Guerra e pace

Un film di Robert Dornhelm. Con Clémence Poésy, Alexander Beyer, Alessio Boni, Malcolm McDowell, Andrea Giordana.
continua»
Formato Serie TV, Drammatico, durata 400 min. MYMONETRO Guerra e pace * * * - - valutazione media: 3,34 su 21 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,34/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (n.d.)
 dizionari * * * - -
 critican.d.
 pubblico * * * 1/2 -
Il film: Guerra e pace
Anno produzione: 2007
In tempo di guerra e in tempo di pace si compie il destino dei Rostov: dei loro figli sui campi di battaglia e della loro Natasha, figlia adorata e promessa sposa al nobile Andrej Bolkonskj.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi
primo piano
Monumentale trasposizione a puntate di "Guerra e pace" interpretata da un cast internazionale
Marzia Gandolfi     * * * - -

Dopo la vittoria francese ad Austerlitz e un periodo di pace apparente concordato da Napoleone con lo Zar di Russia, l'esercito di Bonaparte torna a marciare in direzione di Mosca travolgendo la vita dei suoi cittadini e della sua ricca aristocrazia terriera. In tempo di guerra e in tempo di pace si compie il destino dei Rostov: dei loro figli sui campi di battaglia e della loro Natasha, figlia adorata e promessa sposa al nobile Andrej Bolkonskj. L'anno di separazione, imposto agli amanti dal ruvido padre del principe, conduce Natasha alla disperazione e all'abbraccio di Anatole Kuragin, ufficiale sfacciato, amante impenitente e giocatore incallito. Su di lei veglia da sempre il giovane ereditario Pierre Bezuckov, intellettuale finissimo che sogna libertà e cultura per la classe contadina e sposa l'ambiziosa e sofisticata Helene Kuragin. La guerra falcerà o assolverà i loro destini, la pace realizzerà le sorti sopravvissute.
Il cinema non è nuovo a rievocare e a sfruttare spettacolarmente episodi storici remoti impressi nella memoria popolare. La possibilità della settima arte di visualizzare la scena storica con realismo superiore a quello del romanzo trasposto era un'attrazione irresistibile per il cinema primitivo e persiste come malia fascinosa in quello contemporaneo.
Il romanzo storico, che il romanticismo europeo aveva imposto come uno dei generi di maggior fortuna popolare alla nascente industria culturale, cerca e trova nella versione televisiva di Robert Dornhelm una propria e matura dimensione originale. La monumentale trasposizione dell'opera letteraria di Lev Tolstoj, "Guerra e pace", diventa una riserva inesauribile di avventure romantiche ed epiche, che al di là dei preziosismi calligrafici, freme di risonanze emotive. Co-produzione europea che comprende anche la (inizialmente) ritrosa Russia, Guerra e pace è una serie televisiva in quattro puntate che scorre sette anni di storia bellica e romantica (1805-1812), di vicende umane e amorose dell'aristocrazia moscovita e di quella pietroburghese.
Una vicenda "kolossale" di passioni e tradimenti impostata sul registro del melodramma e interpretata da un cast squisitamente europeo, che confronta gli stili nazionali di recitazione. La scuola britannica di Malcom McDowell e Brenda Blethyn mantiene inalterato il connotato originario, che colora di ironia morbida e crudele, di ambiguità anglosassone e controllo emotivo, il carattere russo dei rispettivi personaggi. Quella tedesca di Alexander Beyer e Ken Duken, essenziale e limpida è lontana dall'impeto allucinato espressionista e interpreta l'abbandono tutto romantico di un intellettuale e un soldato incantatore. L'identità francese ha il volto inquieto e il gesto febbrile di Clémence Poésy, l'aggraziata Fleur Delacour di Harry Potter e il calice di fuoco, portatrice sana e incantevole di una grande tradizione attoriale, capace di eliminare la distinzione fra finzione e realtà. Infine quella nazionale, ragguardevole per partecipazione e impegno profuso, più affine ai canoni imposti dalla recitazione televisiva, priva della scintilla anarchica di McDowell e più prevedibile e impermeabile alle sfumature dei personaggi interpretati dai corpi maschili di Alessio Boni, Andrea Giordana e Toni Bertorelli, e da quelli femminili di Violante Placido e Valentina Cervi.
Se nelle prime due puntante il riferimento storico viene filtrato attraverso la soggettività del personaggio, nelle ultime due (meno efficaci e organiche) la formulazione del giudizio storico e dell'interpretazione politica viene oggettivata dalle scenografie. La loro monumentale ricostruzione coglie l'individualità della morte che interrompe il funereo imperversare della battaglia. La scelta stilistica di privilegiare i dati comportamentali e i tratti rituali della gestualità dei personaggi nella società, ha sacrificato l'autorità tolstoiana e la riflessione filosofica sul senso del vivere, sulla capacità di costruirsi il proprio destino e dargli un significato una volta determinato dagli eventi. A restare intatto è piuttosto il senso didattico, l'intento morale e pedagogico di un'opera (e non un prodotto) televisiva destinata al "popolo". Si intenda popolare, come pregio e valore.

Stampa in PDF

Premi e nomination Guerra e pace MYmovies
* * * * -

La migliore realizzazione filmica di guerra e pace

mercoledì 27 ottobre 2010 di Jayan

E' la migliore realizzazione filmica di "Guerra e pace", sia come ambientazione e paesaggi che come interpretazione, in particolare quelle di Alessio Boni e Clemence Poesy. Le scene sono molto fedeli alla descrizione di Tolstoj, c'è estrema meticolosità e cura dei particolari, che però non compromette la realizzazione d'insieme del film, né impedisce di percepire il messaggio del grande scrittore. Fotografia bellissima, e anche la regia. E' continua »

Pierre
Bisogna vivere, bisogna amare e bisogna credere
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Andrej
Se si gira e mi guarda diventerà mia moglie
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase

INCONTRI | Dopo il successo al Roma Fiction Fest, il film di Robert Dornhelm andrà in onda nel prossimo autunno su Rai Uno.

La fiction diventa kolossal

lunedì 9 luglio 2007 - Tirza Bonifazi Tognazzi

Guerra e pace, la fiction diventa kolossal Il capolavoro di Lev Tolstoj, "Guerra e pace", è stato tramutato in una fiction per Rai Uno che andrà in onda il prossimo autunno in quattro puntate. Presentata in occasione del Roma Fiction Fest, la miniserie tv diretta da Robert Dornhelm nasce grazie a una co-produzione europea che vede lavorare fianco a fianco Spagna, Austria, Germania, Francia, Polonia e Russia, che per la prima volta si è unita all'Italia in un progetto televisivo. Guerra e pace meritava di essere presentato in una sede eccezionale come questa" ha dichiarato Ettore Bernabei, presidente della Lux Vide.

Guerra e pace | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marzia Gandolfi
Pubblico (per gradimento)
  1° | jayan
Shop
DVD
Scheda | Cast | News | Poster | Foto | Frasi | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità