In prima linea

Film 2020 | Documentario, +13 83 min.

Regia di Matteo Balsamo, Francesco Del Grosso. Un film con Sergio Ramazzotti, Gabriele Micalizzi, Francesca Volpi, Andreja Restek, Francesco Cito. Cast completo Genere Documentario, - Italia, 2020, durata 83 minuti. Uscita cinema giovedì 10 giugno 2021 distribuito da Trent Film. Oggi tra i film al cinema in 3 sale cinematografiche Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 Valutazione: 3,00 Stelle, sulla base di 1 recensione.

Condividi

Aggiungi In prima linea tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Le vite di 13 fotografi di guerra come testimoni in prima linea: non un film biografico, bensì un documento inedito su come questo mestiere cambi profondamente le persone che hanno mostrato l'inferno della guerra. In Italia al Box Office In prima linea ha incassato 1,3 mila euro .

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES 3,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO SÌ
Tredici fotoreporter di guerra a confronto col loro mestiere, per smontarne i clichés e riflettere sul senso dell'immagine .
Recensione di Raffaella Giancristofaro
domenica 6 giugno 2021
Recensione di Raffaella Giancristofaro
domenica 6 giugno 2021

Da una camera oscura prendono vita e definizione su carta, uno dopo l'altro, i ritratti di tredici fotografi di guerra italiani, tra cui Andreja Restek, torinese d'adozione, croata d'origine ("nata in un Paese in cui una donna non poteva avere grandi sogni", dice). Sono loro, una volta tanto, a stare seduti e fermi davanti all'obiettivo, nel tentativo di definire gli scopi e i lati meno noti della loro professione. La struttura a mosaico del documentario offre i loro interventi, alternati agli scatti di scenari bellici a tutte le latitudini: il conflitto israelo-palestinese, la Siria, il fronte ucraino, l'Afghanistan, l'assedio di Sarajevo, il confine tra Kosovo e Albania, l'Egitto.

L'intento dichiarato è sbriciolare la retorica del supereroe, raccogliere un campione variegato di voci che smitizzino, ognuna dal punto di vista della propria esperienza, l'immagine stereotipata del testimone in pericolo, mosso dall'adrenalina del contesto di conflitto e concentrato unicamente sul catturare l'istantanea più significativa e rischiosa.

Nelle voci e negli sguardi ritorna piuttosto la difficoltà di un lavoro sempre più complesso, autogestito e totalizzante, oltre all'isolamento e l'incapacità di rientrare nella realtà quotidiana, dopo il contatto ravvicinato con la morte e la violenza più insensata. Mentre dagli scaffali privati fanno capolino i volumi di Don McCullin e si citano Robert Capa e Ryszard Kapuscinski, in maniera un po' frettolosa, dato il numero degli interpellati, si delimitano i confini di un terreno misterioso, delicatamente sospeso tra il diritto/dovere di cronaca, l'aspirazione a cambiare in chi guarda la percezione della possibilità stessa della guerra, e il rischio di spettacolarizzazione. Paradossalmente, in un consesso di professionisti, quello che resta un po' fuori campo è il concepimento stesso dell'immagine, l'istinto o il pensiero che sta dietro allo scatto, la sua analisi.
Tanti argomenti, forse un po' troppi per essere compiutamente trattati in un lungometraggio: i mutamenti della professione reporter e dell'editoria in generale, le trasformazioni dal passaggio da analogico a digitale, i limiti del rappresentabile, le ricadute anche molto pesanti della professione sul privato. Soggetto estremamente interessante, in un'era di sovraccarico iconico, spunto per una riflessione profonda sul senso dell'immagine, i tempi e le condizioni di realizzazione. Si esce dalla visione con la voglia di saperne di più, e il film sembra suggerire la potenzialità di una serie di monografie più distese e dettagliate.

NEWS
NEWS
giovedì 27 maggio 2021
 

Le vite di 13 fotografi di guerra come testimoni in prima linea: non un film biografico, bensì un documento inedito su come questo mestiere cambi profondamente le persone che hanno mostrato l'inferno della guerra. Vai all'articolo »

SHOWTIME
    Oggi distribuito in 3 sale cinematografiche
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati