Florence

Film 2016 | Biografico +13 110 min.

Titolo originaleFlorence Foster Jenkins
Anno2016
GenereBiografico
ProduzioneGran Bretagna
Durata110 minuti
Al cinema1 sala cinematografica
Regia diStephen Frears
AttoriMeryl Streep, Hugh Grant, Simon Helberg, Rebecca Ferguson, Nina Arianda, Neve Gachev John Kavanagh, Dilyana Bouklieva, David Haig, Josh Oconnor, Christian McKay, Mark Arnold.
Uscitagiovedì 22 dicembre 2016
TagDa vedere 2016
DistribuzioneLucky Red
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 3,35 su 36 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Stephen Frears. Un film Da vedere 2016 con Meryl Streep, Hugh Grant, Simon Helberg, Rebecca Ferguson, Nina Arianda, Neve Gachev. Cast completo Titolo originale: Florence Foster Jenkins. Genere Biografico - Gran Bretagna, 2016, durata 110 minuti. Uscita cinema giovedì 22 dicembre 2016 distribuito da Lucky Red. Oggi tra i film al cinema in 1 sala cinematografica Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,35 su 36 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi
Florence
tra i tuoi film preferiti.




oppure

La strana carriera della ricchissima Florence Foster Jenkins che tentò di diventare una grande cantante senza rendersi conto di non avere talento. Il film ha ottenuto 2 candidature a Premi Oscar, 1 candidatura a David di Donatello, 4 candidature a Golden Globes, 4 candidature e vinto un premio ai BAFTA. In Italia al Box Office Florence ha incassato nelle prime 4 settimane di programmazione 2,7 milioni di euro e 405 mila euro nel primo weekend.

Consigliato sì!
3,35/5
MYMOVIES 3,50
CRITICA 3,30
PUBBLICO 3,24
CONSIGLIATO SÌ
Una donna che ha vissuto una vita fuori norma inseguendo la sua inclinazione fatale, disastrosa e istrionica per l'arte lirica.
Recensione di Marzia Gandolfi
venerdì 21 ottobre 2016
Recensione di Marzia Gandolfi
venerdì 21 ottobre 2016

New York, 1944. Florence Foster Jenkins è una melomane facoltosa che si crede dotata per il canto. Fiaccata da una malattia che cova dietro le perle e nella penombra della sua stanza, Florence decide di perfezionare il suo 'talento' con un maestro compiacente. Perché marito ed entourage hanno deciso di tacitare la sua mediocrità. Cantare per Florence non è un capriccio ma una terapia che le permette di vivere pienamente, ricacciando i fantasmi. Ma quello che doveva essere un trastullo colto per apprendere il repertorio classico, diventa il desiderio incontenibile di trovare un palcoscenico. Maestro e consorte si prestano al gioco e l'accompagnano, uno al piano, l'altro in attesa dietro le quinte, sulle tavole celebri della Carnegie Hall. Nella speranza che il concerto non volga in fiasco.
Tutto era già stato detto su Florence Foster Jenkins: il suo desiderio bruciante di diventare cantante, la sua incapacità di cantare, il lavoro accanito per apprendere la tecnica, il silenzio complice del marito, il concerto fallimentare, la sua morte. Nel 2015 esce in sala Marguerite, dramma ispirato al celebre soprano (senza voce) americano. Xavier Giannoli si prende qualche libertà col modello originale ma è facile rintracciare la sua storia sotto la maschera della finzione e l'ingenuità eccentrica della superba Catherine Frot. Traslocata nella Parigi degli anni Venti e delle avanguardie, l'autore francese ricaccia la tentazione di cedere alla caricatura e piega il soggetto alla sua poetica: l'ossessione per la metamorfosi, la trasfigurazione, la disfunzione narcisistica, la reinvenzione di sé.
Più fedele, l'adattamento di Stephen Frears restituisce alla protagonista il suo quadro spazio-temporale, la New York degli anni Quaranta, recupera ai personaggi i nomi di chi li ha ispirati e allega nei titoli di coda le foto della vera Florence Foster Jenkins, del suo consorte St. Clair Bayfield e del suo pianista Cosmé McMoon. Diversi nelle intenzioni e nella realizzazione, Marguerite e Florence condividono nel titolo e nello svolgimento una donna che ha vissuto una vita fuori norma inseguendo la sua inclinazione fatale, disastrosa e istrionica per l'arte lirica. Partendo da un personaggio reale e a dispetto della sua fantastica irrealtà, Frears si accende per l'ossessione di Florence e si espone a una comparazione, che pareggia con stile. Il regista britannico pesca nella sua filmografia e dice la sua su questa borghese grottesca, depositaria di un'enorme fortuna, incredibilmente resiliente e totalmente folle. Come ma diversamente dal suo predecessore, Frears non si accontenta di realizzare un biopic e prosegue la riflessione che aveva già avviato con Lady Henderson presenta, dissertando di arte e del ruolo che giocano gli artisti (anche mediocri) nella società. Una società ancora una volta stretta nella morsa della guerra. La Grande Guerra ieri, il secondo conflitto mondiale oggi. L'imprenditrice teatrale di Judi Dench (Lady Henderson presenta) e la chanteuse naïf di Meryl Streep (Florence) sono convinte che l'arte possa sostenere e rallegrare le truppe impegnate sul fronte. Ma per Florence la battaglia che infuria nelle trincee del Vecchio Continente è soprattutto la manifestazione di un conflitto interiore, di un limite imposto dalle sue corde vocali.
Incarnata da Meryl Streep con gesto manierato e consolidato, Florence è una sopravvissuta a un matrimonio combinato, a una malattia ereditata dall'ex consorte, alla solitudine che la ghermisce nella camera da letto, alla perfetta incoscienza della sua splendida voce falsa, ai tradimenti del nuovo compagno, l'aristocratico charmeur interpretato da Hugh Grant, che trova un altro ruolo a misura del suo cambiamento interrogandoci daccapo sulla longevità di un artista. Frears, alla maniera di St. Clair Bayfield, protegge la sua eroina, 'corrompe' i critici e convince lo spettatore del valore del suo canto. E poco importa se la nota non è quella giusta. Se la prima categoria non si piega reputando Florence inconciliabile con un sistema stabilito di criteri tecnici ed estetici, la seconda abbraccia commossa il sogno di Florence, la purezza del suo desiderio. Come Frears, ci scopriamo tutti innamorati, per ridere troppo a lungo di lei, un fenomeno da freak show che s'ignora magnificamente.
Divertissement sentimentale con una fibra comica pronunciata e una lacrima trattenuta, Florence si accorda con Meryl Streep, Hugh Grant, Simon Helberg, attori impareggiabili e antitesi di una donna investita totalmente dal suo desiderio, priva del loro dono ma la cui ingenuità e autenticità ne definiva tutto lo charme. Il motore, in Marguerite e Florence, è la fiducia. La fiducia in qualcuno. Ma se il sostegno di Georges Dumont per Marguerite Dumont è condizionato e affatto sincero, quello di St. Clair Bayfield per Florence è assoluto, indecifrabile e sposta il baricentro del personaggio di Hugh Grant, che sublima il ridicolo e converte la mediocrità in sentimento. Risvegliata dal suo sogno, Florence Foster Jenkins morirà colpita al cuore dai detrattori. Perché non c'è niente che centri il cuore come il grande talento o l'assoluta mancanza di talento.

Sei d'accordo con Marzia Gandolfi?
FLORENCE
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
Rakuten tv
-
-
-
-
TIMVISION
-
-
-
-
-
CHILI
-
-
-
iTunes
-
-
-
-
-
-
Google Play
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
mercoledì 28 dicembre 2016
Filippo Catani

New York 1944. La facoltosa Florence Foster Jenkins coltiva da anni il sogno di potersi esibire in pubblico cantando alcune celebri arie. Il marito la asseconda in questo desiderio facendole prendere lezioni private da un maestro e un pianista compiacenti ma un giorno Florence decide di fare sul serio. Una storia ironica e molto divertente che ci restituisce un personaggio che ha vissuto per il teatro [...] Vai alla recensione »

giovedì 29 dicembre 2016
Silvano Bersani

Difficile mettere sullo schermo una "storia vera" senza cadere nel limite oggettivo del didascalico e del documentario a cortometraggio. Invece qui, evviva, scampato pericolo. Su una struttura narrativa tutto sommato esile e fragilina è stato costruita una sceneggiatura robusta e convincente. La ricostruzione filologica dell'epoca e del contesto poi offre valore aggiunto a tutto [...] Vai alla recensione »

martedì 7 febbraio 2017
Maria Cristina Nascosi Sandri

 Recensione di Maria Cristina NASCOSI SANDRI - Esce sugli schermi italiani, a distanza di oltre un anno da Marguerite di Xavier Giannoli presentato alla 72a Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia, con una strepitosa Catherine Frot, Florence di Stephen Frears, edizione inglese di un medesimo plot, tratto dal vero, protagonista Mery Streep, più brava e carismatica di [...] Vai alla recensione »

giovedì 29 dicembre 2016
fabriziog

 “Florence” è uno straordinario film di Stephen Frears, florilegio attoreo di ultraterrene capacità interpretative e mimiche di tre personalità del mondo cinematografico anglo-americano: Meryl Streep, Hugh Grant e Simon Helberg. Opera biografica che accentra l’attenzione sull’ultimo anno di vita (1944) della più famosa cantante-stonata [...] Vai alla recensione »

mercoledì 18 gennaio 2017
cinemarptvstaff.eu

1944. Seconda guerra mondiale. Florence Foster Jenkins è una donna benestante, elegante, accompagnata da un marito attore, non proprio fedele, malata a causa di una malattia trasmessa dal suo precedente consorte. E' sola con i suoi acciacchi. L'unica grande passione di Florence è la lirica. Il canto classico. Melomane, accompagnata dal marito, va nei teatri a godere delle [...] Vai alla recensione »

venerdì 6 gennaio 2017
maumauroma

Quest'ultima opera di Stephen Frears rievoca la storia vera di Florence Foster Jenkins, facoltosa signora dell'alta borghesia newyorkese, appassionata di musica ,  dedita al mecenatismo e assidua dispensatrice di ricche donazioni a favore di artisti, di teatri e di fondazioni musicali. Grazie a tali prebende si "guadagno' " in tal modo l'amicizia [...] Vai alla recensione »

mercoledì 4 gennaio 2017
Francesco Izzo

Filmetto natalizio in cui la presenza di hugh grant (tra i protagonisti) garantisce la leggerezza del prodotto.. E' brava come al solito la Streep a rendere l'ingenua attricetta americana anni 40 con velleità canore. Simpatico anche il personaggio del giovane pianista, trascinato dall'avidità del "marito" - accoppiato a tutti gli effetti ad una donna ben più [...] Vai alla recensione »

martedì 3 gennaio 2017
no_data

Non si comprende come questa piacevole, a tratti comica, e molto delicata pellicola possa essere stata tanto osannata dalla critica. Ottima l'interpretazione della Streep, grandissima attrice dal talento indiscusso che ancora una volta, se mai ce ne fosse bisogno, stupisce per la sua versatilità. Bravissimo e impeccabile Hugh Grant, che lasciate le vesti del romanticone di Notting Hill veste [...] Vai alla recensione »

sabato 22 luglio 2017
vanessa zarastro

Tratto da una storia vera, "Florence" è il secondo film nel giro di un paio d’anni, ad aver stimolato le fantasie di registi cinematografici. Uscito quest’inverno e ripescato in questi giorni in arena, il film presenta una terna di attori strepitosi - Meryl Streep, Hugh Grant, Simon Helberg - sulla cui recitazione si basa tutto il merito. La versione francese girata nel 2015 si chiamava "Marguerite", [...] Vai alla recensione »

domenica 8 gennaio 2017
preston

Il film raconta la storia di un personaggio realmente esistito: Florence Foster Jenkins. Florence impersonata da una grande Meryl Streep ha 18 anni ha contratto la sifilide dal marito malattia che le rovinò la salute e le compromise le corde vocali. Diventata ricca ereditiera alla morte del padre e divorziato dal marito. si risposò (nella realtà probabilmente convisse) con un un uomo molto più giovane [...] Vai alla recensione »

domenica 1 gennaio 2017
francesca50

L'interpretazione di Meryl Streep e Hugh Grant è straordinaria ma anche Simon Helberg non è da meno. Il film è originale e fa capire a mio parere quello che può raggiungere l'amore per l'arte, ma anche tra esseri umani. Il marito asseconda infatti i sogni melomani di Florence perché in fondo, pur essendo questo un matrimonio bianco per via della sifilide [...] Vai alla recensione »

domenica 25 dicembre 2016
Ruger357MgM

Basta pagà : la morale del film sta tutta in questo banale concetto microeconomico alla base della legge della domanda e dell'offerta.La storia, tratta pare da fatti veri, è quella di una milionaria melomane e mecenate che, per dar sfogo alle suebizzarrie non rrova di meglio che esibirsi,a scopi benefici,dinanzi ad un claque appositamente addomesticata, a suon di verdoni da un Hugh [...] Vai alla recensione »

sabato 3 giugno 2017
Valter Chiappa

“Tratto da un storia vera”, “Ispirato a fatti realmente accaduti”: la scritta sparata nei trailer è evidentemente un richiamo. Le foto in bianco e nero che scorrono nei titoli di coda hanno una fascinazione: quella storia è veramente successa, quei personaggi esistiti. Gli spettatori che ne sono colpiti sono in numero tale da costituire un pubblico.

sabato 11 marzo 2017
jackmalone

Che c'è di più bello dell'amore per l'arte e per la musica? Forse è ancora più bello l'amore per l'amore: il rispetto e la devozione tra due coniugi che vivono come fratello e sorella ma che condividono un'intesa perfetta, irrangiungibile ai più, fatta di condivisione di interessi e di complicità.

domenica 8 gennaio 2017
Maurizio.Meres

La bellezza del film è dettata dalla grande interpretazioni dei tre protagonisti,la Meryl Streep oserei dire superba,si vede tutta la grande professionalità che la distingue ormai da lungo tempo,è come se volesse dire al grande publico che è ancora una delle migliori,fa rivivere il personaggio in tutta la sua sofferenza nella malattia ma con una grande voglia di vivere,riempie la scena in un trionfo [...] Vai alla recensione »

domenica 8 gennaio 2017
enzo70

Il film è tratto da una incredibile storia vera. Florence Foster Jenkins, interpretata dalla solita deliziosa, Meryl Streep, è stata una grandissima amante della musica ed ha sostenuto la scena musicale newyorkese per un lunghissimo periodo. Ma il grande desiderio della donna è sempre stato quello di cantare, nonostante non avesse alcun talento; ed una vena di follia, probabilmente alimentata dalla [...] Vai alla recensione »

domenica 1 gennaio 2017
ROBERT EROICA

A “Florence”, per essere uno dei campioni nell’estetica del brutto, manca del tutto la consapevolezza. Quella derivante dalle ambizioni smodate e dalla scarsa autocritica della sua protagonista, Florence Jenkins, mecenate e ricchissima, ma senza alcuna dote artistica nella voce. L’orrore del canto diventa allora scimmiottamento della messa in scena, allitterazione compulsiva [...] Vai alla recensione »

venerdì 6 gennaio 2017
francesca romana cerri

E' un assoluto capolavoro e non mi ha stupito leggere le recensioni tiepidine perchè è un film che colpisce talmente la platea fornendogli un impietoso specchio che solo chi ha vero talento può riderne e commuoversi, tutti gli altri si difendono. Poichè il c'entro del film, ispirato ad una storia vera e architettato benissimo perchè esca fuori l'aspetto simbolico della vicenda è la Menzogna e il [...] Vai alla recensione »

lunedì 2 gennaio 2017
Flyanto

"Florence", l'ultima opera cinematografica del regista inglese Stephen Frears, racconta la storia della miliardaria americana Florence Foster Jenkins che si dedicò per tutta la vita alla sua grandissima passione per il canto senza però averne il benchè minimo talento. Sposata in seconde nozze con un uomo più giovane di lei, un artista fallito e senza un soldo ma che le stette sempre accanto devotamente [...] Vai alla recensione »

mercoledì 28 dicembre 2016
Silver90

Virtuosismi vocali compresi, Meryl Streep interpreta con grande istrionismo Florence Foster Jenkins, una donna ossessionata dalla musica e fiaccata nel corpo e nella pelle da una malattia venerea. Accanto a lei, un ottimo Hugh Grant riveste i panni del giovane consorte premuroso e protettivo, capace di tenere alla larga i giornalisti impertinenti e di difendere la mediocrità della moglie, anche se [...] Vai alla recensione »

giovedì 29 dicembre 2016
ANTONIO RUGGIERO

Ad Hollywood piace molto dedicare film a personaggi bizzarri e stravaganti. Qualche anno fa feci la la piacevole scoperta di un certo Liberace (Titolo del film Dietro i candelabri di Steven Soderbergh) un eccentrico pianista interpretato da Michael Douglas. Ora è la volta di una ricca esponente dell’alta società newyorkese con una passione febbrile per il canto, tale Florence Foster [...] Vai alla recensione »

mercoledì 28 dicembre 2016
Silver90

Virtuosismi vocali compresi, Meryl Streep interpreta con grande istrionismo Florence Foster Jenkins, una donna ossessionata dalla musica e fiaccata nel corpo e nella pelle da una malattia venerea. Accanto a lei, un ottimo Hugh Grant riveste i panni del giovane consorte premuroso e protettivo, capace di tenere alla larga i giornalisti malintenzionati e di difendere la mediocrità della moglie, anche [...] Vai alla recensione »

giovedì 5 gennaio 2017
Nalipa

Le tre stelle sono per gli attori in quanto ho trovato la sceneggiatura un po' deboluccia. La vicenda, tratta da una storia vera, e' la vita della cantante Florence Foster Jenkins; ricca altoborghese americana che nonostante fosse una pessima interprete d'opera si esibi' accompagnata al piano da Cosme' McMoon in teatri importanti mentre il marito teneva lontani i critici.

domenica 1 gennaio 2017
francesca50

vedi recensione su Forum

lunedì 15 maggio 2017
mari

IO HO TROVATO IL FILM DELICATO E UNA MERYL STREEP ECCEZIONALE FANTASTICA . ANCHE HUGH GRANT E' UN MARITO PREMUROSO E GENTILE

lunedì 15 maggio 2017
mari

Film eccezionale commovente

venerdì 3 febbraio 2017
sirio

Trent'anni fa un caro amico cabarettista mi parlò per la prima volta di Florence Foster-Jenkins, definendola "la cantante più stonata della storia", facendomi ascoltare una sua registrazione della Regina della notte. Sono andato a vedere questo film con questo ricordo: mi aspettavo la storia di una miliardaria stonatissima, eccentrica e molto snob, illusa da un bieco marito [...] Vai alla recensione »

domenica 22 gennaio 2017
Emanuele 1968

Voto 4,5 - Hugh Grant, belluomo bravo ecc. però secondo me inadeguato. Difficile non ridere, comunque per me merita, forse sarebbe stato meglio se la storia fosse trattata tipo commedia melodrammatica, ma va bene cosi.

giovedì 29 dicembre 2016
Flavio1234

Non capisco l' entusiasmo per un film del genere. Una storia che poteva essere anche non raccontata con una Meryl Streep più brutta del solito e trasformata in una penosa macchietta. Scene ripetitive, gorgheggi insopportabili. Solo la presenza dei due attori di contorno ( un brillante Hugh Grant cosa incredibile !, e il giovane attore che non conosco nel ruolo del pianista ) procurano dei momenti divertenti [...] Vai alla recensione »

venerdì 23 dicembre 2016
ANTONIO RUGGIERO

Ad Holliwood piace molto dedicare film a personaggi  bizzarri e stravaganti. Qualche anno fà feci la  la piacevole scoperta  di un certo Liberace (Titolo del film Dietro il candelabro di Steven Soderbergh)  un eccentrico piamista interpretato da Michael Douglas. Ora è la volta di una ricca esponente dell’alta società newyorkese con una passione febbrile [...] Vai alla recensione »

Frasi
"...tutti possono dire che ho cantato"
Una frase di Florence Foster Jenkins (Meryl Streep)
dal film Florence - a cura di Lucia Taddei
Forse non saprò cantare, ma nessuno potrà dire che non ho cantato
Florence Foster Jenkins (Meryl Streep)
dal film Florence
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
venerdì 23 dicembre 2016
Fulvia Caprara
La Stampa

Recitare accanto a un monumento di bravura, in un film che ne esalta, per l'ennesima volta, le doti straordinarie. In tanti avrebbero fatto un passo indietro, declinando gentilmente l'offerta. Non Hugh Grant, fidanzato imbranato e amante impenitente di tante commedie dal gusto profondamente british, che, in Florence, di Stephen Frears, mattatrice Meryl Streep, interpreta St.

venerdì 23 dicembre 2016
Massimo Bertarelli
Il Giornale

Dovrebbe arrivare il quarto Oscar per la strepitosa Meryl Streep: la ventesima nomination sarebbe troppo poco. Quant'è brava non lo si scopre oggi; eppure ogni volta riesce a sorprendere per la naturalezza e la classe con cui sa dar vita a un'eroina magicamente diversa dalle precedenti. In questa divertente, a tratti irresistibile commedia, diretta con la consueta eleganza dal veterano inglese Stephen [...] Vai alla recensione »

venerdì 23 dicembre 2016
Fabio Ferzetti
Il Messaggero

Una cantante dalla voce spaventosa, un attore fallito che campa alle spalle della ricca cantante sua moglie. E un pianista texano minuscolo, effeminatissimo, con un enorme nasone, due occhi che ridono e un nome assurdo ma vero - Cosme McMoon - che in quello spericolato ménage trova la sua grande occasione. Almeno per un po'. Aggiungete la New York mondana del 1944, due apparizioni di Arturo Toscanini, [...] Vai alla recensione »

venerdì 23 dicembre 2016
Silvio Danese
Quotidiano Nazionale

Florence Jenkins (1868-1944) non fu la cantante più stonata della storia dei concerti, ma la non-cantante più ispirata dalla musica. Il suo desiderio di librarsi nel canto, cosa che anche i più inabili provano a cuore aperto, ha ispirato, dopo il più efficace "Marguerite" di Gianoli & Catherine Frot, l'anno scorso, anche Frears con la Streep (centrata, capace, emozionante).

venerdì 23 dicembre 2016
Anna Maria Pasetti
Il Fatto Quotidiano

Con la sua voce sfidava la scienza medica, eppure era dotata di un candore tanto soave da conquistare chiunque. Nella New York del 1944, l'ereditiera miliardaria Florence Foster Jenkins era devota alla musica classica e alla lirica su cui si cimentava personalmente esibendo audaci performance canore per una cerchia di amici: peccato non avesse la percezione della propria incapacità assoluta di cantare. [...] Vai alla recensione »

NEWS
GALLERY
venerdì 21 ottobre 2016
 

Ospite d'onore della giornata, la vera protagonista di ieri alla Festa di Roma è stata la signora del cinema americano Meryl Streep. Prima di incontrare il pubblico per parlare della sua carriera e delle grandi attrici italiane del passato, ha presentato [...]

winner
miglior trucco
BAFTA
2017
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati