MYmovies.it
Advertisement
Passione, carisma, complessità: chi era veramente Colette?

Nella scelta del cinema di Sky il biopic su un personaggio straordinario che ha segnato più di una generazione di intellettuali ed è ancora oggi considerata un simbolo dell'emancipazione femminile.
di Alessandro Buttitta

Colette

Impostazioni dei sottotitoli

Posticipa di 0.1s
Anticipa di 0.1s
Sposta verticalmente
Sposta orizzontalmente
Grandezza font
Colore del testo
Colore dello sfondo
0:00
/
0:00
Caricamento annuncio in corso
Keira Knightley (34 anni) 26 marzo 1985, Teddington (Gran Bretagna) - Ariete. Interpreta Colette nel film di Wash Westmoreland Colette.
venerdì 19 aprile 2019 - Sky

È la mano che impugna la penna a scrivere la storia. Ce lo ricorda, con l'audacia di chi è consapevole della coerenza delle proprie idee, Sidonie-Gabrielle Colette, autrice spregiudicata, maître à penser nella Francia della Belle Époque, una donna che ha condotto la sua intera esistenza all'insegna delle più diverse libertà. La sua storia è raccontata da Colette, intrigante film con protagonista Keira Knightley che Sky Cinema Due propone in prima visione venerdì 19 aprile alle 21.15, poi disponibile anche on demand.

Sidonie-Gabrielle Colette, personaggio straordinario che ha segnato più di una generazione di intellettuali, rientra di diritto tra le scrittrici più significative del Novecento francese.
Alessandro Buttitta

Colette è l'autrice della tetralogia di "Claudine", una serie di romanzi che scosse l'opinione pubblica per gli argomenti trattati. Difatti, tramite lo sguardo di una ragazzetta impertinente che rifiuta ogni tipo di restrizione, ha osservato una società piena di contraddizioni e moralismi, una società bigotta che nascondeva vizi e stravizi con ipocrisia e massicce dosi di perbenismo.

Per Colette non fu facile rivendicare la maternità dell'opera. Sposata con Henry Gauthier-Villars, imprenditore e scrittore molto noto ai tempi con lo pseudonimo di Willy, dovette patire non poco poiché il marito aveva pubblicato i libri a suo nome. Il successo, arrivato immediatamente, travolse la coppia. I romanzi, diventati di largo consumo, dettarono l'agenda culturale della dinamicissima Parigi di inizio secolo: nelle pagine di Claudine si affrontavano argomenti e situazioni che destavano scalpore, che raccontavano giovani donne alla ricerca della loro ragion d'essere in un mondo che, da lì a poco, sarebbe stato rivoluzionato tanto nei consumi quanto nei costumi.

Il film, diretto da Wash Westmoreland (The Last of Robin Hood, Still Alice), concentra le sue attenzioni sul percorso di emancipazione di questa donna che, dopo il divorzio, condurrà una vita spericolata, ricchissima di esperienze, spesso all'insegna dello scandalo. Avrà incontri strabilianti (fondamentale quello con la marchesa Mathilde de Morny), godrà di amori impetuosi, diventerà soprattutto un punto di riferimento nella scena francese con opere letterarie, articoli giornalistici e produzioni teatrali di grandissimo richiamo. Scrittrice pungente e dallo stile subito riconoscibile, firmerà numerosi romanzi - tra questi si ricordano ancora oggi "Cherì" e "La gatta" - e numerose opere teatrali. Figurarsi che in "Gigi", sopraffina commedia andata in scena nel 1951, recitò l'allora esordiente Audrey Hepburn.

Partendo dalla provincia della Borgogna, regione nella quale ha passato un'infanzia felice immersa nei libri e nella natura, Colette si è trasformata in un simbolo dell'emancipazione femminile appena entrata in contatto con gli ambienti cittadini, con i salotti di una Parigi che, nei primi decenni del Novecento, era l'autentica capitale culturale europea. Con spregiudicatezza e acume ha promosso la libertà e l'autonomia delle donne nei più svariati campi (sessuale, economico, sociale, culturale). Celebri i suoi spettacoli music-hall, celebri alcune sue performance. In una si presenta nuda e ingioiellata sul palco, in un'altra ancora simula amplessi che lasciano a bocca aperta gli spettatori presenti.

Figura controversa, inquieta testimone del suo tempo, Colette è stata vicinissima a vincere il Premio Nobel nel 1948. Trasformata in venerata maestra, riconosciuta da tutti i grandi autori dell'epoca, idolatrata per il suo percorso, ricevette la Legion d'Onore nel 1953, un anno prima della sua morte. Inoltre è stata la prima donna a ricevere i funerali di Stato nella storia della Repubblica francese.

Il biopic di Westmoreland restituisce pienamente la complessità di questa donna così carismatica. Il merito va dato anche a Keira Knightley, qui artefice di una delle migliori interpretazioni della sua carriera. Nel cast del film si segnalano inoltre le presenze di Dominic West, ultimamente apprezzato in The Affair e The Square, e Denise Gough, attrice irlandese dall'importante curriculum teatrale. Da menzionare infine lo straordinario lavoro fatto dagli addetti al trucco e ai costumi.


SCOPRI LA PROGRAMMAZIONE SKY
In foto una scena del film Colette.
In foto una scena del film Colette.
In foto una scena del film Colette.
news correlate

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati