Psyco

Acquista su Ibs.it   Dvd Psyco   Blu-Ray Psyco  
Un film di Alfred Hitchcock. Con Janet Leigh, Anthony Perkins, Vera Miles, John Gavin, Martin Balsam.
continua»
Titolo originale Psycho. Giallo, Ratings: Kids+16, b/n durata 109 min. - USA 1960. MYMONETRO Psyco * * * * 1/2 valutazione media: 4,67 su 64 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato assolutamente sì!
4,67/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (n.d.)
 dizionari * * * * 1/2
 critican.d.
 pubblico * * * * 1/2
Una bella impiegata ruba quarantamila dollari e fugge. Cambia la macchina, si trova nel mezzo di un temporale e decide di passare la notte in un motel.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Uno dei film cult di Hitchcock
Giancarlo Zappoli     * * * * *
Questo film è disponibile in versione digitale, scopri il miglior prezzo:
TROVASTREAMING

Una bella impiegata ruba quarantamila dollari e fugge. Cambia la macchina, si trova nel mezzo di un temporale e decide di passare la notte in un motel. Il proprietario è Norman, all'apparenza un ottimo ragazzo che manifesta soltanto qualche piccola stranezza, come quella di impagliare uccelli. Il motel non ospita nessun altro cliente. La donna decide di fare una doccia prima di dormire. Sotto l'acqua viene aggredita e uccisa da un'altra donna, che si intravvede appena. La mattina Norman scopre il corpo. Sconvolto fa pulizia, mette il cadavere nel bagagliaio e fa sparire la macchina nelle sabbie mobili. Sconvolto perché sa che l'assassina è sua madre, che è patologicamente gelosa del figlio e non sopporta neppure che parli con altre donne. Un investigatore privato, con l'aiuto del fidanzato della donna uccisa, riesce a risolvere la matassa.
Psyco non era certo il migliore dei film di Hitchcock ma a volte le vie del culto percorrono strade misteriose. Negli anni Sessanta la pratica dell'inconscio non era certamente una novità, lo scalpore c'era già stato nel 1944 con Io ti salverò (Gregory Peck, con l'aiuto della Bergman e di un "freudiano" risolve le proprie angosce risalendo analiticamente a un incidente infantile), ma Anthony Perkins aveva dato un'interpretazione di tale efficacia da divenire da quel momento il più famoso "pazzo" della storia del cinema, senza più una possibilità autentica di emanciparsi da quel ruolo. La critica non ha mai perdonato a Hitchcock l'eccesso di crudezza (e di effetto) di certe scene. Ricordiamo le più famose: il teschio della madre seduta sulla sedia girevole, la morte del detective privato (Martin Balsam), la sinistra casa Bates sempre inquadrata contro un cielo minaccioso. Soprattutto la sequenza dell'uccisione di Janet Leigh sotto la doccia ha creato una vera psicosi collettiva.

Stampa in PDF

TROVASTREAMING
PSYCO
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
CHILI
-
-
-
-
-
iTunes
-
-
-
-
-
-
Premi e nomination Psyco MYmovies
Premi e nomination Psyco

premi
nomination
Premio Oscar
0
4
* * * * -

Il film

martedì 4 dicembre 2007 di Flegiàs TN

Sebbene nei titoli di testa si preannunci una linearità narrativa tipica del regista, così com’era accaduto per le linee che s’intersecavano nei titoli di Intrigo internazionale (1959) a meglio porre l’attenzione si comprende che si tratta invece di linee spezzate, di linee che non s’intersecano ma che si distanziano tra loro, come la personalità psicotica del protagonista. Sempre tenendo conto l’inizio di Intrigo internazionale, dove l’autore passava dalla folla al protagonista (tra essa selezionato) continua »

* * * * -

Quando un film ci prende in giro

martedì 19 giugno 2007 di m

Hitchcock ci imbroglia in continuazione, in questo sapiente trhiller, tutto giocato sulla psiche (non solo di Norman), ci imbroglia giocando con noi, mostrandoci janet Leigh, la "protagonista" all'inizio quasi vittima del fidanzato, poi ladra (quindi cattiva), poi ci coinvolge nel crimine facendoci tifare per lei, la ladra, che sistematicamente sbaglia ogni sua mossa. Quando arriva all'albergo e conosce Norman, la nostra attenzione si sposta su di lui,è una vittima di una madre dispotica? Un Ragazzetto continua »

* * * * *

Sorprendente e indimenticabile

domenica 14 novembre 2010 di Tony Montana

Innamorata di un uomo sposato, Marion cede alla tentazione di cambiare vita fuggendo con 40.000 dollari che doveva portare in banca per conto dell’uomo per cui lavora. Durante un lungo viaggio in automobile viene sorpresa da un temporale e decide di fermarsi nell’isolato  Motel Bates, un luogo che però, non è certo il posto ideale per passare una serata tranquilla… Finanziato di tasca propria dallo stesso Alfred Hitchcock per la produzione della Paramount, continua »

* * * * *

Psyco:la pazzia e la suggestione

mercoledì 20 agosto 2008 di Antonio The Rock

Hitchcock in apertura di film come al suo solito non fa che presentarci una situazione:Marion Crane(Janet Leigh) ruba al suo capo ufficio una somma di quarantamila dollari e con essa decide di scappare in una roccambolesca fuga che la porta a soggiornare per la notte in un motel lungo la strada:il motel è vuoto,lei è l'unica presenza assieme al portinaio e proprietario del motel Norman Bates(Antony Perkins)che la fa prima accomodare nel suo ufficio dove le dimostra la sua strana passione di impagliare continua »

Norman Bates (Anthony Perkins) / Marion Crane (Janet Leigh) - 2^ Parte
NORMAN Voglio dire, malata di nervi. Ha dovuto allevarmi da sola dopo la morte di mio padre. Io avevo soltanto cinque anni e questo l'ha logorata molto. Non che sia stata costretta a cercarsi un lavoro perché mio padre ci aveva lasciato un po' di soldi... comunque, qualche anno fa, mia madre incontrò un uomo e lui la convinse a costruire questo motel. Lei non viveva che per quell'uomo e... quando lui morì, fu un colpo troppo forte... anche... anche per il modo in cui morì. (Ride) Non credo che sia la cosa migliore di cui parlare mentre uno mangia. Comunque fu una perdita irreparabile per lei. Non le restava più niente...
MARION Tranne voi.
NORMAN Un figlio non può sostituire un amante.
MARION Perché non ve ne andate da qui?
NORMAN Alla ricerca di un'isola come voi?
MARION No, non come me.
NORMAN Io devo stare qui. Chi la curerebbe, se me ne andassi? Rimarrebbe sola, lo so. Si spegnerebbe il fuoco, sarebbe freddo e umido come una tomba. Quando si ama qualcuno, non si può lasciare anche se si rende odioso. Capitemi, io non odio lei. Odio ciò che l'ha fatta. diventare così. La sua malattia.
MARION Non sarebbe meglio se la metteste... in qualche posto?
NORMAN Volete dire in una clinica... in un manicomio?... Vi impressiona meno chiamarlo "qualche posto", vero? Mettetela in qualche posto.
MARION Scusatemi. Non credevo di dir niente di male.
NORMAN Che ne sapete voi di certe cose? Avete mai visto l'interno di un manicomio? Le risate, le lacrime... e gli sguardi allucinati che vi scrutano? Mia madre là dentro? Ma lei è innocua... è innocua come uno di quegli uccelli impagliati.
MARION Scusatemi, ma... avevo l'impressione che... vi fosse di peso. Parlavo per il vostro bene.
NORMAN Tutti parlano per il mio bene. Vengono qua con la faccia contrita (adirandosi) e consigliano... oh, con tanta delicatezza... sì, lo so che sarebbe una soluzione, ma il solo pensiero mi angoscia. Non la posso lasciare. Non è come se fosse una maniaca... una... pazza furiosa. Solo, qualche volta perde un po' la testa. (Alterandosi) Tutti qualche volta perdiamo un po' la testa. (Sorride) A voi non è mai capitato?
MARION Sì, e in certi casi una sola volta può bastare. Io lo so.
NORMAN (Sorride) Lo so... Norman.
MARION (Sorridendo) Norman. (Si alza in piedi per andar via)
NORMAN Oh, ma non... non volete già andare a dormire, vero?
MARION Sono molto stanca. E devo guidare tutto il giorno domani. Devo tornare a Phoenix.
NORMAN Davvero?
MARION Sono andata a ficcarmi in una brutta trappola. E voglio tornare laggiù... per vedere se trovo il modo di uscirne. Prima che sia troppo tardi.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Norman Bates (Anthony Perkins) / Marion Crane (Janet Leigh) - 2^ Parte
NORMAN Voglio dire, malata di nervi. Ha dovuto allevarmi da sola dopo la morte di mio padre. Io avevo soltanto cinque anni e questo l'ha logorata molto. Non che sia stata costretta a cercarsi un lavoro perché mio padre ci aveva lasciato un po' di soldi... comunque, qualche anno fa, mia madre incontrò un uomo e lui la convinse a costruire questo motel. Lei non viveva che per quell'uomo e... quando lui morì, fu un colpo troppo forte... anche... anche per il modo in cui morì. (Ride) Non credo che sia la cosa migliore di cui parlare mentre uno mangia. Comunque fu una perdita irreparabile per lei. Non le restava più niente...
MARION Tranne voi.
NORMAN Un figlio non può sostituire un amante.
MARION Perché non ve ne andate da qui?
NORMAN Alla ricerca di un'isola come voi?
MARION No, non come me.
NORMAN Io devo stare qui. Chi la curerebbe, se me ne andassi? Rimarrebbe sola, lo so. Si spegnerebbe il fuoco, sarebbe freddo e umido come una tomba. Quando si ama qualcuno, non si può lasciare anche se si rende odioso. Capitemi, io non odio lei. Odio ciò che l'ha fatta. diventare così. La sua malattia.
MARION Non sarebbe meglio se la metteste... in qualche posto?
NORMAN Volete dire in una clinica... in un manicomio?... Vi impressiona meno chiamarlo "qualche posto", vero? Mettetela in qualche posto.
MARION Scusatemi. Non credevo di dir niente di male.
NORMAN Che ne sapete voi di certe cose? Avete mai visto l'interno di un manicomio? Le risate, le lacrime... e gli sguardi allucinati che vi scrutano? Mia madre là dentro? Ma lei è innocua... è innocua come uno di quegli uccelli impagliati.
MARION Scusatemi, ma... avevo l'impressione che... vi fosse di peso. Parlavo per il vostro bene.
NORMAN Tutti parlano per il mio bene. Vengono qua con la faccia contrita (adirandosi) e consigliano... oh, con tanta delicatezza... sì, lo so che sarebbe una soluzione, ma il solo pensiero mi angoscia. Non la posso lasciare. Non è come se fosse una maniaca... una... pazza furiosa. Solo, qualche volta perde un po' la testa. (Alterandosi) Tutti qualche volta perdiamo un po' la testa. (Sorride) A voi non è mai capitato?
MARION Sì, e in certi casi una sola volta può bastare. Io lo so.
NORMAN (Sorride) Lo so... Norman.
MARION (Sorridendo) Norman. (Si alza in piedi per andar via)
NORMAN Oh, ma non... non volete già andare a dormire, vero?
MARION Sono molto stanca. E devo guidare tutto il giorno domani. Devo tornare a Phoenix.
NORMAN Davvero?
MARION Sono andata a ficcarmi in una brutta trappola. E voglio tornare laggiù... per vedere se trovo il modo di uscirne. Prima che sia troppo tardi.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Norman Bates (Anthony Perkins) / Marion Crane (Janet Leigh) - 1^ Parte
Norman: Voi... dovete mangiare quanto... un uccellino.
Marion: (guardando gli uccelli impagliati appesi alle pareti) E voi ve ne intendete, vedo.
Norman: Ah no, non molto. Comunque... l'espressione mangiare quanto un uccellino è una grossa fa... fan... fandonia. Perché gli uccelli in realtà mangiano moltissimo. Ma ... io in fondo non so nulla sugli uccelli. Il mio hobby è impagliare animali... la tassidermia insomma. Se qui vedete solo degli uccelli imbalsamati è perché io non sopporto la vista delle altre bestie impagliate... Voglio dire le volpi, le faine... C'è chi impaglia perfino i cani e i gatti ma io... non ci riuscirei mai. Io, io credo che solo gli uccelli stiano bene impagliati perché... perché sono molto decorativi. Non vi pare?
Marion: È uno strano hobby... curioso.
Norman: Insolito anche.
Marion: Oh sì, senz'altro.
Norman: E non è dispendioso come si pensa. È economico anzi... sapete aghi, filo, segatura... le sostanze chimiche sono l'unica cosa che costi un po'.
Marion: Un uomo deve avere un hobby.
Norman: Beh... è più di un hobby. Un hobby serve solo a far passare il tempo. Non a riempirlo.
Marion: La vostra vita è così vuota?
Norman: No... dirigo l'ufficio e... faccio pulizia nelle camere, eseguo gli incarichi di mia madre... quelli che lei ammette io sia capace di eseguire.
Marion: Non uscite mai con qualche amico?
Norman: II miglior amico è la propria madre. (Osservandola) Voi non avete mai avuto un momento vuoto in tutta la vostra vita?
Marion: Oh sì, la mia parte.
Norman: Dove siete diretta? (Pausa) Non volevo essere indiscreto.
Marion: Sto cercando una mia isola del sogno.
Norman: A che cosa volete sfuggire?
Marion: Perché questa domanda?
Norman: No, non si può sfuggire a niente. (Guardando fuori) È tornato il sereno. Sapete cosa penso? Che ognuno di noi... è... stretto nella propria trappola. Avvinghiato. E nessuno riesce mai a liberarsene. E... mordiamo, e... e graffiamo ma... solo l'aria, solo il nostro vicino... e con tutti i nostri sforzi non ci spostiamo di un millimetro.
Marion: A volte ci gettiamo deliberatamente nella trappola.
Norman: Io ci sono nato nella mia, non me ne importa più niente ormai.
Marion: Oh, ma non è giusto. Dovrebbe importarvi...
Norman: Oh, è così ma... non dico il contrario...
Marion: Sapete, se qualcuno mi avesse parlato nel modo che ho sentito... nel modo come vostra madre vi ha parlato...
Norman: Certe volte, quando mi tratta così, avrei voglia di tornare su da lei e... maledirla e lasciarla per sempre... o almeno risponderle a tono. (Pausa) Ma so che non posso. È malata.
Marion: A sentirla non si direbbe.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Altre frasi celebri del film Psyco oppure Aggiungi una frase
Shop

DVD | Psyco

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 8 gennaio 2003

Cover Dvd Psyco A partire da mercoledì 8 gennaio 2003 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Psyco di Alfred Hitchcock con Janet Leigh, Anthony Perkins, Vera Miles, John Gavin. Distribuito da Universal Pictures, il dvd è in lingue e audio francese, Dolby Digital 1.0 - mono - inglese, Dolby Digital 1.0 - mono - italiano, Dolby Digital 1.0 - mono - spagnolo, Dolby Digital 1.0 -. Su internet Psyco è acquistabile direttamente on-line su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 9,99 €
Aquista on line il dvd del film Psyco

di Pietro Bianchi

Psyco comincia con una panoramica tra le più banali della città di Phoenix in Arizona; poi la camera inquadra due amanti. Non si possono sposare perché lui è pieno di debiti. La ragazza torna in ufficio. Una didascalia ci dice che siamo in un certo mese, e il giorno è venerdì. Il che significa che le banche saranno riaperte soltanto il lunedì successivo. Colta da una sorta di «raptus», la donna innamorata si impadronisce di ventiquattro milioni, riscossi dal suo principale per una villa (la giovane ha avuto l’incarico di portarli in banca. »

di Guido Fink Cinema Nuovo

“Per comprendere Psyco – ha dichiarato in Francia Aifred Hitchcock – occorre una eccezionale dose di humour”. Strano discorso, almeno in apparenza, che la prima, sgradevolissima impressione data dal film è quella di uno Hitchcock che abbia cominciato a prendersi sul serio: senza la benché minima traccia di quel salutare tocco di umorismo che gli aveva permesso di salvare le sue pellicole più improbabili, e con il ricorso al più vieto repertorio dei film dell’orrore, proprio nel modo attualmente in voga dei vampiri e dei rigurgiti di Boris Karloff (c’è il motel sinistramente solitario, non manca un cadavere imbalsamato a metà, e scorrono ettolitri di sangue). »

Psyco | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | flegiàs tn
  2° | tony montana
  3° | antonio the rock
  4° | m
  5° | leonardo96
  6° | chriss
  7° | goruz
  8° | markriv
  9° | simone magli
10° | alessandro guatti
11° | sergio rizzitiello
12° | nicolòmatta
13° | aleister
14° | lorenzomnt
15° | elgatoloco
16° | raysugark
17° | raysugark
18° | filippo catani
19° | g. romagna
20° | gianluca78
21° | nicolò
Premio Oscar (6)


Articoli & News
Trailer
1 | 2 |
Video
1|
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 |
Shop
DVD
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità