Riso amaro

Acquista su Ibs.it   Dvd Riso amaro   Blu-Ray Riso amaro  
Un film di Giuseppe De Santis. Con Vittorio Gassman, Doris Dowling, Raf Vallone, Silvana Mangano.
continua»
Drammatico, Ratings: Kids+16, b/n durata 100 min. - Italia 1949. MYMONETRO Riso amaro * * * 1/2 - valutazione media: 3,50 su 15 recensioni di critica, pubblico e dizionari. Acquista »
   
   
   

TELEVISIONE | In prima serata alle 21.00 un capolavoro della commedia all'italiana capace di rappresentare un momento storico difficile, tra dramma e risate.

Il film stasera in tv su tv2000

martedì 22 agosto 2017 - a cura della redazione

I soliti ignoti, il film stasera in TV su TV2000 Gassman è Peppe, un pugile balbuziente in disarmo, Mastroianni è Tiberio, che bada al pupo mentre la moglie è in prigione, Salvatori è Mario, perditempo bonaccione che si fa mantenere dalle vecchie zie, Murgia è Ferribotte, siciliano geloso della sorella Carmela (Claudia Cardinale), Pisacane è Capannelle, dalla storica fame arretrata. Poi c'è Totò, il "maestro". Si presenta l'occasione per un colpo facile: scassinare una cassaforte in tutta tranquillità, sfondando un sottile muro che divide un'abitazione privata dal monte dei pegni.

   

FOCUS | ONDA&FUORIONDA di Pino Farinotti.

I cento anni di monicelli

domenica 17 maggio 2015 - Pino Farinotti

I cento anni di Monicelli Sabato 16 maggio Mario Monicelli avrebbe compiuto un secolo. Del 1915 era anche Orson Welles, di cui ho scritto. Due autori giganti. Attraversando, col telecomando, la miriade di canali, mi sono imbattuto in questi giorni in una sequenza di L'armata Brancaleone alle crociate, e subito ho colto, di getto, la differenza. La differenza con cosa? Con quasi tutte le immagini che passavano. Monicelli è morto nel 2010, a 95 anni. Si è gettato da una finestra dell'ospedale di San Giovanni a Roma. Aveva un tumore, terminale.

   

FOCUS | Il 27 agosto del 1950 moriva suicida in una stanza d'albergo.

Il grande scrittore "ucciso" dal cinema

sabato 27 agosto 2011 - Pino Farinotti

Cesare Pavese, il grande scrittore Ho già scritto della Mostra di Venezia e di Fernanda Pivano: Teresa Marchesi presenterà il suo film Pivano Blues – Sulla strada di Nanda. Nel cast molti amici della grande scrittrice-traduttrice, come Vasco Rossi che legge “Urlo”, il canto di Ginsberg, recuperato recentemente dal film di Rob Epstein. E poi ancora Guccini e Jovanotti, che chiude il suo pezzo col rap “Nanda, Nanda, Nanda”. A Venezia arriverà anche Patti Smith, icona del rock. Patti dedica a Fernanda la canzone “Wing”. Non potrà esserci il suo grande amore Fabrizio De André, che musicò alcune liriche dello Spoon River, di Lee Masters, da lei tradotto.

   

FOCUS | Una rilettura non convenzionale della storia del cinema. Di Pino Farinotti.

Puntata 122

venerdì 8 luglio 2011 - Pino Farinotti

Storia I grandi titoli In Identificazione di una donna Michelangelo Antonioni presenta due caratteri femminili che si contrappongono. Mavi e Ida sono molto diverse ma sono funzionali nella diversità. Così come "quelle due" identificano il film di Antonioni, ci sono due caratteri opposti ma, spesso, funzionali e complementari, che identificano il decennio Sessanta. Sono Alberto Sordi e Vittorio Gassman. Del primo ho già rilevato la funzione, e l'influenza del modello, enorme, decisiva. Per il secondo il discorso deve partire da una premessa che è un paradosso, anzi, molti paradossi.

   

FOCUS | Una rilettura non convenzionale della storia del cinema. Di Pino Farinotti.

Puntata 122

venerdì 8 luglio 2011 - Pino Farinotti

Storia I grandi titoli In Identificazione di una donna Michelangelo Antonioni presenta due caratteri femminili che si contrappongono. Mavi e Ida sono molto diverse ma sono funzionali nella diversità. Così come "quelle due" identificano il film di Antonioni, ci sono due caratteri opposti ma, spesso, funzionali e complementari, che identificano il decennio Sessanta. Sono Alberto Sordi e Vittorio Gassman. Del primo ho già rilevato la funzione, e l'influenza del modello, enorme, decisiva. Per il secondo il discorso deve partire da una premessa che è un paradosso, anzi, molti paradossi.

   

FOCUS | Una rilettura non convenzionale della storia del cinema. Di Pino Farinotti.

Puntata 117

venerdì 3 giugno 2011 - Pino Farinotti

Storia C'è una ragione, non certo l'unica naturalmente, del successo nel mondo del nostro Realismo. Non è improprio chiamarlo "movimento", ma non è neppure esatto in assoluto. L'idea non nasce secondo qualcosa di organico, programmatico, annunciato magari da un manifesto, ma è l'espressione di intelligenze individuali che non avevano fatto riunioni o seminari o congressi preventivi. Si racconta che Vittorio De Sica stesse passando davanti alla fontana di Piazza di Spagna e che Roberto Rossellini fosse seduto sui primi gradini di Trinità dei monti.

   

APPROFONDIMENTI | Lo storico produttore italiano si è spento a Los Angeles a 91 anni.

Tutto e grande

giovedì 11 novembre 2010 - Pino Farinotti

Dino De Laurentiis: tutto e grande DDal 1941 (L'amore canta) al 2007 (Hannibal Lecter - Le origini del male): sono sessantasei anni di cinema. Fra Torre Annunziata (8/8/1919) e Los Angeles (11/11/2010). Come spesso accade ai cineasti, anche quelli grandi, il primo tentativo è fare l'attore. Così Dino si iscrive al corso di recitazione del Centro Sperimentale a 18 anni. Riesce anche a fare un film, Troppo tardi l'ho conosciuta, diretto da Caracciolo. Nessuno nota il ragazzo. È lui a "notarsi" e a fare una considerazione, dopo aver visto sullo schermo Amedeo Nazzari: "non posseggo sufficiente appeal".

   

FOCUS | L'eroe della commedia all'italiana.

Dieci anni senza di lui

martedì 29 giugno 2010 - Pino Farinotti

Gassman: dieci anni senza di lui V ittorio Gassman non c'è più, sono dieci anni esattamente oggi 29 giugno. È uno di quegli eroi dei quali si dice, quando se ne vanno, "e adesso cosa faremo?". Ricordo il funerale di Vittorio, certo importante, ma non evento che fermò la nazione come quello di Alberto Sordi nel 2002. Una spiegazione ci sarebbe, Alberto, si sa, era l'"italiano", era uno de noi, dunque grande identificazione col personaggio, più che identificazione col talento e col prestigio. Gassman in gioventù è stato cavaliere misterioso (film omonimo), è stato vilain in Riso amaro e seduttore perverso di Audrey Hepburn-Natasha in Guerra e pace.

FOCUS | I grandi eroi della comicità mondiale.

Il comico (2)

venerdì 28 maggio 2010 - Pino Farinotti

Storia Ne La musa, episodio dei Mostri, di Dino Risi, Gassman è una donna, la titolare di un importante premio letterario. Tacchi alti, abito nero attillato con una scollatura che mette a nudo quella schiena di un metro quadrato. Insieme agli altri membri della giuria deve scegliere il libro vincitore. Ha messo gli occhi sull'autore, un analfabeta pugliese, che vorrebbe sedurre. Riesce, con prepotenza ("Chi non è con me è contro di me"), voce in falsetto, a fargli attribuire il premio. Rimasta sola con "l'autore" cerca, giusto pro forma, di intessere un minimo di discorso letterario, gli parla di anacoluto "ma perché lo usi così spesso?" L'altro confonde l'anacoluto con la Pepsi Cola.

TELEVISIONE | In settimana anche molti classici da riscoprire.

L'amore declinato in varie sfumature e tanti cult movies

giovedì 25 febbraio 2010 - Valeria Filippi

Film in tv: l'amore declinato in varie sfumature e tanti cult movies La domenica inizia facendo un salto nel passato con il grande classico di Giuseppe De Santis, Riso amaro (Raitre, 9.20): la seducente mondina Silvana Mangano fa coppia col grande Vittorio Gassman in questo melodramma che ebbe un grandissimo successo anche all'estero; cala la sera e il maestro Stanley Kubrick offre l'occasione di immergersi nelle torbide atmosfere del suo film testamento, Eyes wide shut (Mya, 21.00), con la chiaccheratissima ex coppia Tom Cruise e Nicole Kidman. Cambiando decisamente tono, possiamo abbandonarci alle magiche atmosfere della favola gotica Edward mani di forbice (Sky Cinema Mania, 21.

FOCUS | Per scarsa credibilità del nostro cinema.

Baarìa estromesso

lunedì 25 gennaio 2010 - Pino Farinotti

Nomination: Baarìa estromesso Alla penultima selezione per l'ammissione alla cinquina finale dei titoli stranieri che concorreranno all'Oscar 2010, Baaría di Giuseppe Tornatore, è stato estromesso. Ecco i 9 nove scelti dall'Academy tra i 65 proposti: El secreto de Sus Ojos (Argentina), Sansone e Dalila (Australia), The World is Big and Salvation Lurks around the corner (Bulgaria), Il profeta (Francia), Il nastro bianco (Germania), Ajami (Israele), Kelin (Kazakhistan), Winter in Wartime (Olanda), The Milk of Sorrow (Perù).

FOCUS | Una rilettura non convenzionale della storia del cinema secondo Farinotti.

Quei magnifici anni cinquanta

giovedì 13 agosto 2009 - Pino Farinotti

Storia 'poconormale' del cinema: quei magnifici anni Cinquanta Il filo d'oro…la pellicola d'oro, che percorre le stagioni dagli anni del dopoguerra alla fine degli anni sessanta, è davvero virtuoso. Il cinema italiano riesce dunque a prevalere in campo internazionale non solo grazie a un genere, il realismo, inventato e consolidato, ma anche grazie a un'evoluzione intelligente del genere stesso, la commedia, appunto. I film esemplari, che ho ricordato nelle puntate precedenti, creano una sorta di zoccolo duro, di punto di partenza, di ispirazione, che servono da volano generale.

FOCUS | Una rilettura non convenzionale della storia del cinema secondo Farinotti.

I grandi narratori

venerdì 7 agosto 2009 - Pino Farinotti

Storia 'poconormale' del cinema: i grandi narratori Quando si scrive di movimenti del cinema e si circoscrive un periodo occorre sempre considerare i margini. Alcuni esempi: i grandi maestri, che cito ancora una volta, De Sica, Visconti, Rossellini, non solo registi, ma artisti tout court, sono attivi, vitali, inventori, in un periodo circoscritto al dopoguerra, dalla metà dei Quaranta ai Cinquanta. Certo, quei registi continuarono anche nelle epoche successive, firmando sempre opere di qualità, ma la grande identità, l'invenzione buona per il mondo, rimane in quel primo periodo.

TELEVISIONE | Presente le ultime novità di Sky, da una canale dedicato al cinema italiano all'offerta in alta definizione.

La nuova stagione sky cinema

martedì 21 luglio 2009 - Alessandra Giannelli

La nuova stagione SKY Cinema Presentate oggi le novità del cinema di Sky, in onda dal prossimo autunno, ma anticipate anche nei mesi estivi, in una conferenza stampa alla Casa del Cinema preceduta dalla visione del restaurato Il Gattopardo che aprirà, il 31 luglio alle ore 21, la programmazione di prima serata di SKY Cinema Italia e, tra qualche settimana, sarà proposto da SKY Cinema in una versione totalmente inedita, ovvero l'Alta definizione, grazie a un'operazione congiunta con Titanus (tanto da essere stato presentato da Guido Lombardo, molto emozionato per questo evento e sicuro che il film in questione rappresenti la cinematografia italiana di oggi e di ieri).

FOCUS | Uscito un inedito con gli scritti 'cinematografici' dell'autore.

Cesare pavese e il cinema

lunedì 4 maggio 2009 - Pino Farinotti

Cesare Pavese e il cinema Einaudi pubblica il volume Il serpente e la colomba, curato da Mariarosa Masoero, dove vengono raccolti i soggetti cinematografici di Cesare Pavese. Lo scrittore era un innamorato della cultura americana, e lo dichiara esplicitamente in un suo saggio: "…quella americana è una civiltà greve di tutto il passato del mondo e insieme giovane e innocente, una sorta di laboratorio dove si cercava un modo di essere alternativo, moderno, che la situazione italiana non permetteva: da qui la nascita del "mito americano".

NEWS | La Library Cristaldi distribuita in dvd.

Senso e i suoi fratelli

mercoledì 19 dicembre 2007 - Giancarlo Zappoli

Senso e i suoi fratelli Chi ha buona memoria e competenza in fatto di cinema sa che a renderlo un'arte contribuiscono non solo registi e attori ma anche dei produttori illuminati che, come i mecenati dell'antichità, sanno individuare le potenzialità di una sceneggiatura o perpetuare l'apprezzamento nei confronti dei capolavori del passato. Uno di questi è stato senza dubbio Franco Cristaldi. La storia della Cristaldi Film è quella di Franco Cristaldi, uno dei più grandi produttori italiani, che oltre ad averci dato alcune tra le più belle storie che il cinema italiano è stato in grado di raccontare negli ultimi cinquant'anni, ha vinto per ben tre volte il massimo riconoscimento mondiale: Oscar per la miglior sceneggiatura a Divorzio all'italiana di Pietro Germi nel 1962, per il miglior film straniero ad Amarcord di Federico Fellini nel 1974 e a Nuovo Cinema Paradiso di Giuseppe Tornatore nel 1991.

   

Riso amaro | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Pubblico (per gradimento)
  1° | filippo catani
  2° | luca scial�
Premio Oscar (2)


Articoli & News
Shop
DVD
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità