MYmovies.it
Advertisement
The Informant: l'ultimo progetto della Sectionade

Un progetto in lavorazione da sette anni vede finalmente la luce.
di Marlen Vazzoler

Perché hai scelto Matt?
Steven Soderbergh (56 anni) 14 gennaio 1963, Atlanta (Georgia - USA) - Capricorno. Regista del film The Informant!.

martedì 8 settembre 2009 - Incontri

Perché hai scelto Matt?
Steven Soderbergh: Era il 2001 e avevamo appena finito di girare il primo Ocean's, l'ho chiamato e gli ho detto che doveva leggere questo libro. La cosa positiva è che abbiamo impiegato così tanto a fare il film che quando abbiamo iniziato a girare Matt aveva ormai la stessa età del personaggio.
Matt, per te è stato difficile mettere su tutti quei chili?
Matt Damon: È stato molto, molto facile mettere su peso, molto, molto divertente. Probabilmente il periodo più divertente che abbia mai avuto lavorando perché ad esempio non dovevo andare in palestra dopo il lavoro. Praticamente ho mangiato tutto quello che potevo.
George Clooney è produttore esecutivo del film, qual è stato il suo contributo?
Steven Soderbergh: Questo progetto ci è venuto tra le mani nel 2001, ci è voluto così tanto tempo per iniziare il film che Sectionade ormai non esisteva più come compagnia. Era un gruppo di persone vicine e secondo me era appropriato che George avesse il suo nome nel film perché quando il progetto era stato sviluppato, lui faceva parte della squadra che stava lavorando sul materiale. Questo era l'ultimo film della Sectionade e volevo che il suo nome fosse presente come testamento di tutti gli anni che abbiamo trascorso lavorando insieme.

Gregory, puoi dirci qualcosa sul processo produttivo?
Gregory Jacobs: È stato molto divertente. Abbiamo realizzato il film con un budget molto piccolo se pensiamo agli standard di produzione americana. Abbiamo girato nella vera casa di Mark Whitacre e nella sede principale della compagnia, è stato davvero interessante girare nei luoghi dove si sono svolti i fatti.
Quanto è liberatorio passare da un personaggio che possiamo considerare una macchina da guerra, all'interpretazione di un uomo che si muove goffamente ed è pieno di tic?
Matt Damon: Spero di lavorare con Steven ancora molte, molte volte, non c'è uno stile particolare che voglio affibbiargli o cose che voglio fare quando lavoro con lui. In questo caso abbiamo avuto una grandiosa sceneggiatura per sette anni e in quel periodo abbiamo lavorato tre volte assieme e una o due volte all'anno ci ritrovavamo a leggere la sceneggiatura, ma lo script non è minimamente cambiato per sette anni e poi abbiamo girato il film in trenta giorni circa. Ogni volta che lavoro con Steven è diverso e dipende dal materiale su cui stiamo lavorando.

Gallery


news correlate
in Primo Piano

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati