Storia d'inverno

Film 2014 | Fantastico +13 113 min.

Regia di Akiva Goldsman. Un film con Colin Farrell, Jessica Brown Findlay, Jennifer Connelly, Russell Crowe, William Hurt. Cast completo Titolo originale: Winter's Tale. Genere Fantastico - USA, 2014, durata 113 minuti. Uscita cinema giovedì 13 febbraio 2014 distribuito da Warner Bros Italia. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 2,14 su 35 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi
Storia d'inverno
tra i tuoi film preferiti.




oppure

Un racconto di miracoli, destini incrociati e dell'antica battaglia tra il bene e il male. In Italia al Box Office Storia d'inverno ha incassato nelle prime 2 settimane di programmazione 1,5 milioni di euro e 824 mila euro nel primo weekend.

Storia d'inverno è disponibile a Noleggio e in Digital Download su TROVASTREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato no!
2,14/5
MYMOVIES 2,00
CRITICA 1,75
PUBBLICO 2,66
CONSIGLIATO NÌ
Un film ingenuo e non propriamente riuscito, un intrattenimento monocorde senza crepitio.
Recensione di Marzia Gandolfi
giovedì 13 febbraio 2014
Recensione di Marzia Gandolfi
giovedì 13 febbraio 2014

Peter Lake è un ladro abile e scaltro nella New York di inizio Novecento. Orfano raccolto sulle rive dell'Hudson da pescatori di vongole, Peter cresce sotto l'ala protettiva di Pearly Soames, boss dei Five Points e demone che trova soddisfazione nel sangue. Tradite le aspettative del suo mentore, che lo voleva assetato di vite umane e lo sognava erede di un trono oscuro, Peter è costretto a lasciare New York per salvaguardare la sua vita e la sua etica. Ma un cavallo bianco, pieno di grazia e di sorprese, conduce il suo destino in ben altra direzione. Incrociato lo sguardo di Berverly Penn, giovane donna malata di consunzione e a un passo dalla morte, Peter se ne innamora perdutamente. Inseguito da Soames e i suoi scagnozzi, decide infine di restare in città e di 'rubare' il cuore della ragazza dai capelli rossi, vagheggiandola come una stella e inseguendola oltre i confini del tempo.
A volte basta una ragione per sopportare un film ingenuo e non propriamente riuscito e molto spesso quella ragione risiede in un attore e in un ruolo. Russell Crowe, 'cattivissimo' co-protagonista di Storia d'inverno, incarna da solo la malia di una favola che parla di miracoli senza riuscire a farne uno che confermi col suo potere lo spettatore nella fede-cinema. Se l'intercessione di Crowe non basta a risollevare le sorti di una storia d'amore consumata tra ombre e luci, tra ragioni artistiche e logiche di marketing, nondimeno l'attore sollecita con la sua performance un'interessante riflessione intorno al Male e alla sua resistenza al Male. Perché Russell Crowe è da sempre eroe di impeccabile fattura, interprete di personaggi verticalmente positivi, talmente formidabili e scomodi da non poter più scendere al livello dell'uomo comune. Di questa eccezionalità il corpo di Crowe porta i segni e rivela il carisma, la statuarietà, l'inamovibilità e la centralità anche quando è chiamato a essere un villain con gli occhi gonfi di braci dentro impasti coloristici, fra notti che non sono notti e giorni resi incerti dalla luce.
La prima regia di Akiva Goldsman, celebre sceneggiatore di A Beautiful Mind, Cinderella Man, Io sono leggenda, Il Codice da Vinci, lo arruola nella fila dei cattivi, provando a corrompere la sua straordinarietà. Punctum della visione, Crowe catalizza sguardo e interesse del pubblico, di cui imprigiona il libero arbitrio, conquista gli occhi e ruba l'anima. Pearly Soames è insomma l'ardente 'luogo' della dannazione che aspettiamo di (ri)vedere spuntare di nuovo, a cavallo o (sol)levato in faccia al nemico, che ha il volto e la irishness di Colin Farrell. In fuga dal Soames di Crowe, Farrell interpreta l'innamorato letteralmente imperituro che non verrà mai meno alle sue promesse e alla sua amata. Storia d'inverno è un dramma sentimentale che si serve della fantasia e degli effetti speciali per arrestare il tempo e riscrivere il destino dei suoi protagonisti. Peter e Pearly, cristallizzati e impermeabili al decadimento, rivendicano l'eternità della propria bellezza e della propria dannazione, cullando ciascuno l'illusione di vendetta o di remissione. Il loro fisico sfida le leggi della natura e produce una storia che fluttua tra passato e presente, che dice di una passione mai tragicamente romantica.
A mancare all'opera prima di Goldsman è l'idea di una forma visiva e narrativa capace di resuscitare l'incanto di un sentimento declinato attraverso 'gli oceani del tempo'. All'inesplorato, il regista preferisce il concetto esplicito, la parafrasi e personaggi che si comportano come ci si aspetta faccia il cliché del buono, del mediocre, del saggio, dell'innocente. Il digitale non accomoda poi l'assenza di struggimento e il culto della superficie, 'congelando' un paesaggio narrativo senza via di uscita e gelando (ahimè e ahinoi) quel 'diavolo' di un Crowe. Adattamento del romanzo omonimo di Mark Helprin, Storia d'inverno è intrattenimento monocorde senza crepitio se non quello del ghiaccio che affonda i bad guys di Soames. Meglio allora inquadrarlo come inedita faccia dell'epica filmografia di Russell Crowe, forma assiderata del male in look rasato che 'umilia' a colpi di cranio quello sempre ricercato di Farrell. Proiettato nel futuro e pettinato all'indietro.

Sei d'accordo con Marzia Gandolfi?
STORIA D'INVERNO
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
TIMVISION
-
-
CHILI
iTunes
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99 €12,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
domenica 16 febbraio 2014
Luigi Chierico

Premesso che il giudizio dato da Carlotrevisan mi ha indotto ad andare a vedere questo film ne condivido in toto il suo giudizio. Il cinema, quando non sono vere, sono storie frutto di fantasia ed immaginazione, verosimili, ma non sempre possibili; basta pensare ad inverosimili inseguimenti, migliaia di sparatorie, salti acrobatici, scontri senza conseguenze, o incontri occasionali a cui fanno subito [...] Vai alla recensione »

domenica 16 febbraio 2014
Ray

Quando ci si accinge a scrivere una recensione per un film di questa categoria, di solito ci si interroga con una semplice domanda: il film e' riuscito a farci emozionare ? Se la risposta e'affermativa, allora si merita la sufficienza, altrimenti e' gia' un mancato successo. Akiva Goldsman, piu' famoso come sceneggiatore (a beautiful mind, il codice da vinci, hancock, io sono [...] Vai alla recensione »

domenica 16 febbraio 2014
Angelo Bottiroli - Giornalista

Ancora una volta devo essere in disaccordo con i grandi critici cinematografici che hanno stroncato questo film di Akiva Goldsman già autore e produttore di alcuni tra i film più significativi di Hollywood come A Beautiful mind, Io sono leggenda, il Codice da Vinci, Angelo e demoni e molti altri che qui si cimenta come regista. Come per molti film di Goldsman, siamo di fronte ad un genere [...] Vai alla recensione »

giovedì 20 febbraio 2014
Pascale Marie

New York con i suoi colori e luci retrò sembra il luogo ideale per una storia d'amore antica e moderna che il regista Akiva Goldsman ha diretto, secondo me, in un modo sensibile e toccante, attento soprattutto ai sentimenti più profondi del cuore. Il suo film è una favola misteriosa, delicata e romantica, dove l'amore quello vero e irreale trascende ogni cosa e trasporta [...] Vai alla recensione »

martedì 25 febbraio 2014
muttley72

Questo film rientra in un genere di non facile definizione: è forse un "melodramma-fantasy-pseudo-mistico"? Esistono dei (numerosi) precedenti sia in termini di film che di serial tv (in cui si fonde una storia ambientata in una determinata epoca / contesto ed il "mistico", o il "soprannaturale" o il "demoniaco", ecc (...tra i tanti ricordo un film con A.

mercoledì 12 aprile 2017
elgatoloco

Per"Winter's Tale"di Akiva Goldsman vale ciò che vale probabilmente anche per il libro da cui è tratto(che non ho letto, dunque non potrei esprimermi, a rigor di logica, in merito), ma anche per varie altre opere, letterarie, teatrali, filmiche e altre:si tratta di fiabe e come tali vanno considerate. Potenze del male contro quelle del bene(comunque si chiamino, angeli per [...] Vai alla recensione »

lunedì 24 marzo 2014
Melvin II

 Storia d'inverno  è un film del 2014 scritto, diretto e prodotto da Akiva Goldsman, con protagonisti Colin Farrell, Jessica Brown Findlay. Russell Crowee e Jennifer Connelly e Will Smith Questo film segna il debutto alla regia dello sceneggiatore e produttore Akiva Goldsman. La pellicola è la trasposizione cinematografica dell'omonimo romanzo di Mark Helprin, [...] Vai alla recensione »

martedì 1 luglio 2014
Alexander 1986

New York, inizio '900. Peter Lake (Colin Farrell) è un bel giovane topo d'appartamento che non rischia mai l'arresto: il suo unico nemico è il vecchio padre putativo, Pearly Soames (Russell Crowe), cattivissimo gangster che non perdona al ragazzo d'averlo abbandonato. D'altra parte Peter è alla ricerca di una sola cosa: la persona della sua vita, quella che darà significato alla sua esistenza.

lunedì 30 giugno 2014
Liuk

Senza troppi giri di parole questa é una pellicola non riuscita. Premesse interessanti per un cast ben assortito, ambientazioni ben fatte, sonoro degno del film di natale. Purtroppo la storia di fondo é ben poco interessante e la noia invade lo spettatore ben presto. Lo sconsiglio decisamente ad un pubblico adulto mentre puó piacere a bambine tra i 6 e 10 anni.

giovedì 8 maggio 2014
ultimoboyscout

Film che segna l'esordio alla regia del produttore e sceneggiatore Akira Goldsman, "Storia d'inverno" è un fantasy tratto dall'omonimo romanzo dei primi anni '80 di Mark Helprin. Narra di una grande storia d'amore, quella di Peter e Beverly, che sopravvive al tempo e alla morte, un fumettone dove i miracoli accadono come fossero al norma, i destini s'incrociano [...] Vai alla recensione »

mercoledì 19 febbraio 2014
Flyanto

 Film in cui si racconta di un giovane uomo, rimasto praticamente orfano sin dalla nascita, il quale vive a New York agli inizi del Novecento compiendo furti e legandosi agli ambienti della malavita cittadina. Un giorno mentre egli si introduce in una lussuosa villa per un ennesimo furto, vi incontra la giovane padrona di casa di cui si innamora subito follemente e da qui, poichè ella è [...] Vai alla recensione »

domenica 16 febbraio 2014
PISA93

Nel 1916 Peter Lake (Farrel) è un trovatello divenuto ladro per necessità, ma l'incontro con una splendida ragazza dai capelli rossi cambierà tutta la sua vita. A metà tra il biblico ed il fiabesco "Storia d'inverno" vorrebbe essere il film perfetto per San Valentino, ma non è così.

lunedì 17 febbraio 2014
lupusinfabula

Su tutti, la grande prova di Russel Crowe che veramente non poteva essere più di così convincente e adeguato al ruolo !! Pur essendo un film fantastico certamente si fa apprezzare anche per un certo "drammatico realismo" che deriva anche dall'eterna e quotidiana lotta tra bene/male e gli intrecci, spesso imponderabili, di destini dei vari personaggi (interpretati da un cast tutto di un certo spessore). [...] Vai alla recensione »

venerdì 14 febbraio 2014
CarloTrevisan

Purtroppo su mymovies ultimamente succede quello che sta succedendo un po' dappertutto: si è quasi completamente persa la lettura del linguaggio cinematografico. Film fracassoni e di tendenza, ma complessivamente mediocri (come American Hustled, Wolf of wall street ecc..) vengono esaltati, mentre quando un film rompe veramente gli schemi dell'attuale cinema, rientrando in quel linguaggio [...] Vai alla recensione »

lunedì 17 febbraio 2014
tiziana58

Come altri spettatori, non capisco assolutamente la stroncatura dei critici. Io non mi sono pentita della mia scelta, anzi..! Il film è piacevole e coinvolgente: una favola metropolitana, che si sviluppa in tempi diversi e quindi con ambientazioni diverse, ma sempre suggestive (si va dai cupi sobborghi della metropoli fine ottocento alle distese innevate che circondano la casa di campagna di Beverly). E [...] Vai alla recensione »

lunedì 17 febbraio 2014
Braitz

Un gran bel film, le recensioni dicevano il contrario e invece devo dire che mi è proprio piaciuto.. Ottima recitazione da parte di tutti e grande storia coinvolgente. Da vedere con la propria ragazza.

lunedì 17 febbraio 2014
Braitz

ottimo film! da vedere con la propria ragazza, finalmente uno dei pochi che manda qualche messaggio positivo.. anzi.. solo messaggi positivi.. bellissimo!!!

giovedì 5 giugno 2014
Dany94

E' un film sicuramente Particolare (e scrivo particolare con la P maiuscola perché non penso ci sia parola più appropriata); per essere apprezzato appieno deve essere visto almeno 2 volte. Le citazioni e i dialoghi sono veramente spettacolari, sono questi ultimi infatti a fare veramente il film poichè il resto, anche se con un cast spettacolare: Colin Farrel, Russel Crowe, Will Smith, Jennifer Connelly [...] Vai alla recensione »

lunedì 5 settembre 2016
g_andrini

E' una realizzazione originale, con buona commistione tra generi. Due ore passate piacevolmente, con una trama piuttosto complessa per il genere. Consigliato ad adulti e bambini.

lunedì 3 marzo 2014
marzia rosa

ho visto il film mi sono commossa,un amore che va oltre il tempo e la razionalità,il bene contro il male,loro che si amano,ma divisi da una malattia e dalla fatalità e solo dopo anni capisce che la sua amata si è rincarninata in una bambina,a sua volta condannata a morte da una malattia e lui cerca in tutti i modi di salvarla,riuscendoci dopo vari ostacoli,tra cui il suo passato e riunendosi alla [...] Vai alla recensione »

mercoledì 19 febbraio 2014
marinabelinda

E' qualcosa di più di un film carino. Non è un capolavoro, ma sicuramente sa farsi apprezzare sotto molti aspetti. Innanzitutto la storia non è banale, e l'aspetto sentimentale lascia il posto (come se vogliamo già in Frozen) all'Amore più puro, quello che fa dire che nessuna vita è più importante di un'altra, e per questo, tutte [...] Vai alla recensione »

giovedì 29 maggio 2014
renahx

Una bella storia però non convince il modo come è realizzato il film. Se vedi il trailer pensi che sara un bellissimo film, una storia d'amore che ti farà sognare però il film non è riuscito e non convince affatto.

sabato 24 maggio 2014
toty bottalla

Storia d'inverno sembra essere il tentativo di un racconto fantastico senza magia cavallo volante a parte, è l'intenzione di ricordarci che le forze del bene e del male sono in evoluzione, che forse la nostra vita è già predestinata, goldsman si avvale di buoni interpreti costretti a scazzottare per esigenze di copione mentre la fase romantica fa la sua parte in una storia [...] Vai alla recensione »

lunedì 3 marzo 2014
marzia rosa

ho visto il film mi sono commossa,un amore che va oltre il tempo e la razionalità,il bene contro il male,loro che si amano,ma divisi da una malattia e dalla fatalità e solo dopo anni capisce che la sua amata si è rincarninata in una bambina,a sua volta condannata a morte da una malattia e lui cerca in tutti i modi di salvarla,riuscendoci dopo vari ostacoli,tra cui il suo passato e riunendosi alla [...] Vai alla recensione »

martedì 10 febbraio 2015
m.frida

E' in scena il classico romanticismo che riporta, personalmente, a quello russo per atmosfere, paesaggi e abbigliamento. le attese sono stata smomtate da una storia troppo comune e mediocre, portata in scena da un cast altrettanto mediocre e, dispiace dirlo, per i protagonisti maschili Russel Crowe e Colin Farrell. eccezione fatta per Will Smith che non si smentisce mai.

domenica 2 marzo 2014
Marycinema

Mi aspettavo la storia d'amore del secolo ed invece si è rivelato un film meno che mediocre...una storia insensata che non comunica la minima emozione...voto 0

venerdì 28 febbraio 2014
pier delmonte

intanto il titolo e' fuori luogo, poi il film!!! bene, deve far piangere? zero... deve intimorire con i suoi demoni targati crowe (un po') smith (ma per favore!)? zero virgola uno... deve far riflettere? si' molto, ma su cosa? insomma piu' che un film strappalacrime un film strampalato, l'unico momento bello il ballo di quasi fine anno ma poteva e doveva anche durare di [...] Vai alla recensione »

lunedì 21 aprile 2014
AleBlue

Trovo sia stata una bellissima "fiaba da vedere". Molte emozioni, amore, ma anche, malinconie e tristezze. Un grande cast che, secondo me, ha recitato molto bene le mille sfaccettature dei personaggi. All'interno ci sono molti segnali, biblici o comunque molto spirituali, da sapere e, soprattutto, da voler cogliere.

mercoledì 19 febbraio 2014
cardavid

Il film presenta un'idea abbastanza originale di una battaglia tra il bene e il male tramite "angeli" e "demoni" camuffati sulla Terra. La realizzazione e i temi pessimi direi. Per cominciare quel taglio di capelli anacronistico (Colin Farrell) rasato ai lati e lunghi al centro, quasi stile moicano non si addiceva per niente agli inizi del Novecento anzi è più probabile riscontrarlo in recenti individui [...] Vai alla recensione »

giovedì 6 marzo 2014
Pathisas

La trama non è male, seppur poco fantasiosa, ma ci sono due errori fondamentali in questo film: la voce narrante e gli effetti speciali. Trasciando il taglio di capelli fatto a Colin Farrell,molto dark e affascinante, ma di non molto usato nei primi anni del Novecento, gli attori si muovono piuttosto bene nei loro personaggi. Ma la voce narrante oltre a parlare a vanvera, se ne esce fuori con [...] Vai alla recensione »

Frasi
«Qual'è la cosa più bella che avete mai rubato?»
«Comincio a credere di non averla ancora rubata»
Dialogo tra Peter Lake (Colin Farrell) - Beverly Penn (Jessica Brown Findlay)
dal film Storia d'inverno - a cura di Eliana
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Paolo D'Agostini
La Repubblica

Escono contemporaneamente il film di Akiva Goldsman (sceneggiatore di A beautiful mind) e il romanzo di Mark Helprin portato in Italia da Neri Pozza ma scritto trent'anni fa. Resta solo una parte del debordante intreccio ambientato a New York nell'arco di centoventi anni (ammirazione per le soluzioni scenografiche). 1895: una coppia di immigrati russi respinti perché malati di tbc affidano il figlioletto [...] Vai alla recensione »

Francesco Alò
Il Messaggero

Per il suo esordio da regista lo sceneggiatore da Oscar (A Beautiful Mind) Akiva Goldsman rischia grosso. Storia d'inverno è l'azzardato adattamento dall'omonimo best-seller di Mark Helprin datato 1983. Si può mescolare fantasy e melò spinto? In una storia che spazia dal 1895 al 2014 assisteremo ai travagli di un ladro gentile (Colin Farrell) innamorato di un'altolocata newyorchese dai capelli rossi [...] Vai alla recensione »

Alessandra Levantesi
La Stampa

Prende avvio in un'invernale New York inizio Novecento e si conclude nello scenario di un 2014 altrettanto algido dove le cose sono cambiate solo in superficie: perché ancora oggi, nei ribollenti sotterranei della metropoli, oscure forze infernali tramano per neutralizzare le forze del Bene. Nel trasporre sullo schermo il fluviale romanzo di Mark Culprin (Neri Pozza) - sorta di reinvenzione mitico-trascende [...] Vai alla recensione »

Massimo Bertarelli
Il Giornale

Che fantastico pastrocchio. Una favola involontariamente umoristica, nella New York del l895, con coda ai giorni nostri, dove il ladro Peter s'innamora della verde Beverly, malatissima derubanda. E sui due aleggia il malvagio Russell Crowe. Mentre un bianco cavallo alato trasporta l'inebetito Colin Farrell, la platea si chiede: ha lo stesso parrucchiere di Balotelli? Da Il Giornale, 13 febbraio 2014 [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati