Una canzone per Bobby Long

Film 2004 | Drammatico 119 min.

Regia di Shainee Gabel. Un film con John Travolta, Scarlett Johansson, Gabriel Macht, Brooke Mueller, Warren Kole. Cast completo Titolo originale: A love song for Bobby Long. Genere Drammatico - USA, 2004, durata 119 minuti. Uscita cinema venerdì 8 ottobre 2004 - MYmonetro 2,47 su 29 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Una canzone per Bobby Long tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

A Love Song for Bobby Long è nato da un profondo affetto per New Orleans, una città bella e tenebrosa. La storia è ambientata tra realtà e finzione in quella zona nebulosa che ognuno di noi si crea per sopravvivere. Il film ha ottenuto 1 candidatura a Golden Globes, In Italia al Box Office Una canzone per Bobby Long ha incassato nelle prime 5 settimane di programmazione 549 mila euro e 203 mila euro nel primo weekend.

Una canzone per Bobby Long è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato nì!
2,47/5
MYMOVIES 2,50
CRITICA N.D.
PUBBLICO 2,70
CONSIGLIATO NÌ
Fra intellettualismo tinto di blues e speranze diluite dal tempo.
Recensione di Mattia Nicoletti
Recensione di Mattia Nicoletti

I colori forti del profondo sud statunitense, fanno da contrasto alla disperazione di tutti i giorni, che vive sul paradosso di un sogno letterario. Eliot e Frost (fra gli altri) sono la fonte di ispirazione e il nutrimento spirituale per sopravvivere al giorno che passa, e una speranza futura per chi ha ancora un'esistenza da costruire.
Nella New Orleans dei giorni nostri si consumano il dramma, la solitudine, le relazioni familiari di Bobby Long, alcolizzato ex professore universitario, Lawson, aspirante scrittore fallito, e Purslane, ragazza senza sogni, incontrata a causa della morte di Lorraine, madre odiata e donna che ha segnato indelebilmente la vita di Bobby.
Il film di Gabel, vive nel contrasto e nella convivenza fra intellettualismo tinto di blues e speranze diluite dal tempo, e delinea i caratteri dei protagonisti, vera forza del lungometraggio, nelle loro contraddizioni ormai radicate. Nella seconda parte, A love song for Bobby Long, si perde nel voler dare troppe spiegazioni e giustificare banalmente la solidità dei rapporti in un non necessario lieto fine.
Grande John Travolta nell'esecuzione della canzone del titolo.

Sei d'accordo con Mattia Nicoletti?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Dal romanzo Off East Magazine St. di Ronald Everett Capps, sceneggiato dall'esordiente regista. Dopo la morte della madre cantante di blues, la 18enne Pursy torna nella natia New Orleans dove subisce la forzata coabitazione di due amici della madre, Bobby Long, alcolizzato prof. di letteratura, e Lawson, suo giovane allievo plagiato. Non mancano i colpi di scena. "Un mondo in cui la gente non si fa problemi a rifiutare quello che ha perso" (S. Gabel). Il mondo è quello di una New Orleans inedita, raccontata col filtro della letteratura, da Dylan Thomas a Carson McCullers e Robert Lee Frost. Un Sud dolente, disincantato, alla deriva, che sprigiona un fascino sottile. È anche un racconto di formazione, quella di Pursy (una 20enne S. Johansson) che, a contatto con i due, cambia e cresce. È un film di atmosfera e di sentimenti, ma anche di personaggi, come il Bobby Long di un ottimo J. Travolta sempre sull'orlo dell'istrionismo. Suggerisce che "musica, letteratura, pittura, cinema sono il vero bagaglio necessario di ogni esistenza" (A. Coco).

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
UNA CANZONE PER BOBBY LONG
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
CHILI
-
-
iTunes
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
giovedì 19 dicembre 2013
kondor17

Un film che non ti aspetti da un Travolta che non ti aspetti! Film a tinte forti sulla disperazione alcolica, sulla vita dissoluta, sul valore delll'uomo, della cultura, dei sentimenti. Bobby è un padre mancato. Dedito all'alcol, la moglie lo ha lasciato, portandosi via i figli, che non può, anzi non vuole, vedere; o meglio, non vuole essere visto da loro, nelle condizioni in [...] Vai alla recensione »

domenica 8 maggio 2011
mauro

Dopo 5 minuti sai perfettamente quale sia il segreto del film, i personaggi sono stereotipati in un modo quasi da cartoon, un vero clichè continuo, La stessa Scarlett assomiglia maledettamente sia nell'aspetto che nei modi alla  molto più brava Hayley Mills di tanti anni fa in quel film e male le si adatta il personaggio trasandato della protagonista.

mercoledì 16 settembre 2009
Lalli

un bel film con degli ottimi attori, grande Travolta, bellissima e brava la Johansson 3 STELLE E MEZZO

lunedì 20 giugno 2011
ultimoboyscout

Una grande sorpresa! L'ho visto appena uscito e ne rimasi colpito, affascinato, stupito per la grande delicatezza e per le atmosfere a metà tra country-blues e intellettual-filosofal senza puzza sotto il naso (cosa da non sottovalutare). Cast fantastico, si mette al servizio di una regia solida e concreta, offrendo interpretazioni credibili e di qualità.

mercoledì 1 febbraio 2012
abraxas334

Bel film. Bella la trama,scontato (scontatissimo se si vuole) il finale ma ciò non toglie valore al dipanarsi della pellicola. Chè del resto ha il suo punto di forza nella pregnanza di significato del percorso. La fine è uguale per tutti ed ogni film/vita ha una sua fine,non importa quale essa sia. I personaggi si trovano di fronte a un percorso sbarrato, un loop che li riporta [...] Vai alla recensione »

Frasi
Noi non cesseremo la nostra esplorazione, e la fine di tutto il nostro esplorare sarà giungere la dove siamo partiti, e conoscere quel posto per la prima volta.
Una frase di Bobby Long (John Travolta)
dal film Una canzone per Bobby Long
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Alessandra Levantesi
La Stampa

Ispirato a un romanzo inedito di Ronald Everett Capps, A Love Song for Bobby Long (Orizzonti) ha regalato al divo John Travolta, che con intelligenza ha accettato il copione di questa piccola produzione indipendente lanciata dal Sundance, il più bel ruolo della sua carriera: quello che lo farà ricordare come un vero attore, oltre che come un divo di Hollywood.

Gian Luigi Rondi
Il Tempo

Shainee Gabel è una giovane regista americana arrivata qui al suo primo film. Senza però gli impacci di una esordiente. Al contrario. Per il testo si è riscritta un romanzo di Everett Capps che doveva molto a Tennesse Williams e a William Inge ricavandone un’elegia triste e sommessa con una rivelazione finale che, pur appartenendo un po’ al vecchio teatro, riesce a non apparire polverosa.

Roberto Nepoti
La Repubblica

Dopo la morte della madre la diciottenne Purslane Hominy Will, detta Pursy, torna nella nativa New Orleans e decide d'installarsi nella casa materna. La trova occupata da una strana coppia: Bobby Long, ex-professore di letteratura dedito all'alcol e alle citazioni colte, e Lawson Pines, suo antico assistente nonché (improduttivo) biografo del maestro.

Emiliano Morreale
Film TV

La giovane Pursy, alla morte della madre, torna a casa di lei e ci trova insediati due balordi alcolizzati, Bobby Long e Lawson Pines. I rapporti tra i due dropout sono in realtà complicatissimi: i due sono insieme maestro e allievo, narratore e narrato, il gatto e la volpe. Ma fra i tre a poco a poco nascerà una bislacca solidarietà, mentre la figura materna (una cantante di blues) continua a suscitare [...] Vai alla recensione »

Fabio Ferzetti
Il Messaggero

Un Travolta mai visto: zazzera bianca, andatura caracollante, piede malconcio dunque ciabatte perenni, bocca che succhia alcol e vomita citazioni. Perché Travolta/Bobby Long una volta insegnava letteratura, scriveva, andava con tutte, aveva una famiglia. Una volta. Mentre ora sopravvive cameratescamente con un ex-allievo semiplagiato nella grande e cadente magione di un’amica a New Orleans.

Roberto Nepoti
La Repubblica

Presentato in una sezione parallela a quella ufficiale, "Orizzonti", A Love Song for Bobby Long potrebbe ripetere il piccolo miracolo di cui, l'anno scorso, fu protagonista "Lost in Translation": film col quale condivide la protagonista femminile, Scarlett Johansson, già celebrata interprete di La ragazza con l'orecchino di perla, impegnata in questi giorni al Lido anche nelle vesti di giovanissima [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati