Cattivi & cattivi

Film 2018 | Thriller +16 78 min.

Anno2018
GenereThriller
ProduzioneItalia
Durata78 minuti
Regia diStefano Calvagna
AttoriMassimo Bonetti, Stefano Calvagna, Enzo Salvi, Emanuele Cerman, Ines Nobili David Capoccetti, Andrea Autullo, Fabio Russo, Michele Verginelli, Claudio Vanni.
Uscitagiovedì 9 agosto 2018
DistribuzioneLake Film
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +16
MYmonetro Valutazione: 3,00 Stelle, sulla base di 3 recensioni.

Regia di Stefano Calvagna. Un film con Massimo Bonetti, Stefano Calvagna, Enzo Salvi, Emanuele Cerman, Ines Nobili. Cast completo Genere Thriller - Italia, 2018, durata 78 minuti. Uscita cinema giovedì 9 agosto 2018 distribuito da Lake Film. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +16 Valutazione: 3,00 Stelle, sulla base di 3 recensioni.

Condividi

Aggiungi Cattivi & cattivi tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

In una Roma ostaggio dei delinquenti la Polizia sembra non riuscire a fermare una guerra tra bande rivali.

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES 3,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO SÌ
Godibile noir metropolitano che racconta la criminalità romana e trova il proprio posto nel genere poliziottesco italiano.
Recensione di Paola Casella
venerdì 10 agosto 2018
Recensione di Paola Casella
venerdì 10 agosto 2018

Il commissario Parise è un uomo stropicciato e messo a dura prova: la moglie l'ha appena cacciato di casa - la notte di Natale - stanca di essere lasciata in secondo piano da un marito che "sta sempre in mezzo alla strada per difendere la gente", e che ha più a cuore la lotta contro il crimine che la compagnia sua e di sua figlia. Anche il poliziotto Sarri "tiene famiglia", ma grazie al welfare domestico vive con maggiore tranquillità e un po' più di denaro in tasca. Insieme Parise e Sarri daranno la caccia a due piccoli criminali che fanno capo a Savio, il boss che "ha in mano tutto il traffico di Roma Nord": un criminale fidanzato con una avvocato penalista (!) che deve schivare tanto i fermi della polizia quanto la concorrenza dei suoi subordinati più incontrollabili, come i due guappi di cui sopra. Chi la spunterà fra questi uomini armati di pistole e di rabbia repressa?

Cattivi e cattivi è un noir metropolitano che si inserisce in quel B-movie che è sempre stato il poliziottesco all'italiana, e fa leva sulla capacità di Stefano Calvagna - regista, autore del soggetto e interprete nel ruolo di Savio - di raccontare il ventre molle di una Roma tristemente nota nel suo squallore criminale.

Ambientazioni, abiti di scena, gergo romanesco e movenze coatte ricostruiscono una città sporca e degradata popolata praticamente solo da cattivi, giacchè i buoni sono rari e quasi indistinguibili. Calvagna è specializzato nel ritratto di una romanità alla Edoardo De Angelis (infatti uno dei personaggi intona Lella) o alla Franco Califano, protagonista del suo film finora più riuscito, Non escludo il ritorno. E anche se Cattivi e cattivi strizza l'occhio ai noir italiani recenti con un momento musical alla Ammore e Malavita e un personaggio, lo psicopatico Caronte, che rimanda allo Zingaro di Lo chiamavano Jeeg Robot, riesce a rimanere originale, come il Califfo.

La comparsa del personaggio di Caronte, interpretato da Emanuele Cerman (anche autore della sceneggiatura) come un Ivan Cattaneo perennemente su di giri, segna la svolta nel tono della storia, che da melodramma si trasforma in black comedy con tocchi surreali, come i due piccoli criminali che nascondono la coca nello zaino con tutto il piatto su cui l'hanno sporzionata, o il poster di De Niro nei panni di Al Capone dietro la testa di Savio.

Ed è questa la componente più interessante del cinema di Calvagna: la capacità di sconfinare nel camp senza smarrire il realismo di fondo nella creazione di un microcosmo dove tutti hanno un figlio a casa a cui pensare, per la cui colazione tocca fermarsi al bar a comprare un litro di latte anche se si sta inseguendo un boss della droga.

Della dimensione da operetta di Cattivi e cattivi Calvagna è consapevole (infatti Caronte ascolta in cuffia Il barbiere di Siviglia), ma non per questo abbandona l'empatia verso personaggi che conservano una traccia di verità anche durante le sequenze più improbabili. La sua cifra autoriale non è stilizzata come quella dei Manetti Bros, o borghese come quella di Gabriele Mainetti, ma per chi riesce a sintonizzarsi sulla sua frequenza è godibile, e trova il suo posto nel poliziottesco italiano.

Sei d'accordo con Paola Casella?
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
martedì 14 agosto 2018
giacomo

   Il film fa <arrivare>che ogni uomo,ogni storia e' un fatto a se.L'errore dammatico e' dare giudizi  sentendosi rappresentante dei pensieri altrui.Questo porta solo a vedere cio' che altri vogliono si veda. Questo accade perche' non si pensa piu' con la propria testa PERCHE' SI TEME LA SOLITUDINE .

martedì 14 agosto 2018
giacomo

Un racconto che mostra quanto sia fondamentale ma difficile accettare i momentidi solitudine per scoprire le nostre vere capacita' e ambizioni. Nel film si capiscecome poterlo fare senza drammi, anzi, con una soddisfazione che quasi diverte

Frasi
Vattenaffanculo con la rincorsa. Cosi'' arrivi prima !
Una frase di (Stefano Calvagna)
dal film Cattivi & cattivi - a cura di giacomo
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati