Sils Maria

Film 2014 | Drammatico +16 124 min.

Titolo originaleClouds of Sils Maria
Anno2014
GenereDrammatico
ProduzioneFrancia
Durata124 minuti
Regia diOlivier Assayas
AttoriJuliette Binoche, Kristen Stewart, Chloë Grace Moretz, Lars Eidinger, Johnny Flynn Angela Winkler, Hanns Zischler, Aljoscha Stadelmann, Alister Mazzotti, Brady Corbet, Claire Tran, Frank M. Ahearn, Gilles Tschudi, Jakob Köhn, Jerry Kwarteng.
Uscitagiovedì 6 novembre 2014
TagDa vedere 2014
DistribuzioneGood Films
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +16
MYmonetro 3,33 su 27 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Olivier Assayas. Un film Da vedere 2014 con Juliette Binoche, Kristen Stewart, Chloë Grace Moretz, Lars Eidinger, Johnny Flynn. Cast completo Titolo originale: Clouds of Sils Maria. Genere Drammatico - Francia, 2014, durata 124 minuti. Uscita cinema giovedì 6 novembre 2014 distribuito da Good Films. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +16 - MYmonetro 3,33 su 27 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi
Sils Maria
tra i tuoi film preferiti.




oppure

Juliette Binoche interpreta un'attrice che affronta un'inquietante riflessione di se stessa. Il film ha ottenuto 6 candidature e vinto un premio ai Cesar. In Italia al Box Office Sils Maria ha incassato 144 mila euro .

Sils Maria è disponibile a Noleggio e in Digital Download su TROVASTREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
3,33/5
MYMOVIES 3,50
CRITICA 3,00
PUBBLICO 3,48
CONSIGLIATO SÌ
Olivier Assayas racconta il percorso di crescita di una donna attraverso una narrazione formalmente impeccabile, nitida come un cristallo e tagliente come un diamante.
Recensione di Paola Casella
Recensione di Paola Casella

Maria Enders è un'attrice quarantenne con una carriera di tutto rispetto che ha debuttato al cinema a 18 anni nel ruolo di Sigrid, una ragazza ambiziosa che fa innamorare di sè una donna matura, Helena, e l'abbandona una volta ottenuto cio' che vuole. Vent'anni dopo quel debutto, un regista emergente propone a Maria di reinterpretare quella stessa storia a teatro, questa volta però nel ruolo di Helene. Il ruolo di Sigrid, invece, verrà affidato alla diciannovenne Jo-Ann, idolo dei preadolescenti abituata a recitare in blockbuster popolati da supereroi.
Nonostante la perplessità iniziale, Maria accetta il ruolo di Helena, persuasa anche dall'insistenza gentile della sua assistente personale, Valentine, una ragazza intelligente che la segue come un'ombra, proteggendola con una cura amorevole che va oltre il dovere professionale. Attraverso numerose prove di dialogo con Valentine, che si presta a recitare il copione insieme alla grande attrice, Maria dovrà confrontarsi con la propria insicurezza e la propria paura di invecchiare, che le fa dire: "Io sono Sigrid. E voglio rimanere Sigrid".
Olivier Assayas costruisce un racconto matrioska costellato di superfici riflettenti, giacchè l'intera vicenda è un continuo gioco degli specchi. Il rapporto fra Maria e Jo-Ann riflette quello fra Helena e Sigrid, ma anche l'interazione fra Maria e Valentine ricalca simili dinamiche. E' un esercizio in metacinema, in cui il portato di Kristen Stewart, che interpreta Valentine, ha un notevole peso narrativo: gli innumerevoli riferimenti all'incontrollabilità della fama presso il pubblico dei teenager e all'eco mediatico globale degli scandali che travolgono le star nell'era di Internet sembrano un commentario amaro alle vicende personali dell'eroina della saga di Twilight.
Anche il ragionamento sulla pervasività della Rete e dei social media è di natura riflettente: da un lato fonte di deprecabili ingerenze nella vita privata delle persone e detestabili vetrine della crudeltà narcisistica degli utenti, dall'altro banca dati imprescindibile di informazioni istantanee e necessario veicolo di diffusione mediatica. E così come Internet annulla la linearità della sequenza spaziotemporale, Maria cerca di collocarsi in un non-tempo che prescinda dall'anagrafe. Tenendo conto della doppia natura della comunicazione contemporanea e delle sue ricadute sul vissuto dei singoli, Assayas riesce a costruire una storia estremamente verbosa il cui vero significato si insinua invece nel non-detto, come la nuvola detta "serpente del Maloja" che si snoda attraverso le valli alpine in cui è ambientata la storia. Allo stesso modo, ciò che è veramente è importante è ciò che non viene mostrato, che si cela alla cinepresa e sfugge al continuo gioco di rifrazioni, perchè necessita dell'unico ingrediente incontrollabile: l'attenzione di chi guarda. Dunque i momenti più importanti della storia saranno una scomparsa silenziosa e la dolorosa presa di coscienza di quanto quella scomparsa sia la conseguenza di non aver saputo "soffermare lo sguardo un solo istante in più".
Chloe Grace Moretz, che interpreta il ruolo di Jo-Ann, è perfetta nel ricreare la rapiditè camaleontica della giovane generazione nel farsi riflesso delle altrui aspettative. Ma il film appartiene al duetto fra Juliette Binoche e Kristen Stewart, che si trasforma in uno specchio buio con un'abnegazione identica a quella che Valentine mostra nei confronti di Maria.
Attraverso una narrazione formalmente impeccabile, nitida come un cristallo e tagliente come un diamante (del quale ha tutta la durezza) Sils Maria racconta il percorso di crescita di una donna che rifiuta la maturità per rimanere aggrappata ai "privilegi della giovinezza". Ma è anche una riflessione sul cinema come illusionista dello sguardo perche', per parafrasare Assayas, anche un film è solamente un oggetto, e cambia prospettiva a seconda del punto da cui lo si osserva.

Sei d'accordo con Paola Casella?
Nuovo film con la Binoche.
a cura della redazione

Al culmine della sua carriera internazionale a Maria Enders viene chiesto di esibirsi in un revival dell'opera teatrale che l'ha portata alla ribalta 20 anni prima. Allora aveva interpretato il ruolo di Sigrid, una giovane e seducente ragazza che disarma e alla fine spinge il suo capo Helena al suicidio. Ora le è stato chiesto di recitare l'altro ruolo, quello della vecchia Helena. Parte con la sua assistente per fare le prove a Sils Maria, una remota regione delle Alpi. Un giovane starlet di Hollywood con un debole per lo scandalo ha ottenuto il ruolo di Sigrid, e Maria si ritrova dall'altra parte dello specchio, faccia a faccia con una donna ambiguamente affascinante che è, in sostanza, un'inquietante riflessione di se stessa.

SILS MARIA
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
-
-
CHILI
-
-
-
iTunes
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
domenica 23 novembre 2014
Writer58

"Quant’è bella giovinezza/che si fugge tuttavia!  Chi vuol esser lieto, sia:/del doman non c’è certezza" (Lorenzo De' Medici) "Sils Maria" assomiglia un po' a una matrioska. Dentro la bambola grande sono contenute bambole sempre più piccole che riproducono le fattezze  dell'involucro maggiore.

lunedì 10 novembre 2014
Zarar

Film scattante, multiforme, vivo, grazie ad una macchina da presa che si muove con grande abilità tra cielo (letteralmente: i cieli e le nuvole nell’atmosfera sospesa dell’alta Engadina) e terra a suggerire continui reciproci rimandi tra natura, vita e rappresentazione teatrale della vita, accompagnata dal ‘largo’ continuo di una bella colonna sonora.

venerdì 7 novembre 2014
Siebenzwerg

Juliette Binoche, splendida e impeccabile Maria, qui dà una vera e propria lezione di recitazione, e assieme a Kristen Stewart, assistente di Maria, dà vita a una coppia cinematografica e artistica memorabile. Il film la porta a percorrere una trama polanskiana (guarda caso in Svizzera), dove l'identità della protagonista si confonde col personaggio che interpreta, si perde [...] Vai alla recensione »

mercoledì 27 maggio 2015
ESTONIA

La  natura umana fragile e ingannevole viene efficacemente analizzata alla luce di una serie di complesse relazioni tra donne, dei loro rispettivi ruoli nella vita e nella finzione teatrale e della reciproca collocazione nel tempo che passa e cambia i punti di vista sulla realtà. Un’attrice matura e la sua assistente (magnifica la Binoche e perfetta la Stewart), un’altra attrice [...] Vai alla recensione »

martedì 31 marzo 2015
gianleo67

Attrice di mezza età ma ancora nel pieno della sua maturità artistica, Maria Enders apprende del suicidio dell'amico e drammaturgo teatrale, la cui opera di gioventù l'ha resa famosa, proprio durante il viaggio in treno che la sta portando a presenziare ad un premio alla carriera in onore dello stesso autore. Durante la kermesse e gli incontri pubblici riceve l'offerta, [...] Vai alla recensione »

giovedì 19 marzo 2015
Eugenio

Quando con la macchina (o per i più “temerari” a piedi) ci si muove sulla statale 37 della Val Bregaglia da Chiavenna verso St Moritz, si giunge oltre il passo del Maloja a quota 1815 metri , alla ridente località alpina Sils in Engadina Maria in Val Fex, i nostri sguardi sono completamente irretiti dalla bellezza dell’immensità della natura.

domenica 23 novembre 2014
Flyanto

Film in cui si racconta di un'attrice (Juliette Binoche) non più giovanissima alla quale, dopo la morte di un famoso regista anziano con cui ella aveva girato un film in gioventù, viene proposto di rigirare la versione teatrale dell'opera interpretando ovviamente però la parte della protagonista più adulta e non di quella della giovane da lei, appunto, impersonata molti anni prima.

domenica 16 novembre 2014
Francesco2

Un'attrice ormai quarantenne accetta di reinterpretare la pièce che la lanciò in gioventù, questa volta però in un ruolo diverso: a questo scopo, si trasferisce in una baita di montagna con la giovane assistente.......... Non è f gratuito leggere "Sils Maria" come un continuo gioco di rimandi, dato che in questa coproduzione internazionale Assayas ha [...] Vai alla recensione »

venerdì 20 novembre 2015
APropositodiCinema

Negli ultimi anni sono usciti non pochi film incentrati sullo Star System hollywoodiano: ‘Maps to the Stars’ e ‘The Canyons’, solo per nominarne un paio. ‘Sils Maria’ non ha certo il cinismo e l’autorialità di registi come Cronenberg o Schrader, e il suo obiettivo non è certo quello di criticare eccessivamente il mondo dello spettacolo (riflessione [...] Vai alla recensione »

giovedì 1 ottobre 2015
homer52

Come prima osservazione non posso non segnalare la scandalosa distribuzione di questo bellissimo film che è stato letteralmente cortocircuitato nella mia città (Cesena) sicché ho dovuto comprarmi il dvd per potermelo vedere. Ne è valsa, naturalmente, ampiamente la pena. La Binoche offre una magnifica interpretazione sul vissuto di una donna matura al cospetto dell'ineluttabilità del trascorrere del [...] Vai alla recensione »

domenica 23 novembre 2014
moltdiana

 Sils Maria, si gioca nella contrapposizione tra vita reale e rappresentazione teatrale, tra gioventù e maturità, tra complicità e sensualità. Si può vivere una vita rimanendo legati ad uno stereotipo e finalmente scoprire che si è infinitamente migliori di ciò che credevamo. julietteBinoche. bravissima Non riesce ad entrare nel ruolo che le offrono [...] Vai alla recensione »

giovedì 6 novembre 2014
pressa catozzo

Ottima opera, un vero gioiello. Un bracciale tempestato di pietre preziose. ( Il film) eccellente fotografia , montaggio stupendo e un doppiaggio di rara bellezza. I protagonisti si elogiano da soli per la loro bravura. Ne esce un opera dove tutti sono eccellenti interpreti, anche le comparse. Consigliata assolutamente la visione.  W IL CINEMA SEMPRE.

lunedì 1 febbraio 2016
Barolo

Film tipicamente francese,nel senso che è molto intimista,zero azione,dialoghi serrati.Di solito questa ricetta funziona bene,tuttavia in questo film tanto osannato dalla critica, il cocktail non riesce completamente.La pellicola è a tratti ridondante,lenta e ripetitiva.Buone le interpretazioni,del resto le attrici sono di alto livello,ma nel complesso il lavooro è verboso [...] Vai alla recensione »

mercoledì 12 novembre 2014
Melvin II

 Il biglietto d’acquistare per “Sils Maria” è : 3) Di pomeriggio  “Sils Maria” è un film del 2014 scritto e diretto da  Olivier Assayas, con protagoniste Kristen Stewart, Juliette Binoche e Chloë Grace Moretz. Il dramma artistico di un attore è rimanere intrappolato in un personaggio per sempre.

domenica 9 novembre 2014
pressa catozzo

salvi il mio commento insieme ad altri sono ....scomparsi.

sabato 13 febbraio 2016
dario

L'impegno c'è e la regia è notevole, ma fa fatica a decollare. Risulta appesantito da troppe parole e da qualche birignao intellettuale. Indiscutibile la buona fede, scarse però le idee. Corrette le recitazioni. Fotografia da favola. 

giovedì 13 novembre 2014
Flyanto

 Film in cui si racconta di un'attrice (Juliette Binoche) non più giovanissima alla quale, dopo la morte di un famoso regista anziano con cui ella aveva girato un film in gioventù, viene proposto di rigirare la versione teatrale dell'opera interpretando ovviamente però  la parte della protagonista più adulta e non di quella della giovane da lei, appunto, [...] Vai alla recensione »

martedì 11 novembre 2014
Glaucy Peldikar

Dopo la sua recensione che non esiterei a definire perfetta sotto ogni punto di vista, linguistico e contenutistico, non credo che si possa ragionevolmente aggiungere altro; solo, vorrei chiosare con una curiosità un pò pettegola: ma che fine ha fatto Valentine? (parafrasando...)

lunedì 10 novembre 2014
pressa catozzo

Salve i nostri commenti durano il tempo che trovano. Nessuna medaglia d'oro o coppa con coccarda premierà i nostri commenti, ma ci aiutano a condividere opinioni su opere da noi visionate. gradirei più giudizi su come sono stati interpretati o reallizzati e tralascerei i riassuntini avendo di fatto visto i film. W IL CINEMA SEMPRE che sempre più sovente le  sale si tramutano&n [...] Vai alla recensione »

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Roberto Nepoti
La Repubblica

Dopo la morte del suo mentore, il regista Wilhelm Melchior, la grande attrice Maria Enders si lascia convincere a riprendere lo spettacolo che la lanciò: Il serpente di Maloja , imperniato sulla relazione pericolosa tra una donna matura e una giovane ambiziosa. A ruoli ribaltati, però: Maria sarà Helena, l'adulta, mentre la parte della ragazzina, Sigrid, toccherà a Jo-Ann Ellis, starlette dei blockbuster [...] Vai alla recensione »

Fabio Ferzetti
Il Messaggero

Ci sono film che rubano il mestiere ai critici: non solo raccontano una storia ma la commentano. Come se uno scrittore pubblicasse un romanzo già provvisto di note (succede). Sils Maria è uno di questi film "al quadrato". Ovvio: Assayas viene dalla critica, bottega Cahiers du Cinéma. Ed è stato un critico di gusti ampi, da Bergman al cinema di Hong Kong e a mille altri autori.

Silvio Danese
Quotidiano Nazionale

Coinvolgente ritorno di Assayas (dopo "Irma Vep e altri titoli) alla fascinazione di confini e conflitti della recitazione e dei suoi sdoppiamenti affettivi, qui nel confronto di età e temperamenti tra una celebre attrice internazionale (una Binoche mattatrice) e la sua dialettica assistente (un'inedita Kristen Stewart post "Twilight"). Quarantenne premiata e paparazzata, Maria affronta la preparazione [...] Vai alla recensione »

Adriano De Grandis
Il Gazzettino

Olivier Assayas firma il più bel film di Cannes 2014 e uno più belli della sua carriera. A 18 anni una giovane attrice aveva recitato in una pièce il ruolo di Sigrid, che spinge al suicidio Helena, una donna più matura. Oggi, 20 anni dopo, le viene chiesto di interpretare il ruolo di Helena (Juliette Binoche), mentre un'altra giovane attrice (Chloë Grace Moretz) darà vita a Sigrid.

Federico Pontiggia
Il Fatto Quotidiano

La celebre attrice 50enne Maria Enders (Binoche) e la sua assistente Valentine (Stewart) sono su un treno diretto a Zurigo, dove la prima dovrebbe premiare il grande drammaturgo che la lanciò, ma... Maria conobbe la fama interpretando la l8enne Sigrid in una dramma lesbo, ora un altro regista vorrebbe interpretasse il ruolo della più vecchia amante Helena, mentre Sigrid spetterebbe a Jo-Ann (Chloe [...] Vai alla recensione »

Massimo Bertarelli
Il Giornale

Estenuante melò, sfilza di chiacchiere tra due donne avvinte da un ambiguo rapporto. Sulle Alpi svizzere, la matura attrice Maria discute con l'assistente Valentine: devo accettare quel ruolo? Da salvare, più che il temerario nudo della spelacchiata Binoche, gli incantevoli paesaggi. Che voglia di correre lassù. Senza quelle due, beninteso. Da Il Giornale, 6 novembre 2014

NEWS
VIDEO
giovedì 16 ottobre 2014
 

Maria Enders (Juliette Binoche) è un'attrice quarantenne con una carriera di tutto rispetto che ha debuttato al cinema a 18 anni nel ruolo di Sigrid, una ragazza ambiziosa che fa innamorare di sé una donna matura, Helena, e l'abbandona una volta ottenuto [...]

winner
miglior attrice non protag.
Cesar
2015
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati