MYmovies.it
Advertisement
Rosario Dawson, bella fuori, geek dentro

L'attrice veste i panni della coraggiosa e intraprendente Claire in Luke Cage, il cui destino si intreccia con quello dei supereroi newyorchesi.
di Lorenza Negri

Luke Cage

Impostazioni dei sottotitoli

Posticipa di 0.1s
Anticipa di 0.1s
Sposta verticalmente
Sposta orizzontalmente
Grandezza font
Colore del testo
Colore dello sfondo
0:00
/
0:00
Caricamento annuncio in corso
Rosario Dawson (39 anni) 9 maggio 1979, New York City (New York - USA) - Toro. Interpreta Claire Temple nel film di Paul McGuigan, Andy Goddard, Marc Jobst, Clark Johnson, Salli Richardson-Whitfield, Phil Abraham, Magnus Martens, Sam Miller, Vincenzo Natali, Guillermo Navarro, Tom Shankland, Stephen Surjik, George Tillman Jr., Neema Barnette, Alex Garcia Lopez, St Luke Cage.
venerdì 22 giugno 2018 - Netflix

La seconda stagione di Luke Cage debutta il 22 giugno su Netflix con 13 episodi inediti che, come vedremo, seguono il protettore di Harlem scontrarsi con un nuovo villain, il risoluto Bushmaster. Diventato l'acclamato eroe del suo quartiere, l'ex galeotto dalla pelle impenetrabile è destinato a confrontarsi con la nuova dimensione della sua popolarità. Accanto a lui, paziente e comprensiva, c'è un personaggio ricorrente delle altre serie Marvel targate Netflix - da Daredevil a The Defenders -: l'infermiera Claire, il cui destino è intrecciato con quello dei supereroi newyorkesi delle quattro rispettive serie, elemento accomunante di produzioni altrimenti molto diverse tra loro.
Nei panni della coraggiosa e intraprendente Claire, Rosario Dawson, esuberante ed estroversa attrice cinematografica già icona degli amanti dei fumetti grazie a Sin City, trasposizione per il grande schermo dei graphic novel pulp di Frank Miller (dove era era la seducente e aggressiva prostituta killer Gail). Ecco le dichiarazioni dell'attrice che durante la promozione dello show ha rivelato una storica passione per i comics.

Hai partecipato a quasi tutte le serie Marvel di Netflix, immaginavi questa popolarità?
Né io né gli altri della produzione sapevano che reazione aspettarci. Qualche anno prima il film di Daredevil aveva lasciato il pubblico con, diciamo, qualche perplessità, per cui il massimo cui aspiravamo era non fare schifo. Abbiamo girato tutta la prima stagione nel riserbo più assoluto, complice il fatto che Matt Murdock non indossa ancora il riconoscibilissimo costume. C'era buona parte della crew che ignorava totalmente che cosa stessimo girando.

Ti aspettavi che il tuo personaggio diventasse il collante delle serie Marvel di Netflix?
Assolutamente no, mi ritenevo destinata a permanere poco nel franchise perché il mio contratto durava solo una stagione. Di solito quando si firma per uno show televisivo - è successo così anche per gli altri attori delle serie Marvel di Netflix - è richiesta all'attore la disponibilità per 4 o 5 anni, a prescindere o meno che lo show venga rinnovato. A me è stato chiesto di tornare di volta in volta: dopo Daredevil mi hanno proposto di comparire in Jessica Jones, Luke Cage e così via.


GUARDALO SUBITO
In foto una scena della serie tv.
In foto una scena della serie tv.
In foto una scena della serie tv.

Perché ti è stato chiesto di tornare più volte?
Credo fosse importante salvaguardare quello che avevamo creato con la prima stagione della prima serie: Daredevil, Jessica Jones, Luke Cage e Iron Fist non sono solo personaggi molto diversi, sono anche serie che si differenziano sostanzialmente per i toni. Ognuno di questi piccoli mondi è stato sviluppato in modo diverso e Claire è la costante che li accomuna. Inoltre, essendo un personaggio privo di poteri ed essendo ricorrente in tutte le serie, rappresenta anche il filtro tra il pubblico e il supereroe: è la voce delle persone normali, è quella pragmatica che commenta "Ma come ti vesti?" se il supereroe di turno va a combattere il crimine con un costumino ridicolo.

Qual è il responso circa la tua esperienza nelle serie tv, dopo una carriera prevalentemente cinematografica?
È stato interessante per me: faccio questo lavoro da 24 anni ed è solo da 4 che esperimento il mondo della serialità. È stato strano per me scoprire che avere un ruolo in una serie TV vuol dire non sapere che cosa succederà al proprio personaggio. Quando fai film, ti arriva tutto il copione e ti fai un'idea del percorso del tuo personaggio ma, nel caso della televisione, ricevi un copione del primo episodio da leggere, una nota con su scritto: "Ti piace?" e se accetti la parte scoprirai il resto piano piano.

Cosa puoi dirci della seconda stagione, in particolare dei personaggi femminili?
Claire ha una parte essenziale, la sua presenza è fondamentale in questa fase della vita di Luke, ma vedrete molto anche il personaggio di Misty, che nella seconda stagione torna più tosta di prima. Misty ha perso un braccio in battaglia, ma, lo avete visto nel trailer, ne guadagnerà uno meccanico che la renderà ancora più forte. Comunque sappiate che Luke Cage ama la sua tazza di tè in tutti i colori e i sapori, per cui aspettatevi una stagione movimentata dal punto di vista delle relazioni.


GUARDALO SUBITO
In foto una scena della serie tv.
In foto una scena della serie tv.
In foto una scena della serie tv.

La seconda stagione di Luke Cage debutta il 22 giugno su Netflix con 13 episodi inediti che, come vedremo, seguono il protettore di Harlem scontrarsi con un nuovo villain, il risoluto Bushmaster. Diventato l'acclamato eroe del suo quartiere, l'ex galeotto dalla pelle impenetrabile è destinato a confrontarsi con la nuova dimensione della sua popolarità. Accanto a lui, paziente e comprensiva, c'è un personaggio ricorrente delle altre serie Marvel targate Netflix - da Daredevil a The Defenders -: l'infermiera Claire, il cui destino è intrecciato con quello dei supereroi newyorkesi delle quattro rispettive serie, elemento accomunante di produzioni altrimenti molto diverse tra loro.
Nei panni della coraggiosa e intraprendente Claire, Rosario Dawson, esuberante ed estroversa attrice cinematografica già icona degli amanti dei fumetti grazie a Sin City, trasposizione per il grande schermo dei graphic novel pulp di Frank Miller (dove era era la seducente e aggressiva prostituta killer Gail). Ecco le dichiarazioni dell'attrice che durante la promozione dello show ha rivelato una storica passione per i comics.

Hai partecipato ha quasi tutte le serie Marvel di Netflix, immaginavi questa popolarità?
Né io né gli altri della produzione sapevano che reazione aspettarci. Qualche anno prima il film di Daredevil aveva lasciato il pubblico con, diciamo, qualche perplessità, per cui il massimo cui aspiravamo era non fare schifo. Abbiamo girato tutta la prima stagione nel riserbo più assoluto, complice il fatto che Matt Murdock non indossa ancora il riconoscibilissimo costume. C'era buona parte della crew che ignorava totalmente che cosa stessimo girando.

Ti aspettavi che il tuo personaggio diventasse il collante delle serie Marvel di Netflix?
Assolutamente no, mi ritenevo destinata a permanere poco nel franchise perché il mio contratto durava solo una stagione. Di solito quando si firma per uno show televisivo - è successo così anche per gli altri attori delle serie Marvel di Netflix - è richiesta all'attore la disponibilità per 4 o 5 anni, a prescindere o meno che lo show venga rinnovato. A me è stato chiesto di tornare di volta in volta: dopo Daredevil mi hanno proposto di comparire in Jessica Jones, Luke Cage e così via.


GUARDALO SUBITO
news correlate
in Primo Piano

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati