Certi bambini

Un film di Andrea Frazzi, Antonio Frazzi. Con Gianluca Di Gennaro, Arturo Paglia, Miriam Candurro, Carmine Recano, Nuccia Fumo.
continua»
Drammatico, Ratings: Kids+16, durata 94 min. - Italia 2004. MYMONETRO Certi bambini * * * 1/2 - valutazione media: 3,68 su 38 recensioni di critica, pubblico e dizionari. Acquista »
Consigliato assolutamente sì!
3,68/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (n.d.)
 dizionari * * * - -
 critican.d.
 pubblico * * * * -
Trailer Certi bambini
Il film: Certi bambini
Anno produzione: 2004
Dal pluripremiato romanzo di Diego De Silva, la cruda realtà della periferia partenopea. Una realtà che sembra appartenere alle favelas del Sud America e invece è proprio in casa nostra.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Tratto da un breve romanzo, un film duro e impietoso
Giancarlo Zappoli     * * * - -

Rosario ha undici anni. Abita in un condominio di periferia di una Napoli devastata dalla camorra. Vive con sua nonna, ammalata di Roipnol e drogata di televisione. E' la punta di diamante di un piccolo branco che passa le sue giornate trascinandosi tra sale giochi, brutte paninoteche, piccoli reati e roulette russe improvvisate sulla tangenziale. Ma c 'è anche un sacerdote che cerca di tenere insieme i pezzi (meglio: i frammenti) di una società che non si può più definire tale. Tratto da un breve romanzo di forte impatto è un film duro e apparentemente impietoso. in realtà ricco di pietà nei confronti di un infanzia a cui è negato di fatto persino il nome. Resta il pallone: unica ancora a cui sperare di potersi un giorno aggrappare per non annegare.

Stampa in PDF

Premi e nomination Certi bambini

premi
nomination
Festival di Giffoni
1
0
David di Donatello
2
2
* * * * *

1 grande gianluca di gennaro

giovedì 10 agosto 2006 di Kiky '94

questo film è molto istruttivo x i miei gusti. Ho 12 anni e l' ho già visto 3 volte... non ho ancora avuto la possibilità di leggere il libro del grande De Silva, ma sarà una delle mie prossime tappe nell' infinito percorso di conoscenza di questo inimitabile film. Molti complimenti vanno ai fratelli Frazzi, ma soprattutto ai piccoli attori senza esperienza di questo film. Anche se il migliore in assoluto è stato, senza ombra di dubbio, Gianluca Di Gennaro: Quei suoi okki dolci, ma allo stesso tempo continua »

* * * * *

Film uguale alla realtà !

domenica 2 settembre 2007 di Oreste

Io sono cresciuto come il protagonista del film "CERTI BAMBINI" ed é per questo che vi dico che il film é ( purtroppo) integralmente uguale alla realtà napoletana! Purtroppo a Napoli (periferie), per un ragazzo di 10-13 anni é difficile non prendere cattive strade o compagnie! Ogni volta che guardo il film certi bambini mi fà venire la pelle d'oca pensando a tutte le "bravate" che ho fatto alla stessa età di Rosario. Certi Bambibni per me é un capolavoro che dovrà avere un seguito, facendo la continua »

* * * * -

Sarebbe potuto essere essere un capolavoro.....

lunedì 31 ottobre 2011 di Conte di Bismantova

...se qualcuno si fosse accorto di qualche "semplicismo" di regìa e qualche ingenuità qua e là, ad esempio qualche dialogo stucchevole e scontato, qualche forzatura (a Napoli i dodicenni trombano con le prostitute bambine con la madre che fa il caffè?? ) e qualche colpo alla "film di Nino D'Angelo" (tipo la presentazione di Damiano che si gira levandosi i Ray-ban come se stesse facendo la pubblicità dello shampoo Clear: "perchè io valgo". Il resto è splendido post-neorealismo di quartiere (forse continua »

* * * * -

Se questi sono gli adulti...

mercoledì 13 luglio 2011 di time_traveler

Nella Napoli dei giorni nostri.Un ragazzino si trova invischiato in una realtà devastata dal disagio sociale e dalla malavita organizzata. Rosario, questo il suo nome, farà i conti con tutte le sfaccettature di una realtà difficile da sopportare, soprattutto difficile da credere. Un film molto intenso, forte visivamente parlando, con dialoghi in dialetto che accentuano la verosimilanza del racconto. Un film che non discredita una generazione, ma anzi cerca di preservarne quasi continua »

Damiano (Carmine Recano)
Loro scappano e tu cammini… La gente davanti alla morte scappa.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
La nonna di Rosario (Nuccia Fumo)
Le cose belle si pagano, e a caro prezzo.......
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Damiano (Carmine Recano)
"Quando uno ti minaccia e ti spiega pure perchè ti minaccia... Nun t' mettr paur chill è nù STRUNZ..! Chi t vò fa mal verament non te lo viene a spiegare...TE LO FA E BASTA!"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Altre frasi celebri del film Certi bambini oppure Aggiungi una frase

di Roberto Silvestri Il Manifesto

Certi bambini, film folgorante. L'inizio è shocking, da factory Corman. Non si racconta. Si deve vedere. Violento, come inusuale e forte è il film, anche nell'humor e nel sesso, ma di una violenza innocente, zig zagante. Il romanzo sullo sfondo (premiato, di Diego Da Silva, Einaudi) svanisce. Resta un pezzo di dolce necrorealista, stratificato, sovrapposto, intrecciato di sensazioni contrastanti, da decifrare con affetto. Rosario (Gianluca Di Gennaro, nipote di Nunzio Gallo) anima perduta delle periferie camorriste, a 12 anni è al primo «contratto» da killer. »

di Roberto Escobar Il Sole-24 Ore

Alle loro spalle ci sono i colori di un mare intatto e silenzioso. Sopra di loro incombe una scogliera grigia, alta come una minaccia. Di sasso in sasso, i quattro ragazzini ci si arrampicano su, verso una meta che ancora non si vede. Poi, sul confine tra il silenzio del mare e un fragore di automobili, la macchina da presa attraversa una linea fitta di canne. Appena al di là c’è l’autostrada. Così, con un montaggio incalzante e netto, inizia Certi bambini. (Italia, 2004, 94’). Ora, dunque, i ragazzini. »

di Federica Lamberti Zanardi La Repubblica

Le auto corrono veloci, in un traffico denso e caotico. Sul ciglio della strada quattro bambini: avranno undici anni o giù di li. Ecco il primo: chiude gli occhi e si lancia sull’asfalto, trattiene il fiato schivando, Dio sa come, le auto impazzite che frenano, sterzano, sbandano per evitarlo. Poi tocca agli altri in una prova di coraggio più estenuante della roulette russa. Minuti di fiato sospeso, di adrenalina pura che ti lanciano in una storia fatta di infanzia e disperazione. È la scena iniziale di Certi bambini (da oggi nei cinema), un viaggio nella peggio gioventù del Sud, raccontato con stile frammentario e secco da Antonio e Andrea Frazzi. »

di Paolo D'Agostini La Repubblica

Dopo Il cielo cade i registi Andrea e Antonio Frazzi tornano a far proprio un punto di vista infantile ricorrendo al romanzo premio Campiello di Diego De Silva Certi bambini. La personalità di Rosario, il protagonista di undici anni sepolto nel nulla di una metropoli del sud che è Napoli ma non viene detto e potrebbe essere pure Bogotà o Bangkok, vive una condizione sdoppiata senza ombra di un ordine e di una consapevolezza morali, in modo mostruosamente naturale. Rosario è il bambino che si prende affettuosamente cura della nonna con cui vive in un caseggiato popolare e che frequenta da volontario un centro d'accoglienza per ragazze madri dove Santino gli fa da modello positivo e dove conosce precocemente l'innamoramento per la temperamentosa Caterina. »

Certi bambini | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Festival di Giffoni (1)
David di Donatello (4)


Articoli & News
Shop
DVD
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità