Uomini di parola

Film 2013 | Commedia 95 min.

Titolo originaleStand Up Guys
Anno2013
GenereCommedia
ProduzioneUSA
Durata95 minuti
Regia diFischer Stevens
AttoriAl Pacino, Christopher Walken, Alan Arkin, Julianna Margulies, Vanessa Ferlito Addison Timlin, Lucy Punch.
Uscitagiovedì 11 luglio 2013
TagDa vedere 2013
DistribuzioneKoch Media
MYmonetro 3,10 su 22 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Fischer Stevens. Un film Da vedere 2013 con Al Pacino, Christopher Walken, Alan Arkin, Julianna Margulies, Vanessa Ferlito. Cast completo Titolo originale: Stand Up Guys. Genere Commedia - USA, 2013, durata 95 minuti. Uscita cinema giovedì 11 luglio 2013 distribuito da Koch Media. - MYmonetro 3,10 su 22 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Uomini di parola tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Una commedia d'azione che vede protagonisti Al Pacino e Christopher Walken nel ruolo di due anziani gangster. Il film ha ottenuto 1 candidatura a Golden Globes. In Italia al Box Office Uomini di parola ha incassato nelle prime 2 settimane di programmazione 206 mila euro e 90,4 mila euro nel primo weekend.

Passaggio in TV
mercoledì 20 giugno 2018 ore 22,50 su SKYCINEMACOMEDY

Uomini di parola è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD e Blu-Ray su IBS.it. Compralo subito

Consigliato sì!
3,10/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO 3,20
CONSIGLIATO SÌ
Pacino e Walken in un film che sa valorizzarne le qualità.
Recensione di Giancarlo Zappoli
mercoledì 10 luglio 2013
Recensione di Giancarlo Zappoli
mercoledì 10 luglio 2013

Al esce di prigione dopo aver scontato 28 anni di pena. Ad attenderlo all'uscita c'è il vecchio amico e complice Doc che lo accompagna nella sua prima serata e notte di libertà. Doc però ha un compito preciso: il boss che all'epoca ha perso l'unico figlio nella rapina che ha portato Al in carcere ha atteso tutti questi anni per vederlo uscire e poi ucciderlo. Il compito è stato affidato a Doc.
Fisher Stevens ha alle spalle un film del 2002 e il suo sceneggiatore Noah Haidle è agli inizi ma il loro connubio ci offre un film che sa come valorizzare dei grandi attori pur partendo da situazioni stereotipate da innumerevoli rivisitazioni. A cominciare dall'uscita dal carcere. Molti ricorderanno quella di Michael Douglas in Wall Street - Il denaro non dorme mai con la restituzione di un cellulare enorme indicatore del trascorrere degli anni. Anche qui il passare del tempo è determinante ma basta uno sguardo e uno scambio di battute tra Pacino e Walken per suggerire come e quanto quei 28 anni abbiano pesato su entrambi i personaggi. Il primo cerca di divorare in poche ore tutto quanto gli è mancato. Dal sesso (ora c'è il Viagra da ingoiare in quantità inusitate con effetti inattesi) al cibo al bisogno di una casa che non viene soddisfatto dall'appartamentino dell'amico. Perché Doc ha vissuto in una prigione interiore fatta di quotidianità senza sorprese, di medicine per difendersi dagli acciacchi della vecchiaia ma, soprattutto, sovrastata da una condanna: l'obbligo, pena la perdita della propria vita, di uccidere l'amico di sempre. Viene anche fissata una scadenza: entro le 10 del mattino successivo. Così allo spettatore viene chiesto di seguire i due in un tempo e in uno spazio sospesi nell'attesa. A loro si aggiunge un Alan Arkin pilota spericolato come quando era giovane e si affiancano tre attrici capaci di offrire un'insolita umanità a personaggi a loro volta a rischio di stereotipo: la maitresse di un bordello, l'infermiera (una Julianna Margulies che fa tornare alla mente il suo personaggio in ER) e una cameriera in un diner. Sono ruoli minori che però offrono la conferma di come il cinema possa ancora sfruttare al meglio attori di provata esperienza offrendo loro un copione su cui intervenire non solo per ottenere il primo piano migliore.

Sei d'accordo con Giancarlo Zappoli?
UOMINI DI PAROLA
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
Rakuten tv
iTunes
-
-
-
-

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€9,99 €12,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
domenica 14 luglio 2013
mericol

 Rivedersi dopo 28 anni produce una sicura emozione tra 2 vecchi amici. La singolarità del film di F. Stevens è che si incontrano all’uscita di un carcere. Val (Al Pacino) ha finito di scontare una pena di 28 anni e Doc (Christofer Walken)  amorevolmente lo aspetta e lo accoglie. Altro,e più singolare particolare, è che Doc, l’amico affettuoso, ha l’in [...] Vai alla recensione »

giovedì 18 luglio 2013
gioxd

Un film ben fatto, dove Al Pacino (dopo tanti recenti film discutibili sul piano della trama) ritrova il suo splendore, complice anche una trama degna del miglior Tarantino. Già, perché alcuni personaggi richiamano in qualche modo quelli tarantiniani, come il boss o i due sicari alle calcagna di Doc. Si potrebbe dire che questo è una sorta di Pulp Fiction.

sabato 20 luglio 2013
muttley72

Tre delinquenti un tempo compagni di scorribande si ritrovano ormai molto anziani dopo anni. Il primo esce di prigione (dopo decenni), il secondo (che finora si è arrangiato) lo va a prendere in carcere e poi lo "assiste" mentre il primo cerca di togliersi qualche sfizio (sessuale e gastronomico). Il terzo invece (un tempo specialista nella guida veloce) è recuperato dai primi due in uno spizio, gravemente [...] Vai alla recensione »

martedì 5 novembre 2013
Eugenio

D’accordo, il periodo è quello estivo e la qualità delle pellicole, è noto, generalmente tende a essere di livello inferiore a quelle in programmazione da settembre in poi, fatta eccezione di alcune rare eccezioni (Blood e Il fondamentalista riluttante ne sono buoni esempi).  “Uomini di parola” purtroppo non è la mosca bianca in questo triste panorama [...] Vai alla recensione »

martedì 16 luglio 2013
Vincenzo Iennaco

Dopo aver scontato 28 anni di carcere, Val trova ad attenderlo all'uscita il suo vecchio amico e compare Doc. Ma questi ha anche l'incarico di ucciderlo per conto del loro vecchio boss, che vuole vendicare la morte del figlio. E dovrà farlo entro le 10 della mattina successiva, pena la sua stessa vita. Con questo peso sul cuore Doc esaudirà, come concedendo gli ultimi desideri [...] Vai alla recensione »

lunedì 24 giugno 2013
zire69

che cast! imperdibile

lunedì 15 luglio 2013
cimosa

Il giardinaggio,la paura che immobilizza e l'ossigeno.Si sbarazzano di questi tre simboli,ognuno con grandi sfumature del tutto differenti.Apparentemente qualcosa di già visto,artificioso e forzato;ma ad uno sguardo più profondo ma distaccato,si ritrova in poche ore un trio di amici,che dopo 28 anni hanno ancora l'affiatamento e l'entusiasmo di passare una nottata.

mercoledì 31 luglio 2013
alfonso94

ottimo film, sceneggiatura e trama... un film che riporta alla riscoperta dei luoghi più tipici della vera America del nord...ironico al punto giusto!!! l'unico problema,,, dura troppo poco!!!!

martedì 27 agosto 2013
astromelia

SE NON CI FOSSE BISOGNEREBBE INVENTARLO,di attori come il sig, alfredo pacino ne nascono uno ogni 100 anni (forse),capace di trasformare anche le più mediocri sceneggiature in capolavori,mi inchino alla sua maestosità che culmina nei suoi monologhi unici,ma qui la sceneggiatura è ottima e pacino e walken meritevoli di plauso, tutto il cast è superlativo,formidabile giannini nel doppiaggio,binomio [...] Vai alla recensione »

sabato 25 ottobre 2014
Jules_Winnfield

 Al Pacino, Christopher Walken, Alan Arkin. 3 nomi sono tutto ciò che serve a questo film per mandare al pubblico un messaggio ben più importante di quello che belle macchine,grandi sparatorie o semplice senso di amicizia possono dare."E' proprio come ai vecchi tempi vero? No, è meglio" E' il senso di rivendicazione, la voglia di rifarsi anche dopo quei 28 [...] Vai alla recensione »

mercoledì 20 novembre 2013
Liuk

Validissimo noir con un trio di eccezione che, se pur attempato, sa farsi rispettare. Niente di nuovo, ma una storia semplice e divertente, raccontata in maniera scanzonata che non puó non affascinare.

lunedì 1 settembre 2014
stefano bruzzone

Nonostante la storia sia interessante, seppur banale, la sceneggiatura appare superficiale per dare esclusivamente spazio ad una performance teatrale pazzesca da parte di Pacino e Walken entrambi straordinari. Certo quando si danno le chiavi della scena a due mostri sacri del cinema c'è poco da sceneggiare... è come dare la palla a Maradona e vedere che combina.

venerdì 14 marzo 2014
Loquaxale

Davvero una commedia molto carina, a tratti commuovente e profonda. Magistrale interpretazione di Al Pacino che riesce a mescolare tratti di una demenzialità senilite ad atteggiamenti "fighi" quasi da man of Bronx.  Grande cast in generale. Unica pecca il finale troppo socntato e molto scenografico. Sarebbe stato meglio un finale più profondo nei contenuti e nei dialoghi, [...] Vai alla recensione »

domenica 15 dicembre 2013
Onufrio

Val, sconta i suoi 28 anni di carcere, appena uscito viene accolto dall'amico Doc, amico che è pronto pistola alla mano per farlo fuori, secondo le direttive del boss che lo tiene in scacco da 30 anni. Val ha avuto la sfortuna di aver ucciso per errore il figlio di quel boss, che ora vuole la sua vendetta a 360°. Val sembra capire tutto sin da subito, ma primo che Doc faccia il suo "dove [...] Vai alla recensione »

venerdì 19 aprile 2013
computer

volevo sapere quando esce in italia questo film? 

sabato 13 luglio 2013
Paperinik

Buon soggetto, piuttosto banalotto. Girato dignitosamente, con una sceneggiatura di discreta brillantezza. Grande pregio: si lascia spazio a grandi attori con volti segnati dal tempo e, quindi, ancora più empatici. Anche i ruoli femminili ben spaziati, con una bella emotività mai caricaturale. Perdibile, ma sarebbe un peccato.

lunedì 2 settembre 2013
pensierocivile

Dategli un pretesto e "loro" reciteranno senza fine. Vorresti non finisca mai UOMINI DI PAROLA e non perché sia un film indimenticabile, ma perché è un pretesto: una notte, una strada e attori ormai già ascesi a leggenda a illuminare il tempo del cinema. Entrano in scena Walken, Pacino, Arkin, ma potrebbero aggiungersene molti altri così, con una storia che non varrebbe la pena di essere raccontata, [...] Vai alla recensione »

sabato 20 luglio 2013
fabgan

Che devo dire!??!? ho guardato il film, credendo che si trattasse di uno dei soliti film di mafia, d'azione visto che c'è Al Pacino... Invece mi sono trovato di fronte un piacevole film che scorre lento, che ti lascia sempre li incollato allo schermo in attesa di vedere qualche sparatoria stile hollywood, e invece azione poca... Ma personalmente il film mi è piaciuto, le battute divertenti buttate [...] Vai alla recensione »

domenica 10 marzo 2013
donni romani

Vecchietti irresistibili (e irresponsabili) alla riscossa, grandissimi attori in libera uscita e trama sbilenca a dir poco - con scene tendenti all'imbarazzante per il grande Pacino finito in ospedale per overdose di viagra con conseguente priapismo - per il nuovo film di Stevens che si assesta su un genere più che collaudato -  i vecchi gangster simpatici e sbruffoni - e lascia campo [...] Vai alla recensione »

venerdì 12 luglio 2013
Jean Remi

Buoni gli attori ma assolutamente sprecati in una storia banale.... vista mille volte..... e piena di contenuti volgari...... Non capisco il giudizio del sito e del critico £ stelle sono assurde. Complimenti per il Vostro lavoro. Ciao Jean Remi

mercoledì 10 luglio 2013
zire69

sinceramente non amo vedere tre star del calibro di Arkin, Al Pacino e Walken ultra settantenni. Visto il film devo ammettere che dopo un inizio esilarante il film passa ad essere un drama vibrante e commovente. Ricco di spunti di riflessione e decisamente ben confezionato. La colonna sonora è semplicemente sublime. Lo consiglio vivamente!

Frasi
"Dicono che moriamo due volte, una volta quando il respiro lascia il corpo e l'altra, quando l'ultima persona pronuncia il nostro nome"
Una frase di Val (Al Pacino)
dal film Uomini di parola - a cura di Salvatore
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Roberto Escobar
L'Espresso

Come ai bei tempi», dice il vecchio Hirsch al vecchio Val. Insieme con l'altrettanto vecchio Doc, hanno rubato un'auto sportiva, hanno violato tutto il codice della strada, sono sfuggiti alla polizia - al volante c'era Hirsch - e ora stanno per dare una lezione a una ignobile combriccola di giovani criminali, e stupratori. Anche i tre sono criminali (certo non stupratori), ma di un'altra epoca e di [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati