C'era una volta un'estate

Film 2013 | Commedia +13 103 min.

Regia di Nat Faxon, Jim Rash. Un film Da vedere 2013 con Steve Carell, Toni Collette, Allison Janney, AnnaSophia Robb, Sam Rockwell. Cast completo Titolo originale: The Way, Way Back. Genere Commedia - USA, 2013, durata 103 minuti. Uscita cinema giovedì 28 novembre 2013 distribuito da 20th Century Fox. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 3,50 su 15 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi C'era una volta un'estate tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Un film indipendente incentrato su un adolescente (James) che troverà il coraggio di ristabilire il rapporto con la madre. Al Box Office Usa C'era una volta un'estate ha incassato nelle prime 12 settimane di programmazione 21,3 milioni di dollari e 575 mila dollari nel primo weekend.

Passaggio in TV
sabato 15 dicembre 2018 ore 15,55 su LA5

C'era una volta un'estate è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
3,50/5
MYMOVIES 3,50
CRITICA 3,13
PUBBLICO 3,88
CONSIGLIATO SÌ
Un film di formazione che racconta quel che gli preme con l'invisibile trasparenza del quotidiano.
Recensione di Gabriele Niola
lunedì 25 novembre 2013
Recensione di Gabriele Niola
lunedì 25 novembre 2013

Duncan ha 14 anni e la sua famiglia ha da poco subito uno sconvolgimento, i genitori si sono separati e la madre ha cominciato a frequentare un altro uomo che a sua volta ha una figlia (di qualche anno più grande, che a quell'età non aiuta). Questa estate sarà la prima che passerà assieme ai suoi parenti acquisiti e già nel viaggio in macchina è evidente per lui che il suo carattere remissivo e introverso non sarà ben accettato e anzi forzato al cambiamento.
Nel paese di mare in cui si sono stanziati infatti tutti paiono distanti da Duncan come tipologia umana, tutti pronti a isolarlo tranne gli impiegati del parco acquatico Water Wizz, in cui prontamente comincerà a lavorare scoprendo tramite l'accettazione sociale quella fiducia in sè che le umiliazioni familiari gli precludevano.
Giusto guardando da un'altra parte rispetto a dove guardano altri Duncan poteva incontrare lo sguardo di Owen, solo stando nel posto che il suo patrigno gli ha assegnato, l'ultimo sedile di una vecchia Buick (che oltre ai sedili davanti e quelli dietro ne ha anche degli altri, ancora più dietro cioè "way way back", rivolti verso il bagagliaio), poteva guardare il mondo da un'altra prospettiva e trovare quelli come lui.
Nella storia del 14enne Duncan che vive un'estate di svolta per la fiducia in se stesso e quindi per il resto della sua vita, gli attori qui esordienti autori Jim Rash e Nat Faxon, infondono una sincerità di sguardo e un'onestà intellettuale in grado di far fare al loro lungometraggio il salto da filmetto adolescenziale (come pare essere stato pensato) a film di formazione.
La poetica del guardare da un'altra parte, essere diversi in un mondo che preme fortissimo per l'omologazione di tutti (specie i ragazzi) al costume imperante, è spesso stata affrontata dal cinema sfruttando toni estremi (la diversità di razza, di preferenza sessuale, di censo e via dicendo), qui invece Duncan è semplicemente un outsider, che non ama raccogliere le sfide (specie quelle lanciategli dal patrigno) nè desidera cambiare come tutti sembrano desiderare per lui.
Nel piccolo mondo che Rash e Faxton dipingono l'essere introversi, la timidezza o anche solo lo strabismo (insomma ogni caratteristica che crea una differenza) sono buoni motivi per accoppiare gli sfigati e così renderli tali, ghettizzati e privati della dignità. Lo si capisce subito, dal fulminante quasi monologo con drink che segna l'entrata in scena di Allison Janney (straordinaria caratterista nel ruolo della vicina di casa) che in quel luogo e in questo film tutti desiderano essere come gli altri e annullare le proprie asperità e che chi non è così sta in un angolo e non parla.
È invece nel Water Wizz, il parco acquatico che pare un microcosmo alternativo, in cui il diverso è parte del sistema, che è possibile scoprire come l'etichettamento sia una pratica di dominio e quanto poco basti per rompere le catene imposte da chi emette giudizi.
Non lesinando in ruffianeria e semplicismi C'era una volta un'estate, appoggiandosi alle idee dal bellissimo Adventureland (precursore del genere commedia adolescenziale & parchi gioco), fa il lavoro di questi piccoli film, diverte moltissimo (con un umorismo sia fisico, sia di parola) e riesce a dire quel che gli preme senza il didascalismo genitoriale delle massime pronunciate come battute enfatiche ma con l'invisibile trasparenza del quotidiano. Per lo spettatore l'impressione è sempre di aver capito da solo le motivazioni dietro ogni evento, come se non ci fosse una sceneggiatura che lavora in questa direzione o dei registi ad orchestrare tutto, come se si assistesse a un racconto di un fatto reale.

Sei d'accordo con Gabriele Niola?
C'ERA UNA VOLTA UN'ESTATE
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
TIMVISION
-
-
CHILI
iTunes
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99 €12,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
venerdì 22 novembre 2013
Ilaria Pasqua

Duncan ha quattordici anni e sta per iniziare la sua estate insieme alla famiglia composta da sua madre, dal suo nuovo fidanzato e dalla figlia di quest'ultimo. Non sembra prospettarsi un granchè questo periodo di vacanza, ma c'è una vicina di casa particolarmente carina e un parco acquatico, non molto distante, gestito da una manica di "freaks" che renderà [...] Vai alla recensione »

martedì 26 novembre 2013
Zummone

Come al solito i distributori italiani traducono i titoli a caso, ma questo piccolo film dei registi Rash e Faxton, merita uno sguardo attento.” The way, way back” (in originale) è un piccolo racconto di formazione, su grande schermo. Duncan (Liam James) ha 14 anni, i suoi genitori sono separati, un’estate è in vacanza con la madre (Toni Colette) e il nuovo fidanzato di lei, che ha una figlia, e con [...] Vai alla recensione »

sabato 19 ottobre 2013
iankenobi

il film parte cosi: un uomo,steve carrell, per una volta in un ruolo un po' piu' serio,dice al figlio della nuova compagna che in una scala da uno a dieci per lui il ragazzo vale 3. Diciamo sin da subito che la loro relazione non parte con il piede giusto visto che stanno andando negli hamptons,tipico luogo di villeggiatura per facoltosi newyorkesi,con la figlia di lui e appunto la nuova compagna [...] Vai alla recensione »

sabato 16 novembre 2013
cesarcielo

Una piccola perla questo film...con un Sam Rockwell straordinario...e insieme a lui anche una storia semplice ma che ti prende e ti emoziona fino alla fine..in poche parole GUARDATELO!

sabato 16 novembre 2013
cesarcielo

Davvero una piccola grande perla questo film...la storia è semplice bella ed emozionante e sopratutto è impreziosita da un Sam Rockwell fantastico...

giovedì 21 novembre 2013
Misery73

Un gran bel film. Un piccolo capolavoro, "piccolo" perchè non tratta di grosse tematiche, ma "capolavoro" perchè nel suo genere è perfetto. E' una perla, e cos'è una perla se non un "piccolo capolavoro". Attori bravissimi e scelti con cura nei loro ruoli, anche fisicamente. Uno di quei film che vorresti non finisse mai! Non gli do [...] Vai alla recensione »

venerdì 29 novembre 2013
Alex2044

Un bel film , un film riuscito . Tutti bravi gli attori , il ragazzino protagonista molto credibile . L'atmosfera molto piacevole . Il TFF dimostra ancora una volta la sua importante funzione nel presentare piccoli film , intelligenti e ben fatti . Da vedere per constatare che anche negli stati Uniti si possono fare bei film con pochi soldi .

domenica 23 novembre 2014
Kyotrix

Ho rinvato per diverso tempo la visione di questo film, pensavo la solita commediola sentimentale su adolescente timido, ma sbagliavo. Carino, simpatico, con ovviamente problemi sentimentali, ma non del ragazzo. Bello anche il finale. Consigliato.

lunedì 7 aprile 2014
rampante

Un piccolo racconto a tratti farsesco, assai piacevole I suoi genitori si sono lasciati e Duncan, un adolescente  malinconico, timido e solitario, sta per affrontare le vacanze estive in una cittadina balneare del Nord-est degli Stati Uniti con sua madre Pam ansiosa ed invadente, il nuovo compagno di lei, Trent ostile e antipaticissimo e, la figlia di quest'ultimo, Steph.

sabato 7 dicembre 2013
Liuk

Commedia amara incentrata sul problema dei divorzi per i figli. Non il solito macigno tra quattro mura, ma una storia interessante ambientata nei grigi Hampton, su un mare paludoso e grigio. Cast perfetto cosí come le interpretazioni, il giovanissimo Liam James é fenomenale cosí come la solita Collette. Film da non perdere, per ora mi sembra il miglior prodotto del genere del [...] Vai alla recensione »

Frasi
"Quello che succede nel tubo deve rimanere nel tubo"
Owen (Sam Rockwell)
dal film C'era una volta un'estate - a cura di Rocco LEO
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Adriano De Grandis
Il Gazzettino

Un ragazzo triste e malinconico stretto tra una mamma invadente e un patrigno ostile, durante le vacanze trova rifugio in un parco acquatico, dove con un amico più maturo (Sam Rockwell) e una ragazza, altrettanto timida, ha l'occasione per ristabilire un contatto con la società. Ma l'estate finisce anzitempo. Dagli sceneggiatori e attori Faxon & Rush, un ritratto adolescenziale di formazione non originale, [...] Vai alla recensione »

Francesco Alò
Il Messaggero

L'adolescente Duncan si trova nei pasticci. Madre e padre si sono lasciati e lui è costretto a passare un'estate con mamma e il suo antipaticissimo nuovo uomo (è il bravo comico Steve Carell, qui così spregevole da affibbiare a Duncan un "tre" come voto all'inizio del film mentre la madre dorme in macchina; scena geniale). Lo salverà, forse, un parco acquatico gestito da un irresponsabile bambinone [...] Vai alla recensione »

Alessandra Levantesi
La Stampa

Rappresenta l'esordio nella regia di Nat Faxon e Jim Rash, la coppia di sceneggiatori premiata con l'Oscar per Paradiso amaro; e sebbene i due neo cineasti non dimostrino l'inimitabile grazia di tocco di Alexandre Payne, C'era una volta un'estate è un grazioso romanzo di formazione che svaria con umorismo ( a tratti farsesco) sulle corde malinconico-intimiste loro congeniali.

Roberto Nepoti
La Repubblica

Vincitori dell'Oscar per la sceneggiatura del film di Alexander Payne Paradiso amaro, Nat Faxon e Jim Rash debuttano in regia con una commedia del genere che gli americani chiamano "coming-of-age": un piccolo racconto di formazione tinto di nostalgia, a tratti convenzionale ma in complesso assai piacevole. Il quattordicenne Duncan passa le vacanze estive in una cittadina costiera assieme alla mamma [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club  ver: au12.
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati