Pearl Jam: Let's Play Two

Film 2017 | Eventi +13 120 min.

Titolo originalePearl Jam: Let's Play Two
Anno2017
GenereEventi
ProduzioneGran Bretagna
Durata120 minuti
Regia diDanny Clinch
Uscitagiovedì 30 novembre 2017
DistribuzioneNexo Digital
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro Valutazione: 1,50 Stelle, sulla base di 1 recensione.

Regia di Danny Clinch. Un film Titolo originale: Pearl Jam: Let's Play Two. Genere Eventi - Gran Bretagna, 2017, durata 120 minuti. Uscita cinema giovedì 30 novembre 2017 distribuito da Nexo Digital. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 Valutazione: 1,50 Stelle, sulla base di 1 recensione.

Condividi

Aggiungi Pearl Jam: Let's Play Two tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Un documentario che celebra i leggendari concerti sold out che i Pearl Jam tennero a Chicago il 20 e il 22 agosto del 2016. In Italia al Box Office Pearl Jam: Let's Play Two ha incassato 85,3 mila euro .

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES 1,50
CRITICA N.D.
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO NO
Il meglio di due concerti, la passione di Eddie Vedder per i Chicago Cubs, l'attesissima vittoria del 2016: un ibrido prolisso e autoreferenziale .
Recensione di Raffaella Giancristofaro
lunedì 27 novembre 2017
Recensione di Raffaella Giancristofaro
lunedì 27 novembre 2017

A novembre 2016 i Chicago Cubs sono tornati a vincere la World Series di baseball, dopo 108 anni di amorose aspettative e presunte maledizioni gravanti sulla squadra. Ma senza aver mai perso l'appoggio e la fiducia di un'ampia, transgenerazionale e calorosa base di fan. Che comprende anche Eddie Vedder, frontman dei Pearl Jam e tifoso dei Cubs fin da ragazzo. Nato a Evanston, sobborgo della capitale dell'Illinois, ha bazzicato lo stadio e i suoi paraggi da sempre, come testimoniano video della sua gioventù ma anche l'amica Beth Murphy, proprietaria del bar adiacente lo stadio Wrigley Field, che per entrambi e migliaia di altri tifosi ha statura monumentale.

La macchina da presa di Clinch (già autore di Pearl Jam: Immagine in cornice, sul tour della band in Italia nel 2006) ha accesso all'impianto sportivo, dagli spogliatoi ai bagni, dalle palestre al sancta sanctorum di cimeli e divise, ma anche al presidente ritenuto fautore della riscossa, Theo Epstein.

Materiali di repertorio servono a ricordare le stelle della formazione, o sarebbe meglio dire quelle venerate da Vedder. Alcuni di loro, come José Cardenal, salgono anche sul palco del doppio concerto sold out del 20 e 22 agosto 2016 proprio al Wrigley, insieme ad altre stelle dello sport, come il cestista Dennis Rodman e il giocatore di football americano Steve Gleason, invitato dalla band presentare Inside Job, sua canzone preferita e manifesto del suo riscatto dopo l'incidente che lo ha paralizzato.

Il principio che dovrebbe tenere insieme il film è il parallelismo tra una comunità di sportivi che non ha mai smesso di credere nella vittoria (senso di pezzi come All the Way) e un gruppo che ai 25 anni di carriera ha ancora fiducia nel potere salvifico della musica e riflette (poco) sulla propria fortunata parabola. Ma l'accostamento risulta forzato, anche perché com'è noto i Pearl Jam hanno conosciuto un successo piuttosto rapido, rispetto ai loro esordi, in quella stagione del grunge rock che li ha resi famosi in tutto il mondo insieme a Nirvana, Soundgarden, Alice In Chains e altri. Inoltre lo sguardo è tutto di superficie: mancano le voci degli altri membri della band - a parte una breve parentesi di prove acustiche sul tetto del locale di Beth - , concetti come pazienza e devozione sono ripetuti alla noia e il film è autoreferenziale persino nel titolo, che riprende un modo di dire di un asso del passato noto agli addetti ai lavori, Ernie Banks.

In discussione non è la qualità della performance live dei Pearl Jam o la regia, in verità piuttosto statica e messa in scena, peraltro comprensiva di un angolo melodrammatico con un fan molto emozionato per Release; anzi, per i fedelissimi del gruppo il film può essere l'occasione di ripercorrerne la carriera (in scaletta una selezione che va da Jeremy a Better Man, da Crazy Mary ad Alive). Lo è il semmai il senso di un'operazione di mera autopromozione: di una società sportiva, di una band. Dell'orgoglioso, ostentato ergersi del suo leader a simbolo di una comunità coesa e solidale, attraverso la metafora agonistica.

Sei d'accordo con Raffaella Giancristofaro?

PEARL JAM: LET'S PLAY TWO disponibile in DVD o BluRay su IBS

DVD

BLU-RAY
€28,00
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati