Advertisement
Orlando Bloom, 10 cose che non sapete sul celebre Legolas

Prima di tornare nella squadra dei Pirati dei Caraibi, l'attore interpreta il veterano di guerra Jack Alcott nell'action-thriller Codice Unlocked, ora al cinema.
di Letizia Rogolino

Impostazioni dei sottotitoli

Posticipa di 0.1s
Anticipa di 0.1s
Sposta verticalmente
Sposta orizzontalmente
Grandezza font
Colore del testo
Colore dello sfondo
0:00
/
0:00
Caricamento annuncio in corso
Orlando Bloom (Orlando Jonathan Blanchard Bloom) (44 anni) 13 gennaio 1977, Canterbury (Gran Bretagna) - Capricorno. Interpreta Jack Alcott nel film di Michael Apted Codice Unlocked - Londra sotto attacco.
domenica 7 maggio 2017 - Celebrities

Prima di tornare al fianco del Capitan Jack Sparrow il prossimo 24 maggio nel nuovo Pirati dei Caraibi - La Vendetta di Salazar, Orlando Bloom veste i panni di un veterano di guerra di nome Jack Alcott nel thriller action Codice Unlocked - Londra sotto attacco, al cinema. Diretto da Michael Apted quest'ultimo racconta la storia di Alice Racine, un agente dell'FBI interpretato da Noomi Rapace, che ottiene alcune importanti informazioni su un imminente attacco terroristico nel Regno Unito, e inizia una corsa contro il tempo per evitare il peggio.

Chi ha seguito la carriera di Orlando Bloom sul grande schermo avrà sicuramente notato che l'attore inglese, che ha da poco compiuto 40 anni, è solito partecipare a grandi produzioni anche se questo significa perderlo di vista per qualche tempo. Come se, a differenza di alcuni suoi colleghi, egli amasse prendersi i suoi spazi, passare il tempo con la famiglia, senza rinunciare al suo lavoro e alla sua passione per la recitazione.
Letizia Rogolino

Non sono molti gli attori che possono vantare più di una saga di successo sul loro cv, mentre Bloom ha avuto un ruolo fondamentale in fenomeni del box office come Il Signore degli Anelli, Pirati dei Caraibi e Lo Hobbit, pur regalando piccoli gioielli di natura indie come il delicato e commovente Elizabethtown di Cameron Crowe.

In occasione del suo doppio ritorno nelle sale italiane nel mese di maggio, vi sveliamo dieci curiosità sulla star di Hollywood, tra vita privata e cinema.


CONTINUA A LEGGERE
Nove vite come i gatti

Anche se sul grande schermo lo vediamo sempre in gran forma, Orlando Bloom ha subito numerose lesioni nel corso della sua vita, vivendo una serie di disavventure che hanno messo a dura prova il suo stato di salute. Per esempio alla fine degli anni '90 si è rotto la schiena dopo essere caduto ben tre volte in circostanze alquanto sfortunate. Aveva solo 21 anni quando è caduto dal tetto di una casa dove si era arrampicato con alcuni amici, rompendosi alcune vertebre. Questa bravata gli è costata tre giorni a letto paralizzato, con la paura di non potersi mai più rialzare in piedi, viste le gravi lesioni alle gambe e alla testa. Sarà stato particolarmente in sintonia con il suo personaggio di Black Hawk Down che riporta una frattura alla schiena cadendo dall'elicottero. Anche durante le riprese de Il Signore degli Anelli è caduto da cavallo rompendosi una costola.


Le origini con un padre diverso

I genitori lo hanno chiamato Orlando per il compositore del 16° secolo conosciuto come Orlando Gibbons, ma il suo nome completo è Orlando Jonathan Blanchard Bloom ed è nato a Canterbury il 13 Gennaio 1977. Tuttavia c'è stata un'ombra sulla sua famiglia durante gli anni della sua infanzia, poiché la figura paterna che lui aveva preso sempre come riferimento, ovvero lo scrittore Harry Saul Bloom, in realtà non era il suo vero padre. Orlando ha scoperto la verità all'età di 13 anni, quando la madre ha deciso di metterlo al corrente dell'accaduto e presentargli Colin Stone, un amico di famiglia, come suo vero padre.


Fede Buddista

La prima star buddista che di solito viene in mente è Richard Gere, ma anche Orlando Bloom è un buddista praticante. Infatti è diventato membro del Soka Gakkai International nel 2004, un'associazione buddista affiliata agli insegnamenti di Nichiren.


CONTINUA A LEGGERE
La sua formazione

All'età di 16 anni ha frequentato il National Youth Theatre a Londra e poi è passato alla British American Drama Academy, dove ha potuto coltivare il suo talento come attore fino al debutto sul grande schermo nel 1997 con Wilde, il biopic sullo scrittore Oscar Wilde al fianco di Stephen Fry. Tuttavia oltre alla recitazione, ai tempi della scuola amava anche molto lo sport ed è stato Capitano della squadra di hockey e di rugby.


Dislessia

Bloom è dislessico come ha dichiarato lui stesso in un'intervista di qualche anno fa: "Ero distratto, bravo negli sport, ma molto incline agli incidenti". Crescendo, ha trovato la scuola molto impegnativa e la utilizzata come esibizione creativa. "Quando parlo la mia mente si muove più velocemente di quanto le parole possano venire fuori" ha confessato, sottolinenando le ovvie difficoltà di questa malattia rispetto al lavoro di attore. "Ho imparato a leggere ad alta voce alla scuola di recitazione, ma prima l'ansia mi faceva andare fuori di testa".


Convinto ambientalista

Sin dai primi anni 2000, Bloom fa parte di Global Green, un'azienda ambientale che opera a livello internazionale. Tenta di vivere una vita veramente verde nella sua quotidianità, e ha ristrutturato la sua casa di Londra utilizzando pannelli solari, ed incorporando materiali riciclati e lampadine a basso consumo energetico. Le celebrità possono sicuramente offrire un valido aiuto per sensibilizzare la gente sull'idea di un mondo migliore.


CONTINUA A LEGGERE
Vita Privata

Sposato con la modella australiana Miranda Kerr dal 2007 al 2013, Orlando Bloom è diventato padre nel 2011 di un bambino di nome Flynn. Dopo qualche anno di storie poco serie, la sua relazione con la cantante pop Katy Perry ha riempito i tabloid a partire dai primi mesi del 2016 e, ancora oggi, fanno parlare di loro tra Inghilterra e Stati Uniti o sui luoghi delle vacanze.


Alcune curiosità

Ha smesso di fumare nel 2002, ma poi ha cominciato a mangiarsi le unghie. Segue molto il calcio ed è tifoso del Manchester United, ma con il ruolo di Legolas ne Il Signore degli Anelli ha rilanciato lo sport del tiro con l'arco che era passato di moda, soprattutto tra i giovani. Amici e colleghi lo chiamano con due soprannomi di solito: Orli e OB. Ha un passato da vegetariano con una passione particolare per gli spinaci, ma durante le riprese de Il Signore degli Anelli è tornato a mangiare carne. La sua prima macchina è stata una VW Golf verde scuro costata 160 dollari. Il suo primo concerto è stato quello di Jamiroquai a Centerbury.


Ambasciatore UNICEF

Nel 2009 è diventato Ambasciatore dell'UNICEF, la famosa organizzazione di beneficienza con cui ha collaborato dal 2007, visitando diverse scuole e villaggi del Nepal per portare avanti dei validi programmi di istruzione e per supportare il sistema sanitario di quel paese.


Ha un tatuaggio elfico

Bloom ha un tatuaggio della parola elfica "nove" sul suo polso destro, scritto in lettere dell'alfabeto Tengwar Elvish, per un riferimento al suo coinvolgimento ne Il Signore degli Anelli e al fatto che il suo personaggio era uno dei nove membri della Compagnia dell'Anello.


CODICE UNLOCKED: SCOPRI IL FILM
news correlate
in Primo Piano

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati