La ragazza che giocava con il fuoco

Acquista su Ibs.it   Dvd La ragazza che giocava con il fuoco  
Un film di Daniel Alfredson. Con Michael Nyqvist, Noomi Rapace, Annika Hallin, Per Oscarsson, Lena Endre.
continua»
Titolo originale Flickan som lekte med elden. Thriller, durata 129 min. - Svezia 2009. - Bim uscita venerdì 25 settembre 2009. - VM 14 - MYMONETRO La ragazza che giocava con il fuoco * 1/2 - - - valutazione media: 1,95 su 54 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato no!
1,95/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * - - -
 critica * * - - -
 pubblico * * 1/2 - -
   
   
Alla vigilia della pubblicazione da parte della rivista Millennium di uno scoop sul mercato svedese del sesso, tre omicidi allarmano Mikael Blomkvist: sull'arma del delitto compaiono le impronte di Lisbeth.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Il film rinuncia alla ricchezza del romanzo di Larsson
Marianna Cappi     * * - - -

Mikael Blomkvist è tornato alla guida della rivista Millennium ed è pronto a pubblicare un numero speciale sulla piaga del trafficking, la tratta delle donne dall'Est Europa per scopi di sfruttamento sessuale. Grazie al lavoro coraggioso di un giovane collaboratore e della sua compagna, sta per fare nomi e cognomi, senza badare alla posizione sociale dei malcapitati. Ma un triplice omicidio riscrive le sue priorità, poiché la principale sospettata altri non è che Lisbeth Salander, la donna che odia gli uomini che odiano le donne, la donna che Mikael, il seduttore, non si toglie dalla testa. Convinto della sua innocenza, Blomkvist cerca di arrivare a lei prima della polizia e di un terribile gigante biondo, che marca la linea di collegamento tra il male politico e il male privato, nascosto nel passato personale di Lisbeth.
Cambio alla regia per il secondo capitolo della trilogia tratta dal caso editoriale di Stieg Larsson: Daniel Alfredson soppianta Niels Arden Oplev nei titoli di testa de La ragazza che giocava con il fuoco. Il materiale non gli manca, dal grandguignol psicanalitico del conflitto letteralmente di sangue tra padre e figlia, alla tensione erotica dell'indagine parallela dei due protagonisti che riescono a non incontrarsi (di nuovo alla lettera) fino all'ultimo respiro, all'intreccio propriamente poliziesco, che sfrutta la vicinanza geografica col mitico ex impero sovietico e i suoi bui segreti. I lettori lo sanno bene, che la materia scritta in questione è cibo per golosi, peccato che gli autori della trasposizione cinematografica appaiano inappetenti o, quanto meno, ospiti ingenerosi.
Film e romanzo si umiliano a vicenda, per ragioni opposte. La ricchezza di contraddizioni che fa il bello della storia, investendo tanto i due protagonisti (lui, con le sue strane regole per amare; lei, sorta di autistica geniale) quanto l'intera Svezia, società fondamentalmente democratica che contiene però sacche profonde di fanatismo e razzismo, nel film viene inspiegabilmente normalizzata, data quasi per scontata o per accidentale: si punta all'accoglienza nel club del thriller e ci si dimentica della ricerca della verità (che pure è perno del lavoro di lui e dell'essere di lei).
Alfredson sembra lavorare con un minimo di presenza solo sul corpo della protagonista, continuando il lavoro di disumano "tiraggio" dello stesso ai suoi limiti estremi: la donna che ha trasformato col ferro (dei piercing) e col colore (dei tatuaggi) un corpo inverosimilmente infantile in una macchina d'assalto si ritrova qui a metterla alla prova come mai prima, sotto i colpi dei proiettili e di una pala terminale. Roba da cinema. Ci si domanda perché snaturarla così.

Premi e nomination La ragazza che giocava con il fuoco MYmovies
il MORANDINI
La ragazza che giocava con il fuoco recensione dal Dizionario Fumagalli - Cotta
Incassi La ragazza che giocava con il fuoco
Primo Weekend Italia: € 476.000
Incasso Totale* Italia: € 1.431.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 22 novembre 2009
Primo Weekend Usa: $ 965.000
Incasso Totale* Usa: $ 2.902.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 25 luglio 2010
Sei d'accordo con la recensione di Marianna Cappi?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
43%
No
57%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination La ragazza che giocava con il fuoco

premi
nomination
European Film Awards
0
1
* - - - -

Fallimento totale!

giovedì 1 ottobre 2009 di stillhumming

Il secondo episodio tratto dalla fortunata serie Millennium conferma (ed esaspera) le impressioni che aveva lasciato il primo. Prendete un intreccio ben congegnato, basato su una struttura classica arricchita da varie trame parallele che si intrecciano, ed eliminate tutte le connessioni logiche fra i vari blocchi: otterrete questa versione cinematografica, un confuso e pretenzioso affastellamento di fatti slegati ed esposti in maniera superficiale e cialtrona. Pur comprendendo le esigenze imposte continua »

* * - - -

Registi che odiano le donne

sabato 26 settembre 2009 di Lisbeth

Filmetto di transizione alla primavera del 2010, quando uscirà l’ultima puntata dalla trilogia romanzesca di Stieg Larsson (data troppo lontana per tener credibilmente desta l’attenzione, ma tant’è!) questa seconda parte delude, e molto. Si sente il cambio alla regia (Daniel Alfredson succede a Niels Arden Oplev) e certo non è stato un bene. Privo di mordente, coerenza e tensione narrativa, affastella ingredienti dal thriller all’horror, dal giallo psicanalitico (è la parte che più intriga il regista) continua »

* * * - -

Fedele al romanzo. ma imparagonabile al romanzo!

sabato 24 luglio 2010 di Mr.Duff

Premetto che ho letto prima il libro e poi visto subito il film... Ho nontato come sia stato difficile seguire la trama con tutto che sapevo gia la storia anzi mi ha fatto persino venire dei dubbi; il libro è complesso ma ti fa veramente capire tutto, il film lo da per scontato. Quindi posso dedurre che si stato complicatissimo capire la trama da coloro che non avevano letto il romanzo.D'altronde mentre leggevo il libro notavo come poteva veramente risultare complicato girarci un film continua »

* * * - -

Delitti e castighi alla svedese.

sabato 27 ottobre 2012 di ashtray_bliss

La ragazza che giocava col fuoco e' la conseguenza del primo film " Millenium: uomini che odiano le donne " in originale The Girl with The Dragon Tatoo. Sempre piu' audace e cattiva la nostra Lisbet :in un susseguirsi di colpi di scena ci porta a scoprire i lati oscuri del suo passato , le vergognose cure [ se si possono chiamare cosi le torture ] psichiatriche a cui viene sottoposta a 12 anni e le ovvie conseguenze in eta adulta .Piu che mai decisa a farsi giustizia non tralascia continua »

Michael (Michael Nyqvist)
Non esistono innocenti, esistono solo gradi diversi di responsablità.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Mikael Blomkvist
Lisbeth odia gli uomini che odiano le donne.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase
Shop

DVD | La ragazza che giocava con il fuoco

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 20 gennaio 2010

Cover Dvd La ragazza che giocava con il fuoco A partire da mercoledì 20 gennaio 2010 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd La ragazza che giocava con il fuoco di Daniel Alfredson con Michael Nyqvist, Noomi Rapace, Annika Hallin, Per Oscarsson. Distribuito da 01 Distribution. Su internet La ragazza che giocava con il fuoco è acquistabile direttamente on-line su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 7,99 €
Aquista on line il dvd del film La ragazza che giocava con il fuoco

INTERVISTE | Intervista a Michael Nyqvist.

L'uomo che ama le donne

venerdì 18 settembre 2009 - Marianna Cappi

La ragazza che giocava con il fuoco: l'uomo che ama le donne Gli uomini che odiano le donne sono ancora e sempre gli uomini che Lisbeth Salander odia più di ogni altra cosa al mondo. Lo ribadisce La ragazza che giocava con il fuoco, secondo capitolo della trilogia "Millennium", pubblicata e filmata postuma dopo la morte del sul autore, lo svedese Stieg Larsson. Distribuito dalla Bim, il film di Daniel Alfredson, che soppianta Niels Arden Oplev alla regia, esce il 25 settembre con oltre 250 copie. Lo presenta a Roma il protagonista maschile, Michael Nyqvist, in arte Mikael Blomkvist, direttore della rivista Millenium, giornalista economico impegnato ma ancora più impegnato amante, di tante e belle donne.

VIDEO | Salander deve discolparsi dalla accusa di un triplice omicidio.

Due clip in italiano

giovedì 24 settembre 2009 - Marlen Vazzoler

La ragazza che giocava con il fuoco: due clip in italiano Domani esce in Italia il film La ragazza che giocava con il fuoco seguito di Uomini che odiano le donne e secondo capitolo della trilogia di Millenium scritta da Stieg Larson. Lisbeth Salander (Noomi Rapace) viene accusata dell'omicidio di due giornalisti che lavorano ad un'inchiesta sul mercato del sesso in Svezia per Millennium. Michael Blomqvist (Michael Nyqvist) non crede alla colpevolezza di Lisbeth e comincia ad indagare l'omicidio per dimostrare l'innocenza della ragazza. Nelle clip è possibile vedere quando Lisbeth scopre di essere accusata degli omicidi e quando si trova a fare i conti con due criminali.

VIDEO | In esclusiva l'anteprima del trailer svedese del sequel di Uomini che odiano le donne.

Il trailer

giovedì 11 giugno 2009 - Tirza Bonifazi Tognazzi

La ragazza che giocava con il fuoco: il trailer Più di 1.200.000 svedesi hanno visto Uomini che odiano le donne al cinema. Da allora Lisbeth Salander è diventata multimilionaria. Accusata di triplo omicidio, ricercata in tutta Europa, si è riunita all'uomo che odia più di tutti. La ragazza che giocava con il fuoco, nelle sale (scandinave) dal 18 settembre 2009, si preannuncia un nuovo grandissimo successo targato Millennium, la trilogia letteraria pubblicata in seguito alla prematura scomparsa dell'autore Stieg Larsson. Se la trasposizione cinematografica di Uomini che odiano le donne era firmata dal regista danese Niels Arden Oplev, che non ha mancato di sviluppare una sottotrama politico-sociale di grande interesse, La ragazza che giocava con il fuoco di Daniel Alfredson mette ancora più in luce la figura di Lisbeth Salander.

   

Questa Lisbeth sempre più dark

di Alberto Crespi L'Unità

Ed eccoci alla seconda puntata delle mirabolanti avventure di Lisbeth Salander, la hacker più geniale e perseguitata del pianeta. Esce il secondo film tratto dalla «trilogia di Millennium», i tre romanzi dello svedese Stieg Larsson: dopo Uomini che odiano le donne, tocca a La ragazza che giocava con il fuoco (il terzo, La regina dei castelli di carta, è previsto per la primavera del 2010). La produzione è sempre della società danese Yellow Bird, la regia è passata dal danese Niels Arden Oplev allo svedese Daniel Alfredson, ma non se ne accorgerà nessuno. »

Noomi è tosta ma troppo televisiva

di Alessandra Levantesi La Stampa

Nobile proposito quello di concedere ai connazionali svedesi i diritti per lo schermo di una trilogia best seller che faceva di certo gola agli hollywoodiani. Ma cambiata la mano di regia (Daniel Alfredson al posto di Niels Arden Oplev), è finita che l'atteso secondo capitolo della saga Millenium di Stieg Larsson, La ragazza che giocava con il fuoco, è venuto meno bene del primo. Pazienza, non sarà questo a frenare l'entusiasmo dei fan della super hacker Lisbeth Lisander che, dileguatasi all'estero in L'uomo che odiava le donne, torna a Stoccolma e si trova subito inguaiata. »

di Alessio Guzzano City

Tre libri meno che mediocri, un primo film sciapo, un secondo film bolso e noioso. Fantastico, la stieglarssonmania può continuare. Cambia il regista, si abbassa la già non notevole qualità della messa in scena, crolla il già scarso ritmo della narrazione. D'altra parte il testo a monte è quello che è, ovvero un fiacco thriller disinnescato con una sola buona idea nell'intera trilogia. Che è appunto ciò che resiste in sella all'attenzione: ovviamente lei, la corvina hacker/punk Lisbeth, lesbica suo malgrado (e quindi non solo), stuprata dai servizi sociali, traforata & tatuata, qui ulteriormente martoriata. »

Lisbeth diventa borghese

di Piera Detassis Panorama

Poca fiamma, a dispetto del titolo, nel secondo capitolo cinematografico di Millennium, tratto dal best-seller di Stieg Larsson. Il primo film, Uomini che odiano le donne, tagliava l'aria affilato, questo sembra arenarsi in una calma piatta che non fa onore alla brillantezza dei personaggi e al tema scottante dell'inchiesta: il traffico di prostitute minorenni. Il cambiamento di regia non giova, ma l'handicap è indubbiamente la mancanza di sorpresa. Il vantaggio del primo film stava proprio nell'interrogativo: Lisbeth Salander e Mikael BLomkvist, protagonisti della saga letteraria, troveranno i propri alter ego cinematografici? Scommessa vinta in particolare per la ragazza, incarnata con aria sfrontatamente rapper e disadattata da Noomi Rapace. »

La ragazza che giocava con il fuoco | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
European Film Awards (1)


Articoli & News
Trailer
1 | 2 |
Video
1| 2|
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 |
Link esterni
Sito italiano
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 25 settembre 2009
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità