Advertisement
Il Biografilm Festival, al via un’edizione digitale con un occhio a un futuro più internazionale

La manifestazione bolognese a tema documentario, giunta alla sedicesima edizione, parte sulla piattaforma di MYmovies, che offre la visione gratuita di film e incontri.
di Tommaso Tocci

giovedì 4 giugno 2020 - News

La celebrazione delle vite straordinarie e dei personaggi che segnano la storia è da sempre la vocazione del Biografilm Festival, un evento che nella sua chiave a metà tra la cronaca e l’esistenziale sa come mettere in mostra l’aspetto documentario anche dei film di finzione. L’edizione 2020 mantiene le date consuete (dal 5 al 15 giugno), ma si adatta al periodo di grande emergenza collettiva optando per una versione tutta digitale, che consentirà agli spettatori di MYmovies di guardare gratuitamente gli oltre 40 film selezionati direttamente online e previa registrazione.

Nella conferenza di presentazione, l’assessore alla cultura di Bologna Matteo Lepore rivendica il grande investimento sull’economia creativa della città e ricorda come questa edizione sia “destinata a essere di passaggio”, non soltanto per le inedite circostanze che hanno complicato i piani del team organizzativo, ma anche per la coincidenza che vede il 2020 come anno di rinnovamento per il Biografilm Festival, a prescindere dalle modalità.

Al suo sedicesimo anno, il festival è infatti al centro di una sua personale evoluzione, che ha visto l’arrivo di Leena Pasanen come nuova direttrice. Finlandese di nascita, Pasanen arriva in Emilia dopo aver diretto il prestigioso festival documentario Dok Leipzig in Germania, raccogliendo ora la sfida di rendere il Biografilm “un punto di riferimento internazionale”, ma anche di “offrire una vetrina all’estero su ciò che sta avvenendo nel cinema italiano”, in particolare con la rassegna Biografilm Italia che punta i riflettori sui nuovi talenti nostrani.

Si respira dunque un’aria di crescita, un desiderio di rafforzare le fondamenta già salde del festival e di inserirsi in un discorso culturale che sappia essere pienamente globale, con film da 25 paesi diversi. Le sezioni del festival saranno sei, a partire naturalmente da un Concorso Internazionale in cui i registi esordienti saranno oltre il sessanta percento: “per documentare il reale” dice Pasanen, “servono occhi freschi, perché la narrazione cinematografica cambia di continuo e ci sono sempre nuovi confini da ampliare.

La direttrice sottolinea poi il ruolo della sezione Meet the Masters, che offrirà agli spettatori delle conversazioni con i registi più affermati (Rithy Panh, Mika Kaurismäki, Jørgen Leth), così come l’importanza di avere molte registe donne in programma, e ovviamente la volontà di parlare “di ciò che avviene nel nostro continente, l’Europa.”

Proprio sugli orizzonti politici il Biografilm 2020 promette bene, in un momento storico che alla pandemia ha fatto subito seguire crisi sociali e politiche come quella in corso negli Stati Uniti, e che verranno interpretate attraverso film come #Unfit, sulla psicologia di Donald Trump, e The Forum, che va dietro le quinte del World Economic Forum. E poi tanta arte nella sezione Biografilm Art and Music, alla scoperta di personaggi come Kubrick, Rembrandt e Margaret Atwood.

Quando la marea si ritira, le cose importanti rimangono visibili” chiosa Pasanen, che vuole iniziare il suo primo Biografilm Festival dal ruolo centrale di Bologna (“in tantissimi volevano ricevere un invito, dovranno aspettare l’anno prossimo”) e dai numeri già incoraggianti delle prenotazioni online, con l’appuntamento poi a una cerimonia di chiusura stavolta più “reale”, con la prima mondiale di Gli anni che cantano (regia di Filippo Vendemmiati) al Medica Palace cittadino.


PRENOTA I TUOI POSTI
news correlate
in Primo Piano

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati