Americani

Film 1992 | Drammatico 100 min.

Titolo originaleGlengarry Glen Ross
Anno1992
GenereDrammatico
ProduzioneUSA
Durata100 minuti
Regia diJames Foley
AttoriJack Lemmon, Ed Harris, Alec Baldwin, Jonathan Pryce, Al Pacino, Alan Arkin Kevin Spacey.
TagDa vedere 1992
MYmonetro 3,42 su 24 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di James Foley. Un film Da vedere 1992 con Jack Lemmon, Ed Harris, Alec Baldwin, Jonathan Pryce, Al Pacino, Alan Arkin. Cast completo Titolo originale: Glengarry Glen Ross. Genere Drammatico - USA, 1992, durata 100 minuti. - MYmonetro 3,42 su 24 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi
Americani
tra i tuoi film preferiti.




oppure

Siamo a Chicago e gli affari non vanno molto bene, così si decide drasticamente di ridurre il personale. Il film ha ottenuto 1 candidatura a Premi Oscar, Il film è stato premiato al Festival di Venezia e 1 candidatura a Golden Globes. Al Box Office Usa Americani ha incassato nelle prime 4 settimane di programmazione 7,7 milioni di dollari e 2,1 milioni di dollari nel primo weekend.

Consigliato sì!
3,42/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO 3,38
CONSIGLIATO SÌ
Grande film d'attori sostenuto da una sceneggiatura appositamente scritta da David Mamet.

Grande film d'attori sostenuto da una sceneggiatura appositamente scritta da David Mamet. La regia è minimale ma riesce a tenere viva la partecipazione del pubblico, nonostante si svolga in luoghi chiusi e prevalentemente nell'ufficio della società immobiliare dove lavorano i protagonisti.
Siamo a Chicago e gli affari non vanno molto bene, così si decide drasticamente di ridurre il personale. Viene quindi stabilita una lotta all'ultimo sangue con premi per i primi due classificati e dal terzo in poi il licenziamento. Tra parolacce, insulti e cattiverie i personaggi cercano di fare le migliori vendite di terreni per salvare il posto e vincere una Cadillac Eldorado. Jack Lemmon ha vinto il premio come migliore attore alla Mostra di Venezia. Menzioni a tutti gli altri, soprattutto ad Al Pacino, qui molto misurato; Alec Baldwin, in una breve parte da "manuale del bravo attore", Jonathan Pryce, un cliente indeciso e stressato.

PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
sabato 29 giugno 2013
Luigi Chierico

Tratto da un lavoro teatrale di David Mamet, che ne ha curato la sceneggiatura, il film è un pezzo di teatro prestato al cinema. Non vedere lo schermo ma un palcoscenico; è quello della vita su cui tutti ci muoviamo per conquistare il primo piano, l’applauso. Tra la polvere di un vecchio palcoscenico di legno, come è il mondo, battuto da tanti artisti,emerge sempre qualcuno, gli altri andranno “ [...] Vai alla recensione »

venerdì 20 novembre 2009
Linda Polverari

Una filiale di un’agenzia immobiliare di Chicago è in crisi. Per risollevarne le sorti, un cambio al vertice. Il quale stabilisce nuove disposizioni societarie: l’agente che realizzerà il maggior numero di vendite per la fine del mese, vincerà una Cadillac; per il secondo classificato, un servizio di coltelli da cucina; terzo premio, per tutti gli altri, il licenziamento.

domenica 4 settembre 2011
Alieno

Uomini che lavorano, portati alla disperazione e alla competizione di squadra per la loro sopravvivenza professionale. La classifica del valore di questi personaggi è stilata inesorabilmente da quanto questi riescono a vendere (terreni) dove come premio viene concessa a uno di loro una Cadilac e come punizione alla loro nullità il licenziamento. E' una di quelle infamie perpetrate dagli uomini che [...] Vai alla recensione »

sabato 25 marzo 2017
Michelangelo Scali

ATTENZIONE: PUÒ CONTENERE SPOILER Americani, si può dirlo senza timore, è il film definitivo sul cosiddetto Sogno Americano per come apparso negli anni '90 del Novecento, uscito peraltro proprio negli anni '90 del Novecento. Si potrebbe portare a paragone Il Grande Lebowski, ma Americani punta rappresentazione pura e semplice, non alla satira.

sabato 26 ottobre 2013
stefano bruzzone

un capolavoro di  James Foley il quale ha saccheggiato le scuderie di Hollywood reclutando il meglio che si poteva trovare in giro a quei tempi. Un manipolo di venditori immobiliari ha solo pochi giorni per svoltare e mantenere il posto di lavoro. nel cast troviamo un cla-mo-ro-so Jack Lemmon, uno straordinario come al solito Al Pacino e il resto della truppa assolutamente all'altezza dei [...] Vai alla recensione »

lunedì 31 ottobre 2011
katamovies

due sono i motivi di interesse di questo film: il primo è la sceneggiatura, che è la trasposizione di una opera teatrale Premio Pulitzer, autore David Mamet, considerato un maestro della drammaturgia contemporanea.  il secondo è chiaramente un cast di grandissimi attori, da pacino a lemmon, da harris a pryce. Grazie all'eccellente lavoro sui dialoghi e sul linguaggio, [...] Vai alla recensione »

martedì 11 luglio 2017
amakasu

La prova, se ce ne fosse il bisogno, che gli Oscar non premiano i migliori film.

sabato 5 luglio 2014
The Bracch

Il film offre una visione a 360° del mondo dei venditori immobiliari. Essi sono disposti a tutto, pur di essere i primi in classifica, anche a rubare. Tra inganni, sotterfugi e belle parole la storia si sposta tra le pareti di un ufficio di Chicago e il mondo dei possibili compratori. Diretto da James Foley, nel cast figurano al Pacino, Alec Baldwin,  Jack Lemmon, nei panni di Shelley Levene, [...] Vai alla recensione »

giovedì 20 dicembre 2012
ultimoboyscout

Causa cambio di vertice, che stabilisce nuove e più alte soglie di produttività all'interno di un'agenzia immobiliare, scoppia il panico tra gli impiegati (che sono, chi più chi meno dei poveracci) poichè al di sotto di tali livelli si è licenziati. Si tratta della più classica tragedia, con un cast notevolissimo, corale e aggiornata ai nostri giorni, [...] Vai alla recensione »

lunedì 13 luglio 2009
Elvis shot JFK

Peccato per il finale che non essendoci ha rovinato un pò tutto il film in generale. Buone tutte le interpretazioni, ottimo Al Pacino. Belli i dialoghi.

lunedì 13 aprile 2009
sioclock

Anche nell'imbarazzante "Who's that girl?" James Foley era riuscito ad essere sopportabile e divertnte, ma la noia e la stupidità di questo film arriva al limite, ancor più grave è che lo spettatore dai titoli di testa in cui appaiono monumenti del cinems(Pacino, Lemmon, Pryce, Baldwin, Spacey) si aspetta di vedere un capolavoro, ed invece....storia sconclusionata e momenti in cui viene voglia di prendere [...] Vai alla recensione »

Frasi
Blake: Sono le sette e mezza. Dov'è Ricky Roma? Ora fate attenzione un momento. Che problemi avete qui dentro? Si può sapere? Potete avere quello di qualche vendita andata in fumo, di qualche str***o che non vuole comperare il terreno che gli volete vendere, di qualche figa che non riuscite a farvi, ma parliamo di cose importanti! Ci sono tutti?
Williamson: Ne manca uno.
Blake Be' io procedo. Ora parliamo di cose importanti. (Rivolto a Levene che sta prendendo un caffè al distributore automatico) Metti giù quel caffè e ascolta! Il caffè è per chi chiude i contratti. Credi che stia scherzando? lo non scherzo con nessuno. Io vengo dalla sede centrale, rappresento Mitch e Murray. E sono venuto qui perché fate pena. Tu ti chiami Levene?
Levene: Sì.
Blake: Beh, ti consideri un venditore? Brutto figlio di puttana. Moss lo non ci sto a queste cazzate!
Blake: Vai pure, amico, perché la buona notizia è che siete licenziati! La brutta notizia è che avete a vostra disposizione soltanto una settimana per riconquistare il posto di lavoro. A partire da stasera, dalle vendite che farete stasera. Fate tutti attenzione adesso? Bene! Abbiamo aggiunto altri premi alla gara delle vendite di questo mese. Voi tutti sapete che il primo premio è una Cadillac Eldorado. Volete vedere qual è il secondo premio? Secondo premio sei coltelli da bistecca. Terzo premio il licenziamento. Avete capito? Tu ridi ancora? Vi danno i contatti. Mitch e Murray li hanno pagati parecchio, vedete di sfruttarli quei nominativi. Se non chiudete coi contatti che avete, se non chiudete un ca**o, se siete dei coglioni allora fuori dalle palle, sparite, perché siete tutti licenziati!
Levene: I contatti sono scadenti.
Blake: I contatti sono scadenti, sono i contatti che sono scadenti? Sei tu che sei scadente, io faccio questo mestiere da quindici anni.
Dialogo tra Shelley Levene (Jack Lemmon) - Dave Moss (Ed Harris) - Blake (Alec Baldwin) - George Aaronow (Alan Arkin)
dal film Americani - a cura di Patrizia
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Giovanni Grazzini

Ormai fra i maggiori drammaturghi americani, se non il massimo, David Mamet è anche un accorto amministratore del proprio talento. Se ne ha la riprova nel suo alternarsi fra teatro e cinema, e fra sceneggiature e regie per lo schermo. L'ultima conferma viene dal copione che egli ha tratto dalla sua pièce Glengarry Glen Ross d'una decina d'anni fa (in Italia l'ha portata alla ribalta Luca Barbareschi), [...] Vai alla recensione »

winner
coppa volpi migliore int. maschile
Festival di Venezia
1992
winner
premio ciak d'oro per l'attore
Festival di Venezia
1992
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati