Imago Mortis

Film 2008 | Thriller, V.M. 14

Regia di Stefano Bessoni. Un film con Alberto Amarilla, Oona Chaplin, Leticia Dolera, Geraldine Chaplin, Alex Angulo. Cast completo Genere Thriller, - Italia, Spagna, Irlanda, 2008, Uscita cinema venerdì 16 gennaio 2009 distribuito da Medusa. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: V.M. 14 - MYmonetro 2,22 su 4 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Imago Mortis tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Ultimo aggiornamento lunedì 5 settembre 2016

Uno studente di cinema che di notte lavora nell'archivio di pellicole scopre una sanguinosa rete di omicidi relativa al suo istituto... In Italia al Box Office Imago Mortis ha incassato nelle prime 2 settimane di programmazione 796 mila euro e 458 mila euro nel primo weekend.

Consigliato nì!
2,22/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA 1,25
PUBBLICO 2,40
CONSIGLIATO NÌ
Un film che restituisce al cinema italiano il gusto per l'horror raffinato.
Recensione di Giancarlo Zappoli
giovedì 15 gennaio 2009
Recensione di Giancarlo Zappoli
giovedì 15 gennaio 2009

Nella seconda metà del XVII secolo lo scienziato Girolamo Fumagalli tentò un audace quanto orribile esperimento che denominò Thanatografia. Si trattava di estirpare i bulbi oculari di una persona nello stesso momento in cui moriva per fissarne su una lastra fotografica, mediante una macchina da lui creata, l'ultima immagine impressa sulla retina. Nella scuola internazionale di cinema Murnau Bruno, uno degli studenti, sta affrontando le prove di fine anno di corso. Ad assegnarle è il temibile professor Olinski, soprannominato Caligari. Bruno, si pensa a causa dello stress provocato dalla recente scomparsa dei genitori, comincia ad avere quelle che ritiene essere delle allucinazioni. Vede un giovane defunto che sembra volerlo guidare alla scoperta di qualcosa di orribile. Che ci sia qualcuno che sta tentando nuovamente di mettere in pratica l'esperimento di Fumagalli?
Chi ha avuto la fortuna di vedere (purtroppo la distribuzione nelle sale non c'è stata) il primo lungometraggio di Stefano Bessoni Frammenti di scienze inesatte sa quanta cura e passione metta nell'attenzione anche agli apparentemente più insignificanti dettagli delle sue opere. Bessoni è un appassionato cinefilo che ha amato i film di Freda e di Bava ma non si è ritratto dinanzi agli influssi di Wenders o di Greenaway. Non pensate però che sia l'equivalente di polveroso bibliotecario conservatore del passato. Prova ne sia che questo film nasce da una collaborazione con lo sceneggiatore Luis Berdejo il quale è attivo in quell'interessante laboratorio (anche per quanto riguarda la rilettura dell'horror classico) che è in questo momento il cinema spagnolo.
Ecco allora che un film come può costituire un piacere per lo sguardo degli appassionati perché ricostruisce con precisione filologica un'estetica di genere del passato innervandola però con le atmosfere della new wave ispanica. Si attornia poi di un cast di livello (fa piacere rivedere Jun Ichikawa, la Signora di Cantando dietro i paraventi troppo sottoutilizzata dal nostro cinema ) in cui spicca una grande attrice come Geraldine Chaplin che passa di horror in horror (The Orphanage) con grande raffinatezza.

Sei d'accordo con Giancarlo Zappoli?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

...per oculos tuos , è il titolo completo di questa ghost story o favola nera con cui il romano Bessoni, già direttore della fotografia e montatore, disegnatore, fumettista e cinefilo accanito, cerca di rifondare in Italia il cinema horror fantastico come in Spagna negli anni '90 fecero Amenábar, Balagueró & C. Oltre al regista che l'ha sceneggiato con lo spagnolo Luis Alejandro Berdejo (REC) si sono messi in altri 7 a scrivere la storia, riuscendo a privarla di ogni logica di verosimiglianza narrativa. Di suo Bessoni, a farle da perno, ha inventato Girolamo Fumagalli, scienziato occulto del '600, inventore della thanatografia e costruttore del thanatografo, strumento con cui fotografare la permanenza retinica della morte nell'occhio del cadavere. Il personaggio più riuscito si deve a Carnelutti, ma è soprattutto un film di regia con il contributo determinante di Arnaldo Catinari (fotografia) e di Briseide Siciliano (scenografie). Girato in interni nei Lumiq Studios di Torino. Di suo l'Irlanda deve aver fornito l'antico ospedale, sede del Murnau Institute, la più incredibile scuola di cinema mai vista su uno schermo.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO

IMAGO MORTIS disponibile in DVD o BluRay

DVD

BLU-RAY
€7,99
€10,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
giovedì 14 maggio 2009
RuvidoPunk

Diciamo che non vorrei sentir pronunciare questa frase altrimenti rischierei di non trovarmi più gli occhi. Non son un amante del genere horror ma questo mi è piaciuto, forse perchè non era solo sangue e splatter ma c'è la costruzione dei personaggi e della storia. Bella anche la sceltadi lasciare completamente senzariferimenti temporali precisi la scuola, sembra anni 60 ma il tutto avviene 400anni [...] Vai alla recensione »

venerdì 15 ottobre 2010
cronix1981

Parafrasando una strofa di una canzone di Vasco Rossi: “[…] Voglio trovare un senso a questa storia / Anche se questa storia un senso non ce l’ha […]”. In questa frase è racchiuso il sunto di questo film. Si può discutere sulla  location e l’ambientazione (soprattutto gli interni), peraltro ben fatta ed attenta ai minimi particolari.

domenica 6 giugno 2010
il cinefilo

TRAMA:In una scuola di cinema alcuni studenti cadono vittime di un inquietante mistero legato a un oggetto chiamato "thanatoscopio"che,inventato nel diciassettesimo secolo,sarebbe in grado di "fissare"le ultime immagini di una persona prima di morire...COMMENTO: Una sceneggiatura come quella di IMAGO MORTIS,a mio giudizio,sarebbe stata perfetta se fosse stata affidata a Dario Argento(qua [...] Vai alla recensione »

mercoledì 13 maggio 2009
houssy

Se da un lato il cinema italiano da (l'appena criticato Solo un padre), dall'altra il cinema italiano toglie. Impossibile difendere un pasticcio come Imago mortis, raramente un film è risultato essere così sballato e fuori fuoco. In breve la sconclusionata trama: in una scuola di cinema sperduta in mezzo ai boschi (?) uno studente è perseguitato da visioni di un giovane con la testa spaccata, il mistero [...] Vai alla recensione »

lunedì 4 maggio 2009
marcom_to

Commento personale. Questo film parte con una buona trama di fondo ed una degna ambientazione. Alcune inquadrature mi piacciono veramente e sono degne di nota. Tuttavia qualcosa non funziona. Il personaggio principale interpreta il ruolo di ragazzino piagnucoloso per tutta la durata del film. Malgrado le ambientazioni scure non si avverte nessun senso di pericolo nascosto.

venerdì 24 aprile 2009
Fluturnenia

Bando alle ciance e ai dettagli romantici e crepuscolari: il film racconta di come un ragazzo codardo e frignone, perennemente in preda ad attacchi di panico (è anke vero ke ha da poco perso i genitori in un incidente) è perseguitato da un fantasma ed è vittima di strani sogni allucinatori. Classico caso di "rape & revenge". Tutto questo lo conduce alla scoperta di un sinistro e mortifero marchingegno. [...] Vai alla recensione »

martedì 15 giugno 2010
Kronos

Tentativo, fallimentare, d'aggiornare un'idea argentiana (Quattro mosche di velluto grigio) con gli stilemi d'un certo horror iberico contemporaneo. La pessima sceneggiatura e il (conseguente?) ridicolo involontario invalidano uno sforzo produttivo rispettabile: peccato.

giovedì 11 febbraio 2010
ultimoboyscout

Sinceramente non conoscevo nessuno tra regista e attori prima di vederli in questo film. E sarei stato felicissimo di continuare a vivere nella mia ignoranza, ignorando appunto l'esistenza di questi signori.

domenica 18 ottobre 2009
DONY64

Film Horror, se cosi' si puo' definire, piatto,inutile,incoerente,nel complesso piu' che mediocre.Voto 5+

mercoledì 10 giugno 2009
scott77

sarò breve e laconico. premetto solo che sono un amante del genere e ciò rincarerà maggiormente la dose. il film parla di qualcuno che aveva una mente insana e solo da un altrettanto zelante sceneggiatore può essere stato concepito. da notare: -trama inconsistente (sparizioni dei personaggi che non vengono spiegate) -buchi nella sceneggiatura -attori cani (ma il protagonista dove l'hanno preso [...] Vai alla recensione »

martedì 6 dicembre 2011
Ontherocks

Lo spunto era magnifico,la realizzazione pessima.Troppo poco tempo dedicato al tema centrale e troppo a presunti virtuosismi cinematografici o sequenze parlate che dovrebbero fornirci chissà quale nuova visione sulla vita.La produzione italiana si vede tutta.

martedì 1 novembre 2011
time_traveler

In un imprecisato periodo contemporaneo, Bruno,giovane studente di una scuola del cinema, è preda di allucinazioni terribili: un giovane morente sembra volergli indicare qualcosa. Ormai sull'orlo della pazzia, il giovane scoprirà che qualcuno sta cercando di emulare gli orribili esperimenti del fantomatico alchimista seicentesco Girolamo Fumagalli.

lunedì 12 ottobre 2009
ALTRYX

FILM CHE SEMBRA USCITA DAI B-MOVIE ANNI 70 ATMOSFERE CUPE E GRIGIE, MUSICHE AL MINIMO ATTORI IMPROVVISATI, VERAMENTE ASSURDO IL PROTAGONOSTA, TRANNE CHE PER LA CHAPLIN, STORIA BELLA MA LA EFFETTI SPECIALI AL MINIMO STORIA RIPETITIVA CON BANALITA' E CLICHE DA FILMETTINO HORROR ALL'AMERICANA, IL COLLEGE SEMIVUOTO E CON PERSONAGGI SFIGATI,POTEVA ESSERE UNA BEL FILM MA I MEZZI ERANO POCHI ED IL RISULTATO [...] Vai alla recensione »

sabato 8 agosto 2009
Alex Capitani

Chi vuole veramente gustarsi un film fino alla fine cambi subito titolo!!!

mercoledì 3 giugno 2009
diogene

horror patinato (non raffinato) che di conseguenza non fa paura...di italiano ha solo il regista, il film è spagnolo e come il nuovo corso spagnolo (ma anche francese) scimiotta i tipici prodotti di cassetta americani: che sono veri e propri collaudati format al risparmio con colonna sonora incolore, dialoghi (addiruttura i toni), montaggio, fotografia, situazioni, già visti e rivisti fino alla nausea...que [...] Vai alla recensione »

sabato 9 maggio 2009
francesc0

si tratta semplicemente di un pessimo film. le iniziali aspettative su questo film italiano e la curiosità iniziale per la storia narrata non trovano il giusto riscontro nella narrazione che diventa col passare dei minuti sempre meno gradevole, prevedibile, noiosa.

lunedì 8 novembre 2010
Spritzdive

Non perdete tempo...

lunedì 22 giugno 2009
Vittorio

Horror discreto, ma mi aspettavo molto di più....una storia leggera, molto gotica, con un buon finale.... Complessivamente è un film mediocre!!

giovedì 7 maggio 2009
marta rossi

Leggo i pareri di altri su questo film sono contrastanti c'è chi lo definisce una schifezza e chi lo trova carino. Forse è vero se il regista fosse stato un altro lo avrebbe sviluppato diversamente. Comunque lo trovato gradevole, non rimarrà certamente negli annuali del cinema ma può meritare che gli dedichiate due ore della vostra vita. Vi invito a guardarlo e a giudicarlo voi.

domenica 25 luglio 2010
claudiorec

Giudizio positivo per questo horror europeo!

Frasi
Io catturerò la morte attraverso i tuoi occhi
Contessa Orsini (Geraldine Chaplin)
dal film Imago Mortis - a cura di Peter
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Filippo Brunamonti
Il Manifesto

Catturare la morte, congelarla. È l'ossessione di Bruno (Alberto Amarilla), catalogo vivente di ossessioni da horror ispanico, da Del Toro a Balaguerò. È il tarlo del corpo insegnante dell'istituto Murnau, capeggiato dal sinistro professor Gustav Olinski, detto Caligari per la sua formazione espressionista, e dalla contessa Lucia Orsini (Geraldine Chaplin), proprietaria della scuola per registi.

Francesco Alò
Il Messaggero

Nel bizzarro Murnau Film Institute accadono cose strane. Uno studente di cinema vede fantasmi, beve assenzio e indaga sul "tanatoscopio", un marchingegno che fotografa nell'iride l'ultima immagine vista. Era usato in passato dallo scienziato pazzo Fumagalli. Forse qualcuno al Murnau vuole fare un remake dei suoi esperimenti assassini. Che c'entri qualcosa lo squinternato corpo docenti capitanato da [...] Vai alla recensione »

Massimo Bertarelli
Il Giornale

Quasi un record. Si sono messi in cinque per scrivere questo Imago mortis, un aggrovigliato pasticciaccio giallo-horror, peraltro scopiazzato da un thriller del '71 di Dario Argento, l'oggi introvabile Quattro mosche di velluto grigio. Dove si sosteneva che sulla retina della vittima a volte rimane impressa l'immagine del suo assassino. Tale Stefano Bessoni, autore anche del soggetto con gli altri [...] Vai alla recensione »

NEWS
NEWS
venerdì 16 gennaio 2009
Lisa Meacci

Sapore di colossal e western Iniziamo la panoramica sulle uscite del fine settimana con Viaggio al centro della terra 3D, il film diretto da Eric Brevig che ci racconta in una versione tutta 3D il celebre romanzo di Jules Vernes.

NEWS
mercoledì 14 gennaio 2009
 

Una cabina per scoprire l'immagine della tua morte Un'inusuale cabina per le fototessere è comparsa in alcuni cinema di Roma attirando l'attenzione e la curiosità degli spettatori che hanno vissuto in anteprima l'esperienza di uno scatto thanatografico. Ques [...]

GALLERY
mercoledì 14 gennaio 2009
 

Il regista Stefano Bessoni posa con gli attori Ecco una fotogallery del regista di Imago Mortis, Stefano Bessoni, insieme agli interpreti della pellicola Alberto Amarilla, Oona Chaplin e Geraldine Chaplin (rispettivamente nipote e figlia di Charlie). [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati