Laurent Garnier - Off the Record

Film 2021 | Documentario, +13 90 min.

Anno2021
GenereDocumentario,
ProduzioneGran Bretagna, Belgio
Durata90 minuti
Al cinema2 sale cinematografiche
Regia diGabin Rivoire
AttoriLaurent Garnier, Thomas Roussel, Derrick May, Jack Lang, Dave Haslam Quentin Dupieux, Carl Craig, Carl Cox, Mathieu Chedid, Abd Al Malik, Pedro Winter.
Uscitalunedì 10 gennaio 2022
TagDa vedere 2021
DistribuzioneWanted
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 3,25 su 5 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Gabin Rivoire. Un film Da vedere 2021 con Laurent Garnier, Thomas Roussel, Derrick May, Jack Lang, Dave Haslam. Cast completo Genere Documentario, - Gran Bretagna, Belgio, 2021, durata 90 minuti. Uscita cinema lunedì 10 gennaio 2022 distribuito da Wanted. Oggi tra i film al cinema in 2 sale cinematografiche Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,25 su 5 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Laurent Garnier - Off the Record tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Un ritratto intimo dell'uomo dietro la leggenda, del mito dietro la console. In Italia al Box Office Laurent Garnier - Off the Record ha incassato 15,2 mila euro .

Consigliato sì!
3,25/5
MYMOVIES 3,50
CRITICA 3,00
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO SÌ
La technostar francese racconta il senso del suo mestiere, circondato dal gotha della musica elettronica.
Recensione di Raffaella Giancristofaro
venerdì 10 dicembre 2021
Recensione di Raffaella Giancristofaro
venerdì 10 dicembre 2021

"Perché mi sono buttato nella house music? Forse mi sbaglio ma penso davvero sia perché ero un grande amante della musica. Amavo la disco, il reggae, la new wave, il punk, il soul. E l'house e la techno sono l'essenza di tutto ciò, messo insieme. La musica house era quella che stavo aspettando".

Con la semplicità che è dei grandi, il deejay Laurent Garnier, anzi la "technostar", nella perfetta definizione di Georgia Taglietti, storica responsabile della comunicazione di Sónar, sintetizza in poche parole il significato di una figura musicale spesso misinterpretata, quando non sottovalutata. All'opposto della rockstar.

Qui Garnier, il nome più grande e riconosciuto della French techno, si lascia seguire e intervistare e filmare in giro per il mondo. Partendo da casa sua, mentre un vecchio trattore nella campagna francese trasloca la sua collezione di dischi: cinquantacinquemila tra vinili e cd, calcolati in generi e metri lineari. È questa l'immagine chiave, semplice e geniale, che comunica immediatamente al grande pubblico, anche a quello che non ha mai frequentato un club, chi sia un deejay. Perché innanzitutto è un conoscitore ossessivo di musica, qualcuno che setaccia i negozi e le collezioni nell'illusione megalomane di abbracciare e possedere tutta la musica, senza steccati di epoche e generi. Di conoscerla, farla propria e di conseguenza condividerla con il proprio pubblico, reinventarla dal vivo con gli strumenti di remix, che spesso (e anche in questo caso) rimangono ferri del mestiere noti solo a chi li usa.

Il secondo fattore che il film mette splendidamente in luce è che la club culture, qualcosa di più di un movimento, è nata sulla spinta di tensioni pacifiste, utopiche, creative, egualitarie ed è principalmente questo, oltre ogni valutazione di critica musicale, che ha fatto il successo di fenomeni come il leggendario e pionieristico club Haçienda di Manchester, con il quale anche la storia di Garnier si intreccia, e dei rave, fino alla persistenza dei mega festival di elettronica dai numeri eloquenti.

La musica del futuro, da "I Feel Love" di Moroder e Donna Summer alla techno industriale di Detroit, fino ai Daft Punk e al gruppo della Ed Banger e all'ingresso nei teatri classici, conquista e continua a conquistare per gli stessi motivi pubblici anche molto diversi.

Mentre attorno a lui sfila praticamente tutto il mondo della house mondiale, Garnier porta generosamente nel film l'elemento autobiografico: nipote di giostrai ("se volevi ascoltare buona musica, dovevi andare alle fiere"), diplomato alla scuola alberghiera e al tempo stesso giovane dj insonne per un anno durante il periodo dell'odiato servizio militare, storico partner del Rex di Parigi, e amico di tanti colleghi a tutte le latitudini. Un'idea di mondo aperto e paritario che da sola indica che si tratta di molto di più di muoversi a ritmo, ai controlli di un mixer.

Sei d'accordo con Raffaella Giancristofaro?
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
martedì 11 gennaio 2022
Giona A. Nazzaro
Film TV

Ex membro dello staff dell'ambasciata francese di Londra, Laurent Garnier ha iniziato a far girare i piatti a Manchester, città chiave per l'evoluzione della musica acid house, alla fine degli anni 80. E, sì, ha suonato anche al leggendario Haçienda. Appassionato di musica e padrone di una mostruosa collezione di dischi, ha fuso nel suo lavoro di disc jockey e produttore tutte quelle che amava: dal [...] Vai alla recensione »

lunedì 10 gennaio 2022
Marco Bolsi
Sentieri Selvaggi

Bisogna attendere fino alla fine, ai titoli di coda per vedere che questo documentario è stato realizzato grazie anche a una campagna di crowdfunding su Kickstarter, fatto che racchiude un po' tutto il senso dell'operazione. Che non è solo, come ha dichiarato il regista, il giovane Gabin Rivoire, considerarla un'opera collettiva, a cui hanno partecipato tante personalità della scena musicale e non [...] Vai alla recensione »

lunedì 10 gennaio 2022
Matteo Mazza
Duels.it

Sperimentare, intuire, creare. Scovare nuove forme, sovvertire la tradizione, anticipare i tempi. Osare il cambiamento. Il sentimento che ha guidato per trent'anni Laurent Garnier facendolo diventare uno dei dj più apprezzati del mondo, se non addirittura il più grande, traspare con forza nell'efficace lavoro di sintesi realizzato da Gabin Rivoire. Il film del trentaseienne regista francese è un mix [...] Vai alla recensione »

martedì 4 gennaio 2022
Gian Luca Pisacane
La Rivista del Cinematografo

La musica come movimento. La folla che si agita sotto la console, il dj che non smette mai di far ballare. Ma in Laurent Garnier: Off the Record non si resta solo dentro ai club. Le note attraversano i continenti, ci si sposta da Londra a Parigi, per arrivare a Chicago e Detroit. È il flusso della techno, raccontato da un protagonista d'eccezione: Laurent Garnier, autore di Unreasonable behaviour, [...] Vai alla recensione »

NEWS
TRAILER
venerdì 26 novembre 2021
 

Regia di Gabin Rivoire. Dal 10 al 12 gennaio al cinema. Guarda il trailer »

NEWS
lunedì 22 novembre 2021
 

Un ritratto intimo dell'uomo dietro la leggenda, del mito dietro la console. Vai all'articolo »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati