•  
  •  
Apri le opzioni

Wolfgang Reitherman

Wolfgang Reitherman è un regista, produttore, è nato il 26 giugno 1909 a Monaco di Baviera (Germania) ed è morto il 22 maggio 1985 all'età di 75 anni a Burbank, California (USA).

La leggenda della Disney

A cura di Annalice Furfari

Più che un uomo, è stato una leggenda. Il glorioso titolo Wolfgang Reitherman l'ha ricevuto postumo, quattro anni dopo la sua morte. Ma già in vita ha avuto modo di godere ampiamente dei frutti di un talento brillante, che gli ha consentito una rapida ascesa ai vertici della più importante casa di produzione americana di cartoni animati: la Walt Disney. Da animatore a direttore dell'animazione, da regista a capo della produzione, alla morte dello storico fondatore, Reitherman ha firmato tutti i più grandi successi della casa statunitense, quei classici immortali amati da bambini e adulti di ogni epoca e latitudine.

Direttore dell'animazione Disney
Nato a Monaco di Baviera il 26 giugno 1909, Wolfgang Reitherman si trasferisce negli Stati Uniti, in California, non ancora ventenne. Con un grande talento per il disegno, in America, dove la sua famiglia emigra, Reitherman trova la sua fortuna, iniziando a lavorare nel 1928 come illustratore di bozze per appartamenti ed edifici per la Douglas Aircraft Company. Dopo questa parentesi nel mondo del lavoro, decide di tornare a studiare per approfondire le tecniche del disegno artistico. Diplomatosi allo Chouinard Art Institute nel 1933, viene assunto dalla giovane casa di produzione californiana Walt Disney, dove si affermerà ben presto come apprezzato animatore. Qui inizia a lavorare con le future leggende del disegno animato, Ward Kimball e Milt Kahl. I tre collaborano a una serie di classici cortometraggi Disney, tra cui The Concert Band (1935), Music Land (1935), e Elmer Elephant (1936). Subito dopo, Walt Disney lo trasferisce alla produzione del suo primo lungometraggio, il clamoroso successo di Biancaneve e i sette nani (1937), il primo film d'animazione prodotto in America. Il suo importante contributo all'animazione di questo grande classico gli assicura un posto privilegiato alla corte di Walt Disney, tanto da entrare a buon diritto nella squadra leggendaria dei "Nine Old Man" (così come chiamata affettuosamente dallo stesso capo), i nove animatori storici della Disney (Les Clark, Ollie Johnston, Frank Thomas, John Lounsbery, Eric Larson, Ward Kimball, Milt Kahl, Marc Davis), creatori delle opere più famose prodotte dalla casa americana. Dal 1940 al 1955 Reitherman ha, infatti, lavorato, in qualità di direttore dell'animazione, ai più importanti lungometraggi animati targati Disney, da Pinocchio (1940) a Fantasia (1940), da Dumbo (1941) a Cenerentola (1950), da Alice nel paese delle meraviglie (1951) a Le avventure di Peter Pan (1953), per concludere con Lilli e il vagabondo (1955). Il tempismo, la messa in scena, la consistenza, il ritmo e il senso della gag caratterizzano i tratti animati del disegnatore di origine tedesca. Sono nati dalla sua matita alcuni tra i personaggi più riusciti di stampo Disney, dal Coccodrillo de Le avventure di Peter Pan al Drago de La bella addormentata nel bosco, passando per il Ratto di Lilli e il vagabondo.

Il passaggio alla regia e la salda presa del timone dopo la morte di Walt Disney
Regista di alcune sequenze de La bella addormentata nel bosco (1959), Reitherman fa presto carriera, lavorando come supervisore in tutti i film successivi della Disney. La carica dei 101 [1] (1961) segna il suo passaggio alla regia, al fianco di Hamilton Luske e Clyde Geronimi. Le spassose avventure dei cuccioli di dalmata braccati dalla ricca e spregiudicata Crudelia De Mon a caccia di pellicce, caratterizzano una fiaba dal volto moderno, in cui il ruolo di narratore è affidato a un cane. Nel 1963 Reitherman affianca Walt Disney nella regia de La spada nella roccia, con il leggendario mago Merlino che educa un ragazzo della foresta destinato a diventare re Artù. Nello stesso anno, il regista cura Le avventure di caccia del professor de Paperis, un'antologia di nove cartoni animati sulle avventure di caccia dei celeberrimi personaggi disneyani Pluto, Pippo, Topolino e il dottor Pico de Paperis.
Dopo la morte di Walt Disney nel 1966, Reitherman prende il posto dello storico fondatore come capo della produzione di tutti i film d'animazione della casa, sino al suo pensionamento. È proprio sotto la sua reggenza che il prodotto Disney inizia a concentrarsi maggiormente su un'animazione puramente comica e sulla ricerca di doppiatori celebri. Nel 1967 Reitherman dirige Il libro della giungla, tenera storia di un cucciolo d'uomo allevato da una famiglia di lupi, con riuscitissimi animali antropomorfizzati. Nel 1969 riceve il premio Oscar come regista del miglior cortometraggio animato per Winnie the Pooh and the Blustery Day. È del 1970 Gli aristogatti, eredi di un'anziana ed eccentrica ricca signora, che il maggiordomo cerca di eliminare per mettere le mani sul malloppo. Questo film d'animazione, il primo prodotto dopo la morte di Walt Disney, si distingue per la scoppiettante colonna sonora a ritmo di jazz. Nel 1973 Reitherman dirige la celebre storia della volpe Robin Hood, che ruba ai ricchi per dare ai poveri. Dell'anno successivo è Pippo, Pluto, Paperino Supershow, una raccolta di dodici cortometraggi realizzati con la consueta abilità disneyana e la partecipazione di tre fra i personaggi più amati dai bambini. Nel 1977 è co-regista, con Art Stevens e John Lounsbery, de Le avventure di Bianca e Bernie, storia strappalacrime e divertente di un'intrepida coppia di topini che si incarica di ritrovare una bambina misteriosamente scomparsa da un orfanotrofio e di cui è stato trovato un messaggio di aiuto in una bottiglia. Anche qui le emozioni sono garantite dalla regola d'oro della Disney: una trama lineare, facilmente assimilabile dal pubblico infantile, ravvivata da una nutrita serie di divagazioni comiche. Dopo aver prodotto Le avventure di Winnie the Pooh (1977) e Red e Toby - Nemiciamici (1981), Reitherman si congeda dalla sua brillante carriera. Muore cinque anni dopo, il 22 maggio 1985, a 75 anni, in un incidente stradale nei pressi della sua casa di Burbank, in California. Nel 1989 è stato nominato leggenda della Disney.

Ultimi film

Animazione, (USA - 1973), 83 min.
Animazione, (USA - 1970), 100 min.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati