MYmovies.it
Advertisement
Il cinema in movimento

Un'alleanza tra cinema d'Essai e web è possibile?
di Roy Menarini


lunedì 15 ottobre 2012 - Focus

Che cosa è Il cinema in movimento? Una rubrica dedicata alle trasformazioni del cinema nell'epoca dei new media e alle riflessioni che si possono trarre dalle novità in atto.

Durante i recenti Incontri d'Essai di Mantova, dedicati al cinema d'autore e alle sale che lo programmano, finalmente qualcosa sembra essersi mosso. Valutando la seria crisi che sta investendo il settore delle monosale e delle sale d'essai, esercenti e piccoli distributori non hanno più puntato il dito contro il mondo del web, anzi hanno cominciato a comprendere che se ne possono alleare.
Fino a poco tempo fa, i discorsi - spesso vaghi - sulla pirateria, oltre che di incerta interpretazione, tendevano a demonizzare ogni forma di consumo cinematografico fuori dalla sala, comprese quelle legali. Poi, guardando anche ai biglietti venduti negli ultimi dodici mesi in Francia, Germania e Gran Bretagna (invidiabili), si comincia a far strada l'ipotesi che l'anomalia italiana sia il frutto di altre logiche. Il pubblico europeo è abituato, come il nostro, a consumare film su diverse piattaforme e a premiare in ogni caso la sala, considerata un luogo di fruizione sociale e culturale specifico. La rivalità diretta tra film in sala e film su altri schermi non va considerata perniciosa. Anzi, è proprio attraverso la ricostruzione globale della cultura cinematografica in Italia che si può riattivare il desiderio di cinema d'autore, e rinnovare anagraficamente il pubblico d'essai, che da alcuni esercenti è stato definito, con parola forte, "estinto". Educazione scolastica alle immagini in movimento, capacità di comunicare il prodotto attraverso i social network, multiprogrammazione, nuove scelte architettoniche e urbanistiche, revisione degli arredi, digitalizzazione, sono i punti cardine del cinema in sala prossimo venturo. Scelte innovative di prodotto, magari a costi di diritti più contenuti, aggiungiamo noi, potrebbero intercettare nicchie iniziali pronte a crescere.
È ovvio che gli spettatori per questo tipo di cinema ci sono, e non solo maturi o anziani. Bisogna far incontrare domanda e offerta, e riattivare anche quel cinema "di profondità", di provincia, che è stato in parte travolto dai multiplex. Gli errori di valutazione provenivano dal fatto di non comprendere il valore di experience della sala cinematografica. Il successo delle arene estive nel 2012, che ha segnato un + laddove nelle sale si segnava un tragico -, fa capire che socialità e cultura del prodotto esistono eccome, anche quando certi titoli sono già disponibili in DVD o sul satellitare. In questo scenario, suggestivo sia per i cinefili sia per gli storici del cinema, i new media e in particolare il web giocano un ruolo fondamentale, a patto di superare rivalità ormai obsolete e cercare nuove forme di cinefilia.

news correlate
in Primo Piano

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati