Pane e Burlesque

Film 2014 | Commedia 86 min.

Regia di Manuela Tempesta. Un film con Laura Chiatti, Sabrina Impacciatore, Michela Andreozzi, Fabrizio Buompastore, Giovanna Rei. Cast completo Genere Commedia - Italia, 2014, durata 86 minuti. Uscita cinema giovedì 29 maggio 2014 distribuito da 01 Distribution. - MYmonetro 2,29 su 16 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Pane e Burlesque tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

In Italia al Box Office Pane e Burlesque ha incassato 255 mila euro .

Pane e Burlesque è disponibile a Noleggio e in Digital Download su TROVASTREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato nì!
2,29/5
MYMOVIES 2,50
CRITICA 2,17
PUBBLICO 2,20
CONSIGLIATO NÌ
Commedia della crisi dal taglio fortemente femminile, che spesso coglie l'essenza tragicomica del burlesque.
Recensione di Paola Casella
giovedì 29 maggio 2014
Recensione di Paola Casella
giovedì 29 maggio 2014

Monopoli, nel bel mezzo della crisi economica attuale. La fattoria di ceramiche che dava lavoro a molti degli abitanti ha chiuso lasciando una scia di cassaintegrati e un coro di proteste da parte del sindacato locale. Anche la merceria di Vincenzo e Matilde, dove lavora Teresa il cui marito è un ex operaio specializzato ora disoccupato, accusa la crisi, e i coniugi si trovano in difficoltà, al punto da dover mandare a casa Teresa.
L'arrivo di Giuliana detta Mimì La Petite, sedicente "regina del burlesque", scuote l'impasse della cittadina e fornisce un'inattesa occasione di impiego a Matilde e Teresa, cui si unisce la sensuale cameriera Viola. Attraverso l'arte del burlesque, "che non è uno spogliarello, ma una suggestione", le quattro donne cercano un riscatto non solo economico. Ma Monopoli potrebbe non essere pronta ad accettare la loro trasformazione e a capire la sottile differenza "fra soubrette e mignotta". Manuela Tempesta si cimenta con un genere che sta avendo un certo rilievo in Italia, ovvero la commedia della crisi, e lo fa imprimendo un taglio fortemente femminile alla storia, scritta insieme a Michela Andreozzi, che nel film ha il ruolo di Teresa. Ma rimane a metà del guado, e invece di suggerire un percorso di emancipazione, non solo professionale, crea per i suoi personaggi archi narrativi che oscillano fra l'autoaffermazione e l'impulso a ritornare sui propri passi.
Le caratterizzazioni sono al di sopra delle righe, soprattutto quella di Laura Chiatti nei panni di un'imbranata goffa e occhialuta, e il tono realistico dettato dal tema della crisi viene vanificato dall'artificiosità dell'insieme. Le scene più riuscite, infatti, sono le performance di burlesque, che azzeccano il tono a metà fra la seduzione e il ridicolo, essenza tragicomica del burlesque. Anche l'interessante linea narrativa secondo cui gli uomini perdono lavoro e speranza mentre le donne si rimboccano le maniche e fanno ciò che è necessario è appena accennata, invece che sviluppata fino in fondo.
Se da un lato la regista riesce a creare una storia meno patinata del Burlesque di Steven Antin, non spicca mai il salto artistico di qualità del delicatissimo Tournée di Mathieu Amalric, anche perché il burlesque è una scelta espressiva, e non può essere raccontato solo come un rimedio anticrisi. Tempesta corteggia una storia più incisiva, giacché Pane e burlesque poteva essere un Full Monty all'italiana, e l'epilogo, nella sua concisione ironica, ci fa intuire (con rimpianto) che la regista sarebbe stata all'altezza, se avesse avuto un maggiore incoraggiamento produttivo.

Sei d'accordo con Paola Casella?
PANE E BURLESQUE
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
-
-
TIMVISION
-
-
-
CHILI
iTunes
-
-
-
-
TIMVISION
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€7,99 €9,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
lunedì 9 giugno 2014
Flyanto

 Film in cui si racconta di una donna che ritorna dopo tanti anni a Monopoli, il suo paese natio, e che, a causa della forte crisi economica, è costretta a vendere la fabbrica di porcellane del proprio padre ormai defunto. Nel corso della vicenda si scopriranno i motivi per cui la donna ha abbandonato il luogo di nascita e come nel frattempo ha provveduto a mantenersi, e cioè diventando [...] Vai alla recensione »

mercoledì 24 dicembre 2014
miranbaricic

Film assolutamente mediocre che palesa l'incapacità della regista in moltissimi sensi. Trama narrata male, temi proposti trattati MOLTO superficialmente e personagg malriusciti. In particolare mi sento in dovere di dire quando sia malriuscita la realizzazione della protagonista, insopportabile e seccante soto tutti i punti di vista, dal suo ORRENDO accento francese (che se doveva fare ridere [...] Vai alla recensione »

domenica 7 dicembre 2014
Liuk

Sempre la Puglia, ultimamente cornice di innumerevoli film che ne decretano il successo a scapito della ben più cara Sardegna. Qui siamo a Monopoli, zona vecchia, dove alcune ragazze si inventano ballerine di Burlesque in un paese retrogrado e conservatore. Battute scontate, niente di veramente interessante, ma l'idea sta in piedi. Complessivamente però non ne consiglio la visione. [...] Vai alla recensione »

mercoledì 11 giugno 2014
Eusebio Abbondanza

All'esordiente regista è stata data un'opportunità che capita raramente: una grande società di produzione e distribuzione, un gruppo di bravissimi attori, un montatore e un direttore della fotografia di altissimo livello e un budget tutt'altro che povero. Un po' come mettere una Ferrari in mano a un principiante che abbia appena ricevuto il foglio rosa.

giovedì 12 giugno 2014
johnford

SE TI CAPITA DI VEDERE QUESTO "FILMETTO" IN UNA GIORNATA IN CUI SEI PROPENSO AD ACCONTENTARTI DI POCO, BHE',RIESCI PERSINO A NON RIMPIANGERE IL PREZZO DEL BIGLIETTO. PELLICOLA DALLA SCENEGGIATURA INCREDIBILE, AMBIENTAZIONE INCREDIBILE, ATTORI INCREDIBILI, REGISTA INCREDIBILE. SI SCRIVE INCREDIBILE MA SI LEGGE "NON CREDIBILE".

lunedì 24 novembre 2014
Donato Prencipe

 L'opera prima di Manuela Tempesta è un film tutto rivolto al femminile, cercando, al tempo stesso, di far riflettere tutti quegli uomini che alle volte si dimenticano di intendere la donna come una creatura meravigliosa, dotata di un intelletto e una versatilità ben superiore a loro stessi, qualità che le permettono molto spesso di riuscire a cavarsela anche in situazioni [...] Vai alla recensione »

lunedì 2 giugno 2014
BARONE DI FIRENZE

Il film di per se stesso lascia un pò a desiderare, in quanto non si può trattare il problema del sud e la disoccupazione sottoforma di favola. Però io amo l'Impacciatore è stupenda brava bella e secondo me sottostimata, amo anche la burrosa Andreotti anche lei a mio parere poco sfruttata, la Chiatti oramai è una star affermata, non conoscevo la Rei popsso solo [...] Vai alla recensione »

mercoledì 30 marzo 2016
enzo70

Da qualche anno la Puglia è diventata regione d’elezione per la commedia italiana; e c’è poco dire da dire funziona. Pane e burlesque è la solita storia degli ultimi tempi, arriva la crisi, le fabbriche chiudono e la gente si trova ad arrangiarsi. Ma cosa accade quando torna la figlia dell’ex proprietario della fabbrica di ceramiche che per lavoro fa la spogliarellista [...] Vai alla recensione »

sabato 11 luglio 2015
stefano bruzzone

da evitare come la peste voto: 4

venerdì 19 giugno 2015
gianluca sersante

davvero un bel film brava la regista e interpreti godibilissimo ps la scena delle lucciole e' fantastica...

giovedì 29 maggio 2014
Lorisa

Sono andata a vedere "Pane e burlesque" ben sapendo che un piccolo cane era presente in molte scene e volevo vederlo recitare. Sono rimasta molto sorpresa dal film che è risultato garbato e molto piacevole. Ben recitato, bei personaggi e valori umani molto ben espressi. Naturalmente il canino mi è piaciuto veramente, si adattava bene ai personaggi ed all'ambiente, [...] Vai alla recensione »

mercoledì 4 giugno 2014
no_data

molto ben recitato

Frasi
"La nuit, la vie... La notte, la vita. Voi a cosa pensate quando guidate la notte? Io penso a tutte le strade che non ho preso. A quel bivio che mi avrebbe portato altrove."
Una frase di Giuliana, in arte Queen Rose (Sabrina Impacciatore)
dal film Pane e Burlesque - a cura di Frances.
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Massimo Bertarelli
Il Giornale

Gracile ma godibile commedia, che con garbo e senza volgarità, riciccia Il ciclone e Full Monty. A Monopoli l'esuberante soubrette Giuliana, rimasta senza girls, recluta una merciaia, una sartina e una barista per il suo spettacolo di burlesque. Sabrina Impacciatore, dotata di una formidabite carica di autoironia e irresistibile nel la sua inflessione pugliese, batte anche in sensualità la smortina [...] Vai alla recensione »

Anna Maria Pasetti
Il Fatto Quotidiano

La monotona vita di Monopoli viene rianimata dal ritorno in paese di Giuliana (Impacciatore, la migliore) in abiti da 'burlesque" e seguita dal trio Dyvettes: le servono costumi per la nuova tournée e nessuno meglio del cugino Vincenzo (Leo) può confezionarle. Questi è sposato con la sottomessa Matilde (Chiatti), divenuta sarta nel micro laboratorio del consorte ove lavora con l'ironica Teresa (Andreozzi). [...] Vai alla recensione »

Francesco Alò
Il Messaggero

«Il burlesque non è uno spogliarello ma una suggestione dove la donna non è oggetto ma soggetto». Un ex Presidente del Consiglio italiano sarebbe stato d'accordo. Sulla scia del successo della commedia femminista dello scorso anno Amiche da morire (dove c'era una grande Impacciatore), ecco Pane e burlesque, storia di un trio rosa inusuale (la precisina, la frustrata, la sciantosa) che irrita e poi [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati