Hellboy

Film 2019 | Azione, Avventura, Fantasy +13 120 min.

Titolo originaleHellboy
Anno2019
GenereAzione, Avventura, Fantasy
ProduzioneUSA
Durata120 minuti
Regia diNeil Marshall
AttoriDavid Harbour, Milla Jovovich, Ian McShane, Sasha Lane, Penelope Mitchell Daniel Dae Kim, Thomas Haden Church, Sophie Okonedo, Brian Gleeson, Kristina Klebe.
Uscitagiovedì 11 aprile 2019
DistribuzioneM2 Pictures
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro 2,22 su 26 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Neil Marshall. Un film con David Harbour, Milla Jovovich, Ian McShane, Sasha Lane, Penelope Mitchell. Cast completo Titolo originale: Hellboy. Genere Azione, Avventura, Fantasy - USA, 2019, durata 120 minuti. Uscita cinema giovedì 11 aprile 2019 distribuito da M2 Pictures. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 2,22 su 26 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi




oppure

Una nuova battaglia per Hellboy che deve sconfiggere la Regina del sangue. Ma le conseguenze dello scontro potrebbero essere catastrofiche. In Italia al Box Office Hellboy ha incassato nelle prime 12 settimane di programmazione 1,4 milioni di euro e 765 mila euro nel primo weekend.

Hellboy è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato nì!
2,22/5
MYMOVIES 2,00
CRITICA 2,00
PUBBLICO 2,67
CONSIGLIATO NÌ
Delude il ritorno di Hellboy sovraccarico di trama, didascalico e con effetti speciali e battute infelici.
Recensione di Andrea Fornasiero
giovedì 11 aprile 2019
Recensione di Andrea Fornasiero
giovedì 11 aprile 2019

Giunto sulla Terra ai tempi della Seconda Guerra Mondiale, quando i nazisti prossimi alla sconfitta si sono rivolti al mago Rasputin per evocare forze infernali, Hellboy è destinato a portare la fine del mondo. Non la pensa però così il suo padre adottivo, il Professor Broom, che l'ha educato per fare di lui il principale agente del BPRD, l'organizzazione di ricerca e difesa contro le minacce soprannaturali. Eppure i presagi si accumulano e la potentissima strega Nimue, tradita da Re Artù secoli fa e ora assetata di vendetta, è prossima a tornare e per fare di Hellboy il proprio Re e regnare su un mondo invaso dai demoni.

Tra miti e folklore reali, la saga di Hellboy cerca di riabbracciare le sue origini a fumetti, ma si incarta in una storia sovraccarica di eventi, che ne soffocano il respiro epico, e non bastano l'ironia o i discutibili effetti speciali a salvare il progetto.

Dopo aver a malincuore dovuto abbandonare la conclusione della trilogia prevista da Guillermo Del Toro, i produttori e lo sceneggiatore hanno deciso per il reboot e allo stesso tempo per un'accelerata in avanti. Così il nuovo Hellboy liquida le origini del personaggio in un breve flashback e dà per scontata tutta la sua storia di battaglie e missioni per il BPRD, saltando al momento in cui gli eventi della serie a fumetti iniziano a precipitare verso la conclusione. Una mossa coraggiosa, ma pure un passo più lungo della gamba: per trasporre la storia "La caccia selvaggia" nello spazio di un film, senza esserci arrivati in modo più organico, si finisce per realizzare una sorta di riassunto, dove persino la principale quest affrontata dal personaggio finisce stritolata da ellissi e dialoghi che fanno da spiegone.

L'intreccio epico è trattato con un chiaro disinteresse per l'epica, come nel fallimentare ultimo Robin Hood, e affastellato di personaggi introdotti in fretta e caratterizzati con l'accetta degni del Justice League di Joss Whedon. Proprio come nel catastrofico blockbuster DC Comics si cerca di catturare la simpatia dello spettatore con battute stentate e con un'azione continua, realizzata tutta in digitale e in modo poco convincente.

Neil Marshall prova a firmare almeno un passaggio memorabile, con un combattimento quasi in un piano sequenza contro tre giganti, dove la macchina da presa ha movenze da Luna Park grazie ai trucchi della CGI. I corpi realizzati al computer però non sembrano però avere sostanza, si tagliano e perforano come fossero liquidi, tranne per Hellboy che è invece semplicemente indistruttibile. Cosa che per altro non aiuta la tensione drammatica del film, del resto un protagonista capace di prende a cazzottoni con la sua mano di pietra ogni tipo di demone e mostruosità è sempre stato un eroe problematico in rapporto al taglio horror delle sue storie.

Il fumetto è sempre riuscito a cavarsela grazie alla raffinatissime chine e matite di Mike Mignola e Duncan Fegredo colorati da Dave Stewart, ma di quell'atmosfera dalle ombre palpabili, così come della ricercata costruzione delle tavole, in questo film non rimane nulla.

L'acceleratore è perennemente a tavoletta e un personaggio cupissimo e tragico come il maledetto Daimio finisce ridotto a semplice militare cazzuto e lo stesso vale per Alice, trasformata da medium sbalordita da eventi più grandi di sé all'ennesima ragazza tosta. Tutto sa di già visto e se pur Ian McShane - in lingua originale per lo meno - è sempre uno splendido affabulatore, spicca alla fine solo una sequenza, non a caso quella più d'atmosfera, in cui Hellboy finisce magicamente nel capanno della strega Baba Yaga, di fronte a un orribile e ricchissimo banchetto. È l'unico momento in cui si è genuinamente spiazzati e dove il set è finalmente reale e senza eccessi di computer graphic, tanto che pure gli innaturali movimenti della mostruosa strega sono stati realizzati sul motion capture di un incredibile contorsionista.

Troppo poco per ripagare il pubblico di due ore che vorrebbero essere allo stesso tempo spensierate ed epiche, ambiziose ma pure al risparmio nell'appoggiarsi troppo al digitale. Viene persino il sospetto si sia scelto Neil Marshall non per la sua personalità di regista ma soprattutto per la sua capacità di creare un grande spettacolo con budget limitati, solo che qui non ci sono i personaggi attentamente costruiti che hanno popolato le sue battaglie del Trono di Spade. Mancano la semplicità narrativa dei suoi film più epici, come Doomsday e Centurion, e alla fine tra i pregressi del regista ci si ritrova dalle parti del suo pilot per la serie Constantine, ossia la cosa peggior che avesse firmato. Finora.

Sei d'accordo con Andrea Fornasiero?
VIDEO RECENSIONE
HELLBOY
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
-
-
CHILI
-
-
iTunes
-
-
-
-

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€14,99 €Scopri
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
giovedì 11 aprile 2019
Taty23

Hellboy è tornato. In questa nuova avventura lavora come Detective al B.P.R.D. (Bureau for Paranormal Research and Defense), la sezione che protegge la Terra da tutte le creature sovrannaturali che la minacciano. Verrà mandato in missione in Inghilterra per affrontare dei famelici giganti, lì verrà a conoscenza del suo passato e delle sue origini.

venerdì 2 agosto 2019
Felicity

Costantemente al limite delle proprie possibilità, giocando con la propria stessa funzione di giocattolone da intrattenimento, Hellboy esagera nell’abbondanza di atrocità sovrumane e nella messa in scrittura per raccontarle, inserendole senza alcun freno nel tessuto dell’intricata narrazione. La trama è talmente aggrovigliata da annullare in parte l’attività [...] Vai alla recensione »

giovedì 11 luglio 2019
PENNA E CALAMAIO

Non mi è dispiaciuto ma preferisco ancora i due vecchi capitoli che erano più spensierati.  Qui siamo vicini ad uno splatter vero e proprio e l'atmosfera è quasi sempre cupa ,greve , pesante. Poi c'è la faccenda della strega fatta a pezzi che non "aiuta", diciamo la verità , al pari della medium che sforna semimorti dalla bocca.

giovedì 18 aprile 2019
marco.forconi

Se sei una persona che amato e seguito Hellboy nelle precedenti pellicole di Guillermo del Toro, è meglio che tu non vada a vedere questo film. Un insieme di scene slegate tra di loro, una storia zoppicante quanto banale, splatter e azione alla SpyStory in formato videogame, per un qualcosa che più che un film sembra tre episodi di una serie fantasy proiettati insieme.

domenica 21 aprile 2019
opidum

a me è piaciuto e lo consiglio. robusto film di serie b am che non annoia. qualcona sa dirnìmi quanto è costato?? su imdb non si capisce. grazie

domenica 14 aprile 2019
Federico

Il film è azione, splatter e bestiale, come è hellboy per chi lo conosce, gli effetti speciali sono belli e non capisco il motivo di chi dice il contrario, il tempo è volato e sta a testimoniare la buona riuscita del film, poi certo bisogna vedere che genere di film piacciono a voi, ma se cercate la tostaggine qui l'avete trovata

FOCUS
SCRIVERE DI CINEMA
martedì 16 aprile 2019
Alessandro Castellino, Vincitore del Premio Scrivere di Cinema

Ne Il sorpasso, Vittorio Gassman, prototipo dell'uomo del popolo, cialtrone e ignorante, chiede a Jean-Louis Trintignant: "L'hai visto L'eclisse?". Una spia che accende, a una lettura posteriore - e contemporanea - del film, una domanda: a quell'epoca era la normalità confrontarsi con film di tale spessore? La risposta potrebbe essere un "nì", perché se da una parte esistevano molti altri prodotti "di serie B", gli autori come Antonioni o Fellini erano veri e propri divi, anche più dei loro attori. I loro film diventavano fenomeni culturali di massa, cosicché anche un personaggio rozzo come il Bruno Cortona di Gassman poteva permettersi di affermare, solennemente, "bel regista Antonioni". 

Se riflettessimo invece sul fenomeno culturale contemporaneo per eccellenza all'interno del mondo cinematografico, il pensiero cadrebbe quasi inevitabilmente sull'universo dei cinecomics, distante anni luce, per ovvi motivi, dal cinema autoriale degli anni '60.

L'ultimo dei cinecomics usciti in sala è proprio l'Hellboy (guarda la video recensione) firmato da Neil Marshall, che per certi versi è il compendio perfetto di diverse caratteristiche del cinema d'intrattenimento, simbolo della nuova generazione. Il grande pubblico, infatti, desidera perlopiù la velocità dell'azione, il rapido susseguirsi di eventi che tenga alta l'asticella dell'attenzione, e sempre più mette da parte un valore più intrinsecamente riflessivo del cinema, che sembra trascurato, ultimamente, anche dalle grandi case di produzione.

Questo avviene perché in un contesto in cui tutto è velocizzato, anche l'ambito artistico sembra in obbligo di conformarsi a determinati crismi, prostrandosi più al mercato che all'estro creativo: ecco che quindi vengono prodotte decine di cinecomics e che il genere della biopic, in molti casi garante di cospicui incassi, è in fase di notevole crescita.

Questo ultimo Hellboy riassume in sé, quindi, un'idea di cinema, che esplode negli occhi dello spettatore sotto forma di sangue e inaudita violenza, fisica e verbale, in un aggrovigliato intreccio ad alta tensione, con continue conferme e smentite, inversioni e stravolgimenti.

Frasi
E questa cosa che vi preoccupa si è fatta vedere?
Una frase di Hellboy (David Harbour)
dal film Hellboy - a cura di MYmovies.it
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
domenica 21 aprile 2019
Enrico Azzano
Quinlan

Il supereroe demoniaco Hellboy, detective del BPRD (Bureau for Paranormal Research and Defense) che protegge la Terra dalle creature soprannaturali che la minacciano, è chiamato in Inghilterra per combattere tre giganti. Qui scoprirà le sue origini e dovrà vedersela con Nimue, la Regina di Sangue, un'antica strega resuscitata dal passato e assetata di vendetta contro l'umanità.

sabato 20 aprile 2019
Mariarosa Mancuso
Il Foglio

La regina malvagia Nimue è stata uccisa e fatta a pezzi, ogni pezzo sigillato in una cassa, ogni cassa seppellita in punti lontani. Ovvio che smania, e cerca vendetta. Ma quando attende le membra mancanti, seduta sul divano guardando la tv, lo spettacolo è raccapricciante. Se riuscite a non ridere. Hellboy è il supereroe sgusciato fuori dalle porte dell'inferno quando i nazisti le spalancarono in cerca [...] Vai alla recensione »

martedì 16 aprile 2019
Emanuele Sacchi
Film TV

Artù, Excalibur e Hellboy sono uniti da un filo invisibile nel reboot del ragazzo infernale ideato da Mike Mignola. C'erano una volta re Artù e il mago Merlino. E c'era pure Hellboy di Del Toro, che aveva dato un senso cinematografico al personaggio di ribelle più inconsueto della storia recente del fumetto. Chiamato a firmare un reboot voluto in sostituzione di un terzo capitolo, Neil Marshall, un [...] Vai alla recensione »

sabato 13 aprile 2019
David Fear
Rolling Stone

C'era una volta, quando Tim Burton proiettò in cielo il suo bat-segnale e prima che ogni tizio con il mantello avesse il suo cineuniverso personalizzato, un mondo in cui i film dei supereroi erano un affare sporco e pericoloso. Tornate indietro ai film degli anni '90, come Blade o Spawn o Il Corvo. C'era qualcosa di brutale in quelle pellicole, anche quando aspiravano allo status di blockbuster; i [...] Vai alla recensione »

venerdì 12 aprile 2019
Davide Turrini
Il Fatto Quotidiano

Gran Bretagna, medioevo. Una regina malvagia viene smembrata da Mago Merlino e i pezzi del suo corpo inscatolati e sepolti in luoghi diversi del mondo. Ma nei secoli c'è chi si dà da fare per ricomporli. Richiamato dall'agenzia del paranormale diretta da suo padre, Hellboy tornerà in servizio dal buen ritiro messicano dove fa wrestling e si ubriaca, assieme alla giovane Alice e al maggiore Ben Daimio. Il [...] Vai alla recensione »

giovedì 11 aprile 2019
Gian Luca Pisacane
La Rivista del Cinematografo

Nell'epoca dei supereroi, tutti vogliono la loro parte. La Marvel (ovvero la Disney) domina il settore, soprattutto dopo l'acquisizione della Fox. La Dc Comics (Warner Bros) prova a inseguire, e cerca la consacrazione con Joker interpretato da Joaquin Phoenix, in uscita nelle sale a ottobre. Ma anche i più "piccoli" provano a ritagliarsi una fetta di torta.

giovedì 11 aprile 2019
Geoffrey MacNab
The Independent

British director Neil Marshall's reboot of the Hellboy franchise is a lurid, confusing mess, only partially redeemed by its tongue-in-cheek humour and fitfully impressive visual effects. The meandering, time-travelling plot opens in AD517 and closes in London in 2019. King Arthur puts in an appearance. So do the Nazis. We briefly catch a glimpse of Rasputin, the mad Russian monk.

giovedì 11 aprile 2019
Maurizio Acerbi
Il Giornale

Ecco il peggior adattamento di un fumetto degli ultimi anni. Non è un film, ma la parodia di un cartone animato. Un insieme confuso, slegato, di scene dove gli effetti speciali rasentano il ridicolo e la noia regna sovrana. Il tentativo di raccontare il passato di Hellboy e la sua lotta con la strega Nimue, puntando forte sullo splatter, forse, incanterà i giovanissimi e nulla più.

giovedì 11 aprile 2019
Francesco Alò
Il Messaggero

Non avremmo mai pensato di scriverlo ma c'era una volta in cui Hellboy era armonioso, cotonato e fidanzato. Perfino dolce. Ci riferiamo alle due versioni cinematografiche tratte dal fumetto del 1993 di Mike Mignola firmate da un Guillermo del Toro pre-Oscar per La forma dell'acqua, rispettivamente realizzate nel 2004 e 2008. All'epoca sembravano la prima risposta punk all'invasione mainstream di superdameri [...] Vai alla recensione »

giovedì 11 aprile 2019
Roberto Nepoti
La Repubblica

Reboot del demone Hellboy, partorito dall'inferno e da Mike Mignola nel 1993 per l'editrice Dark Horse. Della gigantesca creatura dalle corna mozzate sono evocate le origini (un sortilegio di Rasputin per conto delle SS), poi la conversione al bene, che lo ha reso il miglior detective del Bureau of Paranormal Research and Defense. In questo episodio, l'eroe si batte contro una strega, Nimue, tagliata [...] Vai alla recensione »

giovedì 11 aprile 2019
Alessandra Levantesi
La Stampa

Non si prospetta facile il cammino di HellBoy, creatura infernale creata da Mick Mignola e portata sullo schermo nel 2004 dal talentoso Guillermo del Toro in un fantasy diventato di culto. Primo problema: sempre restando nel campo dei supereroi, il film esce una settimana dopo "Shazam!", che essendo partito molto bene rischia di sottargli incassi, e a ridosso dell'arrivo nelle sale dell'attesissimo [...] Vai alla recensione »

mercoledì 10 aprile 2019
Emanuele Di Porto
Sentieri Selvaggi

Il modo migliore per apprezzare Hellboy è dimenticarsi le meravigliose pagine gotiche disegnate da Mike Mignola su cui il personaggio era stato creato. Il reboot di Neil Marshall fa venire in mente una scena significativa del precedente adattamento di Guillermo Del Toro. Il suo sidekick umano provava ad accattivarsi l'eroe mostrandogli la copertina di un comic-book basato sulle sue imprese.

mercoledì 10 aprile 2019
Massimo Lastrucci
Ciak

Su Hellboy, scarlatto figlio dell'Inferno, pesa una sorta di pregiudizio-maledizione: nonostante sia la forzutissima punta di diamante dell'Ufficio per il Paranormale Ricerche e Difesa, gestita dal padre putativo dr. Broom contro ogni tipo di minaccia ultraumana, per molti (religiosi e non) è non solo un mostro, ma anche uno strumento del male più o meno inconsapevole, data la sua "nascita" durante [...] Vai alla recensione »

mercoledì 10 aprile 2019
Peter Bradshaw
The Guardian

Hellboy is reborn, stridently repurposed as an ongoing franchise property - minus the cigar for these health-conscious times, but also minus the wit and the exotic strangeness and the beauty-and-the-beast romance that Guillermo del Toro once gave him. De Toro served as writer-director of the two original live-action films based on the Mike Mignola graphic novel character - Hellboy (2004) and Hellboy [...] Vai alla recensione »

mercoledì 10 aprile 2019
John DeFore
The Hollywood Reporter

Who, exactly, was clamoring for a Hellboy reboot? After watching Guillermo del Toro deliver one of the most on-target comic book adaptations in fanboy history in 2004/2008, starring an actor who might as well have been genetically engineered to play the part, surely everyone with an emotional investment in Mike Mignola's one-of-a-kind superhero was content.

mercoledì 10 aprile 2019
Owen Gleiberman
Variety

It may be stretching things to say that Hellboy was the role Ron Perlman was born to play, but in Guillermo del Toro's stylish and sturdy "Hellboy" (2004) and its spectacular eye-candy sequel, "Hellboy II: The Golden Army" (2008), there's no doubt that Perlman connected with the character in an uncanny way. Part of it was how his physiognomy - the thick features and sculptured scowl - already seemed [...] Vai alla recensione »

mercoledì 10 aprile 2019
Alan Zilberman
The Washington Post

Sometimes "more adult" does not mean "more mature." That's the central problem facing "Hellboy," the reboot of the comic book character popularized in films by Guillermo del Toro. The original 2004 movie and its 2008 sequel were PG-13 affairs, with a focus on the demonic antihero's lovable streak. Under the direction of Neil Marshall, a filmmaker with his own horror/fantasy bona fides, this Hellboy [...] Vai alla recensione »

NEWS
TRAILER
giovedì 7 marzo 2019
 

Hellboy è un semi-demone che protegge la Terra dalle creature soprannaturali che la minacciano. Evocato sul nostro pianeta nel 1944 dal malvagio stregone russo Grigorij Efimovic Rasputin per conto dei nazisti, Hellboy viene salvato dagli Alleati e affidato [...]

POSTER
mercoledì 13 febbraio 2019
 

Hellboy è un semi-demone che protegge la Terra dalle creature soprannaturali che la minacciano. Evocato sul nostro pianeta nel 1944 dal malvagio stregone russo Grigorij Efimovic Rasputin per conto dei nazisti, Hellboy viene salvato dagli Alleati e affidato [...]

TRAILER
giovedì 20 dicembre 2018
 

Hellboy arriva in Inghilterra, dove deve sconfiggere Nimue, consorte di Merlin e Regina del Sangue. Ma la loro battaglia potrebbe portare alla fine del mondo, un destino che Hellboy cerca disperatamente di evitare.

TRAILER
giovedì 20 dicembre 2018
 

Hellboy arriva in Inghilterra, dove deve sconfiggere Nimue, consorte di Merlin e Regina del Sangue. Ma la loro battaglia potrebbe portare alla fine del mondo, un destino che Hellboy cerca disperatamente di evitare.

POSTER
martedì 18 dicembre 2018
 

Hellboy arriva in Inghilterra, dove deve sconfiggere Nimue, consorte di Merlin e Regina del Sangue. Ma la loro battaglia potrebbe portare alla fine del mondo, un destino che Hellboy cerca disperatamente di evitare.

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati