Room

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Room   Dvd Room   Blu-Ray Room  
Un film di Lenny Abrahamson. Con Brie Larson, Megan Park, William H. Macy, Jacob Tremblay, Joan Allen.
continua»
Titolo originale Room. Drammatico, Ratings: Kids+16, durata 118 min. - Irlanda 2015. - Universal Pictures uscita giovedì 3 marzo 2016. MYMONETRO Room * * * 1/2 - valutazione media: 3,65 su 46 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato assolutamente sì!
3,65/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari * * * 1/2 -
 critica * * * 1/2 -
 pubblico * * * 1/2 -
   
   
   
Il libro da cui è tratto il film ha venduto 2,5 milioni di copie solo in Inghilterra ed è stato tradotto in 35 lingue.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Un dramma ad alto tasso di emozione. Merito della scelta del punto di vista, della regia ad immersione e della sceneggiatura
Marianna Cappi     * * * 1/2 -

Jack vive nella stanza. La stanza è la sua casa. Il lavandino, il lucernario, la lampada sono i suoi amici. E Ma' è sempre con lui. La notte, quando irrompe Old Nick per infilarsi nel letto di suo madre, Jack sta nascosto nell'armadio, ma poi è di nuovo mattina e tutto va bene. Quando compie cinque anni, però, la mamma lo sorprende con una rivelazione sconcertante: c'è un mondo al di là della porta blindata di cui non conoscono il codice, fatto di cose e persone reali, e loro devono uscire da lì e devono ad ogni costo tornare a casa, quella vera.
È un film potente, Room , di una potenza sfaccettata, che può rimare col disagio, anche estremo, che prende lo spettatore alla primissima sequenza, quando gli viene chiesto di credere con Jack che la prigione di pochi metri in cui un maniaco ha rinchiuso una ragazza di diciassette anni e poi suo figlio fin dalla nascita, sembri ampia e accogliente, una vera casa, che non manca di nulla. Oppure può rimare con tensione, speranza, paura, gioia immensa o immenso sollievo, come accade nella scena sul furgone, una delle più emozionanti del cinema recente, così forte da lasciare in apnea. Merito della scelta del punto di vista, quello di Jack, appunto, il più inconsapevole tanto del male quanto del bene, ma anche della regia ad immersione e della sceneggiatura ad opera della stessa scrittrice del romanzo di partenza, Emma Donoghue, che conosce quei personaggi meglio di chiunque altro.
La stessa scena del furgone segna una cesura importante: da quel momento la stanza non è più il luogo fisico in cui si muovono (per così dire) Jack e Ma', ma diventa un luogo mentale e le sue dimensioni subiscono un'ulteriore distorsione. Una sorta d'istinto di autodifesa spinge a questo punto lo spettatore a sussurrare idealmente nelle orecchie di Abrahamson: "fermati qui, o rovinerai tutto", imboccando un'altra storia, un altro film. Invece il regista ci sorprende, rivelando un progetto più completo e complesso rispetto al thriller emotivo di partenza: un dramma psicologico che ritaglia, in realtà, con grande sapienza la porzione di racconto che pone sotto l'obiettivo, una porzione in cui la seconda metà è speculare alla prima, in una continuità perfetta di tono e di tocco, nonostante la radicale diversità del setting.
Brie Larson e Jacob Tremblay si rimbalzano il testimone di una maratona attoriale ad alto tasso di emozione, optando sempre con grande giudizio per la soluzione in levare. Dal loro legame dipende l'intera impalcatura del film e loro sanno reggerla con grazia e solidità.

Incassi Room
Primo Weekend Italia: € 510.000
Incasso Totale* Italia: € 1.092.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 20 marzo 2016
Incasso Totale* Usa: $ 14.485.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 27 marzo 2016
Sei d'accordo con la recensione di Marianna Cappi?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
79%
No
21%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Room

premi
nomination
Premio Oscar
1
4
Golden Globes
1
3
BAFTA
1
2
* * * * -

Il cielo in una stanza

martedì 19 gennaio 2016 di Crabiele

Che dire di questo film? Semplicemente meraviglioso e perfetto sotto tutti i punti di vista. Il regista sceglie di adottare il punto di vista di Jack, 5 anni, nato e cresciuto dentro la STANZA, quella del titolo, insieme alla mamma rapita e segregata lì 7 anni prima. Questa scelta registica balza subito agli occhi dello spettatore con tutta la sua potenza emotiva e riflessiva. Che dire poi della sceneggiatura (tratta da un libro ispirato a fatti veri - quello del tizio austriaco che aveva rinchiuso continua »

* * * * *

Piccolo grandissimo jack!

domenica 6 marzo 2016 di irene

Non c'è niente di sbagliato, in questo film, niente che non sia riuscito. Non è una novità per chi appena un po' conosce il regista Lenny Abrahamson, persona sensibile e gentile quanto modesta. Diretto in maniera perfetta, quasi tutto in interni, la prima parte in pochi metri quadrati, il film afferra le nostre menti e anche i nostri cuori dall'inizio. Il rapporto madre/figlio è fatto di grande tenerezza ma anche di risposte dure, di momenti difficili, sia continua »

* * * * -

Il mondo oltre la stanza

sabato 16 gennaio 2016 di Eugenio

C’è una premessa per il nuovo film dell’olandese Abrahamson e si chiama Frank. Frank, film del 2014 con protagonista un capace Fassbender che indossava una gigante maschera di cartapesta come travestimento per riuscire ad affrontare la vita, nello specifico, le insidie musicali, tracciava la via a quello che sarebbe stato l’intento del regista nelle pellicole successive: utilizzare un paravento, un nascondiglio come rifugio in una gabbia della propria intimità , continua »

* * * * -

Meglio non andarci

domenica 20 marzo 2016 di Luigi Chierico

Entrato in sala per oltre un ora mi ritrovo in un vano (room) che fa da appartamento ad una mamma e ad un figlio, a Ma Newsome e a Jack Newsome interpretati dall’Oscar Brie Larson e da Jacob Tremblay. Come ci siano entrati e da quando tempo lo saprò restando con loro. Non c’è un perché ed un per come a rendere drammatica o da incubo la loro presenza in quella stanza. Prigioniera lei, saprò poi da sette anni,con un figlio che compie 5 anni che non conosce il mondo se non tramite la TV. Suoi compagni continua »

Brie Larson (Joy 'Ma' Newsome)
Jack ora ascoltami questa è la nostra occasione.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Jacob Tremblay (Jack Newsome)
Camion, sguscia via, salta quando il camion rallenta, corri...qualcuno.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase
Shop

DVD | Room

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 22 giugno 2016

Cover Dvd Room A partire da mercoledì 22 giugno 2016 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Room di Lenny Abrahamson con William H. Macy, Joan Allen, Jacob Tremblay, Brie Larson. Distribuito da Universal Pictures. Su internet Room (DVD) è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 11,99 €
Prezzo di listino: 15,99 €
Risparmio: 4,00 €
Aquista on line il dvd del film Room

SOUNDTRACK | Room

La colonna sonora del film

Disponibile on line da venerdì 6 novembre 2015

Cover CD Room A partire da venerdì 6 novembre 2015 è disponibile on line e in tutti i negozi la colonna sonora del film Room del regista. Lenny Abrahamson Distribuita da Lakeshore.

FOCUS | Room e i survival movies nel cinema contemporaneo, affascinato dagli spazi angusti e allo stesso tempo da quelli sconfinati.

Cinema dell'esperienza estrema

domenica 6 marzo 2016 - Roy Menarini

Cinema dell'esperienza estrema Il cinema claustrofobico rappresenta probabilmente una delle sfide più intense per i cineasti. A osservare le foto di scena e i making of di Room, si possono gustare tutte le strategie utilizzate da Lenny Abrahamson per piazzare la macchina da presa dietro le pareti, sotto il pavimento, in mezzo alla stanza in cui i due protagonisti sono rinchiusi da anni. Molti di noi, guardando il film appena premiato per la migliore attrice protagonista (Brie Larson), hanno vagato con la fantasia e con i ricordi cinefili, compresi quelli dalla storia del videoclip - chi rammenta il formidabile video che Tim Pope diresse per i The Cure, Close to Me, in cui la band suonava chiusa in un armadio? Dirigere in spazi stretti è dannatamente difficile, e diventa una sfida di enorme valore cinematografico.

   

NEWS | Dal bestseller di Emma Donoghue, l'amore di una madre. Prossimamente in sala.

Il trailer e il poster ufficiale

giovedì 6 agosto 2015 - a cura della redazione

Room, il trailer e il poster ufficiale Il bestseller internazionale di Emma Donoghue (in Italia pubblicato con il titolo "Stanza, letto, armadio, specchio") è adattato da lei stessa in un film per il grande schermo. Il film racconta la storia di un bambino di cinque anni che sta crescendo in America, in un capannone piccolissimo, che pensa essere l'intero mondo. La sua giocosa, giovane madre devota l'ha protetto dalla verità, ovvero che sono tenuti prigionieri. Il film Room, diretto da Lenny Abrahamson, di cui vediamo il poster e il primo trailer ufficiale, è interpretato da Brie Larson, Megan Park, William H.

   

VIDEO | In esclusiva un backstage del film di Lenny Abrahamson candidato a 4 premi Oscar, tra cui miglior film. Dal 3 marzo al cinema.

Cinque anni vissuti in una stanza

martedì 23 febbraio 2016 - a cura della redazione

Room, cinque anni vissuti in una stanza Jack vive nella stanza. La stanza è la sua casa. Il lavandino, il lucernario, la lampada sono i suoi amici. E Ma' è sempre con lui. La notte, quando irrompe Old Nick per infilarsi nel letto di suo madre, Jack sta nascosto nell'armadio, ma poi è di nuovo mattina e tutto va bene. Tratto dal best seller "Stanza, letto, armadio, specchio" di Emma Donoghue (anche autrice della sceneggiatura), Room - di cui vediamo un backstage in esclusiva - è candidato a 4 premi oscar (tra cui miglior film), e ha già vinto il Golden Globe per la migliore attrice protagonista in un film drammatico (la sorprendente Brie Larson).

   

Ma e il suo bambino segregati nel bunker poi alla scoperta della vita vera

di Paolo D'Agostini La Repubblica

La storia narrata nel film dell'irlandese Lenny Abrahamson (e nel libro di Emma Donoghue) s'ispira a un caso di pochi anni fa. Nel 2008 si scoprì che l'austriaco Josef Fritzl, ora in carcere a vita, aveva tenuto per 24 anni sua figlia Elisabeth segregata in un bunker dove abusava di lei e dove erano nati sette figli incestuosi. Nel film una giovane donna vive rinchiusa con il suo bambino di 5 anni ricevendo le visite dell'uomo che l'ha rapita e dalle cui violenza il bimbo è nato. La ragazza ha allevato il figlio, ignaro del mondo esterno, compiendo ogni sforzo perché il piccolo si senta protetto e amato (come Benigni con il piccolo Giosuè). »

Incanta il dramma del bimbo sequestrato

di Maurizio Acerbi Il Giornale

Ha ricevuto quattro candidature agli Oscar (vincendone una) decisamente meritate, perché questo è uno dei film più spiazzanti degli ultimi anni. La vicenda raccontata, purtroppo, come ci ha insegnato la recente attualità, non è nata dalla mente di uno sceneggiatore, ma prende spunto dall' ennesima storia vera (di Josef Fritzl, il mostro di Arnstetten, in Austria) che supera, come spesso accade, ogni più fervida fantasia. Un dramma psicologico che coinvolgerà chi è seduto in platea, catturato dalla sorte apparentemente segnata dei due protagonisti. »

Se il cielo è in una stanza

di Giulia D'Agnolo Vallan Il Manifesto

Liberamente ispirato al caso dell'austriaco Joseph Fritzl, che tenne prigioniera sua figlia per ventiquattro anni, nell'arco dei quali la costrinse a concepire sette figli, Room (in Italia Stanza, letto, armadio, specchio), della scrittrice irlandese Emma Donoghue, è un libro sul potere trasformativo dell'immaginazione e del racconto, un incubo che, filtrato attraverso gli occhi di un bambino, assume i contorni di una fiaba. Un luogo della realtà in cui una stanzetta fatiscente, crudelmente sigillata dal mondo esterno, diventa un intero pianeta, misterioso, ricco di avventura, rituali, personaggi, gioie, paure e affetti. »

Il mondo, ma non il cielo, è in una stanza di tre metri

di Federico Pontiggia Il Fatto Quotidiano

Make Room for my Oscar! Tradotto, fate posto al mio Oscar! Chissà se Brie Larson, 26enne attrice di Sacramento, California, l'avrà detto davvero, di certo, la statuetta più ambita al mondo è nelle sue disponibilità. Seguendo la moda imperante a Hollywood, forse avrà fatto spazio in bagno: quale posto più adatto perlo zio Oscar di una mensola fronte WC? Dopo il Golden Globe, anche agli 88esimi Academy Awards è Brie la migliore attrice protagonista, grazie alla prova nel drammatico Room, diretto da Lenny Abrahamson, già apprezzato in Frank, e tratto dal best-seller Stanza, letto, armadio, specchio firmato da Emma Donoghue. »

Room | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marianna Cappi
Pubblico (per gradimento)
  1° | crabiele
  2° | eugenio
  3° | irene
  4° | gaiart
  5° | rossi833
  6° | donato prencipe
  7° | rongiu
  8° | filippo catani
  9° | robert eroica
10° | lbavassano
11° | gdahlia
12° | lillapunto
13° | bericopredieri
14° | maumauroma
15° | mario nitti
16° | iuriv
17° | enzo70
18° | francesco2
19° | bob11_17
20° | gianleo67
21° | soleilmoon
22° | iris 29
23° | filippotognoli
24° | maurizio meres
25° | cos53
26° | vincenzo ambriola
27° | no_data
28° | no_data
29° | flyanto
30° | luigi chierico
Premio Oscar (5)
Golden Globes (4)
BAFTA (3)


Articoli & News
Trailer
1 | 2 | 3 | 4 |
Video
1|
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 |
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità