Il diritto di uccidere

Acquista su Ibs.it   Dvd Il diritto di uccidere   Blu-Ray Il diritto di uccidere  
Un film di Gavin Hood. Con Helen Mirren, Aaron Paul, Alan Rickman, Iain Glen, Barkhad Abdi.
continua»
Titolo originale Eye in the Sky. Drammatico, Ratings: Kids+13, durata 102 min. - Gran Bretagna 2015. - Teodora Film uscita giovedì 25 agosto 2016. MYMONETRO Il diritto di uccidere * * * - - valutazione media: 3,03 su 19 recensioni di critica, pubblico e dizionari. Acquista »
Consigliato sì!
3,03/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Usa)
 dizionari * * * - -
 critica * * * - -
 pubblico * * 1/2 - -
Un gruppo di terroristi viene messo sotto attacco. Fino a quando una bambina si trova sul loro percorso.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer Cinema
primo piano
Cinema come dialogo etico tra punti di vista contrapposti. Ultima interpretazione di un grande Alan Rickman
Emanuele Sacchi     * * * - -
Questo film è disponibile in versione digitale, scopri il miglior prezzo:
TROVASTREAMING

Il colonnello Powell guida a distanza una squadra di militari antiterrorismo nella cattura, in territorio kenyano, di una cittadina inglese che ha rinnegato il proprio Paese per il fondamentalismo islamico di Al Shaabab. Quando l'esercito, servendosi di droni, scopre la verità sui piani dei terroristi l'urgenza di fermarli con ogni mezzo diviene una priorità. Ma nei piani alti nessuno vuole prendersi la responsabilità di un attacco letale e dei suoi danni collaterali.
Quasi una rappresentazione teatrale, in cui su un tema destinato a dividere vengono esposti i diversi punti di vista. I tre poteri dello stato - militare, giuridico e politico - si trovano a dover prendere una decisione in nome del male minore. Qualcuno innocente, in ogni caso, si farà male. Hood non fa sconti, esibendo cadaveri tra le macerie senza morbosità, ma con il piglio verista di chi vuole ricostruire con la massima fedeltà una vicenda esemplare. Sulla guerra che è e sulla guerra che sarà, soprattutto.
Se Michael Bay ha scelto di concentrarsi sull'eroismo dei riservisti e sugli errori dei burocrati e Andrew Niccol sul dramma umano di chi gioca al videogame della guerra uccidendo esseri umani in carne e ossa, a Gavin Hood interessa il dilemma morale. È cinema antico il suo, che della contemporaneità utilizza la moltiplicazione degli schermi e dei dispositivi o la prospettiva del drone; il resto è classicità pura, affidata a due interpreti straordinari. Helen Mirren sceglie il cuore in inverno del colonnello Powell, consapevole della crudeltà di alcune scelte ma dedita esclusivamente al raggiungimento del proprio obiettivo. Alan Rickman, invece, nella sua ultima interpretazione, regala al generale Benson un assaggio della sua inconfondibile ironia british.
Senza negare mai la propria funzione di film che si presta all'apertura di un dibattito, il regista riesce umilmente a rinverdire i fasti di una forma di cinema troppo spesso trascurata. L'anacronistico film-caso di studio, figlio de La parola ai giurati di Sidney Lumet o, per restare in tema bellico, di Orizzonti di gloria di Kubrick, si riconfigura come dialogo socratico: una meticolosa ricostruzione dei fatti destinata a toccare dei nervi - politici, comportamentali, etici - scoperti e a rendere problematica una presa di posizione chiara che prescinda dalle ragioni dell'"altra parte". E il fatto che la sensazione di imperdonabile indecisione di fronte al dubbio morale che attanaglia sia ribaltata dallo schermo allo spettatore è fortemente voluto. Elementi che, uniti alle interpretazioni inevitabilmente impeccabili di Rickman e Helen Mirren, elevano Il diritto di uccidere al di sopra dell'aurea mediocritas in cui rischia, colpevolmente, di finire relegato. Peccato solo per un epilogo che mostra ciò che è superfluo mostrare, sbilanciando irreparabilmente l'equilibrio dialogico fin lì esemplare.

Stampa in PDF

TROVASTREAMING
IL DIRITTO DI UCCIDERE
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
Rakuten tv
-
-
CHILI
iTunes
-
-
-
-
-
-
Google Play
* * * - -

Il diritto di uccidere

venerdì 2 settembre 2016 di Nanni

Dalla war room dell'impero del bene, a migliaia di km dal teatro di guerra, si sta conducendo un'operazione ad alta intensità tecnologica che dovrebbe portare all'arresto di una pericolossisima cellula terroristica. Tutto precipita appena si realizza che la cellula sta per essere operativa............Il film ad alta tensione e molto ben costruito da Gavin Hood (regista non nuovo ad operazioni di questo tipo al servizio del Ministero della Propaganda e della Manipolazione dell'Impero, Vedi "Rendition" continua »

* - - - -

La falsa retorica del vero

domenica 21 agosto 2016 di LBavassano

Violentemente filomilitarista ed antipolitico, ma soprattutto ipocrita nella rappresentazione di un'organizzazione militare tanto tecnologicamente perfetta quanto umanamente preoccupata dai possibili effetti collaterali del proprio, comunque ampiamente giustificato, indispensabile, intervento, contrapposta ad una classe politica inetta, ridicola ed incapace di decidere, preoccupata unicamente dalla sussistenza di una copertura legale e soprattutto dal possibile impatto delle proprie scelte sull'opinione continua »

* * * * -

Un'ottima esercitazione di "carrellologia"

mercoledì 24 agosto 2016 di M.Barenghi

Il "dilemma del carrello" sta occupando da qualche decina d'anni i saggi dei filosofi che si occupano di etica, e può essere semplificato nella domanda: "sei disposto ad uccidere qualcuno, anche innocente, per evitare un danno di più vaste proporzioni?" Il quesito è il tema centrale di questo film molto avvincente e capace di creare una tensione quasi incontenibile nello spettatore. Il film racconta con uno stile volutamente giornalistico -a partire dalle connotazioni di tempo e vari luoghi in cui continua »

* * - - -

In guerra la verità è la prima vittima

martedì 23 agosto 2016 di FabioFeli

La citazione di Eschilo,“In guerra la verità è la prima vittima”, sembra annunciare un film contro tutti i conflitti, che si rivela poi un’altalena tra una spy-story thriller e un dramma con risvolti di carattere etico. La storia si svolge tra Nairobi e località lontane di basi militari sparse in tutte il mondo. Un pezzo grosso del terrorismo islamico atterra nella capitale kenyota con sua moglie, una cittadina britannica convertitasi all’islamismo con conseguente cambio di nome, per organizzare continua »

alan rickman
"Non far sapere mai ad un soldato quant'è disumana la guerra".
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase
Shop

DVD | Il diritto di uccidere

Uscita in DVD

Disponibile on line da martedì 24 gennaio 2017

Cover Dvd Il diritto di uccidere A partire da martedì 24 gennaio 2017 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Il diritto di uccidere di Gavin Hood con Aaron Paul, Alan Rickman, Helen Mirren, Iain Glen. Distribuito da CG Entertainment. Su internet diritto di uccidere (DVD) è acquistabile direttamente on-line su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 14,99 €
Aquista on line il dvd del film Il diritto di uccidere

FOCUS | Gavin Hood dirige Helen Mirren in un film che si interroga sulla questione giuridica, militare e politica del decidere sulla vita e sulla morte delle persone. Al cinema.

Una decisione giuridica ci salverà l'anima?

lunedì 29 agosto 2016 - Roy Menarini

Il diritto di uccidere, una decisione giuridica ci salverà l'anima? Quante volte abbiamo dichiarato di voler essere una mosca per poter volare vicino a nostri conoscenti e guardare ciò che fanno gli altri o ascoltare quel che dicono di noi? Con le nuove tecnologie è possibile. Lo dimostra Il diritto di uccidere di Gavin Hood, dove - tra i molti dispositivi visivi in grado di osservare gli avvenimenti in un dato luogo - c'è anche un calabrone meccanico dotato di micro-telecamera che spia da punti di vista imprendibili e quasi onnicomprensivi la riunione segreta di alcuni jihadisti.

L'occhio del drone s'impiglia in un conflitto etico

di Paolo D'Agostini La Repubblica

Il film del sudafricano Gavin Hood si destreggia benissimo nell'evitare il rischio che può correre un racconto che parla di guerra attuale, terrorismo, tecnologia militare e bellica. il punto narrativo, e di necessaria ricaduta anche etico, ruota intorno all'uso dei droni e dunque intorno allo stridente contrasto tra l'illusione di poter condurre una guerra "pulita", "chirurgica" e "intelligente" e la sua traduzione in termini concreti che ovviamente contraddicono quella pretesa dimostrando che la guerra non può che essere crudele, cieca, sporca, e imprevedibile malgrado i più sofisticati sistemi. »

Un ottimo thriller che riflette sulla guerra

di Maurizio Acerbi Il Giornale

È un caso più unico che raro quello di un film intelligente, ottimamente recitato, capace di coinvolgerti e farti riflettere: in questo caso, se sia giusto o no sacrificare vittime innocenti al fine di prevenire altri potenziali morti. Una pellicola di guerra, ma non nel modo tradizionale con il quale siamo abituati a confrontarci. In realtà, Il diritto di uccidere è essenzialmente un thriller da camera che, certo, ci fa anche capire come si combatta oggigiorno il terrorismo, grazie all'uso di quei droni che ti permette di colpire a distanza, a migliaia di chilometri dall'obiettivo, «comodamente» seduti davanti a un monitor. »

Appostamento, messa a fuoco, missile: la guerra con i droni (e non è solo un film)

di Anna Maria Pasetti Il Fatto Quotidiano

L'obiettivo da eliminare è individuato-studiato-pedinato da una rete di intercettazioni snodata in vari punti del mondo. Al momento di "colpire" una micro videocamera montata su un insetto-drone (Micro Aerial Vehicle) si apposta nei pressi della futura vittima che sarà messa a fuoco da un altro drone (Reaper Drone) dotato di missili. Il comando al lancio nasce dalla comunanza d'intenti di militari, servizi segreti e uffici legali autorizzati dai ministeri della Difesa e degli Esteri fino ai primi ministri e/o presidenti. »

Il diritto di uccidere | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Emanuele Sacchi
Pubblico (per gradimento)
  1° | nanni
  2° | m.barenghi
  3° | filippo catani
  4° | flaw54
  5° | liuk!
  6° | enzo70
  7° | fabiofeli
  8° | flyanto
  9° | maumauroma
10° | elgatoloco
11° | maurizio meres
12° | siebenzwerg
13° | mario nitti
14° | lbavassano
Trailer
1 | 2 |
Link esterni
Sito ufficiale
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 25 agosto 2016
Showtime
  1 | Piemonte
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
mercoledì 6 settembre
I puffi - Viaggio nella foresta s...
venerdì 1 settembre
King Arthur - Il potere della spada
mercoledì 23 agosto
Fast & Furious 8
mercoledì 26 luglio
Slam - Tutto per una ragazza
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità