Martyrs

Acquista su Ibs.it   Dvd Martyrs   Blu-Ray Martyrs  
Un film di Pascal Laugier. Con Morjana Alaoui, Mylène Jampanoï, Catherine Bégin, Robert Toupin, Patricia Tulasne.
continua»
Horror, durata 97 min. - Francia, Canada 2008. - Videa uscita venerdì 12 giugno 2009. - VM 18 - MYMONETRO Martyrs * * 1/2 - - valutazione media: 2,52 su 83 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato nì!
2,52/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * 1/2 - - -
 critica * * 1/2 - -
 pubblico * * * - -
Lucie è scomparsa da un anno, viene ritrovata mentre cammina lungo una strada, in stato catatonico, confusa, non ricorda nulla. La polizia scopre che è stata rinchiusa in un mattatoio.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Thriller contemporaneo che sfocia nel mistico
Matteo Treleani     * 1/2 - - -
Questo film è disponibile in versione digitale, scopri il miglior prezzo:
TROVASTREAMING

Prima del divieto ai minori in Francia, rivisto e ritirato tra mille dibattiti, c'era stato persino il rifiuto della sceneggiatura da parte del produttore Richard Grandpierre, pur avvezzo alle censure vista l'esperienza con Irreversible di Noé. Anche Grandpierre aveva considerato Martyrs ai limiti della sopportabilità, per poi decidersi a investire comunque su una pellicola dallo scandalo assicurato.
E nella polemica generale il regista, Pascal Laugier, credendosi paladino della libertà d'espressione, sembra essersi convinto di aver girato un inaccettabile film di denuncia. Tutt'altro, Martyrs è solo un horror congegnato per irritare gratuitamente, per nulla rivoluzionario e affatto in linea con la perversione degenerata e di dubbio gusto del thriller contemporaneo. Saint Ange perlomeno si contestualizzava nella Francia occupata e citava i classici italiani degli anni '70. Martyrs è invece una carneficina, compiaciuta della propria perversione in un ormai patologico, per il genere horror, eccesso del mostrare (pensiamo naturalmente ai vari Saw e in particolare a Saw IV). Perso nei suoi stessi ingranaggi, non racconta e non si fa tramite di un mondo in decadimento attraverso le regole di genere (cosa in cui eccelleva lo straordinario Cargo 200), né, d'altra parte, riflette sul suo stesso punto di vista cinematografico, argomento su cui la scuola di horror d'oltralpe riesce bene persino nei casi di macelleria più espliciti.
Martyrs inizia in medias res, senza alcun preavviso né attimo di tregua. Ci presenta subito mostri inventati e ruoli scambiati, riprendendo un po' goffamente marche tipiche di certo horror asiatico. Degenera poi nell'escatologico, quasi mistico, in sostanza demente. Ci porta all'interno di un imbarazzante trattato sul tema del martirio, inaspettatamente pretenzioso e ascetico. Della bravura delle due belle protagoniste, Morhana Aloui e Mylene Jampanoi è difficile parlare, intente come sono a gridare insanguinate per buona parte del film.
Resta poco, dalla messa in scena inelegante, alle pretese da nuovo Salò pasoliniano. Martyrs sembra piuttosto uno scandalo ben progettato, una "boucherie" senza alcun limite (se non quello, coerentemente col tema passionale, erotico) rivestita da misticheggianti motivi religiosi.

Stampa in PDF

TROVASTREAMING
MARTYRS
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
CHILI
-
-
iTunes
-
-
-
-
* - - - -

Top trash

mercoledì 24 ottobre 2012 di Doc Steve

Il film inizia abbastanza bene, come un horror-thriller di buona qualita', con della violenza esagerata fin da subito ma li' per li' quasi e' sensato, poi si va velocemente verso il degenero, il film diviene un accumularsi di violenza insensata e stomachevole, pura violenza sadica....che diviene ridicola e assurda, viene aggiunta una spiegazione pseudo religiosa che non ha capo ne' coda. La degradazione della donna viene spinta a livelli demenziali senza neanche cercare di dagli continua »

* * * * *

Xxx

lunedì 23 marzo 2009 di Domenico Marchettini

Un nuovo Archetipo. Cui la definizione di "horror" va indubbiamente stretta, e che dell'Orrore estremizza e sovverte al contempo tutti i topoi più efficaci. Malata, angosciosa e realmente insopportabile trasfigurazione del dolore in poesia. Tanto più brutale in quanto follemente insensata nella sua lucida perversione. Annichilimento violento e chirurgico dell Io/spettatore senza alcuna possibilità di fuga. Un'opera che disturba e disorienta, scavando un solco rosso sangue di cui rimarrà traccia continua »

* * * * *

Meraviglioso

sabato 10 luglio 2010 di shining

Un film raro, forse unico. Un film fatto di vendetta, soprannaturale e torture. Un film di puro dolore. Il tema centrale è il martire, il testimone (ma capiremo verso la fine il perchè), colui che attraverso la sofferenza vede e può raccontare.. e noi spettatori, durante questo film, non siamo forse tutti martiri? continua »

* * * - -

La fabbrica dei martiri

venerdì 6 marzo 2009 di Gus da Mosca

Un'altra opera della novelle vague francese dedicata all'estetica visiva della violenza. Quasi 2 film disgiunti, legati da una stessa protagonista. Martyrs ha una fotografia meno tecnica e meno efficace di Frontier(s), si affida nella prima parte a sorprendenti incursioni con la camera a mano in scene annegate nel sangue. In completo contrasto, nella seconda parte il film e' freddamente statico ed immerso in una scenografia di tipo carcerario, ritmata da dissolvenze al nero, che accentuano la ripetivita' continua »

lucy
"Come si fa per non avere paura? Bisogna lasciarsi andare, credo…"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase
Shop

DVD | Martyrs

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 28 ottobre 2009

Cover Dvd Martyrs A partire da mercoledì 28 ottobre 2009 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Martyrs di Pascal Laugier con Morjana Alaoui, Mylène Jampanoï, Catherine Bégin, Robert Toupin. Distribuito da Eagle Pictures. Su internet Martyrs è acquistabile direttamente on-line su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 9,99 €
Aquista on line il dvd del film Martyrs

APPROFONDIMENTI | Un film da zero a cinque stelle.

Un film che divide

lunedì 25 maggio 2009 - Chiara Renda

Martyrs, un film che divide Disturbante ed estremo: così viene definito il film Martyrs di Pascal Laugier, in uscita nelle sale italiane il 12 giugno ma già al centro di attenzioni e polemiche da parte di critica e pubblico. La trama racconta di una ragazza - scomparsa per 15 anni - che viene ritrovata lungo una strada, in stato catatonico, confusa e priva di memoria. La polizia scoprirà che è stata a lungo rinchiusa in un mattatoio. L'horror francese vietato ai minori in patria è stato accolto dalla critica internazionale in maniera contrastante.

   

INCONTRI | Sull'onda del nuovo horror di terra francese, arriva un film che unisce torture e misticismo.

Per una metafisica della sofferenza

mercoledì 10 giugno 2009 - Edoardo Becattini

Martyrs: per una metafisica della sofferenza Sull'eterno conflitto culturale fra americani e francesi, lo stato del cinema horror contemporaneo ha molto da dire. Se gli USA si dibattono fra remake, reboot e i cosiddetti "torture porn" dall'infinita serialità, la Francia pare volerli sfidare proprio su quest'ultimo campo mettendo da parte il bon ton ed esplorando una nuova (pardon!) vena artistica e commerciale attraverso efferate brutalità e meticolose sevizie. Spalmando su tre atti alcune delle tematiche già affrontate dai film più famosi di questa "nouvelle vague d'horreur" (la doppia personalità di Alta tensione, la tortura di Frontiers e la vendetta di À l'intérieur), Martyrs di Pascal Laugier si propone in un certo senso come una summa dei luoghi e delle ossessioni dell'horror contemporaneo, fra i quali si muove con un più esplicito interesse per la sofferenza e le più intime profondità del dolore.

Dalla Francia con orrore. Puro

di Francesco Alò Il Messaggero

Una bambina scappa piangendo da un fabbricato industriale. Qualcuno l'ha torturata per giorni e giorni. 15 anni dopo la vediamo bussare a una casa dove vive una famigliola felice. Li fa fuori tutti. I figli con pietà. Poi cerca di farla finita. Perché? Cosa è successo? Comincia e finisce nel mistero l'agghiacciante Martyrs di Pascal Laugier. In mezzo vediamo tutto: vittime di torture martirizzate con visiere per gli occhi conficcate nella testa, sette che cercano testimonianze di trascendenza, scuoiamenti integrali, sevizie apportate con scrupolo scientifico, fantasmi della mente che ti squarciano la pelle. »

Noia con sevizie e vendette di serie B

di Maurizio Cabona Il Giornale

Per la serie «Al cinema col caldo non va quasi nessuno, dunque» ma anche in collaborazione con la serie «Gli avanzi dei festival dove li buttiamo?», ecco Martyrs (tradurre in Martiri sarebbe stato chiedere troppo), orrorino a basso costo e a bassa resa passato per il Festival di Roma. È la storia di una ragazzina seviziata, che quindici anni dopo (1985) si vendica dei seviziatori. L'unico interesse, per chi non gode a vedere soffrire, è capire se sono peggio le vittime di prima o di dopo. Il genere è quello di Hostel, politica in meno. »

Questa è violenza d'autore

di Piera Detassis Panorama

È l'epoca delle donne vendicatrici, in fuga da sotterranei di tortura e seviziatori di fanciulle, cresciute nella violenza e pronte ai delitti più efferati. Martyrs pare la versione crudamente horror di Uomini che odiano le donne: una bimba fugge coperta di piaghe e ferite dalla tana dove il lupo l'ha nascosta. Quindici anni dopo, inseguita e mentalmente torturata dai suoi spaventosi fantasmi, fa strage di una serena famiglia borghese. Che tale, naturalmente, non è. Nel film vince l'immagine sgranata, in presa diretta sulla violenza sulle donne. »

Macelleria di dubbio gusto che sfocia nel mistico insensato

di Jean-François Rauger Le Monde

"Martyrs" : rude expression d'un cinéaste en colère Ce n'est pas uniquement à cause de ses ennuis avec la censure - la commission de classification avait proposé une interdiction aux moins de 18 ans en raison de sa violence, ramenée, après nouvel examen aux moins de 16 ans (Le Monde du 11 juin) - que le film de Pascal Laugier mérite une certaine attention. L'oeuvre, singulière et culottée, est symptomatique d'une humeur qui s'exprime parfois dans un certain jeune cinéma français. Martyrs est le film de quelqu'un qui regrette sans doute de ne pas trouver dans la production hexagonale l'équivalent des stimuli et sensations fortes qu'offrent d'autres cinématographies (Hollywood ou l'Asie), qui, elles, produiraient sans complexe ce genre de films. »

Martyrs | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Matteo Treleani
Pubblico (per gradimento)
  1° | domenico marchettini
  2° | doc steve
  3° | straycat3
  4° | samuele cansella
  5° | shining
  6° | gus da mosca
  7° | alespiri
  8° | kronos
  9° | cinemalove
10° | aurora m.
11° | frangitore
12° | noillusions
13° | ennio
14° | gianleo67
15° | dandy
16° | noia1
17° | evildevin87
18° | aratos
19° | zamia
Rassegna stampa
Piera Detassis
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 |
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 12 giugno 2009
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità