare e per gran parte della sua durata ci riesce, infilando una dopo l'altra gag semplici che non si sporchino le mani con sentimenti reali, personaggi complessi o tentativi audaci.
Con precisione alchemica Bergeron mescola momenti di divertimento con quel quoziente di paura e tensione che spesso anima la narrativa per l'infanzia, utilizza soluzioni registiche da horror e addirittura riadatta la soggettiva dei salti nel cielo già vista in Thirst di Park Chan Wook (e nel seminale cortometraggio del 1984 Jump di Osamu Tezuka), allungandoli con il massimo dell'innocua innocenza romantica, vellutata dalle canzoni cantate da Vanessa Paradis (sia nella versione inglese che in quella francese) e scosse dalla solita azione da cartone animato fino alle punte più alte della città come ad imitare King Kong.

Stampa in PDF

Scopri Un mostro a Parigi su MYmovies Kids
Il primo sito di cinema interamente dedicato ai bambini e ragazzi
Incassi Un mostro a Parigi
Primo Weekend Italia: € 210.000
Incasso Totale* Italia: € 463.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 16 dicembre 2012
Sei d'accordo con la recensione di Gabriele Niola?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
43%
No
57%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Un mostro a Parigi

premi
nomination
Cesar
0
2
* * * * -

Un mostro dolcissimo ed i suoi amici

lunedì 19 novembre 2012 di donni romani

L'animazione negli ultimi decenni ha raggiunto punte di qualità elevatissime e con "Un mostro a Parigi" fa un ulteriore passo in avanti nella ricerca di uno stile ricercato e maturo. A differenza del ritmo indiavolato delle ultime produzioni Diseny o delle creature della Pixar la pellicola francese ha un andamento lineare, una trama che rimanda ad altri miti ma rimane originale e fresca e personaggi deliziosamente antichi, quasi bozzetti di un'epoca lontana che emanano un continua »

* * * * -

Una pulce canterina

domenica 25 novembre 2012 di renato volpone

Meraviglioso cartone animato per palati raffinati, ma i bambini ne erano incantati. Una splendida storia che parla dell'accettazione della diversità e di come coloro che la combattano spesso sono molto peggio di ciò che non si conosce o di cui noi abbiamo paura. Animazione perfetta, musica azzeccatissima e voci stupende per questo musical a cartoni. Arisa riesce a dare voce alla bella Lucille con dolcezza e appartenenza. E poi abbiamo un mostro, terribile e spaventoso, continua »

* * * * *

La seine, la seine, la seine...

sabato 4 maggio 2013 di Lady Libro

Musica, amore, paura, avventura, dolcezza, azione, canti e balli. Questi e tanti altri sono i contenuti di questa splendida perla del cinema d'animazione. "Un mostro a Parigi" non ha una trama particolarmente originale ed è chiaramente visibile il miscuglio di tematiche di film/romanzi racchiuso in esso e da cui ha attinto abbondantemente, come per esempio "La bella e la bestia", "Il fantasma dell'Opera", "King Kong", "Notre Dame de Paris", "The elephant man"... Ma nonostante ciò, quello che è continua »

* * - - -

Chi o cos'è?

sabato 5 ottobre 2013 di ultimoboyscout

Un incidente trasforma un'innocua pulce in un mostro gigante che semina il panico nella Parigi dei primi del Novecento. Ma non si tratta di un essere malvagio, è piuttosto una creatura timida e molto, molto dotata a livello canoro e musicale. Bibo Bergeron confeziona una storia strampalata e godibile, che si fa forza soprattutto dell'ambientazione e di qualche gustosa citazione. Le strade parigine in cui la vicenda è catapultata sono assolutamente perfette e c'è continua »

Francoeur
"Sono solo un mostro, un mostro a Parigi"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Lucille (Arisa)
"I giornalisti avevano ragione; c'è veramente un mostro a Parigi ed è qui davanti a me!"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Lucille
Lui non è un mostro!
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase
Shop

DVD | Un mostro a Parigi

Uscita in DVD

Disponibile on line da martedì 23 aprile 2013

Cover Dvd Un mostro a Parigi A partire da martedì 23 aprile 2013 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Un mostro a Parigi di Bibo Bergeron con Mathieu Chedid, Vanessa Paradis, Gad Elmaleh, François Cluzet. Distribuito da Eagle Pictures. Su internet mostro a Parigi (DVD) è acquistabile direttamente on-line su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 9,99 €
Aquista on line il dvd del film Un mostro a Parigi

di Anne Dessuant Télérama

Siamo nel 1910. Parigi è sommersa da una piena eccezionale della Senna. L'ultima cosa di cui ha bisogno il prefetto Maynott, impegnato nella caccia di un mostro che da tempo semina il terrore nella città. Immaginate un Fantasma dell'Opera che incontra Amélie Poulain in un jardin des plantes disegnato da Jacques Tardi, prima di saltare sui tetti come un Quasimodo trasportato nella spensierata e frizzante Ville lumière della belle époque. Sul suo cammino incrocia anche un proiezionista di un cinematografo e un esuberante inventore. »

L'animazione di Bergeron dai tratti geniali

di Gianni Rondolino

Un mostro a Parigi è un film d'animazione piuttosto diverso dagli altri e realizzato con uno stile particolare. È diretto da Eric "Bibo" Bergeron, un francese che si è formato nell'ambito del cinema d'animazione e poi ha lavorato a lungo sia in patria sia negli Stati Uniti diventando un buon tecnico e infine un regista di una certa qualità. La storia è ambientata nel 1910 a Parigi, e mette in scena, da un lato, un paio di amici che lavorano l'uno come trasportatore di varie cose e l'altro come operatore in un cinematografo; dall'altro la presenza di un animale che si è andato trasformando ed è diventato quello che viene definito "il mostro" e quindi è ricercato dalla polizia. »

Un mostro a Parigi | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Gabriele Niola
Pubblico (per gradimento)
  1° | donni romani
  2° | renato volpone
  3° | ultimoboyscout
  4° | lady libro
Rassegna stampa
Anne Dessuant
Cesar (2)


Articoli & News
Trailer
1 | 2 |
Backstage
1 |
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 22 novembre 2012
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità