•  
  •  
Apri le opzioni

Davide Manuli

Davide Manuli è un attore italiano, regista, produttore, sceneggiatore, è nato nel 1967

Il regista dei non-luoghi

A cura di Annalice Furfari

Gli inizi dettati dalla passione per la recitazione e l'approdo a una regia che predilige i drammi esistenziali, raccontati in chiave surreale e ambientati in non-luoghi sospesi nel tempo. Questo è Davide Manuli, attore e regista della scena milanese indipendente.

Gli esordi tra recitazione e regia
Davide Manuli nasce a Milano nell'aprile 1967. La sua passione per la recitazione lo porta fino a New York, dove, dal 1987 al 1992, studia per diventare attore all'Actors Studio e al Lee Strasberg Institute. Sempre a New York, nel 1992, diventa assistente di Al Pacino e Charly Laughton per la CHAL Productions. La sua prima prova ufficiale davanti alla macchina da presa arriva con il lungometraggio The Contenders, prodotto da Milos Forman per la Columbia University, di cui Manuli è attore protagonista. Nel 1993 recita nel film L'incantevole aprile di Mike Newell, che riceve tre candidature agli Oscar e vince due Golden Globes. Nel 1995 è finalista al Premio Solinas con la sceneggiatura di Girotondo, giro attorno al mondo, per cui ottiene una borsa di studio. Il film, da lui stesso diretto, uscirà al cinema nel 1998, configurandosi come un'opera prima a cui non manca l'intuito visionario. È la storia di Angelo, un orfano cresciuto con una donna nomade, che reagisce al dolore per la morte del più caro amico per overdose grazie all'incontro con Serena, una prostituta che non ha perso la speranza di migliorare la propria vita.
Sempre nel 1998 Manuli dirige il cortometraggio Bombay: Arthur Road Prison, storia di due solitudini e sconfitte, quelle di Gianluca, giovane rinchiuso in carcere in India, e della sua amica Titti, dipendente dalla droga. Dopo aver pubblicato il libro poetico-fotografico "La mia incapacità di stare al mondo", nel 2003 Manuli è assistente personale del regista Abel Ferrara. Dall'incontro tra i due nasce il desiderio di realizzare un documentario, dal titolo Abel Ferrara a Roma, sulla ricerca dei finanziamenti in Italia per un film di Ferrara, ma il progetto non è mai stato portato a termine. Nel 2006 Manuli gira il documentario di impronta sociale Inauditi - Inuit, sugli Inuit eschimesi residenti nel nord del Canada, a ridosso del Polo Nord, che avrebbero dovuto partecipare a un progetto di cura a distanza mai andato in porto.

La maturazione di un immaginario cinematografico senza tempo e senza luogo
Nel 2008 Manuli è attore nel film Nelle tue mani di Peter del Monte, storia dell'amore ossessivo tra Teo, studente di astrofisica, e Mavi. I due si conoscono nel corso di un incidente stradale: lei investe lui e lo soccorre, per poi scomparire nel nulla. I due si ritroveranno per caso qualche tempo dopo, finendo per stringere un legame profondo. Sempre nel 2008 il regista gira il suo secondo lungometraggio, Beket, con Fabrizio Gifuni e Paolo Rossi, una sorta di seguito cinematografico del capolavoro teatrale di Becket, "Aspettando Godot". Vladimiro ed Estragone, stanchi di attendere Godot, intraprendono un cammino nella landa desolata che li ospita, in un mondo tra il post-atomico e il delirante, entrando in contatto con un'umanità esagerata, in linea con quella rappresentata dal testo di Becket.
Nel 2012 il regista gira La leggenda di Kaspar Hauser, con Vincent Gallo e Fabrizio Gifuni, film che fa rivivere sul grande schermo la misteriosa leggenda del giovane tedesco, vissuto agli inizi del 1800, che affermò di essere cresciuto in totale isolamento in una scura cella, forse figlio di un nobile, fatto sparire in tenera età per escluderlo dall'eredità. La sua storia, che ha pervaso il romanticismo tedesco di fine Ottocento e che è già stata portata al cinema da Werner Herzog con L'enigma di Kaspar Hauser, è trattata da Manuli in chiave post-moderna, esaltandone gli elementi archetipici e metaforici. Tornando nei luoghi del suo immaginario cinematografico, senza tempo e senza luogo, già proposti in Beket, il regista trasforma Hauser in una sorta di post-ragazzo selvatico piombato su una Terra abitata da sparuti esseri che sembrano dei tipi cinematografici sopravvissuti a un'apocalisse culturale.

Ultimi film

Drammatico, (Italia - 2008), 80 min.
Drammatico, (Italia - 2007), 100 min.
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | Serie TV | Dvd | Stasera in Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | TROVASTREAMING
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati