Advertisement
Middle East Now, un viaggio in Medioriente grazie ai film in streaming su MYmovies

Il festival fiorentino torna anche online per farci immergere in culture poco note nelle nostre sale. Compreso nell’abbonamento MYmovies ONE.
SCOPRI I FILM  | SCEGLI UN ABBONAMENTO

di Roberto Manassero

giovedì 29 settembre 2022 - mymoviesone

Dal 4 al 9 ottobre, a Firenze, presso il cinema La Compagnia (e in streaming su MYmovies, incluso anche nell’abbonamento MYmovies ONE), si terrà la tredicesima edizione del Middle East Now, festival dedicato al mondo mediorientale. Un viaggio alla scoperta di storie e tradizioni poco note al pubblico italiano (e in generale occidentale), invitato a immergersi in società e culture in realtà molto vicine.

ACCEDI | SCOPRI IL PROGRAMMA COMPLETO »


Quest’anno i paesi rappresentati saranno undici: Iran, Palestina, Libano, Afghanistan, Egitto, Emirati Arabi, Iraq, Siria, Marocco, Tunisia e Kurdistan. A quest’ultimo in particolare sarà dedicato il focus An Idea of Home: Kurdistan, che riunisce cinque cortometraggi capaci di raccontare con modalità differenti – l’animazione (War and Color, Starting Over), il documentario musicale (Seven Symphonies on Zagros) o d’osservazione (Earthquake Without Richteri, Samurais in Kurdistan) – la realtà di una nazione che combatte sempre per l’affermazione della propria identità.

Il tema principale dell’edizione sarà la casa, declinato a partire dal titolo “An Abstract of Home”: nove film, tra lunghi, corti, doc e finzioni, che osservano come il concetto universale di abitazione sia diversamente declinati da una cultura all’altra. Dal villaggio turco di Aforoz, dove un uomo viene esiliato perché sonnambulo di Aforoz, si passa alle alture del Golan di The Stranger, dove un medico in crisi incontra un ferito di guerra proveniente dalla Siria; dalle sale cinematografiche di Bagdad, che durante la guerra tra Iran-Iraq furono il solo rifugio per lo scrittore Nassif Falak protagonista di Take Me to Cinema, si arriva alle storie delle quattro sorelle giordane del dramma Daughters of Abdul-Rahman.

E poi, ancora, i corti Vision of Basra, diretto da un regista canadese con radici nel Medioriente, e il libanese Beity, entrambi dedicati al rapporto madre e figlia; i piccoli grandi drammi di giovani personaggi negli iraniani Bahator (The Barter) e The Doll; e lo spettacolo teatrale ripreso dal libanese The Blue Inmates, riflessione sull’idea di casa e appartenenza.

Da non perdere, poi, il focus dedicato agli Emirati Arabi Uniti, “Gulf Homes Inside Out”, con due film che raccontano storie uniche e sorprendenti: Sharp Tools, ritratto di Hassan Sharif, il più importante artista vivente degli Emirati, e Honey, Rain & Dust, sguardo su un angolo sconosciuto del Golfo, con protagonisti due cercatori di miele.

Infine, grazie alla collaborazione con il Human Rights Film Festival di L’Aia, tre film – riuniti sotto il titolo “Movies That Matter Selection” – che affrontano il tema dell’identità e dei diritti: I Am a Bastard, in cui l’attore fiammingo-marocchino Rashif El Kaoui si reca per la prima volta nel Marocco dove ha le proprie radici; Beirut Dreams in Colour, doc sulla band queer e indie-rock libanese Mashrou’ Leila; e Along the Way, con protagoniste due gemelle afghane separate dalla famiglia di rifugiati. 


SCOPRI I FILM  | SCEGLI UN ABBONAMENTO
news correlate
in Primo Piano

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati