Viaggio sola

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Viaggio sola   Dvd Viaggio sola   Blu-Ray Viaggio sola  
Un film di Maria Sole Tognazzi. Con Margherita Buy, Stefano Accorsi, Fabrizia Sacchi, Gianmarco Tognazzi, Alessia Barela.
continua»
Commedia sentimentale, durata 85 min. - Italia 2013. - Teodora Film uscita mercoledý 24 aprile 2013. MYMONETRO Viaggio sola * * * - - valutazione media: 3,25 su -1 recensioni di critica, pubblico e dizionari. Acquista »
   
   
   

libertÓ = solitudine? Valutazione 3 stelle su cinque

di angelo umana


Feedback: 109969 | altri commenti e recensioni di angelo umana
domenica 12 maggio 2013

 Amaro destino quello di essere un controllore di standard degli hotel d’”alto bordo” e constatare che le proprie condizioni di vita non rispondono a quei canoni pretesi per lavoro. Ma c’è continuità tra il lavoro e la vita, Margherita (Buy) viaggia per alberghi sola, e sola è quando arriva nella sua casa a Roma, 40enne senza una famiglia propria, mandata per ogni dove dal suo giornale di rating turistici proprio perché – parole sue - “non ho una vita” o perché lei è in finta compagnia, “io, me stessa e me” e la sua casa non le offre “calore e appagamento” come il rating pretende per le stanze d’albergo.
 
E’ poi un vero peccato che fuori dagli alberghi di cui è ospite non si goda quasi nulla e intraprenda scarse conoscenze, non è un bel viaggiare: Parigi, Gstaad, San Casciano dei Bagni, Berlino, Marrakech, Shanghai. Gode per lavoro delle strutture e del lusso degli alberghi stessi, perciò è pagata. Ma “il lusso è una forma d’inganno”, le dice Kate, una viaggiatrice conosciuta all’hotel Adlon di Berlino; in effetti devono sembrarle inutili tutte le premure professionali di cui in questi posti è destinataria, la temperatura dei cibi che le vengono serviti, la polvere da cercare nei posti più impensabili, cose che in un’occasione definisce i “gravi problemi dell’umanità” di cui lei si occupa, se poi, nella sua vita privata, c’è un quasi deserto di “intimacy”, intimità, concetto su cui la fa riflettere – come un campanello improvviso - proprio la ”antropologa” Kate. Questo è ciò che le manca: quando bacia, e ci passa una notte assieme, Stefano (Accorsi), suo grande amico ed “ex” di quindici anni prima, non le deve sembrar vero, chissà da quanto non baciava qualcuno. Realizza presto però, il mattino dopo, che una vita a due o aver figli non è quello che ha mai desiderato e che della sua vita in fondo si compiace.
 
Non sembrano attrattive del resto le condizioni in cui vive sua sorella, sposata con il musicista Gianmarco (Tognazzi), tipico marito evanescente che in casa si dedica soprattutto ai giochi via computer, la conduzione di una animal farm nella fattispecie. Ecco, di affetto Margherita non è sprovvista, per sua sorella, per le due nipotine, per Fabiana, la nuova compagna di Stefano da cui aspetta un bambino: proprio da lei viene silenziosamente abbracciata una volta in auto, per le parole affettuose che ne ha ricevuto.
 
E’ abbastanza arduo pensare che una materna Buy – che consolava perfino il designato Papa Michel Piccoli in “Habemus Papam” – possa essere davvero una single che si gode una così triste libertà, la quale è solitudine (parole del film). Una riflessione a margine, chissà se la regista Maria Sole Tognazzi ce la vuole davvero suggerire: non è strettamente necessario, o obbligatorio, che esista una famiglia per dare e ricevere affetto. Margherita confessa per gioco alla sorella, al telefono da un aeroporto, che è in partenza per la Tanzania dove  insegnerà inglese ai bambini di un villaggio: sarebbe una giusta aspirazione per il personaggio, l’affetto per i bambini e via dal lusso inutile, “inganno”.
 
E’ un film gradevole e misurato (come la Buy), ironico e triste quanto basta, una segreta osservazione di famiglie e solitudini. Se il cinema rappresenta la vita e la vita è sogno, anche il cinema è sogno e ci si lascia prendere – se conviene – dalla sua storia, grande o minima, si resta nel film e in quei fatti per qualche giorno dopo averlo visto. Altro pretesto offertoci per restare nel film sono gli squarci su Berlino, che sembra la città a cui maggiormente le immagini riservano un tributo speciale.

[+] lascia un commento a angelo umana »
Sei d'accordo con la recensione di angelo umana?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
100%
No
0%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di angelo umana:

Vedi tutti i commenti di angelo umana »
Viaggio sola | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marzia Gandolfi
Pubblico (per gradimento)
  1░ | brandokate
  2░ | flyanto
  3░ | lucyelisa
  4░ | angelo umana
  5░ | diomede917
  6░ | andrea alesci
  7░ | zummone
  8░ | toniozzo
  9░ | pensierocivile
10░ | gianleo67
11░ | rita branca
12░ | rescart
Nastri d'Argento (7)
David di Donatello (6)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 |
Link esterni
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità