MYmovies.it
Advertisement
True Blood: sangue finto. Amore vero

Una storia di integrazione e sentimento, in un futuro molto presente.
di Mattia Nicoletti

In onda su Fox ogni lunedì alle 23
Stephen Moyer (50 anni) 11 ottobre 1969, Brentwood (Gran Bretagna) - Bilancia. Interpreta Bill Compton nel film di Scott Winant, Michael Lehmann, Alan Ball, John Dahl, Daniel Minahan True Blood.

lunedì 4 maggio 2009 - Televisione

In onda su Fox ogni lunedì alle 23
Sangue vero sintetico. Una sorta di viatico per i vampiri per farli accettare ed entrare definitivamente nella società degli umani, dove i diversi sono visti sempre come ostili. True Blood che parte proprio dal nome di quella bibita per vampiri da servire alla temperatura di 37 gradi centigradi, è una delle nuove serie televisive di maggior successo della scorsa stagione americana. Alan Ball, ideatore della serie e già autore della sceneggiatura di American Beauty e di Six feet Under, si era infatti innamorato della saga letteraria "Southern Vampires" (8 volumi) di Charlaine Harris, affascinato dalla figura dei vampiri e di come questi fossero degli esseri simbolici da sempre amati e temuti.

Una storia d'integrazione
La storia d'amore fra Sookie, cameriera di un diner di una cittadina della Louisiana, e Bill, Vampiro gentiluomo di 170 anni (non nelle apparenze), è la base di una storia che affronta problemi di integrazione (oggi con i vampiri, sessant'anni fa con gli afroamericani), problemi di un microcosmo di provincia dove tutti conoscono tutti, e dove si confrontano i valori della famiglia, dell'amicizia, del sentimento.

L'elemento horror della serie
Fin dal tema musicale principale ("Bad things" di Jace Everett) True Blood ha un'aura agèe, anni '60 che riporta a un periodo in cui a dettare le regole era la piccola provincia, chiusa, bigotta, in cui il sesso era tabù, e dove il diverso era il nemico. A questo elemento di sfondo si aggiungono il sangue, fluido umano che è vita e morte al tempo stesso, e i vampiri che sono coloro che non possono più vivere al di fuori, che non hanno più il desiderio di apparire mostri e che in questo contesto sono più che altro vittime. L'elemento horror della serie è di conseguenza naturale, quasi mai gratuito, poichè è l'analisi della società che conta. Il sangue appare, è vero, sia in bottiglia che sul collo di uomini e donne penetrati dai canini aguzzi, ma diviene quasi un elemento di colore in un mondo fanè, sbiadito, animato dai contrasti e salvato dall'amore. Che non ha tempo. Che non ha luogo. Che non ha limiti.

Gallery


Stephen Moyer (50 anni) 11 ottobre 1969, Brentwood (Gran Bretagna) - Bilancia. Interpreta Bill Compton nel film di Scott Winant, Michael Lehmann, Alan Ball, John Dahl, Daniel Minahan True Blood.
Una storia d'integrazione
Stephen Moyer (50 anni) 11 ottobre 1969, Brentwood (Gran Bretagna) - Bilancia. Interpreta Bill Compton nel film di Scott Winant, Michael Lehmann, Alan Ball, John Dahl, Daniel Minahan True Blood.
L'elemento horror della serie
news correlate
in Primo Piano

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati