Il nome del figlio

Acquista su Ibs.it   Dvd Il nome del figlio   Blu-Ray Il nome del figlio  
Un film di Francesca Archibugi. Con Alessandro Gassman, Micaela Ramazzotti, Valeria Golino, Luigi Lo Cascio, Rocco Papaleo.
continua»
Commedia, Ratings: Kids+16, durata 94 min. - Italia 2015. - Lucky Red uscita giovedì 22 gennaio 2015. MYMONETRO Il nome del figlio * * * - - valutazione media: 3,19 su 71 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,19/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (ITALIA)
 dizionari * * * - -
 critica * * * - -
 pubblico * * * - -
   
   
   
Il film si ispira a "Le prénom", pièce teatrale di Alexandre de La Patellière e Matthieu Delaporte, trionfo teatrale a Parigi nella stagione 2010.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Vaudeville sociologico, commedia amicale che si fa viaggio di personaggi in cerca d'amore
Marzia Gandolfi     * * * - -

Paolo Pontecorvo, agente immobiliare con la battuta pronta e il vizio della beffa, e Simona, aspirante scrittrice di periferia col vizio della gaffe, aspettano un bambino. In occasione di una cena, che raccoglie intorno al tavolo i futuri zii e la futura zia, Paolo comunica con enfasi e convinzione il nome scelto per il nascituro. La famiglia, composta da professori universitari, insegnanti e musicisti allineati a sinistra, non reagisce bene davanti a quel nome, un nome 'inquadrato' a destra e dentro un passato drammatico per la nazione. Dibattito e scambio di idee degenerano presto in una messa in discussione di valori, scelte e persone, che non mancano di offendere e ferire tutti, nessuno escluso. Ma qualche volta l'amore può fare miracoli e rimettere ordine nel caos degli affetti.
Ha ragione Francesco Piccolo, sceneggiatore del film con Francesca Archibugi, Il nome del figlio non è la versione italiana della commedia francese Cena tra amici. I due film, usciti in sala a distanza di tre anni, condividono soltanto il punto di partenza letterario, Le prénom, pièce teatrale di Alexandre de La Patellière e Matthieu Delaporte e trionfo teatrale a Parigi nella stagione 2010. Il nome di un bimbo in arrivo, annunciato durante una cena, è l'avvio e la bomba che esplode una dopo l'altra le maschere sociali dei commensali. A cambiare sono il salotto, convertito letteralmente e antropologicamente in italiano, e naturalmente il nome, ispirato dalla nostra letteratura e dalla nostra Storia. A confermarsi è un buon testo (drammaturgico) che rivela sommariamente il suo contesto.
Meno interessata ai cliché politici e lontana dal teatro filmato, Francesca Archibugi realizza una commedia 'orecchiabile', uno scavo nel passato (gli anni Settanta), con cui il film mantiene una relazione dialettica, per interrogarsi sul presente e provare a immaginare un futuro, 'generato' nell'epilogo. Se Cena tra amici è un divertissement abitato da bobo e bling-bling, ostentati e annullati dalle loro chiacchiere e da un inventario inesauribile di stereotipi, Il nome del figlio è un vaudeville sociologico, visto che la prosa è alternata da strofe cantate e conosciute, che si tuffa nel cuore dei suoi personaggi portando il film verso territori nuovi e riportandolo dentro i confini nazionali, dentro la nostra storia, le nostre vite cariche di preconcetti e pregiudizi.
La commedia amicale dell'Archibugi è un viaggio, lungo una cena, verso un incerto domani e la riconquista di un'oggettività di giudizio sul mondo e sulle persone. Sempre empatica nei confronti dei propri personaggi, la regista romana dirige un gruppo di attori intelligenti che, come 'canta' Dalla nel film, sono arrivati "alle porte dell'universo ognuno con i suoi mezzi e ognuno in modo diverso". Attori-autori, Valeria Golino, Luigi Lo Cascio, Rocco Papaleo e Alessandro Gassmann contribuiscono alla creazione del film, intrecciando una tensione emotiva ed estetica che raggiunge l'acme sulle note di "Telefonami tra vent'anni". Con loro ma fuori campo, fuori tempo rispetto al flusso di musica e di coscienza, fuori salotto e al di là della finestra, si (ri)leva Micaela Ramazzotti, attrice in purezza che in un monologo sincero incrina le maschere eccessive e la gestualità rilevata ed espansa al limite del credibile degli altri protagonisti. Il segno forte della recitazione della Golino, di Lo Cascio, di Papaleo e di Gassmann si confronta e fronteggia allora col naturalismo della Ramazzotti, che resiste irriducibile, e grazie al suo straordinario registro tragico, dentro il ruolo plebeo in cui è sbocciata e in cui il cinema italiano la costringe.
Buoni(sti) con o senza tormenti, i personaggi in cerca d'amore che abitano il salotto Pontecorvo sono in fondo quelli che affollano da sempre la filmografia dell'Archibugi, adulti e ragazzini che si scambiano i ruoli vicendevolmente (Mignon è partita, Il grande cocomero, L'albero delle pere). Un po' disillusi e un po' indifesi nei confronti del mondo che li circonda, ancora presi dal tentativo di liberarsi da una malinconia cronica e ardente, ancora in sella a casa o per le strade di Roma, nel traffico peggiore del mondo e nella vita.

Incassi Il nome del figlio
Primo Weekend Italia: € 1.117.000
Incasso Totale* Italia: € 2.765.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 15 febbraio 2015
Sei d'accordo con la recensione di Marzia Gandolfi?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
65%
No
35%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Il nome del figlio

premi
nomination
Nastri d'Argento
2
0
Globi d'oro
0
2
David di Donatello
0
4
* * * * -

Finalmente una nuova commedia italiana

martedì 20 gennaio 2015 di FrancySig

Scalda il cuore l’arrivo del nuovo film di Francesca Archibugi, una vera commedia italiana profonda e corale interpretata da un cast “familiare” perfettamente a suo agio nel ruolo. Ai deliziosi Gassman, Lo Cascio e Papaleo fanno da contrappunto le due splendide attrici protagoniste: Valeria Golino, che porta sul grande schermo il suo fascino enigmatico e il suo irresistibile magnetismo, e Micaela Ramazzotti, perfettamente a suo nel ruolo della bellezza popolare. Una commedia splendidamente scritta continua »

* * * * *

Magistrale ritorno della archibugi

martedì 20 gennaio 2015 di giusen

Il nuovo film di Francesca Archibugi è una commedia corale che vi metterà a vostro agio come se foste a cena con i vostri cari amici di sempre. Proprio da questa premessa prende le mosse “Il Nome del Figlio”: in una cena fra cinque vecchi amici, lo svelamento del nome di un figlio in arrivo diventa occasione per un confronto fra personalità diverse e vissuti comuni. Paolo (Gassman) è un agente immobiliare istrionico e burlone, sposato con Simona (Ramazzotti), principessa di borgata autrice di un continua »

* * * * -

Il migliore cinema italiano

martedì 20 gennaio 2015 di AliSubi85

La nuova pellicola della Archibugi si rivela una splendida commedia italiana, magistralmente scritta e favolosamente interpretata. La regista sviluppa una fantastica commedia corale e familiare che si muove attraverso dialoghi vivaci e personaggi magistralmente interpretati da un cast di stelle italiane. La storia racconta di una semplice cena fra vecchi amici di sempre in cui la rivelazione del nome scelto per il figlio in arrivo della coppia Gassman/Ramazzotti (Paolo e Simona nel film) innescherà continua »

* * * * -

Originale e profondo

martedì 20 gennaio 2015 di MauriTaz

Il nuovo film di Francesca Archibugi racconta le vicende di cinque amici Paolo (Gassman) e Simona (Ramazzotti), una coppia in attesa del primo figlio, Betta (Golino), sorella di Paolo, e Sandro (Lo Cascio). Tra i quattro l’amico Claudio (Papaleo), eccentrico musicista che incolla e compensa gli squilibri dei quattro. Quella che dovrebbe essere solita cena fra amici di sempre si trasformerà, però, in una sconvolgente discussione quando Paolo e Simona sveleranno il nome che hanno scelto di dare al continua »

Simona
"Come diceva Checov: ogni giorno è bene prendere della vita qualcosa che non abbia né trama né fine"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Ramazzotti
"E tweettami 'sto cazzo!"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Ramazzotti
"Si vede che la passera ha twittato..."
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Shop

DVD | Il nome del figlio

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 20 maggio 2015

Cover Dvd Il nome del figlio A partire da mercoledì 20 maggio 2015 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Il nome del figlio di Francesca Archibugi con Micaela Ramazzotti, Valeria Golino, Alessandro Gassmann, Rocco Papaleo. Distribuito da Warner Home Video. Su internet nome del figlio (DVD) è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 8,99 €
Prezzo di listino: 9,99 €
Risparmio: 1,00 €
Aquista on line il dvd del film Il nome del figlio

APPROFONDIMENTI | Il nome del figlio e le trappole del casting.

La cena per farli litigare

sabato 24 gennaio 2015 - Roy Menarini

La cena per farli litigare Cliché? Luoghi comuni? O archetipi e costanti narrative? Di fronte all'ultimo film di Francesca Archibugi ci si dividerà senz'altro tra chi soffre il ripetersi martellante delle consuete retoriche narrative e chi scorge invece nell'adattamento e nelle minime variazioni lo spazio per raccontare le trasformazioni sociali di oggi. Difficile, in questo caso, non vedere il bicchiere mezzo vuoto. In che senso Il nome del figlio sembra il progetto di chi pensa che mescolando i fattori il risultato non cambi? Non si tratta certo di stigmatizzare la pratica dell'adattamento, arte italiana se ce n'è una e di solito foriera di buoni risultati.

   

VIDEO | Una clip del nuovo film di Francesca Archibugi.

Un padre assente

venerdì 9 gennaio 2015 - a cura della redazione

Il nome del figlio, un padre assente Ispirato a Cena tra amici, il film francofono uscito nel 2012 che ha riscosso un notevole successo nelle sale, Il nome del figlio racconta le vicende di una coppia in attesa del primo figlio: Paolo, estroverso e burlone agente immobiliare, e Simona, bellissima di periferia e autrice di un best-sellers piccante. Oltre a loro Betta, sorella di Paolo, insegnante con due bambini, apparentemente quieta nella vita familiare, e Sandro, suo marito e cognato di Paolo, raffinato scrittore e professore universitario precario.

   

Archibugi, bel Carnage all'italiana

di Alessandra Levantesi La Stampa

Complimenti a Fabrizio Voglino, uno dei produttori, per aver convinto Francesca Archibugi a realizzare una versione nostrana di Le prenom, commedia di Alexandre de La Patellière (già da lui trasferita in film) che ricalca un po' nello schema Carnage di Yasmine Reza. Qui lo spunto polemico inteso a gettare scompiglio in un interno borghese è il nome Benito che il «burino di destra» Gassman annuncia di aver scelto per il suo nascituro, provocando l'esterrefatta reazione dei familiari radical-chic; e facendo emergere contrasti ideologici (la protervia del soldo contro l'arroganza del sapere), rivalse, rimpianti e segreti inconfessati. »

Tutti a tavola la guerra è servita

di Fabio Ferzetti Il Messaggero

Dai Parioli al Pigneto. Da La Terrazza a Il nome del figlio. Dagli anni 70 di Scola agli anni 10 della Archibugi. Lo schema è analogo: feroce resa dei conti in famiglia, la grande famiglia della Sinistra, durante una cena in terrazza . Per il resto cambia tutto: sentimenti, sfondo storico, retroterra morale. Là i protagonisti non avevano padri, questi invece sono aggrappati al passato. Nel film di Scola il passato non c'era, la terrazza era solo il contenitore da cui si dipartivano le storie venate di viltà o meschinità dei personaggi. »

Resa dei conti in famiglia

di Maurizio Acerbi Il Giornale

Paolo rivela, durante una cena a casa della sorella, sposata con un prof di sinistra, che chiamerà suo figlio, prossimo alla nascita, Benito. La notizia trasformerà la serata in una resa dei conti che coinvolgerà anche Simona, la madre in attesa, e l'amico di famiglia Claudio. Remake del francese Cena tra amici, il che toglie gusto ai vari colpi di scena. Pur con qualche difetto, però, 1'Archibugi sa trasformarlo in un film godibile e ben adattato al clima sociale italiano. Da Il Giornale, 22 g »

Il nome del figlio | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marzia Gandolfi
Pubblico (per gradimento)
  1° | sir gient
  2° | francysig
  3° | giusen
  4° | alisubi85
  5° | mauritaz
  6° | alex2044
  7° | antonietta dambrosio
  8° | nico_lrn
  9° | asfissio
10° | sergio dal maso
11° | gianleo67
12° | marce84
13° | raffele
14° | giampituo
15° | sabrina lanzillotti
16° | nanni
17° | antonietta dambrosio
18° | filippo catani
19° | laloli
20° | maurizio meres
21° | rita branca
22° | alessandro vanin
23° | ralphscott
24° | anty_capp
25° | dhany coraucci
26° | shaque
27° | macangel70
28° | paolo salvaro
29° | midnight
30° | no_data
31° | maria.f
32° | captain sensible
33° | lbavassano
34° | flyanto
35° | romifran
36° | angelagr
Nastri d'Argento (2)
Globi d'oro (2)
David di Donatello (4)


Articoli & News
Video
1|
Link esterni
Sito ufficiale
Facebook
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 22 gennaio 2015
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità