Il pianista

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Il pianista   Dvd Il pianista  
Un film di Roman Polanski. Con Adrien Brody, Thomas Kretschmann, Frank Finlay, Emilia Fox, Maureen Lipman.
continua»
Titolo originale The Pianist. Drammatico, durata 148 min. - Polonia 2002. MYMONETRO Il pianista * * * * - valutazione media: 4,06 su 71 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato assolutamente sì!
4,06/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Usa)
 dizionari * * * 1/2 -
 critican.d.
 pubblico * * * * -
   
   
   
Torna l'Olocausto, e per mano di un "autore". Pareva che Spielberg avesse detto l'ultima parola, invece ecco una storia sul ghetto di Varsavia. Siamo ...
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Polanski racconta l'Olocausto. Palma d'oro a Cannes 2002.
Pino Farinotti     * * * - -

Torna l'Olocausto, e per mano di un "autore". Pareva che Spielberg avesse detto l'ultima parola, invece ecco una storia sul ghetto di Varsavia. Siamo nel '38. Comincia a stringersi la tenaglia nazista che produrrà le prime limitazioni per gli Ebrei: prima leggere -la stella di Davide cucita sul braccio- poi pesanti, poi intollerabili, poi mortali. Fino alla decimazione. Wladyslaw, giovane, talentoso pianista, sta suonando Chopin per una registrazione radiofonica proprio mentre arriva la notizia dell'invasione nazista della Polonia. Il giovane assiste all'orribile spirale: tutta la famiglia deportata e poi le condizioni del ghetto: bambini che muoiono di fame, gente uccisa per nulla, e una piccola parte di ebrei che tradiscono per sopravvivere. Alla fine Wladyslaw è di nuovo al piano, proprio come all'inizio. Ma naturalmente l'esperienza lo ha devastato. Niente, neppure Chopin sarà più come prima. Il film ha vinto la Palma d'oro al festival di Cannes 2002. Molti hanno disapprovato.

Premi e nomination Il pianista MYmovies
il MORANDINI
Sei d'accordo con la recensione di Pino Farinotti?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
70%
No
30%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Il pianista

premi
nomination
Premio Oscar
2
1
Golden Globes
0
2
Festival di Cannes
1
0
David di Donatello
1
0
* * * * -

Untermensch

mercoledì 9 febbraio 2011 di RONGIU

Untermensch - Inferiori La musica aiuta a vivere, anzi a sopravvivere. Un sopravvissuto, se ancora sano di mente, non può non avere memoria. E la memoria “musicale” di un pianista, è a lunghissimo termine. La musica aiuta anche a ricercare, a sperare di trovare e per quanto riguarda il nostro protagonista, perdonare. Così mi par di capire.  Ma chi è il nostro protagonista? Si chiama Wladyslaw Szpilman \ Adrien Brody / è il celebre pianista del continua »

* * * * *

L'olocausto al di là della rete

martedì 17 maggio 2005 di Dona

La storia di un uomo che è costretto a vivere la tragedia del nazismo e l'orrore dello sterminio attraverso le stanze e le vie di una città, anch'essa succube della pazzia dell'uomo: così Roman Polanski descrive l'olocausto. Non attraverso i campi di sterminio o le fosse comuni, ma tramite le senzazioni e la solitudine di Wladyslaw, tenuto a galla da straordinari gesti di comprensone ed amore da parte di figure al i fuori della logica della morte; logica che pare divorare anche le note della musica, continua »

* * * * *

Il coraggio di parlare d'olocausto senza retorica

di lemke

Tesi: Schindler's list, seocndo me è un capolavoro mancato, nel quale ad una magistrale prima aprte si contrappone una seconda parte a dir poco stucchevole per retorica. Antitesi: il pianista è un film dove non trova spazio la retorica, in quanto ci mostra in maniera quasi documentaristica la quotidianità, secca, asciutta. Sintesi: Il pianista è un capolavoro e, dal mio punto di vista, il migliore film da un bel po' di anni a questa parte. continua »

* * * * *

L'olocausto di roman polansky

domenica 20 febbraio 2011 di weach

Kein Ruhm, soderen mit Verachhtung. Un pianoforte, le mani sensibili  di  pianista, espandono nell’aria le note di uno Chopin  struggente , commovente.  La vibrazione musicale sembra avere la forza morale di vincere il dolore umano dell’ umana violenza . queste note intersecano la follia dell’Olocausto, quasi fossero angeli osservatori. Riteniamo di poterci avvalere per descrivere il peculiare rapporto fra  musica e forma   della mirabile continua »

wilm hosenfeld
ringrazi Dio,non me.Lui ci ha fatti sopravvivere..almeno..è cio che dovremmo credere
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Wladyslaw Szpilman (Adrian Brody) e Dorota (Emilia Fox)
Wladyslaw Szpilman: C’è un’ordinanza che vieta agli ebrei di sostare nei giardini Dorota: Stai scherzando? Wladyslaw Szpilman: No per niente. Ci potremmo sedere su una panchina, ma c’è un’altra ordinanza che vieta agli ebrei di sedersi sulle panchine Dorota: Ma è assurdo! Wladyslaw Szpilman: Possiamo stare in piedi e parlare, non penso che ciò sia vietato.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase
Shop

DVD | Il pianista

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 12 aprile 2006

Cover Dvd Il pianista A partire da mercoledì 12 aprile 2006 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Il pianista di Roman Polanski con Adrien Brody, Thomas Kretschmann, Frank Finlay, Emilia Fox. Distribuito da Universal Pictures, il dvd è in lingue e audio inglese, Dolby Digital 5.1 - italiano, Dolby Digital 5.1. Su internet Il pianista è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 7,99 €
Prezzo di listino: 9,99 €
Risparmio: 2,00 €
Aquista on line il dvd del film Il pianista

SOUNDTRACK | Il pianista

La colonna sonora del film

Disponibile on line da venerdì 11 ottobre 2002

Cover CD Il pianista A partire da venerdì 11 ottobre 2002 è disponibile on line e in tutti i negozi la colonna sonora del film Il pianista del regista. Roman Polanski Distribuita da Sony Classical, il cd è composto da musiche di genere Musica da Camera.

BIZ

di Alberto Crespi L'Unità

Wladek Szpilman corre incontro ai militari sovietici che per lui rappresentano la salvezza. Da settimane vive come un animale, nascosto in una Varsavia ormai deserta, abbandonata anche dai nazisti. Non c'è più una sola casa in piedi, la neve dell'inverno del 1945 copre solo macerie. Dei 360.000 ebrei che erano stati rinchiusi nel ghetto, nel 1940, ne sopravvivono solo 20; ma Wladek non lo sa. Lui è vissuto alla macchia, solo come un cane, e ora quei militari dell'Armata Rossa sono il segnale che è finita, che si può tornare a vivere. »

di Luigi Paini Il Sole-24 Ore

La sala cinematografica diventa tempio. Gli occhi lucidi, le mani serrate, entriamo nello spazio sacro del dolore e della schiavitù del Male. In Il pianista, di Roman Polanski, questa schiavitù ha un nome preciso: il Ghetto di Varsavia, dove centinaia di migliaia di ebrei polacchi morirono durante la Seconda guerra mondiale, schiacciati dalla micidiale organizzazione nazista. Il tutto è ricreato attraverso il racconto delle infinite traversie, realmente accadute, di un grande suonatore di pianoforte, Wladyslaw Szpilman (Adrien Brody), che riuscì miracolosamente a uscirne vivo (come del resto lo stesso Polanski). »

di Lietta Tornabuoni La Stampa

Nel ghetto di Varsavia in Polonia, nel 1940 della Seconda Guerra Mondiale, erano stati chiusi dai nazisti 360.000 ebrei. Ne sopravvissero 20. Uno di loro era il pianista Wladyslaw Szpilman (scomparso nel 2000 a ottantotto anni), che ha raccontato come rimase vivo nell´autobiografia pubblicata da Baldini & Castoldi. Un libro di memoria scritto in un tono neutro, distante, asciutto, quasi l´autore parlasse di qualcun altro; e Roman Polanski ha adottato nel bel film che ne ha tratto, Il pianista, Palma d´oro all´ultimo festival di Cannes, un tono analogo, serio, sobrio e sincero. »

di Emanuela Martini Film TV

Non dev'essere facile per un ebreo polacco che da bambino ha attraversato le persecuzioni naziste, il ghetto di Cracovia, i bombardamenti, le deportazioni di massa, la perdita di familiari e amici, e la paura, la solitudine, il randagismo, affrontare con lucidità una storia di Olocausto. Forse è per questo che Roman Polanski rifiutò l'offerta di Spielberg di dirigere Schindler's List e che è arrivato quasi a settant'anni prima di imprimere sulla pellicola il suo Olocausto:la storia privata, molto simile alla sua anche se il protagonista è un adulto, di un ebreo fuggiasco che, solo, sopravvive nella Varsavia occupata dai nazisti. »

Il pianista | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | rongiu
  2° | dona
  3° | lemke
  4° | weach
  5° | weach
  6° | great steven
  7° | valentina c 13 anni
  8° | theophilus
  9° | jayan
10° | jervo
11° | alesya
12° | fedeleto
13° | dounia
14° | nick castle
15° | g. romagna
16° | andyflash77
17° | immanuel
Premio Oscar (3)
Golden Globes (2)
Festival di Cannes (1)
David di Donatello (1)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 |
Link esterni
Sito ufficiale
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità