Lasciami andare

Film 2020 | Drammatico, +13 98 min.

Anno2020
GenereDrammatico,
ProduzioneItalia
Durata98 minuti
Al cinema111 sale cinematografiche
Regia diStefano Mordini
AttoriStefano Accorsi, Valeria Golino, Maya Sansa, Serena Rossi, Antonia Truppo, Lino Musella Elio De Capitani, Paolo Braghetto, Ludovico Benedetti.
Uscitagiovedì 8 ottobre 2020
TagDa vedere 2020
DistribuzioneWarner Bros Italia
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 2,90 su 16 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Stefano Mordini. Un film Da vedere 2020 con Stefano Accorsi, Valeria Golino, Maya Sansa, Serena Rossi, Antonia Truppo, Lino Musella. Cast completo Genere Drammatico, - Italia, 2020, durata 98 minuti. Uscita cinema giovedì 8 ottobre 2020 distribuito da Warner Bros Italia. Oggi tra i film al cinema in 111 sale cinematografiche Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 2,90 su 16 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Lasciami andare tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Un uomo scopre che la nuova proprietaria della sua ex casa sente la voce di suo figlio morto Lasciami andare è 8° in classifica al Box Office. mercoledì 21 ottobre ha incassato € 6.724,00 e registrato 1.293 presenze.

Consigliato sì!
2,90/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA 2,37
PUBBLICO 3,33
CONSIGLIATO SÌ
CERCA IL FILM NEI CINEMA DI
|
Un noir semplice e lineare che punta a ricostruire il puzzle identitario dei suoi protagonisti.
Recensione di Paola Casella
sabato 12 settembre 2020
Recensione di Paola Casella
sabato 12 settembre 2020

Marco e Clara erano una coppia felice il giorno in cui si sono trasferiti con il loro figlioletto Leo in una bella casa veneziana con una caratteristica incantevole: una delle stanze si trasforma in una camera oscura che proietta sule pareti le immagini fluttuanti del Canal Grande. Purtroppo però quella casa si trasforma in un luogo davvero buio quando Leo muore a soli cinque anni. Passa il tempo e Marco, divorziato da Clara e trasferitosi in una nuova casa, ha ritrovato una misura di serenità con Anita, che aspetta un figlio da lui. Ma una misteriosa imprenditrice, Perla Gallo, avvicina l'uomo per dirgli che ha comprato la sua vecchia casa e che suo figlio avverte la presenza di Leo nella sua stanza. Da lì per Marco e Clara inizia la ricerca di una verità seppellita nella memoria.

Lasciami andare, complice la location veneziana e il tema centrale della perdita di un figlio con i suoi riflessi sulla vita di coppia, rimanda immediatamente a A Venezia.... un dicembre rosso shocking (e la morte di Leo avviene, guarda caso, proprio a dicembre). Ma il film di Stefano Mordini vive di vita propria riuscendo a raccontare, attraverso i canoni del genere, un lutto inaccettabile.

La narrazione è semplice e lineare, la regia pulita e quasi didascalica, ma sono stratagemmi utili ad ancorare una storia devastante, i cui toni extrasensoriali andavano compensati da una sceneggiatura (di Mordini con Francesca Marciano e Luca Infascelli) assai prosaica.

Il meccanismo noir è abbastanza farraginoso e contiene più di una forzatura, ma non è la trama gialla ad avere importanza, bensì la ricostruzione del puzzle identitario dei protagonisti dopo che un evento tragico ne ha mandato in frantumi l'esistenza. È il desiderio nostalgico di Marco e Clara a proiettare sul muro della loro quotidianità l'immagine di Leo, irreconciliabile con il loro presente da sopravvissuti. Tutto ciò che accade fuori di loro è solo una rifrazione di ciò che accade dentro e si manifesta come un'ombra, un pentimento pittorico. Marco, l'ingegnere che "cerca di tenere a galla una città che sta affondando", resta a galla a stento, ed è sua, come di Clara, la "distinzione fluttuante fra presente, passato e futuro".

In quest'ottica poco importa che i personaggi che Marco e Clara incontrano lungo il loro iter di ricerca siano poco più che cartonati, dei quali, da spettatori, notiamo la rigidità. Perché se il teatrino che ti ritrovi intorno è una tua costruzione mentale, ogni presenza ne è una marionetta (tranne chi si ribella a diventarlo, come Anita, la nuova compagna di Marco). E il tema del tempo come funzione della nostra coscienza più che come fattore oggettivo e tangibile, con buona pace di Christopher Nolan, può trovare anche una dimensione più modesta e quotidiana come quella di Lasciami andare, che sceglie l'accessibilità narrativa per rappresentare l'irrappresentabile.

Sei d'accordo con Paola Casella?
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
domenica 18 ottobre 2020
loland10

“Lasciami andare” (2020) è l’ottavo lungometraggio del regista toscano Stefano Mordini. Film di ambiente e di ambiente, di rapporti e di paure. Nella Venezia che forse aspetti, con acqua alta, oscurità e ombre di studi tra fisica e psicofisica, reale e aldilà. La morte nella città lagunare ha trovato sempre ogni sorta di gioco grigio e perverso.

domenica 18 ottobre 2020
G

Anita, vecchia volpe! 

giovedì 15 ottobre 2020
ralphscott

L'energia degli esseri viventi sopravvive e la truffaldina (insolito ruolo negativo) Golino scopre la verità impossibile suo malgrado, partendo da presupposti affatto altruistici. Buon cast, con nota di merito per Maya Sansa, particolarmente intensa:  l'attrice mi ha turbato con i suoi sguardi, i suoi silenzi, la sua somiglianza alla diva del cinema che fu' Isa Miranda.

domenica 11 ottobre 2020
Lisa03

Drammatico, dolce e malinconico. Ottima interpretazione di Accorsi. Bellissima ed emozionante l'ambientazione a Venezia.  Assolutamente da vedere.

Frasi
Lei ha perso un figlio... è stato un incidente, vero?
Una frase di Perla (Valeria Golino)
dal film Lasciami andare - a cura di MYmovies.it
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
giovedì 8 ottobre 2020
Roberto Nepoti
La Repubblica

Quando fa da ambientazione a un film, Venezia ne diventa invariabilmente uno dei protagonisti. Quest' anno alla Mostra del cinema ce n' erano due: il documentario Molecole di Andrea Segre, dove una Venezia desertificata dal Covid diventava un' affascinante ghost town, e questo mystery di Stefano Mordini, che adatta alla città lagunare il romanzo americano Sei tornato di Christopher Coake.

venerdì 9 ottobre 2020
Enrico Danesi
Giornale di Brescia

Una Laguna da cartolina per un (film) veneziano prevedibile se non proprio anonimo, che mette a fuoco l'elaborazione tormentata di un lutto, tra splendide dimore e acqua alta. «Lasciami andare» di Stefano Mordini è un dramma familiare che vorrebbe dispensare mistero, ma l'aspettativa è frustrata dall'abbuffata di spiegazioni (comportamentali, scientifiche, filosofiche) che arrivano sempre un attimo [...] Vai alla recensione »

venerdì 16 ottobre 2020
Valerio Caprara
Il Mattino

Il merito maggiore di «Lasciami andare» sta, al contrario, proprio nella scelta controcorrente di rivolgersi a un genere di puro intrattenimento collaudato in Italia in tempi di ben altra ricchezza d' offerta. Dal romanzo Sei tornato di Coake (Guanda editore) Stefano Mordini e gli sceneggiatori Marciano e Infascelli hanno tratto, infatti, l' angoscioso/tortuoso sviluppo di un film in cui le venature [...] Vai alla recensione »

martedì 13 ottobre 2020
Massimo Causo
Duels.it

L'idea di costruire un film gotico sulla trasparenza, come fa Stefano Mordini in Lasciami andare, è in sé tanto intrigante quanto sospetta. Il gotico cinematografico è un genere che lavora sul chiaroscuro, fatto di linee nette che cercano il rilievo nell'oscurità, di forme solide che alludono attraverso l'ombra. Ed è anche un genere che nel buio trova la concretezza dello spettro, la sostanza del mistero. [...] Vai alla recensione »

domenica 11 ottobre 2020
Massimo Giraldi
Avvenire

È il film, diretto da Stefano Mordini, che ha chiuso fuori concorso la 77esima Mostra Internazionale del Cinema di Venezia il 12 settembre scorso: Lasciami andare. Merita ricordare a questo proposito che nella occasione della recente edizione della rassegna svoltasi al Lido con esemplare e puntuale organizzazione, anche per il film d' apertura era stato scelto un film italiano, Lacci di Daniele Luchetti. [...] Vai alla recensione »

sabato 10 ottobre 2020
Mariarosa Mancuso
Il Foglio

La Mostra di Venezia 2020 ha coraggiosamente scavalcato l' ostacolo della pandemia, dimostrando organizzazione teutonica (guai a liberare una narice dalla mascherina, arrivava la maschera a redarguirti). Ha premiato con un Leone d' oro "Nomadland" di Chloé Zhao, uno dei film di cui si parlerà agli Oscar (come dell' attrice Frances McDormand). Ha purtroppo ceduto sui i film d' apertura e chiusura, entrambi [...] Vai alla recensione »

sabato 10 ottobre 2020
Marianna Cappi
La Voce di Mantova

Protagonista assoluta dell'ultimo film di Stefano Mordini è Venezia, la città dei sospiri e dei riflessi. Non quelli dell'amore romantico però, bensì quelli tinti di tragedia e di un lutto che, come l'andirivieni dell'acqua, non ha mai fine. Marco (Stefano Accorsi) e Clara (Maya Sansa) sono stati innamorati, hanno avuto un bambino e per lui hanno comprato una casa che conteneva una piccola magia, una [...] Vai alla recensione »

venerdì 9 ottobre 2020
Nicola Falcinella
L'Eco di Bergamo

Film di chiusura della 77a Mostra di Venezia, è arrivato ora nelle sale «Lasciami andare» di Stefano Mordini. Un thriller psicologico all'americana, non a caso tratto dal romanzo «Sei tornato» di Christopher Coake, un genere poco frequentato nel nostro cinema. L'ambientazione è stata trasposta proprio nella città lagunare e le riprese si sono svolte durante l'acqua alta di novembre dell'anno scorso, [...] Vai alla recensione »

giovedì 8 ottobre 2020
Adriano De Grandis
Il Gazzettino

Venezia. Anita aspetta un bambino da Marco. Per lui è l'occasione per dimenticare finalmente il passato, nel quale assieme alla ex moglie Clara perse in circostanze drammatiche il proprio figlio Leo, coltivando un senso di colpa inalienabile. Ma un giorno una donna (Perla) che ha preso l'appartamento in cui la coppia viveva e dove il bambino è morto, gli rivela di sentire una strana voce di un fanciullo, [...] Vai alla recensione »

giovedì 8 ottobre 2020
Fulvia Caprara
La Stampa

Più di una madre (Maya Sansa) dilaniata dal dolore della perdita di un figlio. Più di un padre (Stefano Accorsi) che, anche se la ferita è ancora aperta, ha scelto di andare avanti con una nuova compagna (Serena Rossi) ora in attesa di un bambino. Più di una donna (Valeria Golino) che s' insinua nelle esistenze spezzate di due genitori affranti, nutrendo le loro speranze più recondite.

giovedì 8 ottobre 2020
Maurizio Acerbi
Il Giornale

A Venezia, Marco e Clara vedono morire il loro bimbo di cinque anni. Tempo dopo, i due hanno divorziato e nella loro vecchia casa abita ora una donna che avvicina Marco per rivelargli un fatto sconvolgente: «Tuo figlio è ancora presente nella sua stanza». Sarà vero? Un thriller intrigante che, nonostante la sua linearità, ti cattura fino all'azzeccato finale, grazie a una regia che non strafà.

martedì 6 ottobre 2020
Mauro Gervasini
Film TV

Marco e Anita aspettano un bambino, per lui la notizia è un'inattesa luce nel buio causato da un atroce lutto. Marco e la sua ex moglie Clara persero un figlio in circostanze drammatiche nella loro bella casa veneziana. Lui proprio di case si occupa, le progetta e le restaura, e l'antica dimora sul Canal grande non smette di "parlargli" con la voce della nuova inquilina Perla, un'imprenditrice convinta [...] Vai alla recensione »

giovedì 1 ottobre 2020
Alessandro Aniballi
Quinlan

Marco e Anita aspettano un figlio. Finalmente un raggio di luce nella vita di Marco, messa alla prova dal dolore per la scomparsa di Leo, il suo primogenito avuto con la prima moglie Clara. Improvvisamente però, nella vita di Marco e della sua ex moglie, irrompe Perla, la nuova proprietaria della casa dove la coppia abitava fino al tragico incidente.

martedì 15 settembre 2020
Simone Emiliani
Sentieri Selvaggi

C'è una soglia invisibile tra il mondo dei vivi e quello dei morti. In Lasciami andare non sembra esserci distinzione. È un film popolato da fantasmi in una Venezia umida e spettrale, che potrebbe arrivare da Nicolas Roeg di A Venezia...un dicembre rosso shocking o da Paul Schrader di Cortesie per gli ospiti. Mordini è tra i pochi cineasti italiani a catturare l'anima thriller della città lagunare. [...] Vai alla recensione »

sabato 12 settembre 2020
Federico Pontiggia
Il Fatto Quotidiano

A parte che da tre sceneggiatori, Luca Infascelli, Francesca Marciano, Stefano Mordini, che adattano il romanzo You Came Back di Christopher Coake, ci aspetteremmo di meglio che due distinte ripetizioni nei primi cinque minuti di film - aspettare/aspettare, anno/anno - Lasciami andare è titolo, e non invocazione spettatoriale, sebbene l'inserimento in Mostra, Venezia 77, quale film di chiusura assuma [...] Vai alla recensione »

NEWS
MOSTRA DI VENEZIA
sabato 12 settembre 2020
Paola Casella

Stefano Mordini sceglie l'accessibilità narrativa per rappresentare l'irrappresentabile. Film di chiusura di Venezia 77. Vai all'articolo »

NEWS
lunedì 7 settembre 2020
 

Un uomo scopre che la nuova proprietaria della sua ex casa sente la voce di suo figlio morto. Vai all'articolo »

TRAILER
martedì 8 settembre 2020
 

Regia di Stefano Mordini. Un film con Stefano Accorsi, Valeria Golino, Serena Rossi, Maya Sansa. Film di chiusura di Venezia77 e dall'8 ottobre al cinema. Guarda il trailer »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati