The Burning Plain - Il confine della solitudine

Acquista su Ibs.it   Dvd The Burning Plain - Il confine della solitudine  
Un film di Guillermo Arriaga. Con Charlize Theron, Kim Basinger, Jennifer Lawrence, José María Yazpik, Joaquim de Almeida.
continua»
Titolo originale The Burning Plain. Drammatico, durata 110 min. - USA, Argentina 2008. - Medusa uscita venerdì 7 novembre 2008. MYMONETRO The Burning Plain - Il confine della solitudine * * * - - valutazione media: 3,02 su 50 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,02/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * * - -
 critica * * - - -
 pubblico * * * - -
   
   
   
Una madre, Gina, e una figlia, Sylvia, che ha avuto un'infanzia molto complicata, sono impegnate con difficoltà a ricostruire un legame.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Un cinema in cui amore fa a lungo rima con dolore, ma non per sempre
Marianna Cappi     * * * - -

Sylvia è la responsabile di un ristorante di lusso a Portland. È fredda e contenuta come l'ambiente che la circonda e percossa intimamente dalle onde di un mare in perenne tempesta. Mariana è una ragazzina che ha intrecciato una relazione con Santiago, dopo che un rogo si è portato via il padre di lui e la madre di lei, nella deserta pianura del New Messico. Maria è una bambina messicana che vive felice con il padre, fino a quando un incidente non cambia improvvisamente ogni cosa.
The burning plain, esordio alla regia dello sceneggiatore Guillermo Arriaga, confermando la sua fedeltà a uno stile ormai codificato di racconto, ne illumina la sensibilità introspettiva, la personalità artistica sicura, in una parola la pienezza e l'autonomia creativa.
Nella scrittura di Arriaga - Babel lo testimonia - c'è sempre un momento che apre la diga e fa debordare, inarrestabile e potente, il film-fiume. Quel momento coincide con un incontro e, spesso, l'incontro è con uno sconosciuto, l'altro che rivela il sé. Non tanto, o almeno non più, personaggio-funzione, ma nodo di quell'immaginaria mappa spazio-temporale che i suoi racconti inventano con precisione e millimetrica coerenza. Percorrendo le strade della mappa -qui circoscritta dai quattro punti cardinali di terra, aria, acqua e fuoco- l'incidente è certo, tragico, irreparabile. Tale che devia il percorso, cambia la vita, la re-inventa, perché è questo il senso del suo narrare: andare ("sulla strada"), inciampare, "finire" per vivere.
Il viaggio di Sylvia lungo la mappa della sua storia, prende l'avvio dall'incontro con uno sconosciuto proveniente da una terra che il regista conosce bene, il Messico, e dalla quale non ha più bisogno di allontanarsi esageratamente. Non è il caso (come altrove) a fare da guida, piuttosto, al contrario, la necessità. Con pochi, importanti scarti rispetto al già dato, Arriaga dimostra di saper evitare le trappole di un sistema di scrittura che, per quanto estensibile all'infinito, rischiava evidentemente di divenire già gabbia.
Letteralmente patetico anche se non per questo melodrammatico, The burning plain è un frutto maturo. La penna, così come i personaggi, si è fermata "al limite", un attimo dopo sarebbe scaduta nel cattivo gusto, un attimo prima il gusto non sarebbe stato pieno.
Rispetto al collega Inarritu, che ha portato sullo schermo le sue migliori sceneggiature (e migliori di questa), Arriaga sceglie la strada che ha fatto sua in letteratura: nessuna patina, nessuna maschera sulla crudeltà dei luoghi e del cuore. Per questo, soprattutto, e per l'intensità richiesta alle attrici, il film non è già tutto sulla carta ma trova l'emozione.
Charlize Theron, Kim Basinger, Jennifer Lawrence, Tessa Ia. Donne, ma soprattutto madri e figlie, perché è la "generazione" il cuore di quest'opera: personaggi che hanno generato e sono stati generati e che, in virtù o per colpa di ciò, generano a loro volta il film, all'interno di un progetto autoriale in cui l'arte cerca di riprodurre il più esattamente possibile il moto della vita, per osmosi più ancora che per mimesi. Un progetto di cui Arriaga, con questo film, ribadisce e rivendica, appunto, la genitorialità.

Stampa in PDF

Premi e nomination The Burning Plain - Il confine della solitudine MYmovies
il MORANDINI
The Burning Plain - Il confine della solitudine recensione dal Dizionario Fumagalli - Cotta
Incassi The Burning Plain - Il confine della solitudine
Primo Weekend Italia: € 532.000
Incasso Totale* Italia: € 1.310.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 21 dicembre 2008
Sei d'accordo con la recensione di Marianna Cappi?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
69%
No
31%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
* * * * *

Basinger/theron... che attrici!!!

venerdì 12 settembre 2008 di marco

Il film narra le storie interconnesse tra diversi personaggi separati dal tempo e dallo spazio. Mariana sta cercando di rimettere in sesto le vite dei suoi genitori. Sylvia deve affrontare un'odissea emotiva per cancellare un peccato del suo passato. Gina e Nick formano una coppia alle prese con una relazione clandestina, e Maria cerca di aiutare i suoi genitori a trovare redenzione. Arriaga alla sua prima regia ci regala un film drammatico, forte e commovente. Quattro storie apparentemente diverse, continua »

* * * * -

La vita com’è, senza darle un ordine

mercoledì 19 novembre 2008 di ciccio capozzi

“THE BURNING PLAIN. IL CONFINE DELLA SOLITUDINE” di GUILLERMO ARRIAGA; USA, 08. Benché sfalsata su più piani temporali, è la vicenda di Sylvia, gestrice di un Restaurant alla moda nella fredda Portland. Di quali atti, sofferenze e precedenti esperienze incrociatesi attorno a lei, si è nutrito il suo disprezzo di sé. Esordio alla regia di un grande sceneggiatore, in zona Oscar per “Babél”, di cui conserva la stessa struttura narrativa. La sequenza iniziale è importantissima, dal punto di vista narrativo: continua »

* * * * -

Gli specchi del dolore

giovedì 3 dicembre 2009 di antrace

Una storia della sofferenza umana, e del crudo intreccio di traversie familiari ,tra persone che sono tutte avvitate intorno alle loro contagiose vicende . Una spirale di lutti , e di relazioni umane aspre e sorde , dove l'amore sembra un desiderio negato , sottomesso a un giudizio ineludibile del fato . Tradimenti, spasimi, pedinamenti , vendette , sembra un cocktail da giallo americano ,ed invece è il racconto cinico , essenziale di una bimba che scopre la doppia vita della madre, segue i suoi continua »

* * * * -

:::bellissima storia!!

mercoledì 15 giugno 2011 di albydrummer

Storia coinvolgente,che ti tiene incollato allo schermo,perchè è la bravura degli attori,specialmente la Theron,sempre più brava,.ti avvolgono in una storia piena di situazioni e di una famiglia con tante sorprese..e anche tante emozioni.Il film può sembrare lento,un pò morboso..ma il fascino della storia ti porta fino alla conclusione senza stancarti. Bella la fotografia!!..Da vedere!!! continua »

Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film The Burning Plain - Il confine della solitudine adesso. »
Shop

APPROFONDIMENTI | Quattro storie di amore estremo basate ognuna su uno dei quattro elementi - fuoco, terra, acqua ed aria.

Il film

mercoledì 5 novembre 2008 - Pressbook

The Burning Plain, il film All'orizzonte, un camper abbandonato che brucia. Una misteriosa ragazza che lavora in un sofisticato ristorante di Portland tenta di fare i conti con il proprio passato. Ad un polveroso funerale in una città di frontiera, un'adolescente scorge tra la folla un misterioso ragazzo con il quale stabilisce immediatamente un contatto romantico ma silenzioso. In uno sconfinato campo di sorgo color dell'ambra, una ragazza messicana corre verso l'aereo del padre che si è schiantato al suolo. Lungo una strada desolata, due amanti s'incontrano per consumare la loro relazione clandestina.

INTERVISTE | L'opera prima del celebre sceneggiatore rappresenta, dopo Le tre sepolture, il secondo capitolo della trilogia sulla frontiera.

Racconti di frontiera

giovedì 6 novembre 2008 - Tirza Bonifazi Tognazzi

Guillermo Arriaga: racconti di frontiera Presentata lo scorso agosto alla Mostra del cinema di Venezia, l'opera prima di Guillermo Arriaga ha fatto guadagnare a Jennifer Lawrence, la giovane protagonista di The Burning Plain, il premio Mastroianni come miglior emergente. Un premio tutto sommato minore rispetto alla consistenza del film, ma il regista non è affatto deluso. "È stato un onore anche solo l'aver partecipato" ha dichiarato questa mattina nell'incontro che si è svolto a Roma. "Non si può mai sapere come i giurati prenderanno un film, va al di là del potere di un regista.

GALLERY | La passerella di The Burning Plain.

Charlize theron sfila a venezia

sabato 30 agosto 2008 - Pietro Coccia

Charlize Theron sfila a Venezia In occasione della presentazione del film di Arriaga The Burning Plain, Charlize Theron e Jennifer Lawrence sfilano (rispettivamente in argento e turchese) sul red carpet accompagnate dal regista e dall'attore Joaquim de Almeida.

La pianura di Arriaga brucia senza capo né coda

di Lietta Tornabuoni La Stampa

Per un giorno (non di più, speriamo), Mostra nera, scelte incomprensibili, film-disastro. Quando il regista di The Burning Plain (La pianura che brucia, in concorso), il cinquantenne messicano Guillermo Arriaga lascia capire il mix tra passato e presente, vivi e morti, ieri oggi e domani che muove i suoi personaggi, ti viene uno scatto di nervi: «Adesso arrivi, Arriaga, a raccontare l'ibrido cronologico delle storie?». Arriaga, ex pugile, è alla sua prima opera come regista; è stato sceneggiatore di film apprezzati (Amores perros, 21 grammi, Babel); ha litigato con il suo regista Alejandro Gonzalez Inarritu; predilige le storie affastellate, con diversi personaggi ed episodi, sentimental-melodrammatiche nella speranza che siano popolari. »

Destini incrociati per Theron e Basinger

di Valerio Caprara Il Mattino

A Portland Sylvia è una ragazza bella e perduta. Nel New Mexico Gina è una matura casalinga reduce dal cancro. Le due bellissime caratterizzano «The Burning Plain», col quale lo sceneggiatore Guillermo Arriaga salta il fosso della professione. Logico che il neoregista resti legato allo stile dei film del connazionale Inarritu per i quali ha lavorato da scrittore e - come in «Amores perros», «21 grammi» e «Babel» - le situazioni vanno a incardinarsi in un fitto reticolo di passioni estreme e misteriose relazioni. »

Sentimenti che bruciano

di Fabio Ferzetti Il Messaggero

Una baracca che brucia in mezzo alla pianura. Una donna che va a letto con chiunque le capiti a tiro ma per punirsi, senza un briciolo di gioia. Una figlia che inizia a scoprire qualcosa sul padre solo dopo averlo visto quasi morire. Un'altra donna che ferma la mano dell'amante ogni volta che si avvicina al suo seno. Un gruppo di ragazzi in visita ai resti della baracca. "E' qui che mio padre si incontrava con quella puttana. Sono bruciati vivi mentre erano a letto insieme. Per staccare i corpi hanno dovuto usare il coltello". »

Gli amanti del deserto bruciati dalla prole

di Cristina Piccino Il Manifesto

Guillermo Arriaga è scrittore esibizionista e di talento, è lo sceneggiatore prediletto di Inarritu (Amores Perros, Babel, 21 Grammi) e a lui si deve la sceneggiatura del sorprendente esordio da regista di Tommy Lee Jones, Le tre sepolture (The Three Burials of Melquiades Estradas). Che anche Arriaga scegliesse, prima o dopo, la strada della regia vista la passione per il cinema così profondamente radicata anche nei romanzi, era cosa prevedibile. Lo ha fatto con The Burning Plain,nella selezione veneziana, ora in sala col sottotitolo italiano Il confine della solitudine. »

The Burning Plain - Il confine della solitudine | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30 | 31 |
Link esterni
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 7 novembre 2008
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità