Dizionari del cinema
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
domenica 21 ottobre 2018

Daniel Brühl

Goodbye Daniel

Nome: Daniel César Martín Brühl González Domingo
40 anni, 16 Giugno 1978 (Gemelli), Barcellona (Spagna)
occhiello
"Non hai bisogno di una faccia per guidare, ti serve solo il piede destro!"
dal film Rush (2013) Daniel Brühl è Niki Lauda
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Daniel Brühl
BAFTA 2014
Nomination miglior attore non protagonista per il film Rush di Ron Howard

Golden Globes 2014
Nomination miglior attore non protagonista per il film Rush di Ron Howard



Ospiti del See What's Next di Roma, Luke Evans, Dakota Fanning e Daniel Brühl raccontano la miniserie che li vede protagonisti. Ora su Netflix.

L'alienista: «ogni episodio è come un piccolo film»

martedì 24 aprile 2018 - Andrea Fornasiero cinemanews

L'alienista: «ogni episodio è come un piccolo film» Abbiamo incontrato a Roma, dove erano ospiti dell'evento Netflix See What's Next, i tre protagonisti della serie L'alienista, ambientata nella New York di fine Ottocento, dove tra i bassifondi si aggira un inafferrabile e diabolico serial killer. L'affinità tra il gallese Luke Evans, l'americana Dakota Fanning e il tedesco Daniel Brühl è stata evidente fin da come hanno risposto alle domande, passandosi spesso la parola per completare l'uno le affermazioni dell'altro. Parlando della qualità della ricostruzione storica, Evans ha spiegato che la serie «è stata girata a Budapest per tre mesi, dove hanno ricostruito New York in studio, in uno dei set più grandi mai realizzati laggiù. Tutto poteva essere facilmente trasformato e quasi ogni giorno infatti aveva un aspetto diverso, rappresentando vari ambienti e quartieri». Dakota Fanning ha aggiunto: «Le scene da lontano, gli sfondi, erano lasciate in green screen, ma è una cosa che non mi ha impensierito durante le riprese perché tutto quello avevo vicino era reale, del green screen mi accorgevo solo quando dovevamo guardare verso l'orizzonte, per esempio verso la Statua della Libertà» Quindi Evans ha ripreso la parola: «Per dare un'idea di quanto fosse reale il set, per una scena del primo episodio hanno edificato questa incredibile struttura, una parte del ponte dell'East River che allora non era ancora stato ultimato. Si tratta di una costruzione che si poggiava sul primo pilastro, con molte corde e carrucole, ed è lì che viene trovato il primo cadavere. Ovviamente le grandi viste di New York dai tetti, con le gru e via dicendo, sono in green screen. E sono scene che poi è stato bello vedere quando ci hanno mostrato la versione ultimata della serie». ?

La signora dello zoo di Varsavia

* * * - -
(mymonetro: 3,20)
Un film di Niki Caro. Con Jessica Chastain, Johan Heldenbergh, Daniel Brühl, Tomothy Radford, Efrat Dor.
continua»

Genere Biografico, - USA, Repubblica ceca, Gran Bretagna 2017. Uscita 16/11/2017.

Lettere da Berlino

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,90)
Un film di Vincent Perez. Con Emma Thompson, Brendan Gleeson, Daniel Brühl, Mikael Persbrandt, Katharina Schüttler.
continua»

Genere Drammatico, - Germania 2015. Uscita 13/10/2016.

Colonia

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,67)
Un film di Florian Gallenberger. Con Emma Watson, Daniel Brühl, Michael Nyqvist, Richenda Carey, Vicky Krieps.
continua»

Genere Thriller, - Lussemburgo, Francia, Germania 2015. Uscita 26/05/2016.

Captain America: Civil War

* * * - -
(mymonetro: 3,37)
Un film di Anthony Russo, Joe Russo. Con Chris Evans, Robert Downey Jr., Scarlett Johansson, Sebastian Stan, Jeremy Renner.
continua»

Genere Azione, - USA 2016. Uscita 04/05/2016.

Il sapore del successo

* * 1/2 - -
(mymonetro: 2,89)
Un film di John Wells [I]. Con Bradley Cooper, Sienna Miller, Daniel Brühl, Riccardo Scamarcio, Omar Sy.
continua»

Genere Commedia, - USA 2015. Uscita 26/11/2015.
Filmografia di Daniel Brühl »

mercoledì 26 settembre 2018 - Attrice, regista, cantante e musa di Dior, l'indimenticabile Shosanna di Bastardi senza gloria torna in sala con Mio figlio di Christian Carion. Dal 27 settembre al cinema.

Mélanie Laurent, passione infiammabile

Marzia Gandolfi cinemanews

Mélanie Laurent, passione infiammabile Naturalmente bionda, Mélanie Laurent ha infiammato la pellicola di Quentin Tarantino (Bastardi senza gloria) incarnando l'archetipo della Resistenza contro il nazismo. È al tavolo di un Café e in faccia a un soldato tedesco di Daniel Brühl che il (grande) pubblico la scopre per la prima volta ma la sua storia al cinema comincia dieci anni prima. Mélanie Laurent si ritrova suo malgrado davanti alla macchina da presa dopo aver accompagnato, come nella più convenzionale delle commedie americane, un'amica sul set di Asterix & Obelix contro Cesare. A distanza rispettabile dall'azione ma sufficientemente vicina alla star del film (Gérard Depardieu), Mélanie Laurent incrocia lo sguardo del celebre attore che le suggerisce di "fare cinema". Depardieu la classifica nella categoria delle attrici 'naturali' e l'assolda in una sua realizzazione (Un pont entre deux rives), Mélanie coglie l'occasione e rilancia declinando la sua passione per l'arte in tutte le forme. Attrice per caso, regista per scelta, a trentaquattro anni debutta alla regia (Les Adoptés) e trova il tempo per una parentesi musicale al fianco di Damien Rice ("En t'attendant"). Attrice, cantante, realizzatrice, Mélanie Laurent può fare tutto, anche il capro espiatorio, perché gli spettatori (francesi) sui social network non le risparmiano antipatia e sarcasmo fino a montare un video che raccoglie e assembla i suoi egocentrismi e le sue vanità. Il risultato di quel montaggio arbitrario, brani di interviste raccolte nel corso della carriera, restituisce una caricatura pretenziosa e ridicola dell'attrice a cui non si perdona il successo precoce. Ma diversamente da Xavier Dolan, che ha una vocazione autentica nell'attirarsi l'avversione della rete ("se ho un difetto è quello di essere un perfezionista"), Mélanie Laurent ha come unica 'colpa' quella di essere una bella ragazza che fa cinema, canta e presta la biondezza diafana a Dior (e al suo "Hypnotic Poison"), perché la sua pelle diffonde letteralmente luce. È snervante per i mediocri che tutta questa bellezza non sappia stare al proprio posto.

Altre news e collegamenti a Daniel Brühl »
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità