Ritorno al futuro

Film 1985 | Fantastico Film per tutti 116 min.

Titolo originaleBack to the future
Anno1985
GenereFantastico
ProduzioneUSA
Durata116 minuti
Regia diRobert Zemeckis
AttoriMichael J. Fox, Christopher Lloyd, Lea Thompson, Crispin Glover, Thomas F. Wilson Claudia Wells, Marc McClure, Wendie Jo Sperber, George DiCenzo, Frances Lee McCain, James Tolkan, J.J. Cohen, Casey Siemaszko, Billy Zane, Harry Waters Jr.
TagDa vedere 1985
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: Film per tutti
MYmonetro 4,13 su 76 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Robert Zemeckis. Un film Da vedere 1985 con Michael J. Fox, Christopher Lloyd, Lea Thompson, Crispin Glover, Thomas F. Wilson. Cast completo Titolo originale: Back to the future. Genere Fantastico - USA, 1985, durata 116 minuti. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: Film per tutti - MYmonetro 4,13 su 76 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi
Ritorno al futuro
tra i tuoi film preferiti.




oppure

Marty, simpatico ragazzotto americano, conosce il classico "scienziato pazzo", che ha sottratto un carico di plutonio a un gruppo di terroristi libici per alimentare la sua "creatura". Il film ha ottenuto 11 candidature e vinto 2 Premi Oscar e 7 candidature a Golden Globes.

Ritorno al futuro è disponibile a Noleggio e in Digital Download su TROVASTREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato assolutamente sì!
4,13/5
MYMOVIES 3,25
CRITICA N.D.
PUBBLICO 4,57
ASSOLUTAMENTE SÌ
Una commedia cult innervata dalla fantascienza che ci ricorda come la tecnologia compia periodicamente dei ritorni al futuro.
Recensione di Giancarlo Zappoli
Recensione di Giancarlo Zappoli

Marty McFly ha diciassette anni, una ragazza di cui è innamorato e una famiglia non particolarmente vivace. Il padre, George, ha paura anche della propria ombra mentre la madre si lascia vivere, priva com'è di qualsiasi ambizione per sé e per i propri tre figli. Marty è amico di Doc, uno scienziato eccentrico che ritiene di aver inventato un'auto che è al contempo una macchina del tempo. Marty avrà modo di scoprire che lo è realmente finendo nella sua stessa città nel 1955. Lì conoscerà sua madre e suo padre che non sembrano proprio destinati a formare una coppia.
Robert Zemeckis era da poco andato con successo di pubblico e di critica All'inseguimento della pietra verde quando si mise al volante di un'auto che pareva destinata all'oblio. Perché la De Lorean DMC 12, come sanno gli appassionati delle quattro ruote, non è frutto di invenzione ma era stata l'unico veicolo realizzato da un industriale accusato di appropriazione indebita e quindi sparito dal mercato. Così come l'idea della macchina del tempo non è particolarmente originale se si considera che H.G. Wells l'aveva già immaginata nel suo romanzo omonimo del 1895.
Dove risiede allora la base del successo di questo film che avrebbe dato il via a una trilogia destinata a sbancare i box office di tutto il mondo? Sta nel fatto che Zemeckis, con la complicità alla produzione dell'amico Spielberg, non si limita a giocare con gli anacronismi in stile Un americano alla corte di re Artù ma va molto oltre. Non solo anticipa le Sliding Doors della seconda metà degli anni Novanta ma batte anche di un'incollatura (ossia di un anno) il Coppola di Peggy Sue si è sposata. Lo fa con la consapevolezza di realizzare una commedia innervata dalla fantascienza ma, soprattutto, di star riflettendo su un presente non facile (se Reagan è Presidente perché non avere Jerry Lewis come vice?) senza particolari nostalgie per il passato. Non siamo in area American Graffiti in questa occasione o, se lo siamo, si tratta solo di riferimenti cronologici. Perché la vita nel 1955 non è poi così idilliaca se i bulli spadroneggiano.
A questo si aggiunge una riflessione non banale sull'immagine che i figli di tutto il mondo (e forse di tutte le epoche) hanno dei genitori. Quell'uomo e quella donna sembrano non essere mai stati degli adolescenti e, soprattutto, non debbono aver mai avuto una sessualità. Così Marty può sentirsi davvero a disagio nel momento in cui non solo rischia un pre-incesto (avere un rapporto amoroso con sua madre che ancora non è tale) ma scopre che la ragazza non attende le avances ma le anticipa attivamente. Lo scorrere del tempo, che apre il film con gli innumerevoli orologi che affollano il laboratorio di Doc Brown, non sembra aver intaccato la presa spettacolare (ma non solo) di questo film.
Semmai ci ricorda che oggi Michael J. Fox lotta contro un male, il morbo di Parkinson, che proprio con il procedere degli anni e con le scoperte di scienziati non meno brillanti di Doc potrebbe essere sconfitto. Guardandolo poi con particolare attenzione, il film ci ricorda che la tecnologia periodicamente compie dei ritorni al futuro. Osservate uno dei bulli che inseguono Marty in auto: indossa gli occhialini bicolori del 3D. Più 'ritorno al futuro' di così!

Sei d'accordo con Giancarlo Zappoli?
Francesco Rufo
venerdì 10 luglio 2009

La trilogia di Ritorno al futuro è improntata sulle aporie e sui paradossi logici e fisici del tempo. Unisce diversi generi e moduli narrativi: la fantascienza, la commedia, la saga familiare, la serialità. Temi centrali del primo capitolo sono: la nostalgia del passato, del tempo perduto; i rapporti tra genitori e figli, tra generazioni diverse; il complesso di Edipo e il suo superamento (il figlio non usurpa il padre, ma lo aiuta a divenire tale, con un temporaneo scambio di ruoli in cui il figlio fa da guida e docente al padre al fine di essere pienamente e naturalmente figlio, guidato e discente); il desiderio di un presente migliore, il desiderio di felicità per il futuro; l’ansia della correzione, la tensione al miglioramento; l’elogio dell’autocontrollo, della riflessività, cui si accompagna la critica all’impulsività, alla prepotenza, alla violenza; il contrasto tra individuo onesto e potere corrotto; il terrore che ciò che esiste venga cancellato, scompaia, la paura della non-esistenza, del nulla, della perdita del soggetto (la scomparsa del corpo di Marty). Alla base dei tre film c’è il tempo, il concetto, la visione del tempo. In questo primo capitolo, il tempo è spazializzato, in primo luogo perché può essere visto come una linea continua, in secondo luogo perché i suoi effetti sono visibili e raffigurati nello spazio, nel paesaggio di Hill Valley. Il tempo si presenta come un blocco unico, determinato, già dato. Il viaggio nel tempo permette di modificare cose, fatti, persone, spazi. Con l’intervento del viaggiatore si afferma l’individuo come consapevole fautore del proprio destino, si afferma la volontà di agire per costruirsi il presente e il futuro secondo le proprie scelte. Uno dei temi centrali è quindi la dialettica tra necessità, determinismo da una parte, e possibilità, ottimismo della volontà dall’altra.

Sei d'accordo con Francesco Rufo?
RITORNO AL FUTURO
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
-
-
CHILI
iTunes
-
-
-
-
Infinity
Amazon Prime Video
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,29
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
lunedì 11 maggio 2009
Fabrizio Cirnigliaro

L’anno prossimo questo film diretto da Zemeckis compirà 25 anni, ma non sembra essere invecchiato affatto. Solitamente una pellicola, quando viene rivista dopo tanti anni, mostra tutti i propri difetti, gli anni passano per tutti.Risulta comunque difficoltoso spiegare i motivi del suo successo. Probabilmente è stato girato nel momento giusto. L’America nella metà degli anni 80 era vista come il modello [...] Vai alla recensione »

domenica 29 agosto 2010
Alex41

Divertente, emozionante, nostalgico, un po' fantascienza, un po' commedia, un po' avventura e un po' fantastico. "Ritorno al futuro", soprattutto il primo, è un bellissimo cult che ha fatto la storia nel mondo della fantascienza, adatto per tutta la famiglia. Quanti di noi non vorremmo avere una macchina del tempo per tornare indietro e mettere a posto alcune delle [...] Vai alla recensione »

lunedì 25 aprile 2011
Romario

Ritorno al futuro è uno di quei film che puoi vedere 10 volte di seguito senza stancarti mai, Esemplare nella regia, nei dettagli, nei personaggi, nel mischiare elementi di commedia con elementi più drammatici. La capacità di creare determinate ambientazioni e di far sognare lo spettatore è il vero punto di forza del film.

martedì 29 gennaio 2013
LorenzoNero27

Il titolo della mia recensione rende bene l'idea di quante volte abbia visto questo film. A distanza ormai di quasi 28 anni dall'uscita,la passione che c'è intorno a questo cult movie fatica ad affievolrsi. C'è da chiedersi perchè ??? Semplicemente, è una storia appassionante e ritmata che tiene incollati alla poltrona dall'inizio alla fine.

giovedì 11 ottobre 2012
Alex41

Questo film è un mix di fantascienza, commedia, romanticismo (quanto basta) e di musica. Un film assolutamente irresistibile, piacevole, scurrile, dalle atmosfere veramente superlative. Effetti speciali giusti per un film del genere, da vedere sia con la famiglia che con gli amici, una pellicola che giustamente è diventata un'icona degli anni '80 e che ha portato alla realizzazione [...] Vai alla recensione »

giovedì 22 ottobre 2015
Savross85

Non sono andato a rivederlo al cinema in occasione del 21 ottobre: ma rimane un film che farà sempre sognare. In questa opera cult, tutto è perfetto: ma soprattutto, sono le emozioni trasmesse ad essere importanti. Il cinema deve essere sì trama, effeti speciali, fotografia, attori, musiche: ma l'amalgama di tutto quanto deve finire in un cocktail che trasmette allo spettatore [...] Vai alla recensione »

domenica 27 dicembre 2015
Cipolla Profumata

Il primo episodio della serie è sicuramente il più bello di tutti,nei successivi infatti i paradossi temporali finiranno per generare troppa confusione. Sceneggiatura e fotografia da oscar accompagnate dalle meravigliose interpretazioni di Lloyd e Fox,azzecatissimi nei rispettivi ruoli di inventore pazzo e giovanotto scapestrato ma furbo e intelligente.

giovedì 20 giugno 2013
MadMax86

Questo film rappresenta il sogno di tutti gli adolescenti…. Avere uno scienziato pazzo come amico. E non uno qualunque !  Ma il primo scienziato capace di inventare una macchina del tempo.La spiegazione del funzionamento della macchina del tempo (modello DeLorean) sta tutta nell’invenzione del “condensatore di flusso” che fu idealizzato in sogno dallo scienziato Emmett [...] Vai alla recensione »

martedì 15 giugno 2010
luigi92

Questo film, insieme agli altri 2, è un capolavoro..... però anche la colonna sonora fa da padrona insieme alla famosissima DeLorean

venerdì 9 luglio 2010
alberto.dif

Capolavoro del cinema di Robert Zeckins ,un film che non ti stanchi mai di vedere !!!chi non si è chiesto mai come sarebbe tornare indietro nel tempo?? Con questo film puoi viaggiare nel tuo immaginario con una Delorian agli 80 all'ora. Assolutamente da vedere divertente e geniale vi farà restare incollati allo schermo!!!nella perfetta cornice degli anni 80 con maestria Michael J [...] Vai alla recensione »

giovedì 2 dicembre 2010
re sole

veramente un capolavoro del cinema della fantascienza con humor e effetti speciale bellissima la storia e le musica e bravissi i 2 protagonisti

venerdì 22 ottobre 2010
Angel7

IL FILM PIU' BELLO DI TUTTI I TEMPI!!!  RIUSCIREI A VEDERLO OGNI GIORNO SENZA MAI STANCARMI!!! CAPOLAVORO!!!

martedì 14 giugno 2011
bakery

gentili critici cinematografici, 3 stelle a ritorno al futuro? ma per favore, cambiate mestiere! 

venerdì 2 ottobre 2009
simone.de.rosa

Un film leggero e divertente, sicuramente uno dei migliori che abbia mai visto. Insomma ha tutte le caratteristiche di un vero CAPOLAVORO

giovedì 1 ottobre 2009
Gianly

Ennesima visione di questo capolavoro di Robert Zemeckis, film che sta nella mia top ten a cui sono molto legato come tante persone che ne sono rimaste conquistate. Sempre attuale, sempre moderno che non sente il peso degli anni. Il viaggio nel tempo apparentemente sembra sia il punto di forza del film, invece non è un film incentrato solamente sul viaggio nel tempo ma sfrutta l'occasione per mettere [...] Vai alla recensione »

mercoledì 5 dicembre 2012
Fausto Soregaroli

Non voglio dire più di quel che si è già detto su questa geniale creazione che, ora sì, mi riporta indietro nel tempo di oramai quasi 28 anni. Ai giovani di adesso dico: non perdetevelo. A quelli che l'hanno visto allora e magari l'hanno rivisto in cassetta o DVD, suggerisco di portarlo a un dopocena fra amici e riverderlo per un'altra volta ancora.

martedì 29 marzo 2011
Gianluca78

Una vera chicca, laddove si celano tutte le nostre paure sul futuro, e i tormenti del presente.Zemeckis non trascura nessun particolare,e la vicenda ne guadagna in ritmo, ironia e godibilità.Poi un michael j. Fox in forma strepitosa, rende Martin tenero e forte allo stesso tempo.Da rivedere con amici.Bellissimo

domenica 14 marzo 2010
Paolo-42

come tutta la trilogia. un film culto, mi ha sempre fatto impazzire....

giovedì 9 luglio 2009
alexsilente

e un mito questo film da vedersi e rivedersi ogni volta che passa, anche se si conoscono le battute a memoria, anche se si conosce passo passo, la colonna sonora e strepitosa e la deloren e meglio di una ferrari in bellezza e in ogni tipo di inquedratura anche addobbata come una macchina dell' tempo. e vero all' inizio martin fa' una confusione tremeda ma poi aggiusta tutto e in una maniera per lui [...] Vai alla recensione »

sabato 17 dicembre 2011
Liuk

Probabilmente questa è la pellicola che più ha segnato la mia vita. Un film perfetto sotto tutti gli aspetti che mi ha accompagnato e ancora mi accompagna nello scorrere del tempo. Non me la sento di fare una recensione perchè difficilmente potrei essere obiettivo. Se per qualche strano motivo non lo avete mai visto, correte subito ai ripari, mi raccomando.

lunedì 29 agosto 2011
tiamaster

3 stelle ritorno al futuro (c-cosa?!) 3 e mezzo forrest gump (mi prendete in giro??) chi ha incastrato rogger rabbit 3....MA PERCHE LO ODIATE??? al primo mimimo ma minimo tre e mezzo,ma a essere spietati,stessa cosa con forrest gump ma però con quattro stelle,rogger rabbit ALMENO tre e mezzo insomma questo film e gli altri due che ho nominato sono dei capolavori,insieme ad alcuni altri che [...] Vai alla recensione »

mercoledì 22 aprile 2009
esaminatore

Uno dei maggiori cult degli anni'80, questo film lacsia un senso di felicità e spensieratezza dopo la sua visione. magari si può trovare semplice l'interpretazione di Lloyd e MJ Fox ma ricalca benissimo l'idea del film,inoltre una sceneggiatura stupenda una delle più belle delle staoria del cinema rendono questo film un'autentico capolavoro. non bisogna dimenticare anche la bellissima colona sonora [...] Vai alla recensione »

venerdì 11 maggio 2012
JohnWilson

Un film gradevole, intelligente, divertente, ben studiato e..immortale!!! Chiunque lo dovrebbe vedere almeno una volta!!!

mercoledì 13 maggio 2009
Lu^.^

Superbo! Mitico! Fantastico! Immortale!

sabato 24 novembre 2012
Ita_SharkL

Film bellissimo veramente ben fatto e anche gli altri 2 sequel sono ottimi.

domenica 4 febbraio 2018
rmarci 05

non c'è alcun dubbio che questo film sia diventato un cult movie. Il ritmo è scorrevole, la trama è fantasiosa e originale e i personaggi sono simpatici. La deloran è fantastica e gli intrecci narrativi rendono il film piacevole. L'ironia a volte sfiora un pò il ridicolo e gli attori sono bravi manon da oscar.

domenica 13 settembre 2015
kondor17

Dopo averlo visto nell'ottantacinque con gli amici, poi con mia moglie e i miei figli, ho rivisto ieri con gran piacere questo splendido film di Zemeckis prodotto da Spielberg. Quel che ancor oggi mi affascina è la sua straordinaria capacità di sorprendere e di far sorridere, anche all'ennesima visione. Fantastici Michael J. Fox e Christopher Lloyd, bellissime le musiche e i costumi, [...] Vai alla recensione »

mercoledì 10 giugno 2015
cristianshady

Indimenticabile, spettacolare...non ha bisogno di molte parole

lunedì 9 marzo 2015
il befe

bello

mercoledì 4 febbraio 2015
MrMassori

Non solamente un Film, ma un'opera d'arte a 360°. E' un Capolavoro Immortale ed una pietra miliare della storia del Cinema. Senza alcun dubbio è tra i miei 15 film preferiti in assoluto.

mercoledì 27 novembre 2013
stefano bruzzone

un film cult per chi come me ha vissuto gli anni 80. il solito pimpante e vulcanico M.J. Fox viaggia nel tempo a bordo di una fantastica e mitica De Lorean .prodotto da Spielberg è un film entrato a pieni voti nella storia del cinema. Voto: 10

mercoledì 14 agosto 2013
Maximrix

...raggiungi qualunque risultato! Tanto è stato detto e scritto su questo capolavoro degli anni ottanta, è pieno di trovate geniali, di buona musica, di effetti speciali, di attori bravissimi e insignito di due Oscar. Ma ciò che ha lasciato il segno in me è la trovata di un figlio intelligente e sveglio che incontra i genitori della sua stessa età finisce [...] Vai alla recensione »

mercoledì 16 settembre 2009
Renato C.

La fantascienza ci aveva prospettato più volte films su viaggi nel tempo come il famosissimo "Il pianeta delle scimmie", ma questo film è molto piacevole perchè basato sull'ironia e su quel scienziato simpatico e arruffone del Dr. Brown. Certo che l'idea di andare nel passato per migliorare il proprio futuro è bellissima. Innanzitutto il giovane Marty McFly è un ottimista che ci tiene alla vita tant'è [...] Vai alla recensione »

sabato 10 ottobre 2009
francisca

A mio parere rimane uno dei migliori film di Michael J.Fox dove interpreta Marty,uno studente un pò ribelle che cerca di farsi strada suonando la chitarra elettrica.Per non essere catturato dai libici scappa con la macchina del tempo del suo amico Doc,uno scenziato e arriva nell'anno 1955 modificando involontariamente il corso degli avvenimenti.

Frasi
Nessuno può chiamarmi fifone!
Una frase di Marty McFly (Michael J. Fox)
dal film Ritorno al futuro - a cura di JD
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Luigi Paini
Il Sole-24 Ore

Marty McFly (Michael J. Fox, giovane astro hollywoodiano) vive un presente alquanto privo di sorprese: incontri di routine con la findanzata, una scuola noiosa da frequentare (a cui è d’obbligo arrivare quasi sempre in ritardo), una famiglia scombinata, con contorno di padre buono, ma rammollito. Per fortuna c’è Doc (Christopher Lloyd), provvidenziale scienziato - pazzo e geniale quanto basta - amico [...] Vai alla recensione »

Roberto Escobar
Il Sole-24 Ore

Il cinema? Tutta questione di tempo! Ritorno al futuro, il film di maggior successo delle ultime settimane, lo conferma. E non perché racconta di una macchina che attraversa i confini tra presente, passato e futuro. È già nella regì a e nel montaggio che il tempo diventa protagonista fondamentale. Concentrazione e dilatazione degli avvenimenti, velocità, ritmo: la vera macchina del tempo non l’ha inventata [...] Vai alla recensione »

winner
migliori eff. speciali sonori
Premio Oscar
1985
winner
migliori eff. speciali sonori
Premio Oscar
1985
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati