Under the Skin

Film 2013 | Fantascienza, 107 min.

Regia di Jonathan Glazer. Un film con Scarlett Johansson, Antonia Campbell-Hughes, Paul Brannigan, Krystof Hadek, Robert J. Goodwin. Cast completo Genere Fantascienza, - USA, Gran Bretagna, 2013, durata 107 minuti. Uscita cinema giovedì 28 agosto 2014 distribuito da Bim Distribuzione. - MYmonetro 2,36 su 2 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Under the Skin tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Isserley è un'aliena che percorre le autostrade deserte a caccia di prede umane, sfruttando la sua bellezza come esca. Il film ha ottenuto 2 candidature a BAFTA, ha vinto un premio ai European Film Awards, 1 candidatura a Critics Choice Award, In Italia al Box Office Under the Skin ha incassato 119 mila euro .

Under the Skin è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato nì!
2,36/5
MYMOVIES 2,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO 2,72
CONSIGLIATO NÌ
Trailer in italiano

Impostazioni dei sottotitoli

Posticipa di 0.1s
Anticipa di 0.1s
Sposta verticalmente
Sposta orizzontalmente
Grandezza font
Colore del testo
Colore dello sfondo
0:00
/
0:00
Caricamento annuncio in corso
Glazer torna sui temi del doppio e del viaggio dimensionale ma dimentica il sentimento.
Recensione di Marianna Cappi
martedì 3 settembre 2013
Recensione di Marianna Cappi
martedì 3 settembre 2013

Il corpo di una donna viene recuperato da un misterioso motociclista fuori strada e trascinato su un camion, dove un'aliena, con le medesime sembianze della malcapitata, ne indossa letteralmente le vesti. L'aliena intraprende quindi un viaggio attraverso la Scozia, sfruttando il proprio fisico seducente per adescare uomini soli e non restituirli mai più alle loro vite.
Glazer va dritto al centro del romanzo di Michel Faber, rinunciando ad ogni conoscenza o informazione preparatoria per occuparsi solo e soltanto del viaggio della protagonista e costruire così un on the road visionario, teso ad immaginare barlumi di altre dimensioni ma anche e soprattutto a guardare il nostro mondo con un occhio altro.
Tre versioni del copione e un periodo di fermo potevano insospettire e ora appare evidente che l'incertezza era e resta legittima. Spogliato del contesto fantascientifico e ridotto quasi al silenzio, il film non guadagna a sufficienza in atmosfera da compensare le perdite in materia di psicologia e possibilità di identificarsi con il personaggio. Quest'ultima, poi, è una scomparsa non da poco, perché è proprio sull'ambiguità del discorso identitario che si gioca la partita: chi sia la vittima e chi il carnefice, è la domanda più che esplicita che il regista gira allo spettatore.
Tornano, dunque, le sovrapposizioni e i doppi ingannatori di Birth, ma sparisce completamente il sentimento che ci avvicinava e turbava in quell'occasione. Là, infatti, dove Nicole Kidman ci straziava silenziosamente nel suo esser pronta ad apparire un'aliena e ad affrontare la solitudine pur di credere all'amore, con un ribaltamento narrativo che trascina però con sé anche un senso più profondo, Scarlett Johansson è qui inizialmente insensibile al dolore così come al piacere per poi sperimentare l'emergenza di una sorta di curiosità, di desiderio di un contatto, di saggiare un gusto, che la conduce rapidamente (e ideologicamente) alla rovina.
Il confronto insistito sullo spazio visionario ed estetizzante ma in verità crudele e annientatore proprio della dimensione aliena e quello più aspro, squallido e violento delle Highlands e, per estensione, dell'umanità (abitato però dalla comicità televisiva e riscaldato qualche volta dal rifugio domestico) è tutto quello che Glazer decide di dire e mostrare, ma la sensazione è che sia un discorso povero e riduttivo, che ci lascia insensibili e alieni al destino della protagonista.

Sei d'accordo con Marianna Cappi?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Un'aliena dalle sembianze procaci e umane si aggira con un furgone per una desolata, ventosa Scozia cercando e trovando uomini che seduce e si porta a casa promettendo incontri sessuali, in realtà allo scopo di nutrire un liquido nero, fangoso e a specchio nel quale li affonda. I poveracci si trasformano e si distruggono. Dopo un'aggressione con tentato stupro riassume le sembianze aliene nere e lucide. Incomprensibile, cervellotico e soprattutto noioso film di fantascienza, liberamente ispirato a un intrigante romanzo di Michel Faber. Interessante colonna sonora elettronica di Mica Levi.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
UNDER THE SKIN
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
Rakuten tv
-
-
CHILI
iTunes
-
-
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
lunedì 13 ottobre 2014
Mauro@Lanari

p { margin-bottom: 0.25cm; direction: ltr; color: rgb(0, 0, 0); line-height: 120%; }p.western { font-family: "Liberation Serif","Times New Roman",serif; font-size: 12pt; }p.cjk { font-family: "Lucida Sans Unicode",sans-serif; font-size: 12pt; }p.ctl { font-family: "Mangal"; font-size: 12pt; } Nel 1992 Gray pubblicò il bestseller "Gli uomini vengono da Marte, le donne da Venere", [...] Vai alla recensione »

sabato 30 agosto 2014
leamovie

Under the skin. Sotto la pelle. Sotto la pelle, niente. Verrebbe da commentare parafrasando un vecchio film dei Vanzina. Non date retta a quanto potrete trovare in rete, giochi dialettici, interpretazioni e motivazioni del film che Jonathan Glazer ha tratto dal romanzo di Michel Faber. Under the skin è uno di quei film irritanti, inconsistenti, che vanno contro lo spettatore.

giovedì 4 settembre 2014
IlQuercia

Under the Skin è una di quelle pellicole con un destino al bivio: o la strada del capolavoro, o la via, molto più battuta, dell'oblio. Dovessi personalmente scegliere dove dirigerlo, non esiteri a montare i binari sulla prima, la strada del capolavoro - malgrado il termine sia improprio, ed un tantino esagerato. Under the Skin è un film "difficile", a tratti imperscrutabil [...] Vai alla recensione »

mercoledì 3 settembre 2014
fabrizio dividi

Ci sono due modi per valutare “Under the skin” di Jonatan Glazer. Se lo si considerasse un film autoriale, come il trailer allude, accostando il nome del giovane regista di “Io sono Sean” a quello di Stanley K. (per non reiterarne la blasfemia non ne nomineremo il cognome), il giudizio sarebbe impietoso. Lento, ripetitivo e –soprattutto- pretenzioso e affetto da una sindrome da citazione al limite [...] Vai alla recensione »

sabato 12 luglio 2014
gianleo67

Sconosciuto e camaleontico essere alieno assume le sembianze di una bella ragazza che, scorazzando su di un furgoncino per le strade di una cittadina scozzese, adesca e rapisce ignari esemplari di sesso maschile per un misterioso progetto di conoscenza o di conquista. Turbata e scossa dai risvolti emotivi delle proprie sembianze umane, decide di abbandonare i suoi propositi ostili e fuggire dagli [...] Vai alla recensione »

martedì 2 settembre 2014
Pearà

E' necessario un minimo di attenzione per notare, prima, e accettare, poi, che - per quanto distante dal libro - questo film rimane un'opera sullo Specismo. Glazer è molto chiaro e onesto nel comunicarcelo sia per la scelta di una colonna sonora originale, particolarmente azzeccata, che per la presenza - minima - di linee di testo comprensibili allo spettatore.

martedì 9 settembre 2014
FedeS 9 3

Al di là del bene e del male. Nel caos quotidiano del banale, le striature del bene si intersecano con quelle de male, dando vita a l'a-morale. L'imperante volontà di potenza assume i connotati dell'alieno(a) umano, "troppo umano". Scarlet jhoannsonn è spettatrice e partecipante, osservatrice e agente. Si riflette nei suoi occhi la tragedia umana, si estrinseca [...] Vai alla recensione »

mercoledì 1 ottobre 2014
Cristina T. Chiochia

Un film molto ben construito dai colori freddi e tinte ghiacciate dove una stupenda scarlett johansson, spesso nuda, percorre la storia con una bravura ed una intensità soprendente. Non sembrano essere passati questi dieci anni da quando questo regista ha cominciato a sviluppare sperimentazioni e stili del tutto nuovi con il genere fantastico.

mercoledì 10 ottobre 2018
taniamarina

Blasfemie ed improperi a parte, fanno sorridere i lanci pubblicitari che inneggiano al nuovo Kubrick. Bisogna comunque concedere al film la capacità di "rubare" con stile dal capolavoro 2001 Odissea nell spazio senza imitarlo goffamente. l'atmosfera iniziale è potente, i personaggi per nulla cinematografici contrastano volutamente con la bellezza surreale della protagonista, [...] Vai alla recensione »

lunedì 12 giugno 2017
Howlingfantod

 “Under the skin” è un film  diretto da un regista che viene dal mondo pubblicitario e dei videoclip, il quale ha adattato sul grande schermo il romanzo omonimo di uno scrittore olandese e pubblicato nell’anno 2000. Il film ha dei tratti psichedelici che ne accrescono il già denso ed inquietante fascino e mistero.

venerdì 28 ottobre 2016
Howlingfantod

Un viaggio solo mentale in un film altamente psichedelico e cupissimo, nei contenuti, nelle scenografie nella bellissima fotografia. Un’aliena scende sulla terra e si impossessa di una donna sotto le sembianze di una bellissima Scarlett Johansson. Il percorso che svolge è una specie di iniziazione, un percorso di sogno perché i sogni vanno dove vogliono e fanno quello che gli pare, incontra uomini, [...] Vai alla recensione »

mercoledì 3 settembre 2014
orco66

Io e mia moglie abbiamo deciso,dopo aver vagliato le proposte delle varie sale, di andare a vedere questo film,sono stati 107 minuti di noia,una sequela impressionante di ripetizioni,la stessa scena riproposta più e più volte senza avere la decenza o il pudore di modificare sostanzialmente nè i dialoghi nè l'aspetto dei malcapitati,(possibile che in Scozia si somiglino tutti?)unica nota differente [...] Vai alla recensione »

giovedì 4 settembre 2014
senji

Aspettavo con grande curiosità questo film, avendo letto ed molto apprezzato il libro ero proprio curioso di vedere com'era stato trasposto. Intanto diciamo che nell'adattare un romanzo al cinema, che il regista/sceneggiatore faccia delle modifiche e dei tagli o che re-interpreti un po' a suo piacimento è normale, è sempre successo e sempre succederà.

giovedì 18 settembre 2014
Maramaldo

...far questo a noi, tuoi fans da sempre che vengono a vederti (ad occhi chiusi, stavo per dire), incuranti di trama, regia, critica, ecc. E così siamo incorsi  nell'infortunio di questo film anche se c'è stato di peggio: ricordi l'accoppiata con Penelope Cruz  (senza far nomi). Non è , poi, che te la sei cavata male mettendoti nei panni (si fa per [...] Vai alla recensione »

giovedì 9 aprile 2015
ELPASO111

Cari italiani, cari critici, "esperti" di cinema, "conoscitori", "appassionati", questa è una sconfitta. Under the Skin è chiaramente e indubbiamente un gran film. Mi dispiace, in questi casi, di appartenere a questa nazione, uno schifo! Vergognatevi, questo film cari bambini miei non è adatto per un pubblico ignorante, spiritualmente involuto, che [...] Vai alla recensione »

martedì 2 settembre 2014
Flyanto

Film in cui si racconta di una bella aliena che alla guida di un camion percorre le autostrade andando all ricerca di prede umane maschili. Seducendole col suo aspetto le elimina finchè nel corso del suo vagare comincia a scoprirsi avere degli accenni, come quello di sanguinare, che la farebbero, forse, avvicinare alla razza umana. Ma la sua natura di essere alieno privo di sentimenti e sensazioni [...] Vai alla recensione »

domenica 1 febbraio 2015
Kronos

Scarlett che vaga alla ricerca di carne (più o meno) fresca, e poi vaga, vaga, continua a vagare, qualche spunto pseudo-surrealista a condire il piatto ... poi via a farsi una bella dormita.

venerdì 17 ottobre 2014
Liuk

Metto una stellina perchè non è presente lo zero assoluto, che meglio rappresenta questa pellicola. Lento, noioso, senza senso, ripetitivo, visionario.. usate un po' gli aggettivi che volete per descrive questo film. Nel caso abbiate ancora voglia di vederlo, forse perchè volete vedere Scarlett nuda, sappiate che andate incontro ad una delle peggiori oreemezza della vostra [...] Vai alla recensione »

lunedì 1 settembre 2014
Luxlux

film sontuoso, ipnotico, per nulla noioso come dicono alcuni, gran musica e fotografia. per veri amanti dello stile fantascientifico ma non solo.

domenica 18 maggio 2014
cucaracha

Piccolo grande film per palati sopraffini.Non c'è dialogo tra una razza che deve essere catturata ed un'altra che cattura. A rompere questo enigmatico gioco, succede qualcosa. E questo spaventa molto più la razza che cattura. Chi sono i misteriosi motociclisti? Una Scozia emarginata, dove vivono gli emarginati (albanesi, polacchi, un infelice mostro), ma proprio qui comincia forse la redenzione di [...] Vai alla recensione »

giovedì 5 settembre 2013
Peer Gynt

Un'aliena dalle fattezze intriganti si aggira per citta' e paesaggi scozzesi, nutrendosi di uomini che prima interroga con sorridente curiosita', per accertarsi della loro solitudine, poi assimila, per nutrirsi.  Osserva uomini e donne che passano indifferenti, si sofferma ad aspirare il mistero della nebbia, assiste all'annegamento di una donna restando sulla spiaggia.

giovedì 18 settembre 2014
salva66

Premetto che un film deve anche piacere o meno....protebbe anche essere lì il giudizio. Anche il genere conta...tutto soggettivo! A me il film non è piaciuto per niente! Senza significato, piatto...Un aggettivo che rende l'idea???...Alienante!!! Eppure, sono anche amante del genere "fantascienza".....mah...

mercoledì 28 gennaio 2015
lukino1974

Davvero un film bruttissimo,una delle rare volte che non sono riuscito ad arrivare alla fine. 1 ora di film tutto uguale,Scarlett che gira per la città con il furgone,rimorchia il disagiato di turno e lo porta in un casale isolato dove andrà incontro al suo triste destino. Trovo perfino difficile mettere giù 2 parole in quanto il film è davvero inguardabile,nn comprendo come si possa produrre un film [...] Vai alla recensione »

sabato 4 ottobre 2014
astromelia

non ho altri aggettivi..................

venerdì 19 luglio 2019
Marco Rossi

Mi sorprende che questo film sia stato così osteggiato dal pubblico e da parte della critica. Certo, quell'alone di pretenziosità che a volte aleggia nel film non aiuta a conquistarsi le simpatie del pubblico, ma è un peccatuccio che si può imputare a molti registi.Chi si aspetta di vedere un film di fantascienza classico o una Johannsson "marziale" probabilmente resterà deluso.

martedì 16 aprile 2019
Onufrio

Bello da vedere, a livello estetico, con la cura delle scenografie e l'uso accurato delle luci, in modo particolare per l'ambiente cupo e soffocante quando le prede umane vengono uccise, accompagnato da una colonna sonora azzeccata; il film ha il grave difetto di perdersi nella lentezza, una lentezza senza significato, figlio di una trama sin troppo scarna, ai minimi sindacali,la sola bellezza [...] Vai alla recensione »

sabato 9 marzo 2019
Steffa

non nel mio genere, per giustificare la unica stella, ma diciamo la verità, per essere un film surrealista assolutamente non osa abbastanza, per essere un fim a luci rosse  ugualmente, per essere un video musicale da passare su MTV è troppo lungo, ma allora cosa ci troviamo di fronte ??? forse più un esercizio di stile un po presuntuoso e molto molto noioso

lunedì 19 marzo 2018
maurizio barion

Soprattutto per chi ha letto il bel libro di Michel Faber un piccolo capolavoro della Fantascienza, un'atroce delusione, un film senza capo ne coda che, a parte Scarlett Johansson e i bei paesaggi della Scozia, è inguardabile.

sabato 16 aprile 2016
g_andrini

Le ambientazioni cupe sono belle, ottima la fotografia. C'è una buona dose di erotismo di buona qualità. Non sarà un capolavoro, ma è piacevole e prende sullo spettatore.

giovedì 18 settembre 2014
Pico55

Un flim lento, noioso, banale e scontato. Privo di senso e incomprensibile. L'unico messaggio che si intravvede è verso la fine della pellicola (se siete ancora svegli e presenti), ma anch'esso è una morale trita e ritrita. Sono rimasto basito.

martedì 21 ottobre 2014
TaxiDriver

Mmmh... questo film mi ha fatto mugugnare! L'interpretazione della Johansson è buona, ed è proprio su lei che si regge tutto il film, ma quello che manca è proprio il film.  Manca una storia coinvolgente, nonostante una sceneggiatura originale che però non viene ben sviluppata. La regia, però, è molto bella, capace di creare atmosfere oniriche e [...] Vai alla recensione »

lunedì 22 settembre 2014
kaipy

Cercare il senso in questo film è una cosa ardua, ma indubitabile che riesca a trasmettere e a comunicare con la nostra parte più intima. Questo film è essenza, uno stato dell'anima, e nel vuoto lascia in noi una traccia indelebile. Un film difficile da dimenticare. 

mercoledì 20 gennaio 2016
sara

Non perdete tempo a guardarlo. Il ritmo lentissimo e ripetitivo toglie ogni interesse allo spettatore. Alla fine non lascia proprio nulla.

sabato 30 agosto 2014
Inesperto

Film particolarissimo. Molto lento ed enigmatico. I dialoghi sono pochi e diluiti. Si respira un'atmosfera di attesa che non viene mai completamente esaudita. Nel suo complesso, può non piacere; tuttavia, è apprezzabile la sua originalità e il senso d'incertezza che lascia. Scarlett è magnifica: oltre ad essere bellissima fornisce un'ottima interpretazione.

domenica 18 maggio 2014
cucaracha

Piccolo grande film per palati sopraffini. Non c'è dialogo tra una razza che deve essere catturata ed un'altra che cattura.  A rompere questo enigmatico gioco, succede qualcosa. E questo spaventa molto più la razza che cattura. Chi sono gli enigmatici motociclisti? Una scozia emarginata, dove vivono gli emarginati (albanesi, polacchi, un infelice mostro), ma proprio qui comincia [...] Vai alla recensione »

martedì 19 gennaio 2016
APropositodiCinema

Un piccolo capolavoro visionario in cui a parlare sono solamente le immagini, mentre i dialoghi sono ridotti all'osso (e i pochi che ci sono risultano quasi incomprensibili). Glazer ha dimostrato non poco talento nel saper concepire un'opera visivamente magnifica, fuori dagli schemi, decisamente poco adatta al grande pubblico, ma, allo stesso tempo, capace di ragionare sulla diversità [...] Vai alla recensione »

giovedì 28 agosto 2014
GIANP2

Mah..., sicuramente Scarlett è magnifica. Tuttavia il resto è piatto, uniforme alla fine un po' noioso. Peccato! 

lunedì 30 giugno 2014
Aries1B

Visivamente potente, "Under the Skin" e' un susseguirsi di bellissime fotografie senza un apparente filo conduttore. Fino alla fine, si aspetta che una svolta tracci finalmente una trama o dia alla storia un barlume di significato. Ma non succede. Il film e' solo straziantemente lento e ripetitivo. La meravigliosa Scarlette Johanson e il direttore della fotografia sono gli unici a [...] Vai alla recensione »

domenica 31 agosto 2014
rikvins

Non capisco come possano trasmettere film come questo nelle sale!!! assolutamente orribile!!

martedì 3 settembre 2013
marcovpoz

Il tema svolto e' classico, l'alieno (in questo caso caratterialmente predatore) che "cade" sulla Terra. È anche storicamente piu' volte sviiluppata la soluzione, l'Alieno che resta inviluppato nel gioco delle emozioni degli Umani. L'opera, tuttavia, non riesce a convincere; la Johansson resta totalmente inespressiva (ci regala solo due "emozioni": la [...] Vai alla recensione »

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Roberto Nepoti
La Repubblica

Terzo lungometraggio di Jonathan Glazer, regista di noti clip musicali e di due titoli cult (Birth Io sono Sean e Sexy beast), non è destinato a piacere a tutti. Come dimostrarono le controverse accoglienze a Venezia 2013, anzi, ad alcuni può anche dispiacere: ma di certo il suo radicalismo estetico non lascia indifferenti. Il che, fra tanto cinema formattato in circolazione, è già cosa notevole.

NEWS
VIDEO
giovedì 10 luglio 2014
 

Il corpo di una donna viene recuperato da un misterioso motociclista fuori strada e trascinato su un camion, dove un'aliena (Scarlett Johansson), con le medesime sembianze della malcapitata, ne indossa letteralmente le vesti.

NEWS
mercoledì 4 settembre 2013
Annalice Furfari

Tanto divismo e poca sostanza. Attesissima ieri al festival di Venezia l'attrice Scarlett Johansson, fascinosa e inavvicinabile protagonista di un autentico bagno di folla. Nonostante la sua eterea presenza, il film per il quale ha indossato vesti aliene [...]

winner
miglior compositore europeo
European Film Awards
2014
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati