I'M Your Man

Film 2021 | Commedia, +13 105 min.

Titolo originaleIch bin dein Mensch
Anno2021
GenereCommedia,
ProduzioneGermania
Durata105 minuti
Al cinema48 sale cinematografiche
Regia diMaria Schrader
AttoriMaren Eggert, Dan Stevens, Sandra Hüller, Hans Löw, Annika Meier, Jürgen Tarrach Wolfgang Hübsch, Helena Hentschel, Falilou Seck.
Uscitagiovedì 14 ottobre 2021
TagDa vedere 2021
DistribuzioneKoch Media
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 3,08 su 14 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Maria Schrader. Un film Da vedere 2021 con Maren Eggert, Dan Stevens, Sandra Hüller, Hans Löw, Annika Meier, Jürgen Tarrach. Cast completo Titolo originale: Ich bin dein Mensch. Genere Commedia, - Germania, 2021, durata 105 minuti. Uscita cinema giovedì 14 ottobre 2021 distribuito da Koch Media. Oggi tra i film al cinema in 48 sale cinematografiche Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,08 su 14 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi I'M Your Man tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Una ricercatrice dovrà vivere con una macchina con sembianze umane. Il film è stato premiato al Festival di Berlino, In Italia al Box Office I'M Your Man ha incassato 21,6 mila euro .

Consigliato sì!
3,08/5
MYMOVIES 3,50
CRITICA 2,57
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO SÌ
Una commedia divertente, astuta e profondamente riflessiva sull'incontro tra sentimenti e tecnologia.
Recensione di Tommaso Tocci
lunedì 8 marzo 2021
Recensione di Tommaso Tocci
lunedì 8 marzo 2021

Alma è un'archeologa che lavora in un museo di Berlino, e non pensa ad altro che al suo grande progetto di ricerca. L'unica eccezione è un favore a un collega, per il quale si presta come "collaudatrice" dell'ultimissima tecnologia in fatto di robotica: un androide-partner costruito su misura attorno al suo padrone, per soddisfarne ogni desiderio fisico, emotivo o intellettuale, che siano essi consapevoli o meno. Scettica ma disposta a tollerare tre settimane di prova, Alma fa entrare in casa sua Tom, una macchina programmata per farla felice ma alle prese con un soggetto che non cerca né romanticismo né una relazione.

L'incontro tra sentimenti e tecnologia ha dato al cinema parecchio materiale, specialmente negli ultimi due decenni in cui il mondo ha iniziato a confrontarsi sempre più urgentemente con le promesse e le minacce dell'intelligenza artificiale.

Rispetto a film come Ex machina ed Her, ormai parte del canone di questo particolare sottogenere, la delicata commedia tedesca I'm your man si fa notare per due aspetti principali. Innanzitutto è molto più intelligente e sofisticata di quanto il suo approccio lo-fi e domestico lasci immaginare, a riprova di come non servano effetti visivi all'avanguardia o la ricostruzione di città del futuro per andare dritti al centro della questione filosofica di base.

In secondo luogo, la quarta regia di Maria Schrader rielabora la premessa dell'attrazione tra umano e robot attraverso un'inversione di genere rispetto al più consueto cliché della donna "artificiale". Un aspetto che l'autrice della miniserie Unorthodox esplora riccamente e che va ben oltre la trovata di servizio o di facciata.

Divertente, astuto e profondamente riflessivo, I'm your man mette di fronte una straordinaria Maren Eggert, il cui pragmatismo iniziale lascia il passo a una labirintica profondità emotiva nell'arco della storia, e un volto notevole come quello di Dan Stevens. Il camaleontico attore britannico, la cui carriera post-Downton Abbey è stata una vera e propria lectio magistralis su come demolire e riconfigurare un aspetto da "bello e buono", sfrutta al massimo una parte che gli richiede di essere un "androide fuor d'acqua" a molteplici livelli.

Se la prima ha giustamente ricevuto il premio per la miglior interpretazione al festival di Berlino, il secondo si accontenta di una prova d'attore visibilmente divertita, dagli aspetti tecnici (le numerose gag fisiche sui suoi movimenti artificiali) a quelli linguistici, in cui dà sfoggio di un ottimo tedesco dall'accento inglese, visto che, grazie a Tom, Alma scopre un'attrazione per gli uomini stranieri di cui era ignara.

In una Berlino particolarmente museale che raramente devia dall'asse tra il Pergamonmuseum e la cattedrale (come a rifiutare anche visivamente la proiezione verso il futuro del genere) si cerca in lungo e in largo una risposta alla domanda su cosa sia davvero il nostro desiderio, e se esaudirlo completamente attraverso un partner programmato a puntino non equivalga in realtà a disattenderlo del tutto. Giocando con gli stereotipi di genere e del genere lungo il tragitto, e mostrando un fondo di tenera disillusione che ben si accompagna alla scelta di personaggi non troppo giovani. Perché in fondo per ponderare la perfezione ci vuole una certa esperienza.

Sei d'accordo con Tommaso Tocci?
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
sabato 16 ottobre 2021
Mariarosa Mancuso
Il Foglio

Ha detto che sono gelida come un lago svizzero": è la povera Valeria Bruni Tedeschi piantata da un fidanzato in "Actrices" ( bisogna specificare il titolo del film, viene piantata in molte sceneggiature). La frase giusta sarebbe: "Hai due occhi splendidi come laghi di montagna". Ecco, secondo l' algoritmo, cosa una donna vuole sentirsi dire al primo appuntamento.

venerdì 15 ottobre 2021
Peter Bradshaw
The Guardian

Diretto da Maria Schrader, I'm your man è stato uno dei film preferiti dal pubblico all'ultimo festival di Berlino, dove ha vinto il nuovo premio per l'interpretazione senza connotazioni di genere. Ma purtroppo è un po' deludente, sia per la prevedibilità delle situazioni, sia perché alla fine non funziona a pieno né come commedia né come film di fantascienza.

venerdì 15 ottobre 2021
Valerio Caprara
Il Mattino

Scritto con apprezzabile equilibrio, fotografato e montato come dovrebbero fare e non fanno molti film medi nostrani, interpretato con piacevole scioltezza, I' m Your Man smentisce la routine di un certo cinema tedesco pedante, polemico e sprezzante e aggiorna senza irritare lo spettatore un tema fantascientifico alquanto frequentato perché calzante (basti pensare ai robot umanizzati in grado di pensare, [...] Vai alla recensione »

giovedì 14 ottobre 2021
Massimo Lastrucci
Cineforum

Premessa: la splendida canzone di Leonard Cohen non c'entra nulla. Il titolo è la versione internazionale di Ich Bin dein Mensch, fanta love story, da un racconto di Emma Braslavsky, che è tanto piaciuta all'ultima Berlinale, tanto da fruttare alla protagonista Maren Eggert il premio per la miglior attrice, oltre a rappresentare la Germania ai prossimi Oscar per il Miglior Film Straniero.

giovedì 14 ottobre 2021
Alice Sforza
Il Giornale

Alma, archeologa di Berlino, si presta come collaudatrice di un robot dalle sembianze umane, costruito su misura per soddisfare ogni esigenza del suo «padrone». Pur scettica, dovrà convivere per tre settimane con l'androide Tom, programmato per renderla felice, mentre lei non vuole saperne. Uno spunto non nuovo, ma elaborato in maniera profonda e intelligente, con l'idea anche di ribaltare il cliché [...] Vai alla recensione »

martedì 12 ottobre 2021
Emanuela Martini
Film TV

Sono belli, naturalmente eleganti, colti: un'archeologa tedesca che lavora al Pergamonmuseum di Berlino a una ricerca sulla poesia persiana e un collega inglese, che parla tedesco con un lieve accento british. S'incontrano in un locale per coppie dove si balla, si beve e si chiacchiera e finiscono la serata a casa di lei, dove lui dorme nella stanza degli ospiti (visibilmente, il ripostiglio delle [...] Vai alla recensione »

martedì 9 marzo 2021
Eddie Bertozzi
Film TV

Alma, ricercatrice berlinese, viene coinvolta in un esperimento: testare un robot dalle sembianze umane programmato per essere l'uomo ideale. La fabbrica delle mogli incontra Super Vicki, ribaltandone la prospettiva di genere. Fra commedia romantica, favola fantascientifica e una punta mélo, il film evoca spettri cinematografici (da Lei a Vi presento Toni Erdmann) sintetizzando riflessioni già espresse [...] Vai alla recensione »

mercoledì 3 marzo 2021
Paola Assom
NonSoloCinema

Lei e lui: una coppia di oggi, sulla trentina, piacenti e apparentemente come tanti altri. Lei è Alma (Maren Eggert), una studiosa di arte sumera, campo quanto mai specifico, presso il Museo di Pergamo di Berlino. Lui è Tom (Dan Stevens), parla tedesco con un lieve accento inglese, cita a memoria la poesia di Rilke, balla con eleganza, conosce il sumero, l'accadico e l'assiro babilonese.

martedì 2 marzo 2021
Adriano De Grandis
Il Gazzettino

Alma lavoro nel prestigioso museo Pergamo di Berlino. Accetta per finanziare il lavoro di ricerca, di sottoporsi a un programma di relazione tra umani e androidi: si dovrà accompagnare per alcuni giorni con un uomo artificiale che svolgerà la funzione di partner perfetto, un robot ideato per dare felicità. Maria Schrader torna alla regia con un lavoro costipato di buone intenzioni, su temi fondamentali [...] Vai alla recensione »

martedì 2 marzo 2021
Antonio D'Onofrio
Sentieri Selvaggi

L'interazione tra l'uomo e la macchina è un terreno molto suggestivo, un campo entrato nel mirino del cinema come suggestione fantascientifica fino ad arrivare ad un presente dove il contatto è diventato sempre più stretto e reale. Ich bin dein Mensch di Maria Schrader, tratto dal racconto di Emma Braslavsky, affronta l'argomento con i toni della quotidianità, ed analizza il comportamento di una donna, [...] Vai alla recensione »

martedì 2 marzo 2021
Marina Pavido
Cineclandestino

Capita che, a un certo punto, gli attori decidano di cimentarsi in prima persona con un'esperienza dietro la macchina da presa. E a volte capita anche che gli stessi riescano ad avere un discreto successo anche in queste loro nuove vesti da regista. Questo è il caso, ad esempio, di Maria Schrader, con già un'importante carriera da attrice alle spalle, la quale, dopo un esordio nel 2007 con Love Life, [...] Vai alla recensione »

lunedì 1 marzo 2021
Gian Luca Pisacane
La Rivista del Cinematografo

Di che cosa parliamo quando parliamo d'amore? La regista Maria Schrader risponde citando una famosa canzone di Leonard Cohen: I'm Your Man. "If you want a lover, I'll do anything you ask me to. And if you want another kind of love, I'll wear a mask for you", suonava Cohen per raccontare di un partner che avrebbe fatto tutto quello che desiderava la sua donna.

lunedì 1 marzo 2021
Matteo Galli
Close-Up

Uno dei primi film in concorso Ich bin dein Mensch (Sono il tuo uomo, uomo nel senso di essere umano e non di maschio, anche se...) di Maria Schrader sembra fatto apposta per render più acuta la nostalgia della Berlinale in presenza, di Berlino in presenza perché - secondo una tradizione consolidata ormai da anni - a Berlino si svolge. Anzi: per certi aspetti sembra proprio riconnettersi a un film [...] Vai alla recensione »

NEWS
TRAILER
lunedì 20 settembre 2021
 

Regia di Maria Schrader. Un film con Dan Stevens, Sandra Hüller, Hans Löw, Annika Meier, Maren Eggert. Da giovedì 14 ottobre al cinema. Guarda il trailer »

POSTER
lunedì 6 settembre 2021
 

Alma è un'archeologa che lavora in un museo di Berlino, e non pensa ad altro che al suo grande progetto di ricerca. L'unica eccezione è un favore a un collega, per il quale si presta come "collaudatrice" dell'ultimissima tecnologia in fatto di robotica: [...]

BERLINALE
lunedì 8 marzo 2021
Tommaso Tocci

L'incontro tra sentimenti e tecnologia è al centro del film dell'autrice di Unorthodox. Premiato alla Berlinale 2021. Vai all'articolo »

winner
miglior int. protag.
Festival di Berlino
2021
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati