Dorian Gray

Acquista su Ibs.it   Dvd Dorian Gray   Blu-Ray Dorian Gray  
Un film di Oliver Parker. Con Ben Barnes, Colin Firth, Ben Chaplin, Rebecca Hall, Fiona Shaw.
continua»
Drammatico, Ratings: Kids+16, durata 112 min. - Gran Bretagna 2009. - Eagle Pictures uscita venerdì 27 novembre 2009. - VM 14 - MYMONETRO Dorian Gray * * - - - valutazione media: 2,28 su 95 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato nì!
2,28/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * - - -
 critica * - - - -
 pubblico * * 1/2 - -
   
   
   
Sensibile e impressionabile, dotato di straordinaria bellezza e nobiltà, il giovane Dorian Gray viene trascinato nel vortice della mondanità londinese.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Trasposizione del celebre romanzo di Oscar Wilde sul culto esclusivo della bellezza, fedele al limite dell'illustrazione
Marzia Gandolfi     * * - - -

Nella Londra Vittoriana arriva Dorian Gray, un giovane uomo di straordinaria bellezza e nobiltà. Sensibile e impressionabile, Dorian viene molto presto coinvolto e trascinato nel vortice della mondanità dal carismatico Lord Wotton, incallito fedifrago sposato a Lady Victoria. Colpito dal suo bel sembiante, il pittore Basil Hallward lo cattura nei colori e sulla tela. Il giorno dell'inaugurazione del ritratto, Dorian pronuncia un giuramento e il desiderio di restare giovane per sempre. Conteso dall'interesse di Lord Wotton e dall'amore di Hallward, Dorian dissipa la sua eterna e giovane vita tra bordelli e teatri, libertinaggio sfrenato e promesse di matrimonio, prostitute consumate e spose ripudiate, senza che il suo volto patisca il segno del vizio. A sfigurarsi e a insozzarsi è la sua anima, incorniciata e fissata sulle pareti di una casa troppo grande. Spaventato dal deperimento del ritratto, Dorian lo ripone in soffitta, lontano dallo sguardo dei gentiluomini e delle nobildonne che affollano insaziabili la sua esistenza e i suoi salotti. Mentre il tempo scorre e appassisce i volti e le volontà dei suoi amici, Dorian resta fedele alla sua bellezza e al suo diabolico patto. Soltanto l'amore per la figlia di Henry Wotton potrà redimerlo e annullare i malefici effetti del maligno.
Non è facile adattare un libro per lo schermo, rinnovando e prolungando il piacere del testo. Ancora più complesso è realizzare la trascrizione cinematografica di un classico della letteratura come "Il ritratto di Dorian Gray" di Oscar Wilde, pubblicato nel 1890 nell'Inghilterra di gusto e ideali vittoriani. Tenta l'impresa, ma non è nuovo all'impresa e alle parole di Wilde, il regista inglese Oliver Parker. Dopo le trasposizioni di due commedie del poeta, scrittore e drammaturgo irlandese (Un marito ideale e L'importanza di chiamarsi Ernesto), Parker cerca un confronto diretto con l'eroe decadente di Wilde. Dorian Gray, interpretato sullo schermo da Ben Barnes, è un ribelle "freddo" a cui manca la tumultuosa vita interiore degli eroi romantici e a cui un contratto demoniaco ha fissato una maschera immodificabile. L'usurpato e imberbe principe Caspian, delle celebri Cronache di Narnia, attraversa questa volta una ben più temibile soglia, praticando il culto esclusivo della bellezza e superando i confini assolutamente invalicabili di decoro e di pudicizia stabiliti dalla timorata società vittoriana. A incalzarlo con sentenze, aforismi e brillanti paradossi è lo straripante Lord Wotton di Colin Firth, magnifico e sprezzante nel suo tentativo di scandalizzare i virtuosi borghesi e di spostare e rilanciare la frontiera morale del suo giovane protetto. Le soluzioni alle domande che derivano dalla costruzione letteraria non riescono, nonostante le migliori intenzioni del regista, a produrre suggerimenti in direzioni di altre e più contingenti analisi. Dorian Gray resta fortemente ancorato alla mentalità e al tempo di Oscar Wilde, limitandosi soprattutto nella sceneggiatura a una fedeltà al limite dell'illustrazione. Parker si guarda bene dal buttarsi in un corpo a corpo tra letteratura e cinema, lasciando trasparire l'origine letteraria del film ed esibendo, all'interno della dimensione scenografica, la spettacolarizzazione degli effetti speciali. Effetti che illustrano gli incubi nevrotici del protagonista e rendono visibile la sua mostruosità, la miscela umana e ripugnante di un dandy animato dalla vocazione a realizzare una vita inimitabile, vendendosi banalmente l'anima al diavolo. Ben Barnes, principe superbo ma dandy prematuro, prova con risultati alterni a liberare le potenzialità di godimento del suo Gray, eliminando il candido Dorian dell'incipit e avanzando nei bassi istinti e nella indispensabile carnalità di un altro e orribile da sé. Un po' Harker e un po' Dracula, il gotico Dorian Gray di Parker-Barnes, nell'epilogo a sorpresa, si consegna all'amore di un personaggio inventato (la Emily Wotton di Rebecca Hall), ritrovando rughe e fisionomia e recuperando il proprio sé sepolto sotto la crosta e sotto i colori.

Premi e nomination Dorian Gray MYmovies
Dorian Gray recensione dal Dizionario Fumagalli - Cotta
Incassi Dorian Gray
Primo Weekend Italia: € 1.347.000
Incasso Totale* Italia: € 5.734.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 10 gennaio 2010
Sei d'accordo con la recensione di Marzia Gandolfi?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
60%
No
40%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
* * * * -

Dark dorian gray

venerdì 27 novembre 2009 di Raffaella

Se il romanzo di Oscar Wilde muoveva dal ritratto e lasciava immaginare al lettore i vizi del protagonista, senza mai esplicitarli (ad eccezione di un delitto molto rilevante da lui commesso), il film di Oliver Parker è incentrato totalmente sulla figura di Dorian Gray. Apprendiamo diversi aspetti del suo passato e tangibile è la sua evoluzione: ingenuo ventenne egli diventa poi un uomo corrotto dedito al piacere che maturerà infine la distinzione tra piacere e felicità. Sedotto dalle parole di continua »

* - - - -

Un dorian gray del terzo millennio?

lunedì 30 novembre 2009 di Paola Di Giuseppe

Una raffinatissima meditazione sull’arte, il manifesto dell’estetismo decadente, l’opera che fa di Wilde, con D’Annunzio e Huysmans, l’artefice del nuovo eroe della contemporaneità, l’esteta, il nuovo Narciso per cui “lo scopo nella vita è lo sviluppo di noi stessi, la perfetta realizzazione della nostra natura”, non si presta facilmente ad una trasposizione cinematografica.
Soprattutto si distanzia da una messa in scena che non traduca in modo convincente ciò che nasce come prodotto letterario, continua »

* * * * *

Rivisitazione straordinaria del libro

sabato 5 dicembre 2009 di cristian glerean

Il regista Oliver Parker, sin troppo ridimensionato dalla critica, mette sulla pellicola con mirabile interpretazione il Dorian Gray di Wilde. L'originalità dell'interpretazione e le variazioni dal testo sono dovute e legittime licenze cinematografiche rese necessarie dall'estrama difficoltà di tradurre un personaggio letterario. Wilde non si sarebbe rivoltato nella tomba, come qualcuno ha sin troppo velocemente arguito, se avesse potuto avere a disposizione il volto disincantato e gaudente di Ben continua »

* * * * -

Una piacevole sorpresa

venerdì 11 dicembre 2009 di Stefyunina

Finalmente un film tratto da un libro che non distrugge, rivoluziona o delude… solitamente sono molto critica soprattutto se il libro al quale la pellicola si ispira è uno dei miei preferiti in assoluto. Dopo aver visto questo film sono uscita dalla sala entusiasta di come non sia stato deturpato un capolavoro della letteratura. Attori bravissimi, soprattutto Ben Barnes ,molto bravo nel cambiare la fisionomia del viso quando passa dall’ ingenuo ragazzo che non conosce la vita al perfido diavolo continua »

Henry
ogni impulso che soffochiamo ci avvelena l'esistenza
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Dorian Grey
"La passione non è la felicità"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Dorian
Coloro che scendono sotto la superficie, lo fanno a proprio rischio
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Altre frasi celebri del film Dorian Gray oppure Aggiungi una frase
Shop

DVD | Dorian Gray

Uscita in DVD

Disponibile on line da giovedì 10 ottobre 2013

Cover Dvd Dorian Gray A partire da giovedì 10 ottobre 2013 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Dorian Gray di Oliver Parker con Colin Firth, Ben Barnes, Emilia Fox, Rachel Hurd-Wood. Distribuito da Eagle Pictures. Su internet Dorian Gray (Blu-ray) è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 5,99 €
Prezzo di listino: 13,99 €
Risparmio: 8,00 €
Aquista on line il dvd del film Dorian Gray

APPROFONDIMENTI | Oliver Parker torna a tradurre Oscar Wilde per il cinema.

Diaboliche ossessioni

mercoledì 25 novembre 2009 - Tirza Bonifazi Tognazzi

Dorian Gray: diaboliche ossessioni Amo le persone molto di più dei principi e le persone senza principi più di qualunque altra cosa al mondo, diceva Oscar Wilde. Una dichiarazione che sembra contenere tutto l’amore dell’autore per un personaggio – Dorian Gray – che rivive attraverso il volto di Ben Barnes nella nuova trasposizione cinematografica diretta da Oliver Parker. Dopo Un marito ideale e L’importanza di chiamarsi Ernest il regista inglese torna a tradurre un testo di Wilde per il cinema confrontandosi con un classico della letteratura.

LIBRI | Il racconto di Oscar Wilde più pungente e orrorifico che ha ispirato il film con Ben Barnes.

Il libro

mercoledì 23 dicembre 2009 - Fabio Secchi Frau

Il ritratto di Dorian Gray, il libro Nella Londra vittoriana e aristocratica, tutta Lord e Ladies, promiscuità segrete e rivelate, tradimenti, pettegolezzi, chiacchiericci e divertimenti di un'epoca superficiale e cinica, si consuma il drammatico horror di wildiana memoria. Il più bel fanciullo della capitale britannica, Dorian Gray, per un crudele desiderio in odor di zolfo, vede rimanere intatte la sua bellezza e la sua giovinezza, mentre al posto suo invecchia e si deforma per le malefatte - di cui si è reso autore - un suo splendido ritratto.

VIDEO | Il romanzo di Oscar Wilde riletto da Oliver Parker.

Tre clip in italiano dell'atteso film con ben barnes

venerdì 27 novembre 2009 - Marlen Vazzoler

Dorian Gray: tre clip in italiano dell'atteso film con Ben Barnes Esce oggi nelle sale il nuovo adattamento del celebre romanzo di Oscar Wilde, Dorian Gray diretto da Oliver Parker e sceneggiato Toby Finlay, qui al suo primo lavoro come sceneggiatore. Ben Barnes interpreta il giovane ed ingenuo Dorian che viene risucchiato nel vortice della Londra Vittoriana tramite il carismatico Lord Henry Wotton, interpretato da Colin Firth, che lo introduce all'edonistico piacere della città. Nella prima clip in italiano rilasciata dalla Eagle Pictures è possibile assistere ad una scena tra Dorian e l'amata Sibyl Vane (Rachel Hurd-Wood).

   

VIDEO | In anteprima un video tratto dal nuovo lavoro di Oliver Parker.

Una clip in esclusiva

mercoledì 25 novembre 2009 - Lisa Meacci

Dorian Gray: una clip in esclusiva Dopo L'importanza di chiamarsi Ernest, il regista inglese Oliver Parker torna a cimentarsi con il grande scrittore Oscar Wilde portando sui grandi schermi anche la sua trasposizione de Il ritratto di Dorian Gray. Dal 27 novembre nelle sale, il film intitolato semplicemente Dorian Gray, vede la straordinaria interpretazione di Ben Barnes e Colin Firth (rispettivamente nel ruolo di Dorian e de Lord Henry Wooton) e promette di stupire gli spettatori, in genere abituati a vedere il giovane dandy con le limitazioni degli spettacoli teatrali.

   

VIDEO | Ben Barnes interpreta il dannato protagonista del famoso romanzo di Oscar Wilde.

Il teaser trailer

martedì 28 luglio 2009 - Marlen Vazzoler

Dorian Gray: il teaser trailer Durante la settimana del Comic-Con è uscito il teaser trailer del nuovo film di Oliver Parker, Dorian Gray, tratto da Il ritratto di Dorian Gray scritto da Oscar Wilde. La storia segue un giovane (Ben Barnes) dell'epoca vittoriana il cui aspetto rimane immutato nel corso del tempo mentre il suo ritratto degrada con ogni peccato che commette negli anni. Sembra che la pellicola punti su delle atmosfere horror ma con questo teaser non è facile al momento capire come verrà impostato il film. Al momento sembra noioso e non dice molto ma dovremmo attendere il trailer per capire qualcosa di più.

   

"Dorian Gray", un gioco da ragazzini

di Francesco Alò Il Messaggero

Il ritratto di Dorian Gray fu per la società vittoriana quello che American Psycho è stato per l'America padrona del mondo del 1991. Romanzo epocale che distruggeva un'epoca. L'opera di Wilde ridiventa film con la rediviva produzione Ealing qui alle prese con un horror per teenager. E' proprio un gioco da ragazzini, a partire dalla star perbenino Ben Barnes, già visto ne Le cronache di Narnia, che nei momenti di massima perdizione sembra un boyscout che ha deciso di uccidere una lucertola. Al suo fianco un altro bonaccione che vorrebbe fare il cattivo: Colin Firth con barba troppo finta e poco credibile quando dice alla Wilde: "Le cose sacre sono le sole che valga la pena di profanare" o "L'unico modo per sbarazzarsi di una tentazione è cedere". »

di Alessio Guzzano City

Diceva Oscar Wilde che «l'unico modo per liberarsi di una tentazione è cedere». E così un regista goloso di decadentismo, che aveva già fatto cinepratica con le commedie del Sublime Dandy, ha permesso che un nefasto sceneggiatore debuttante mettesse mano – manomettendolo – al romanzo del 1890, capolavoro devoto al culto dell'eterna giovinezza e della bellezza assoluta e (quindi) torbida. «Chi scava sotto la superficie lo fa a proprio rischio» ammoniva sempre Wilde. Figuriamoci chi spala incauto tra aforismi e sensualità ad alto rischio, fino a toccare il fondo della volgarità. »

Dorian Gray si rivolta nella tomba

di Maurizio Cabona Il Giornale

Fare di Dorian Gray un Vittorio Sgarbi inglese è l'abominio di Oliver Parker. Del resto è coerente: suoi erano uno dei peggiori adattamenti cinematografici di Shakespeare, Othello, e i noiosi Un marito ideale e L'importanza di chiamarsi Ernest, ispirati sempre da Wilde. Nel ruolo di Gray, Ben Barnes non ha nulla di diabolico e nemmeno di seducente; per un ruolo così occorreva il Delon dei vent'anni. Mentore di Gray e alter ego di Wilde è Colin Firth, che qui spreca il rispetto che s'era guadagnato nella carriera. »

Oscar Wilde soffoca nella paccottiglia

di Lietta Tornabuoni La Stampa

Oscar Wilde, lo scrittore, drammaturgo esteta e ribelle irlandese, pubblicò nel 1890 il ritratto di Dorian Gray, storia di un giovane elegante che ottiene di abbandonarsi a ogni eccesso senza alterare la propria bellezza fisica: un ritratto invecchia al suo posto, mostrando segni di progressiva corruzione. Il racconto lungo suscitò in Gran Bretagna profondo scandalo, una parte della stampa ne chiese la soppressione e l'autore lo difese con una serie di lettere argomentate e coraggiose. Questo film di Oliver Parker non rende giustizia al testo letterario e alla sua forza: è greve, piatto, pieno di dame che si sventagliano, di gentiluomini che lanciano sguardi allusivi, insomma di tutta la usuale paccottiglia ottocentesca, filologicamente corretta ma soffocante. »

Dorian Gray | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marzia Gandolfi

Pubblico (per gradimento)
  1° | raffaella
  2° | paola di giuseppe
  3° | cristian glerean
  4° | stefyunina
  5° | marko morciano
  6° | peppe97
  7° | anamkara
  8° | paolo assandri
  9° | sally spectra
10° | renato c.
11° | bree_14
12° | gabriella
13° | cinematofilo
14° | lore64
15° | siper
16° | scarlett
Trailer
1 | 2 |
Video
1| 2| 3| 4|
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 |
Link esterni
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 27 novembre 2009
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità