Amore 14

Film 2009 | Commedia +13 95 min.

Regia di Federico Moccia. Un film con Veronica Olivier, Beatrice Flammini, Flavia Roberto, Raniero Monaco Di Lapio, Giuseppe Maggio. Cast completo Genere Commedia - Italia, 2009, durata 95 minuti. Uscita cinema venerdì 30 ottobre 2009 distribuito da Medusa. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 - MYmonetro 1,51 su 71 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Amore 14 tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Dall'omonimo libro di Federico Moccia, un film che racconta l'amore e i sogni dei quattordicenni. In Italia al Box Office Amore 14 ha incassato nelle prime 6 settimane di programmazione 3,2 milioni di euro e 1,4 milioni di euro nel primo weekend.

Amore 14 è disponibile a Noleggio e in Digital Download su TROVASTREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato assolutamente no!
1,51/5
MYMOVIES 1,50
CRITICA 1,40
PUBBLICO 2,31
CONSIGLIATO NO
Un nuovo capitolo della filiera Moccia dove trionfano leggerezze e complicità da rivista femminile.
Recensione di Edoardo Becattini
mercoledì 28 ottobre 2009
Recensione di Edoardo Becattini
mercoledì 28 ottobre 2009

Carolina detta Caro è una ragazza graziosa e solare che vive nel suo piccolo grande universo di tredicenne. Questo è composto dalla famiglia, dal padre infermiere, dalla madre che lavora in una stireria, dall'arcigna sorella maggiore e da Giovanni detto Rusty James, il fratello più grande per il quale ha una venerazione, oltre che dalle sue migliori amiche, Claudia detta Clod e Alice detta Alis. Assieme a queste, Caro scandisce il suo ultimo anno alle scuole medie in base all'evolversi dei palpiti e dei sussulti d'amore. Dopo aver finalmente incontrato il ragazzo dei suoi sogni ed aver perso il suo numero di cellulare, Caro trascorre infatti l'intero anno scolastico in attesa di poter rincontrare il suo principe azzurro dalla giacca di pelle e dai riccioli ribelli, cercando di capire cosa è amore e come lo si mette in pratica. Nel frattempo, l'adorato fratello maggiore abbandona gli studi di medicina contro il volere del padre per lavorare in una casa editrice e far pubblicare un suo romanzo. Ma anche i desideri dei ventenni sono difficili da realizzare.
Il segreto del successo di Federico Moccia sta nella semplificazione, nel cercare una complicità con le coscienze confuse delle giovani adolescenti tramite la rappresentazione leggera di un'età universalmente identificata come complessa. L'idea è più o meno la stessa che sta dietro al successo di certe riviste popolari teen: schematizzare e semplificare i problemi e il disorientamento delle adolescenti e affrontare, senza timore di essere troppo precoci, quei temi che il mondo dei "grandi" considera ancora tabù, rendendoli accessibili e facilmente gestibili. Il suo lavoro consiste sostanzialmente nel convertire in materia letteraria quegli articoli di pochi paragrafi e nel dare movimento ai quadri di quei fotoromanzi a puntate. Nel passaggio dalla carta alla pellicola, Moccia segue lo stesso approccio, sapendo bene che la semplificazione deve passare attraverso l'estetica e perciò richiede una certa attenzione riguardo ai gusti effimeri e disparati degli adolescenti. Per questo motivo costruisce il suo film passando in rassegna tutte le mode e i fenomeni tecnologici del momento, con il passo innocente e ruffiano di chi conosce le pratiche del cinema sugli adolescenti e sa che meno problematicamente li si rappresenta e più il successo sarà garantito. Anche i protagonisti maschili rispondono ai canoni di un immaginario femminile infantile: Massi, il ragazzo dei sogni di Carolina, è sosia di Riccardo Scamarcio e ha il portamento e la sfrontata sicurezza di un giovane Marlon Brando, mentre il fratello maggiore si chiama Rusty James perché dovrebbe somigliare al personaggio di Matt Dillon in Rusty il selvaggio ed è un aspirante scrittore con il fisico da modello di biancheria intima.
Alle rappresentazioni di un'adolescenza sguaiata e triviale come quelle dei teen movies americani o a quelle di giovani turpi e dissolute come le protagoniste di Thirteen, Moccia preferisce quindi le acque tiepide e placide di un tempo delle mele più dinamico e meno sentimentale, adattato al tessuto sociale della gioventù romana e ritmato dai diversi generi dei brani che compaiono sulle classifiche più recenti. Nel Moccia-mondo, filiera artistica che procede a ritmi serrati, si ragiona per stereotipi e categorie perché è la velocità quello che conta. Velocità di fruizione e di ritmo di produzione, dove gli spazi più ponderati sono riservati alle operazioni di product placement e a quei marchi che garantiscono una visione del mondo nel nome della normalità, della leggerezza e del pronto consumo.

Sei d'accordo con Edoardo Becattini?
Il primo amore.
a cura della redazione

AMORE 14
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD

-
-
-
-
CHILI
iTunes
-
-
-
-
Infinity

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€7,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
giovedì 9 dicembre 2010
intilli

Non esprimo nessun giudizio sulla banalità, mediocrità, semplicità degli argomenti trattati: la cosa sconvolgente è che è un film per ragazzini. Amore quattordici è la sinossi di come avere rapporti sessuali appunto a 14 anni. Questo è lo scopo e l'obbiettivo del film. Una volta a sedici anni ci si emozionava per aver dato il "primo bacio". Oggi amore 14 insegna come avere il primo rapporto sessuale [...] Vai alla recensione »

domenica 27 dicembre 2009
il cinefilo

Non intendo scrivere una recensione che possa essere "arrogante" e "irrispettosa" nei riguardi dei fan di Federico Moccia,tanto per chiarire...ma,per la mia opinione,modesta che possa essere non riesco a non stroncare un film del genere con tutte le mie forze...premetto che non ho letto NESSUNO delle "opere" di Federico Moccia e dunque nemmeno il libro AMORE 14(peraltro scritto dallo stesso regista [...] Vai alla recensione »

domenica 1 novembre 2009
spaturno93

ennesimo insuccesso di Moccia... film dalla trama e dal finale scontatissimo

venerdì 6 novembre 2009
martin_luther

E bastaaa ma come si fa a vedere simili idozie il moccia ci sta marciando su questo filone il peggio è che la gente va a vederli puri i suoi film mediocri è dirgli poco ma spendeti sti soldi per una pizza almeno saziate la pancia anzicchè andare a vedere ste cavolate di film

giovedì 5 novembre 2009
boffese

non c'è bisogno neanche di vederlo ,per sperare che i 14enni siano piu' intelligenti di moccia

lunedì 9 novembre 2009
trick'r treat

ma perchè??? io mi chiedo perchè "film" come questo finiscono al cinema in un sacco di sale e FILM VERI come l'appena uscito diary of the dead passano quasi inosservati e in pochissime sale. ma distributori di film.. allora.. io, e non solo spero, stiamo aspettando tanti film che all'estero sono acclamati con ottime recensioni. tipo: eden lake, may, kairo, bunshinsaba, bad biology, all the boys love [...] Vai alla recensione »

sabato 31 ottobre 2009
vale '93

Non ce la si fa davvero più con sti filmettini da quattro soldi....E poi il protagonista sembra la fotocopia di Scamarcio!!!!A Moccia,e basta no!!!!

venerdì 30 ottobre 2009
shining

basta co sti film.. davvero basta.. ma perchè dall'Italia escono solo film del cacchio come questi? non un fantasy, non un horror, non un action, niente.. continuano a sfornare romantici tra l'altro di pessima fattura.

giovedì 5 novembre 2009
amandatua

non sono certo un amante di questi filmetti leggeri e adolescenziali, ma visto che ho la paossibilità di dire quello che penso... non reputo questo film degno di essere chiamato tale. Film che non lascia niente dopo averlo visto. hop dovuto accompagnare mia sorellina a vederlo... non la perdonerò mai!!!

giovedì 5 novembre 2009
ste.star

UN FILM DA BAMBINI... ANZI.. CHIEDO SCUSA A TUTTI PER AVER DEFINITO QUESTA COSA FILM... INGUARDABILE!!! C'E' ANCHE GENTE CHE PRODUCE E DISTRIBUISCE QUESTI "COSI"...

sabato 31 ottobre 2009
trick'r treat

non ne voglio più sapere di moccia!!! basta!!!!!

mercoledì 28 ottobre 2009
Federer85

Non ho visto il film,non lo vedrò,farò il possibile affinche gli altri non lo vadano a vedere.Non è giusto per noi veri appassionati arrendersi al "moccismo" dilagante in italia.E' un nostro dovere morale. P.S:noto che l'età dei protagonisti delle sue storie si abbassa sempre di più...a quando un film sulle elementari?! P.S(2):Come può anche un ragazzino credere che la ragazzina che fa la protagonista [...] Vai alla recensione »

mercoledì 8 dicembre 2010
Alex41

Tu e i tuoi filmetti adolescienziali senza significato, con giovani attori cani. Ma che adolescenza hai avuto per fare un film così? E c'è pure chi fa campione di incassi con i tuoi film di scarso impatto, vai a studiare cinema e fa qualcosa di serio per una volta. C'è chi si sbatte tutta la vita per realizzare un film serio, vedi "Inception" nel cinema americano [...] Vai alla recensione »

martedì 3 novembre 2009
Cicoria

La vita non è un film di Moccia.....neanche per i 14enni di oggi!

domenica 8 novembre 2009
giuseppe.eaco

Oggi stesso sono stato incuriosito dal titolo del film del nostro famigerato Moccia ed io e la mia ragazza siamo andati a vedere "amore14". Rimasto ovviamente impressionato dal suo primo film 3msc, notavo forse una nuova strada del cinema, un nuovo stile, un nuovo genere: quello di uno scrittore "innamorato". Di certo non ispirato alla passione di via col vento, Moccia scrive di storie di ragazzi [...] Vai alla recensione »

martedì 3 novembre 2009
jack j.

Film schifoso, attori pietosi. Ma si può chiamare a fare un film gente che non ha mai avuto nessun tipo di esperienza teatrale o cinematografica...certo che il cinema italiano sta toccando davvero il fondo

domenica 27 dicembre 2009
powerman2010

da non vedere.

venerdì 30 ottobre 2009
pasquino

ti prego moccia: BASTAAAAAAA

sabato 14 novembre 2009
bartsimpson77

.

lunedì 7 marzo 2011
Atreyu83

Basso, bassissimo, il peggiore (a parte "Classe mista III A") di Moccia. La protagonista, Caro, è davvero ridicola. Il film è senza struttura, senza logica, con un'insistente voce fuoricampo che infastidisce terribilmente. Prevedibile, autoreferenziale (chissà perché, Massi ricorda molto Step; e gli amici di Caro fanno gli stessi scherzi di quelli di "Classe [...] Vai alla recensione »

martedì 16 novembre 2010
nerazzurro

Come ho già detto in Scusa ma ti chiamo amore, nei film di moccia ci sono sempre gli difetti strutturali come dialoghi recitazione e sceneggiatura. Questo film ha questi banali e penosissimi difetti, ma a livelli anormali: Specie il contenuto che detto da Moccia spiegherebbe come sarebbe l'amore a 14 anni... ma mi venisse un colpo se una ragazzina fa na roba del genere a 14 anni!! ok al [...] Vai alla recensione »

venerdì 4 dicembre 2009
Eleonor@

..perchè è veramente brutto!! Ma come si fa a creare un film del genere, il peggiore in assoluto della mia vita.. Non mi sono mai piaciuti i film di Moccia, ma questo è in assuluto la "mocciata" peggiore perchè è ridicolo!! E'ora di smetterla di guardare l'amore in questi termini, è assulutamente superficiale, cioè ditemi un po' come si fa a innamorarsi alla follia di uno (brutto) che vedi in un negozio [...] Vai alla recensione »

martedì 23 agosto 2011
critichetti

Domanda:io sono un ragazzo,a 14 anni pensavo a guardarmi le partite dell'inter,voi ragazze a che cosa?a detta del film,a 14 anni le ragazze sanno già cosa sia il sesso e pensano già ai primi rapporti(???????). La storia è quella di una ragazza di 14 anni che(a 14 anni,mica 20)vede per la prima volta in vita sua un ragazzo di 16 anni e già pensa sia l'uomo della [...] Vai alla recensione »

mercoledì 18 maggio 2011
DarkEnry

Proprio un film che insegna tante belle cose ai ragzzi eh? Ma Moccia cosa pensava quando ha fatto questo film? Morale del film: fare sesso. Non insegna proprio niente sull'amore! Insegna solo alle ragazze a prendere brutte strade. E poi voglio capire come cavolo ha fatto la protagonista a innamorarsi di quel ragazzo con uno sguardo. E altra cosa come cavolo ha fatto quel ragazzo a comprarle una [...] Vai alla recensione »

lunedì 16 novembre 2009
djfilippo

Ma io dico, si e' parlato tanto del film in TV per esaltarlo, alla fine tutto fumo e niente arrosto, come fanno quasi tutti i film italiani, tranne l''ultimo capolavoro di Tornatore, "Baaria", mio cugino recita meglio di scamorza hihihi... Andate a vedere 2012, quelli si che sono soldi spesi bene con tutto il cuore, ricordatevi che il cinema italiano e' fatto solo dagli stessi personaggi, pochissime [...] Vai alla recensione »

giovedì 16 dicembre 2010
virgix92

Io sinceramente dopo aver visto questo film sono davvero rimasto sconvolto...Ma io dico ma puo essere normale che una ragazza a 14 anni(caz** 14 anni eh!!) pensa come si fa sesso,cioè non che io non ci pensassi,ma solo un'idea pero;poi si va a informare su dei siti porno,vede dalle amiche delle immagini di peni(qua mi sono pietrificato davvero) e va in in edicola a chiedere riviste sconce?!?!(che qui [...] Vai alla recensione »

martedì 14 settembre 2010
Federer85

Contesto il fatto che non si possa scendere sotto la stella come votazione. Qst,ad esempio,era il classico "film"(mi scuso per la parola)che avrebbe meritato un quarto di stella.Non mi esprimo nemmeno su qst "opera"... P.S:mi disp per la ragazza ma come si fa a recitare con quella r moscia così snob e fastidiosa?!mio dio nn vedevo l'ora che finisse solo per nn sentirla più!!!!!!!

giovedì 5 agosto 2010
claudiorec

Banale all'inverisomile. A tratti, nella sua banalità, diventa addirittura comico.

domenica 1 novembre 2009
Dany/Joker

Finalmente ne parlate male...di UN FILM MOCCIANO! ALEEEEE''''. Così cominciate a capire quale è il VERO CINEMA e NON QUESTE CAGATELLE!

mercoledì 12 settembre 2012
SigDobermann

Il film non è solo inquietante,è una merda.

sabato 7 maggio 2011
marie92

lo spettatore guardando il film è indeciso tra il ridere e il piangere!!!!! letteralmente BRUTTO!!!!

mercoledì 23 giugno 2010
Goal!

Ma Federico Moccia cosa pensa che facciano i ragazzi a 14 anni!? è vero che possano interessarsi a certe cose, e che la voglia di provare esperienze nuove ci sia, ma da qui a cercare di avere rapporti sessuali.... be' è un po'  di divverenza! la storia non sta assolutamente in piedi: Lei (Quattordicenne) incontra lui in un negozio di CD e subito si innamorano.

martedì 8 dicembre 2009
Giuseppe Paolo Caraglia

Moccia perchè non ti fai in****re da una cavalla svizzera invece di rubare soldi a milioni di italiani? Se affermassi che i suoi libri sono orrendi, gli riserverei un aggettivo troppo lusinghiero. Lascio a voi, cari e onorotassimi lettori, l'ardua sentenza.

domenica 2 ottobre 2011
tiamaster

CHE SCHIFOOOOOOOOOOOOOOO,santo cielo che film nauseabondo!!!mi sono sentito preso in giro,ringrazio di averlo visto in tv e non al cinema,perchè un film del genere è una truffa,una presa in giro,ma il peggio è la prottagonista:l'ignoranza fatta persona che pensa a fare sesso a 14 anni,e per "informarsi" guarda materiale porno, veramente una schifezza e moccia che costantemente ci prende in giro,e la [...] Vai alla recensione »

venerdì 20 maggio 2011
DarkEnry

Eccomi tornato per dire le mie su Amore 14 siccome mi sembrava di aver detto poco sul mio coomento precedente. Comunque devo dire che già dall'inizio del film sono rimasto con la bocca aperta (in senso molto negativo), soprattutto a parlare della sua famiglia, delle sue amiche e dei suoi compagni di scuola. Già da lì ho capito che questo film sarebbe stato un disastro! Per [...] Vai alla recensione »

giovedì 18 novembre 2010
Lady Libro

ho visto questo film, ed è una vera e propria schifezza. Detesto come scrive e dirige Moccia. Pieno di smancerie, melenso, noioso, prolisso e orrendo. In particolare detesto la voce stridula e saccente dell'attrice che interpreta Carolina. Tutte le volte che parlava nel film, io mi tappavo le orecchie per non sentirla. Non so cosa le avrei fatto se me la fossi trovata davanti.

lunedì 6 settembre 2010
Arkadico

Mah, sarà perchè vivo in zone della bassa padana con retaggio cattolico, non credo che i 14enni siano così. Forse qualcuno lo è un po' più sviluppato di altri, eccezioni, gente di città che matura più in fretta dei provinciali, ma il film poteva essere ambientato più in un liceo tanto più che gli attori sono più vicini all'et&ag [...] Vai alla recensione »

mercoledì 16 maggio 2012
puccoletta92

Per fortuna non ho visionato questo film al cinema ma su sky. Fin dai primi 5 minuti ho notato la scadenza e la mediocrità di cui è totalmente intriso. E' un film per nessuna età...non è per i ragazzi di 14 anni ma per nessuno!!!! Ogni minuto pregavo che finisse......per non parlare del modo in cui si conoscono i protagonisti.

lunedì 8 marzo 2010
NikoFox88

Un film girato e diretto malissimo con una trama ridicola e banale,un isulto per il cinema italiano!Attori che sembrano usciti da una fantasia ormai logora come quella di moccia,personaggi decisamente sottotono poco credibili con discorsi talmente profondi che un film di fantozzi potrebbe essere presentato alla notte degli oscar e come saggio filosofico all'università,anche se a dirla [...] Vai alla recensione »

domenica 1 novembre 2009
BIONDA86

Film sciocco e troppo adolescenziale,leggendo il libro non credevo fosse così!

domenica 14 marzo 2010
Moovies fan

questo film non mi ha entusiasmato. anzi, mi ha addirittura delusa. è brutto, una trama triste e arzigogolata... monotona. esprime certo la "vita" di alcuni adolescenti. Non consiglio nemmeno un po'. 

venerdì 27 novembre 2009
minicoopers

per favore ormai con questi titoli e questi film tutti simili ormai hanno stufato possibile che in italia non si riesca ad evitare questo genere di film? davvero molto "sciocchi" con lo stesso titolo con la modifica finale della data. questo tipo di film è adatto solamente ad un pubblico dagli 0 ai 13 anni veramente ridicolo...

domenica 29 aprile 2012
Phil123

Questo è a mio avviso il pegigor film italiano di sempre... sotto solo a ''Troppo Belli'' di Maurizio Costanzo!

sabato 4 gennaio 2014
movielove7

Avevo esattamente 14 anni quando comprai questo film ma dopo che terminai di guardarlo me ne pentii cosi tanto..non solo per quanto riguarda il copione che sembra essere veramente essere stato scritto da un "pivello" ma anche per la "bravura" degli attori.Un film che mi ha deluso su tutti i fronti ed avendolo visto all'eta di soli 14 anni credo che lo scopo di Moccia non sia [...] Vai alla recensione »

venerdì 12 luglio 2013
no_data

Ho visto questo film due volte: la prima, al cinema, avevo dieci anni, ero rimasta scioccata e spaventata da quello che potevo diventare. la seconda, l'anno scorso, dopo aver compiuto 14 anni, per veere cosa era vero di quello che scriveva Moccia. Be, posso dire che la seconda volta è stata peggio della prima! Sono felice che mia madre non l'abbia visto altrimenti penserebbe che sono [...] Vai alla recensione »

mercoledì 20 ottobre 2010
zenonet

Scegliere tra: "si vedono" e "li si vede"

lunedì 6 settembre 2010
Bibi1978

un film super leggero... pieno di stereotipi, banalotto e semplicistico, comunque scorre velocemente...

lunedì 1 novembre 2010
teo '93

Se dovessero porci una domanda secca sul nuovo film di Federico Moccia, la risposta dovrebbe esserlo altrettanto. Sì, reputiamo il suo “cinema” falso, ruffiano e patinato. La storia è di quelle che incantano per la loro originalità: Carolina (o Caro, come preferite), protagonista e voce fuori campo del film, ci trascina spensierata nel suo mondo di amicizie, sentimenti, [...] Vai alla recensione »

giovedì 23 giugno 2011
niccoo13

Volevo chiedere dove si trovavano quando hanno girato la scena tra i girasoli? Se era nei pressi di Roma.. Grazie

domenica 1 novembre 2009
marezia

Come al solito apertura trionfale su "Amore 14" e pioggia di considerazioni che non trovavano un argine ragionevole. Il resto chissà a quando... Aspettando il responso su "Il nastro bianco" ho pazientato ma tutto ha un limite. Peccato! C'era pure Buzzolan che io adoro ma Moccia mi ha veramente sfiancata. Vabbeh, tanto so che sarebbe stato il film della settimana e il perché si intuisce già dal trailer [...] Vai alla recensione »

FOCUS
INCONTRI
lunedì 26 ottobre 2009
Gabriele Niola

Veronica Olivier Due cose su tutte dovrebbe spiegare la forza dei prodotti targati Federico Moccia, i 150.000€ spesi per la sola colonna sonora di quest'ultimo Amore 14 e ancora una volta degli sconosciuti nei ruoli dei ragazzi. Nel film ci sono brani noti e meno noti che cambiano in continuazione come i gusti della protagonista. Cambiano come i vestiti e i ragazzi in quello che fino ad oggi è il più smaccatamente snob dei capitoli mocciosi.

Frasi
Che fico è tu tu tim
Alis (Beatrice Flammini)
dal film Amore 14 - a cura di Jade
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Paola Casella
Europa

Chissà perché i film giovanilistici degli ultimi anni, soprattutto quelli scritti da Federico Moccia, mostrano sempre i genitori come incapaci di assolvere al loro ruolo? Sarà mica perché lo stesso Moccia è un quarantenne con il complesso dell'eterno adolescente? Il suo ultimo film dimostra che "sentirsi" quattordicenne non equivale a capire come sono e cosa pensano i teenager veri, alla faccia della [...] Vai alla recensione »

Paolo D'Agostini
La Repubblica

La deliziosa Carolina (ma per tutti è "Caro") alle prese con il grande passo, la "prima volta". Nel corso dell' anno scolastico che segue la terza media, il primo delle superiori. Dunque, come dichiara inequivocabilmente il titolo del film di Federico Moccia, già il suo quarto, e ancor prima del libro da cui discende, sesto dei suoi sette bestseller, Caro è appena quattordicenne.

Alessio Guzzano
City

«Un momento particolare dell'anno è il Natale. Che mi piace, ma mette malinconia. Però ci sono i regali», «Febbraio è il mio mese preferito. Anche perché c'è il mio compleanno». In una già stravista trama baby/grossolana, la graziosa protagonista (19enne e si vede) è costretta a dimostrarne 13 e a declamare pensierini elementari. Non è chiaro che classe frequenti, né ci aiuta sapere che studia Toro [...] Vai alla recensione »

Maurizio Cabona
Il Giornale

Amore 14 ripropone Il tempo delle mele di Claude Pinoteau, ma Roma non è Parigi, Veronica Olivier (la quattordicenne) non è Sophie Marceau, Pamela Villoresi (la madre) non è Brigitte Fossey e Pietro De Silva (il padre) non è Claude Brasseur. Sempre come nel Tempo delle mele, i genitori capiscono poco dei figli e i nonni (Riccardo Garrone e Emiliana Franzone) capiscono tutto.

Francesco Alò
Il Messaggero

Un anno dell'agiata 14enne romana Carolina: scuola (classe fatiscente, compagno che fa scherzi sul web), feste, famiglia (padre urlatore, mamma comprensiva, sorella rivale, mitico fratellone che le ha fatto vedere Rusty il selvaggio, nonni "cool" che conoscono Dolcenera e gli Oasis), amiche, ma soprattutto amorazzi (lo sfuggente Massi, il tennista cerebroleso, il benzinaio coatto).

NEWS
LIBRI
mercoledì 28 ottobre 2009
Fabio Secchi Frau

La recensione ** Carolina, anni 14, potrebbe essere un'adolescente come le tante che ci sono in giro. Invece no, è unica nel suo genere perché vive e percepisce la sua esistenza in una maniera in cui nessuno vive e percepisce.

[LINK] FOTO
martedì 27 ottobre 2009
 
CELEBRITIES
martedì 27 ottobre 2009
Stefano Cocci

Amore 14, il lato romantico dell’adolescenza Se c'è una cosa che non manca a Federico Moccia è la faccia tosta. Sarà merito dei milioni di libri venduti o i guadagni al box office dei suoi film ma ormai è proprio dappertutto, perfino a scegliere i messaggini [...]

VIDEO
lunedì 26 ottobre 2009
Lisa Meacci

Un viaggio attraverso i sentimenti degli adolescenti A distanza di un anno dall'uscita del suo romanzo Amore 14, Federico Moccia dà un volto e una voce ai protagonisti della storia portando nelle sale l'omonimo film.

[LINK] FOTO
mercoledì 21 ottobre 2009
Marlen Vazzoler
[LINK] FOTO
martedì 7 luglio 2009
 
Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati