Viaggio sola

Film 2013 | Commedia sentimentale 85 min.

Regia di Maria Sole Tognazzi. Un film Da vedere 2013 con Margherita Buy, Stefano Accorsi, Fabrizia Sacchi, Gianmarco Tognazzi, Alessia Barela. Cast completo Genere Commedia sentimentale - Italia, 2013, durata 85 minuti. Uscita cinema mercoledì 24 aprile 2013 distribuito da Teodora Film. - MYmonetro 3,25 su 79 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Viaggio sola tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Irene è un'ispettrice alberghiera che valuta e giudica le prestazioni di hotel di lusso. Attenta ai particolari, perde però di vista il quadro generale. Il film ha ottenuto 6 candidature e vinto un premio ai Nastri d'Argento, 5 candidature e vinto un premio ai David di Donatello. In Italia al Box Office Viaggio sola ha incassato nelle prime 6 settimane di programmazione 1,7 milioni di euro e 422 mila euro nel primo weekend.

Viaggio sola è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
3,25/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA 3,56
PUBBLICO 3,18
CONSIGLIATO SÌ
Maria Sole Tognazzi costruisce un film originale, scartando i cliché della commedia sentimentale.
Recensione di Marzia Gandolfi
venerdì 19 aprile 2013
Recensione di Marzia Gandolfi
venerdì 19 aprile 2013

Irene è un'ispettrice alberghiera che valuta e giudica le prestazioni di hotel di lusso. Pignola e scrupolosa, soggiorna nell'albergo di turno all'insaputa di direttori e personale, infilando i guanti bianchi e spiegando il suo kit da lavoro. In volo tra una città e un'altra, Irene viaggia sola e dentro una vita a cinque stelle che le impedisce di mettere radici. A terra l'aspettano Andrea, ex fidanzato ed eterno amico, e Silvia, sorella con marito e prole, che sogna un giorno di vederla 'sistemata'. Attenta ai particolari, Irene sembra però perdere il quadro generale. Il decesso di un'antropologa conosciuta nella spa di un hotel berlinese la precipita nel caos, disorientandola come i direttori che ammonisce.
Dopo l'uomo solo di Favino, dentro una storia sentimentale che finisce, Maria Sole Tognazzi sceglie una protagonista femminile e la imbarca letteralmente nel mondo. Perché l'Irene di Margherita Buy è una cittadina dell'airworld che ha fatto dei non-luoghi la sua dimora mobile. Una donna che rifiuta la stasi e preferisce le zone liminali all'inquietante certezza della vita 'normale'. Angelo sterminatore a terra, Irene bacchetta con stile e discrezione chi dovrebbe offrire ai propri clienti un'esperienza indimenticabile, invitandoli a riconsiderare la gestione dell'albergo e a organizzarlo in modo migliore. Proprio come farà con la sua vita, in cui persevera determinata a bastarsi.
Almeno fino a quando non incontra una donna che come lei viaggia sola, affetta dal suo stesso nomadismo. Le parole e le teorie dell'antropologa, conosciuta ammollo in una spa, abbassano le sue difese, interrompendo la gestualità rituale e precipitandola nel 'disordine'. E in quel disordine Viaggio sola rivela la sua originalità, scartando i cliché della commedia sentimentale come un cliente occasionale di un albergo esotico devierà il desiderio per Irene, corteggiata davanti a un bicchiere di vino servito intempestivamente. L'esecutrice intransigente ha un punto debole nella solitudine a cui fa da contrappunto la vita 'familiare' della sorella, moglie e madre dentro il quotidiano. Vivere negli interstizi rende difficile entrare in intimità con l'altro, stringere relazioni autentiche, nutrire un sentimento ma d'altra parte l'umano non può godere di tutto, non può avere tutto, non può essere tutto.
Quello che caratterizza Irene è l'esperienza del limite e quello che intende il bel film della Tognazzi è la capacità di misurarsi con quel limite e con la propria solitudine, la capacità di restare soli, la capacità di accettarlo. La risposta a cui giungerà non la sposterà più in là perché Irene è esattamente dove vuole essere e quello che vuole essere. La crisi, sfogata nell'amplesso con l'ex compagno, la risveglia consapevole o più consapevole delle decisioni prese. Irriducibile a una vita ordinaria, la protagonista (ac)coglie fino in fondo la sua natura sfuggente e l'asseconda dicendosi ad alta voce le rinunce ma pure la grande bellezza della scelta, della vocazione, della (propria) passione.
Il senso del film vive tutto negli occhi e nel portamento di Margherita Buy che fa del suo corpo il paradigma di una possibile modernità del femminile. Accanto a lei il passo indolente e spaesato di Stefano Accorsi e quello smagrito e irrequieto di Gianmarco Tognazzi, disorientati e accoglienti tra un ortaggio virtuale e uno reale. Coltivatori indiretti del maschile. Di un maschile che prova a essere migliore.

Sei d'accordo con Marzia Gandolfi?
VIAGGIO SOLA
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
-
-
CHILI
-
-
TheFilmClub
-
-
iTunes
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
domenica 28 aprile 2013
brandokate

Un film raffinato e sussurrato sul confine tra solitudine e libertà, sulla mancata comunicazione tra i sessi, sulla crisi della coppia, sulla stanchezza dei rapporti, sulla paura di vivere una vita autentica… Irene è il temutissimo ospite a sorpresa che giudica con maniaca precisione gli standard degli alberghi di lusso e il film racconta la sua vita, sempre in viaggio per [...] Vai alla recensione »

martedì 30 aprile 2013
Flyanto

 Film in cui si racconta dell' esistenza solitaria di una donna, collocata temporalmente parlando tra i 40 ed i 50 anni di età, ispettrice di alberghi di lusso, e dei suoi legami sentimentali con la sorella e la di lei famiglia e con il suo ex compagno. Margherita Buy interpreta ovviamente questa figura principale di donna contemporanea che, pur essendo conscia della sua solitudine [...] Vai alla recensione »

mercoledì 1 maggio 2013
Lucyelisa

Irene una  donna single ultraquarantenne , si dedica con devozione  alla sua attività , svolta in incognito, di ispettore di alberghi di lusso per verificarne gli standard qualitativi  e la rispondenza ai riconoscimenti dati.  Il lavoro la porta a vivere tra aeroporti ed alberghi di lusso con brevi ritorni a casa .  Senza  una famiglia propria ( ma è l il [...] Vai alla recensione »

domenica 12 maggio 2013
angelo umana

 Amaro destino quello di essere un controllore di standard degli hotel d’”alto bordo” e constatare che le proprie condizioni di vita non rispondono a quei canoni pretesi per lavoro. Ma c’è continuità tra il lavoro e la vita, Margherita (Buy) viaggia per alberghi sola, e sola è quando arriva nella sua casa a Roma, 40enne senza una famiglia propria, mandata [...] Vai alla recensione »

lunedì 13 maggio 2013
diomede917

Irene è un’ispettrice di alberghi 5 stelle, un lavoro che la trasforma in una spiona dalle tante identità attenta ai particolari…..un lavoro che ama e che le regala una vita a 5 stelle nonostante percepisca uno stipendio da operaio specializzato….una vita che ama perché le permette di essere libera nelle sue scelte. Vive in un appartamento decisamente funzionale alle sue necessità, con piante spoglie [...] Vai alla recensione »

lunedì 11 maggio 2015
Andrea Alesci

C’è un ordinato senso di grazia e malinconia nelle scene che Maria Sole Tognazzi fa scorrere con garbo dinanzi al nostro sguardo interrogante. La levità del nuovo, appesa alle note che sanno di biancheria profumata di Gabriele Roberto, sin dal principio ci accompagna dentro il mondo di Irene (Margherita Buy), che vive nel segreto di un mestiere solitario, quello di ispettore di [...] Vai alla recensione »

mercoledì 19 giugno 2013
Zummone

Irene (M. Buy) è, per professione, "l'ospite a sorpresa": è suo compito valutare il servizio dei grandi alberghi, a 5 stelle. Per questo annota scrupolosamente sul suo tablet, in ogni suo viaggio, la pulizia delle stanze, la gentilezza di commessi e camerieri, la rapidità e qualità del servizio in camera e tanti altri piccoli particolari. Vai alla recensione »

venerdì 25 luglio 2014
Toniozzo

Purtroppo non ci sono i mezzi voti, se no un mezzo voto in più lo avrebbe meritato tutto! ma quattro stelle mi sembrava eccessivo. Film volutatamente (o almeno spero) corto di durata, infatti vola via facilmente, il che non è un male alle volte, sopratutto se è ben diretto come questo, oltre ad avere una bella trama. Sinceramente è il primo film che vedo di questa regista [...] Vai alla recensione »

lunedì 26 dicembre 2016
gianleo67

Donna single e indipendente, Irene si divide tra le continue trasferte negli hotels di lusso che recensisce per lavoro ed una vita affettiva distratta e frettolosa che la lega alla famiglia della sorella sposata e ad un ex compagno, ora amico inseparabile. La prematura e improvvisa scomparsa di una donna sola come lei, occasionalmente conosciuta durante un soggiorno berlinese, la faranno ricredere [...] Vai alla recensione »

venerdì 4 ottobre 2013
pensierocivile

VIAGGIO SOLA è tanto insolito e sorprendente per il cinema italiano, quanto rischioso, e comunque, un azzardo ben ripagato. Ottima l'idea "strutturale": documentare l'assoluto distacco di una ispettrice di alberghi a cinque stelle, dedita, efficace e meticolosa nel suo lavoro, ma incerta e goffa nei rapporti quotidiani, con la vita di sua sorella, delle sue nipoti e di un ex, che le scappano via al [...] Vai alla recensione »

sabato 3 maggio 2014
rita branca

  Viaggio sola  (2013) film di Maria Sole Tognazzi con Margherita Buy, Stefano Accorsi, Fabrizia Sacchi, Gianmarco Tognazzi   Piacevole film su un tema contemporaneo: l’indipendenza da vincoli castranti di cui gode Irene, una giovane donna interpretata con la consueta grazia e intensità da Margherita Buy, che ha il privilegio di una professione dorata, quella dell’is [...] Vai alla recensione »

lunedì 21 ottobre 2013
Rescart

Piuttosto che cinepanettoni o spot pubblicitari di sottaceti e di acque minerali, come figlia d’arte la Tognazzi esprime il meglio dell’eredità paterna a confronto con i due fratelli attori. E riporta in auge la coppia Accorsi-Bui inaugurata da un regista affermato come Ozpetek. Perché fa pensare questo film e lascia spiazzati per il capovolgimento del solito paradigma che vuole più eccentrici ed originali [...] Vai alla recensione »

venerdì 26 aprile 2013
serena77

Un film che ti trascina nella vita dei personaggi, molto attuale. Tematiche che spaziano dai rapporti umani, alla ricerca del benessere che al suo culmine puo' riservare grosse sorprese. Mettersi in gioco o no? tante domande, in una veste ironica, a me il film e' piacuto molto, un film che consiglio di vedere. 

venerdì 10 maggio 2013
Domitilla76

Film ben fatto...mi e' piaciuto molto. Ha pure 5 candidature ai David di Donatello...Viva il cinema italiano.

venerdì 26 aprile 2013
manifredde

In viaggio sola, la protagonista, Margherita Buy, ha il lavoro che un milione di persone vorrebbe avere: l'ispettore in incognito per una catena di hotel di lusso. Gira per il mondo, e alloggia in alberghi da sogno. Ma è sola. Non ha marito, non ha un compagno, non ha figli. Eppure sembra essere serena. Ha il suo lavoro che la riempie di soddisfazioni.

giovedì 25 aprile 2013
Eusebio Abbondanza

Al suo terzo lungometraggio la figlia d'arte (e di papà) Maria Sole Tognazzi trova il film giusto, azzecca i toni, le atmosfere e il cast perfettamente assortito. Qualche lieve caduta di ritmo qua e là nella sceneggiatura non inficia il risultato generale, quello di una commedia gradevole, con delle trovate originali e una storia che ci fa piacere seguire.

sabato 27 aprile 2013
serena77

un ottimo film

sabato 27 aprile 2013
BARONE DI FIRENZE

Film che scorre sul filo di un'eleganza unica, non una parola in più, nessun amnplesso disperato, una storia originale, la Boy brava come al solito, Accorsi appesantito un pò meno. Film da vedere non in maniera cervellotica è la vita reale che è rappresentata. Brava la Tognazzi buon sangue non mente.

domenica 5 maggio 2013
Affassoni

Davvero un bellissimo Film  !!  Una commedia sentimentale, ironica ma profonda, un'idea originale ma semplice al tempo stesso,  che coglie a pieno il pensiero e l'universo femminile ma non solo,  rappresentando le incertezze, le domande e i dubbi che si possono insinuare in noi, ad un certo punto nel mezzo del cammin della nostra vita.

lunedì 20 maggio 2013
Elenadeda

Era dal un bel po' che non vedevo una commedia così piacevole con una scorrevolezza naturale sapientemente ottenuta intervallando le scene di vita della protagonista Irene con la famiglia di sua sorella e scene della sua professione di ispettrice negli hotels di lusso. Una commedia che malgrado l'argomento della solitudine non cade mai nel pietoso, grazie all'inserimento di alcuni [...] Vai alla recensione »

sabato 27 aprile 2013
Maurizio.Meres

Ottimo film,bella storia,bravi gli attori ,la regia che dire e' figlia d'arte.

lunedì 13 maggio 2013
Domitilla76

Protagonista della nuova commedia di Maria Sole Tognazzi è Irene, di mestiere fa la ‘mistery guest’ ossia è colei che viaggiando tra un paese e l’altro, soggiorna nei più prestigiosi alberghi di lusso, ovviamente in incognito, e ne valuta l’effettiva qualità. Irene è una donna come tante al giorno d’oggi: ha ormai passato la quarantina, [...] Vai alla recensione »

sabato 27 aprile 2013
Maurizio.Meres

Ottimo film,bella storia,bravi gli attori ,la regia che dire e' figlia d'arte.

domenica 12 maggio 2013
stefano73

Irene (Margherita Buy) di mestiere si occupa di fare ispezioni e dare giudizi negli alberghi più belli al mondo. Questo mestiere le da l'impressione di vivere una sorta di solitudine apparenntemente appagante giustificato anche dal fatto che non ha relazioni e ne famiglia. Margherita Buy e Stefano Accorsi tra i nostri migliori attori.

domenica 19 maggio 2013
Albe Ruffi

La solitudine. La solitudine affrontata da una donna che non sa di viverla e sta nel suo lavoro apparentemente ricco, nelle relazioni del passato e nelle passioni solitarie che la accompagnano. Un bel film italiano, godibile per recitazione, sceneggiatura, fotografia, dialoghi, riprese e ritmo. Il tema del film è affrontato con profondità e leggerezza: una regia di livello.

venerdì 3 maggio 2013
dakrua

Scrivo per coloro che, come me, ogni volta che vedono che c'è un film con la Buy pensano: 'Basta!'; ancora peggio nell'accoppiata con Accorsi. E invece: il film è bello, ed entrambi loro veramente bravi; plauso e merito, quindi a Maria Sole Tognazzi. Anzitutto per l'ottima fotografia, poi per aver regalato un film all'Italia di oggi per come lucidamente è nel suo spaccato sociale tra i quaranta e cinquanta: [...] Vai alla recensione »

martedì 22 ottobre 2013
Jayan

Nel film si raccontano le ispezioni alberghiere di Irene, che va in tutti gli hotel di lusso in tutti i continenti controllando che ciò che si decanta di ogni albergo corrisponda alla realtà. E' molto brava nel cercare tra le apparenze i difetti del personale o della gestione alberghiera. Lei è così presa dalle ispezioni, così orientata verso ciò che è [...] Vai alla recensione »

venerdì 10 maggio 2013
Alex2044

Originale , gradevole ,ironico e intelligente . Un film che si lascia vedere con simpatia ed è pure ben realizzato tecnicamente . Gli attori sono tutti bravi e ben dentro la loro parte.I posti molto belli ed interessanti . Brava Maria Sole Tognazzi un cognome ben portato .

martedì 14 maggio 2013
Luxlux

Bella storia, questioni importanti, la Buy si conferma la miglior attrice del panorama italiano e dà quella marcia in più al film che tocca sulla punta delle dita tanti temi a partire dalla solitudine. Molto belle le ambientanzioni.

lunedì 27 maggio 2013
edefi

Film delizioso, credo che Maria Sole Tognazzi sia una delle registi piu' interessanti del nostro cinema. Immagini bellissime, dialoghi intelligenti. Un film che invita a riflettere. Il benessere e la felicità sono concetti strettamente personali. Consigliato.

venerdì 17 maggio 2013
viaggiatore77

Bell'incrocio di personaggi convinti di aver raggiunto lo status che desiderano ma che in realtà hanno rinunciato o perso qualcosa che qualcun altro invece ha. Similmente ai film di Ozpetec o Muccino, i diversi protagonisti rappresentano le varie sfacettature dello stesso tema, senza sbilanciamenti, affinché lo spettatore sia libero di identificarsi nella figura che meglio crede; [...] Vai alla recensione »

lunedì 13 maggio 2013
gigrob

Bellissimo film ben recitato ed ambientazione non banale. Finalmente una bella commedia originale con belle ambientazioni. Complimenti alla regista, a sto punto devo cercare i film precedentemente diretti.

sabato 27 aprile 2013
un film é meglio dello Xanax

'Viaggio sola' merita di essere visto. E' una commedia dal garbo francese, ma necessità tutta italiana. Con buon ritmo e eccellente scrittura, abbatte uno degli ultimi taboo che riguardano la donna, quello che indica la maternità necessario fiore all'occhiello della sua realizzazione. L'ottima interpretazione di Margherita Buy sovverte il luogo comune, portando alla [...] Vai alla recensione »

martedì 30 aprile 2013
melania

Mi è piaciuto moltissimo e mi ha dato un senso di malinconia.La Buy è come sempre superlativa.Forse la solitudine è per la protagonista una scelta di vita ,ma io non ho avvertito serenità nell'animo del personaggio ma piuttosto un sentimento di rassegnazione e tristezza.Comunque è un bellissimo film,del tutto consigliabile!

sabato 27 aprile 2013
Ila Giù

Bellissimo film. Fa riflettere sulle differenze di scelte di vita che si fanno

domenica 19 maggio 2013
ralphscott

Un ora e mezza di racconto mai banale,anche divertente,che grazie a Berlino e Marrakech ci fa andare un po' oltre la solita vicenda circoscritta di cui racconta spesso il cinema nostrano. Due tra i nostri migliori attori che questa volta rendono oltre il loro standard,già alto,grazie ad una prova sommessa. Il primo incontro é forse un hommage ad Ozpetek:incontro tra le [...] Vai alla recensione »

mercoledì 1 maggio 2013
Lucio Shake

Il film ricorda per certi aspetti il "Lost in Translation" di Sofia Coppola con Bill Murray e Scarlett Johansson. E non ha nulla a che invidiare a quel film, di rilievo internazionale. Margherita Buy è sempre una garanzia. Il film è lieve e stilisticamente perfetto, con l'aggiunta di un'ottima colonna sonora. Come si dice...da vedere.

domenica 28 aprile 2013
Domitilla76

Protagonista della nuova commedia di Maria Sole Tognazzi è Irene, di mestiere fa la ‘mistery guest’ ossia è colei che viaggiando tra un paese e l’altro, soggiorna nei più prestigiosi alberghi di lusso, ovviamente in incognito, e ne valuta l’effettiva qualità. Irene è una donna come tante al giorno d’oggi: ha ormai passato la quarantina, [...] Vai alla recensione »

sabato 27 aprile 2013
avvocatobosio

Un film di rara bellezza. Intenso ma anche divertente. Ciascun attore del cast (azzeccatissimo) recita in maniera impeccabile il ruolo che pare essergli stato cucito addosso a mò di abito sartoriale. Maria Sole Tognazzi fa centro un'altra volta dimostrando a tutti, anche ai più scettici, che il cinema italiano non è morto ed ha ancora tanto da dire (alla faccia delle mega produzioni d'oltre oceano [...] Vai alla recensione »

domenica 2 giugno 2013
vizco

Quando un film è interpretato da   Margherita Buy siamo sempre sicuri che assisteremo a un film speciale. L’attrice riesce sempre a dare a ogni performance un tocco di classe, di raffinatezza, il suo esprimersi in modo semplice, è sempre d’impatto immediato e di contenuto essenziale, senza fronzoli. Anche questa volta ho riscontrato quanto ho appena espresso, però [...] Vai alla recensione »

domenica 28 aprile 2013
serena77

Un ottimo film, e' letteralmente volato il tempo, mi sono divertita. Consiglio il film. 

lunedì 29 aprile 2013
pressa catozzo

Ottima opera , perfetta sublime incantevole. Se lo osservi attentamente puoi migliorare la tua vita o vederne i tuoi errori. Cinematograficamente perfetto, ontaggio colonna sonora recitazione musica in alcuni impercettibile ma sempre presente. Bello veramente. Un film di donne realizzato da una donna molto attenta al mondo femminile . Un maschio o uomo .

domenica 28 aprile 2013
Luna000

Film Italiano al 100%, molto bello. Sono due giorni che provo a mettere un commento il sito ha dei seri problemi. 

venerdì 26 aprile 2013
serena77

Un film che a me e' piaciuto molto, mi ha emozionato. Nel complesso un film pulito, semplice, con un climax che ti porta a chiederti se nei rapporti che hai e' veramente tutto a posto, se c'e' qualcosa, quella ricerca di un benessere che non e' il lusso di una stanza d'hotel, di una quantificazione sistematica delle cose, insomma stravolgimento.

sabato 5 ottobre 2013
Fede81

Questo film non mi ha convinto particolarmente. Forse un po' troppo femminile, borghese, "personale". Magari la Tognazzi sentiva l'esigenza di esprimere le angosce della agiata signora avvezza agli alberghi a 5 stelle, con vaghi accenti di Lost In Translation, ambientazioni très chic e la Busi che parla voluttuosamente francese e inglese con signori di classe.

lunedì 29 aprile 2013
un film é meglio dello Xanax

Nel paese del Vaticano, finalmente un film che abbatte lo stereotipo di una donna pienamente realizzata,  solo se é ANCHE madre. Vedetevi subito le umanissime fragilità espresse dalla buy, la vita in una scenografia lussuosa, scritta con la mano di sceneggiatori esperti di ritmo e sottigliezza psicologica. Vi divertirete per due ore e penserete per tutto il resto dei [...] Vai alla recensione »

lunedì 28 ottobre 2013
iankenobi

La storia di irene che per lavoro fa' l'ospite a sorpresa cioe' colei che valuta gli standard degli alberghi di lusso,i 5 stelle.Ad ogni ispezione sentiamo irene ripetere le frasi del questionario da riempire;l'asciugamano era profumato?la temperatura della minestra era di vostro gradimento?e via dicendo. Nel confronto con il direttore di un albergo la sentiamo spiegare anche come [...] Vai alla recensione »

sabato 14 febbraio 2015
LOMAX

Pur tentando di affrontare le difficoltà di una vita solitaria, incastrata nei meccanismi di una società costruita su dei rigidi canoni, non riesce a convincermi. Ciò che meritava più attenzione e avrebbe dovuto essere approfondito è stato, invece, affrontato in modo molto sbrigativo, nell'intezione di non tradire i canoni classici della commedia.

venerdì 7 giugno 2013
Paola D. G. 81

Un film intelligente, piacevole e delicato, che fa riflettere sui legami e sui vari modi di essere donna. Notevoli le riflessioni sull'intimità e sull'importanza di "personalizzare" la propria felicità. Consigliato!

lunedì 19 maggio 2014
massimodec

Dispiace vedere che il cinema italiano non riesca ad uscire dal didascalico... o dal "bruttarello" Qui ci sarebbero state moltissime occasioni per valorizzare attori, situazioni, ma anche i luoghi. Invece vediamo solo le solite facce statiche e soprattutto una scrittura del tutto inutile, che non fa capire niente di più delle "figure". Peccato

Frasi
Andrea: "Con chi esci?"
Irene: "Con io, con me e me stessa!"
Dialogo tra Andrea (Stefano Accorsi) - Irene (Margherita Buy)
dal film Viaggio sola - a cura di Rosaria
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Maurizio Porro
Il Corriere della Sera

Viaggio sola è un pudico ritratto femminile, su contesto italiano qui e oggi. Margherita Buy con dolce malinconia ci presenta questa donna che gira in trolley per hotel a controllare di nascosto se meritano cinque stelle; single ma in affettuosi rapporti con il suo ex che sta per diventare controvoglia padre, amorosa zia delle nipoti della sorella mal-maritata ma a livelli medi.

Paolo D'Agostini
La Repubblica

Il terzo film della quarantenne Maria Sole Tognazzi, Viaggio sola, ci dice che nessun tema è ovvio, banale, usurato. Ci dice che le potenzialità non finiscono mai, che è tutto nel come si racconta, nell'architettura di una storia, nell'invenzione dei suoi personaggi. E qui la regista ne ha creato uno, quello della protagonista Irene, che resterà tra i più riusciti nel già molto ricco curriculum dell'interpr [...] Vai alla recensione »

Roberto Escobar
Il Sole-24 Ore

Per quanto non la si possa dire in carriera, Irene (Margherita Buy) ha un lavoro che sa far bene: valuta in incognito il livello degli alberghi di lusso. Non ha però né un uomo né un figlio. Molti le dicono che una donna si realizza solo con una famiglia sua. Qualcuno le suggerisce invece l'indipendenza più completa. Alla fine sarà lei a scegliere, e nella sua scelta starà la sua libertà.

Cristina Piccino
Il Manifesto

Una donna sola che non cerca marito in un paese ossessionato dalla famiglia è una novità. Così Maria Sole Tognazzi riassume il profilo dl Irene (che ha la bravura divertita di Margherita Buy) la protagonista del suo film, viaggiatrice solitaria di professione visto che il suo lavoro consiste nel verificare le stelle assegnate agli alberghi di superlusso nel mondo.

Alberto Crespi
L'Unità

Un piccolo dilemma al quale si trovano di fronte gli sceneggiatori, una volta delineato un personaggio è: che mestiere gli facciamo fare? Nel caso di 'Viaggio sola' il mestiere è il film, e bisogna ammettere che la regista Maria Sole Tognazzi e la sua squadra di scrittori (Ivan Cotroneo, Francesca Marciano, Arnaldo Catinari) hanno avuto un'idea folgorante.

Vanja Luksic
Le Soir

Viaggio sola di Maria Sole Tognazzi (sceneggiato da Ivan Cotroneo e Francesca Marciano) riesce a parlarci della solitudine con i toni leggeri della commedia, ma anche con tanta empatia per i personaggi. Si tratta di una solitudine scelta, quella di "una splendida quarantenne", Irene, interpretata dalla sempre più brava Margherita Buy. Una donna innamorata della sua libertà e ossessionata dalla sua [...] Vai alla recensione »

Giuseppe Ghigi
Il Gazzettino

Irene è come il cuculo: fa il nido nelle case altrui, e negli alberghi a 5 stelle. Mutazione moderna della spia (del tempo libero) non è in nessun luogo, è sola, e nella terra di nessuno resterà. Maria Sole Tognazzi realizza un'incursione nell'universo delle nuove figure femminili in una commedia d'attori e di scrittura che non vorrebbe essere generica.

Gian Luigi Rondi
Il Tempo

Irene ha quarant'anni, non ha figli, non ha marito. La famiglia comunque non le manca tutta presa com'è dal suo lavoro che, conosciuto da pochi, consiste nel viaggiare di continuo, sempre ben spesata, per verificare, su richiesta di una importante catena di grandi alberghi, se questo o quell'albergo a cinque stelle, e cioè di lusso , rispetti i requisili necessari per la concessione di quel riconoscimento [...] Vai alla recensione »

NEWS
NEWS
domenica 20 ottobre 2013
 

Teresa (Margherita Buy) ha un mestiere che è il sogno di molti: è l'ospite a sorpresa che valuta le prestazioni di hotel di lusso. Viaggia sola, tra una città e l'altra, tra hotel e aeroporti, contando solo sull'affetto dell'amico ex fidanzato Andrea [...]

VIDEO
lunedì 15 aprile 2013
Chiara Renda

Margherita Buy è Irene, una donna di circa quarant'anni, senza marito né figli e un lavoro che è il sogno di molti, quello dell'ospite a sorpresa, il temutissimo cliente in incognito che annota, valuta e giudica gli standard degli alberghi di lusso.

winner
miglior commedia
Nastri d'Argento
2013
winner
miglior attrice
David di Donatello
2013
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati