•  
  •  
Apri le opzioni

Laura Pausini

Laura Pausini. Data di nascita 16 maggio 1974 a Faenza (Italia). Laura Pausini ha oggi 47 anni ed è del segno zodiacale Toro.

Io, Laura

A cura di Fabio Secchi Frau

Cantautrice pop italiana di enorme successo in patria e in Spagna (anche grazie alle cover iberiche di hit come "Amores Extraños", "Se Fue", "Entre Tú y Mil Mares", "Las cosas que vives", "Volveré Junto a Ti", "Como si no nos hubiéramos amado" e "Víveme"), ha ottenuto un Grammy Award per il miglior album in lingua spagnola ("Escucha") nel 2006.
Molto apprezzata anche al di là di queste due nazioni, ha duettato con grandi artisti stranieri come Marc Anthony, Michael Bublé, Andrea Bocelli, Kylie Minogue, Johnny Hallyday, Charles Aznavour, James Blunt, Lara Fabian, Luciano Pavarotti e tanti altri, raggiungendo l'apice della sua carriera con la candidatura all'Oscar nella categoria Miglior canzone originale per la cover italiana del brano di Diane Warren "Seen" (dal titolo "Io sì"), inserita all'interno del film di Edoardo Ponti La vita davanti a sé, con Sophia Loren e Renato Carpentieri. L'Oscar in questa sezione aveva avuto finora come candidati italiani: Riz Ortolani, Nino Oliviero, Tony Renis e Alberto Testa, ma ha visto trionfare solo il grandissimo Giorgio Moroder e per ben due volte (la prima con "Flashdance... What a Feeling" nel 1983 e la seconda con "Take My Breath Away" nel 1986).

Tutta suo padre
Laura Pausini nasce il 16 maggio 1974 a Faenza, ma cresce nel piccolo paese di Solarolo. Primogenita di un cantante di pianobar e di una maestra d'asilo, capisce che il suo destino è legato alla musica quando comincia ad affiancare il padre nei locali della riviera romagnola. Sarà lui stesso a spingerla verso questa strada attraverso la registrazione di tre demo tra il 1987 e il 1992.

Il successo di "La solitudine"
Nel frattempo, la Pausini cercherà di sfondare partecipando alle selezioni di vari festival canori italiani, ma non riuscendo ad arrivare ai risultati sperati. Notata dalla Warner Music, firmerà però un contratto che la porterà a lavorare su un progetto discografico a lungo termine.
Nel 1993, con il brano "La solitudine", vince il Festival di Sanremo nella sezione Novità e fin da subito ottiene consensi da parte del pubblico. L'incredibile successo del brano spingerà la casa discografica a farle pubblicare il suo primo album, intitolato "Laura Pausini", quello stesso anno. Ritornata a Sanremo l'anno seguente con "Strani amori", nonostante sia data per favorita, arriva al terzo posto (le verrà preferita "Passerà" di Aleandro Baldi). Intanto, promuoverà il suo secondo album, "Laura".

Spagna e Brazile
A metà degli Anni Novanta, comincia a tastare il terreno internazionale, proponedo alcuni album in lingua spagnola. Fin da subito, le sue canzoni diventano popolarissime nei paesi ispaniofoni. Il terzo album "Le cose che vivi" non fa che confermare una carriera che può andare solo in ascesa e, fra l'altro, la avvicinano al mondo del cantautorato. Tenta anche di conquistare il pubblico brasiliano con un album interamente in lingua portoghese che ha un discreto successo. Dopo il quarto album, "La mia risposta", cominciano le grandi collaborazioni straniere. Phil Collins scrive per lei "Looking for an Angel", mentre Barbra Streisand la scrittura per cantare alla sua festa di matrimonio.

I primi contatti cinematografici e televisivi
Il primo vero contatto cinematografico avviene quando la canzone "One More Time" viene scelta per essere inserita nella colonna sonora di Le parole che non ti ho detto, pellicola romantica con Kevin Costner e Paul Newman. Esperienza che sarà replicata anni più tardi, dopo l'uscita del disco "Tra te e il mare", quando la sua "The Extra Mile" verrà scelta per la colonna sonora del film d'animazione giapponese Pokémon 2 - La forza di Uno. Si possono ascoltare le sue canzoni anche in molte soap opere americane (Febbre d'amore) e nelle telenovelas (Terra nostra 2).

Il flop di "From the Inside"
Il più grande insuccesso della sua carriera rimane però l'album "From the Inside", primo disco concepito per il mercato statunitense. La critica non è particolarmente colpita dalle sue doti canore e biasima la sua imperfetta pronuncia inglese. Il pubblico lo segue a ruota e il brano "Surrender" diventa una hit solo in Italia.

Il Grammy Award
Dopo "Resta in ascolto" e "Io canto", nel 2006, diventa la prima donna italiana a vincere un Grammy Award nella categoria del miglior album pop latino. Prima di lei, gli unici artisti nostrani a ottenere questo riconoscimento erano stati Domenico Modugno, Carlo Maria Giulini e ancora una volta Giorgio Moroder, Riz Ortolani e Nino Oliviero, ma soprattutto Pavarotti.
Seguiranno altri progetti di successo come "Primavera in anticipo" (2008) e "Inedito" (2011), poi una nuova strada da percorrere, quella televisiva, quando verrà scelta per essere coach nell'edizione spagnola del talent show "The Voice", ruolo che occuperà per diverse stagioni. Nel 2016, dopo l'uscita di "Simili" e di "Laura Xmas", conduce con l'attrice e conduttrice Paola Cortellesi il varietà "Laura & Paola".

La nomination all'Oscar
A distanza di due anni dal suo ultimo album ("Fatti sentire"), accetta di interpretare la cover italiana del brano "Seen" di Diane Warren, che entra nella colonna sonora del film La vita davanti a sé. "Io sì" otterrà un Satellite Award e un Golden Globe nel 2021 nella categoria miglior canzone originale e sarà anche candidato agli Academy Awards del medesimo anno.

Vita privata
Dopo una lunga relazione sentimentale con i suoi manager Alfredo Cerruti Jr. e Gabriele Parisi, diventa la compagna del produttore Paolo Carta, dalla quale ha una figlia, Paola, nel 2013.

Ultimi film

News

La cantante è candidata con "Io sì" come miglior canzone originale per La vita davanti a sé di Edoardo Ponti.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati