Ca$h

Film 2008 | Azione 100 min.

Regia di Eric Besnard. Un film con Jean Dujardin, Jean Reno, Valeria Golino, Alice Taglioni, François Berléand, Caroline Proust. Cast completo Genere Azione - Francia, 2008, durata 100 minuti. Uscita cinema venerdì 5 giugno 2009 distribuito da Moviemax. - MYmonetro 2,34 su 21 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi Ca$h tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.




oppure

Un gangster organizza la più grande truffa della storia con l'aiuto di un amico e di due donne bellissime. In Italia al Box Office Ca$h ha incassato nelle prime 2 settimane di programmazione 367 mila euro e 317 mila euro nel primo weekend.

Ca$h è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING e in DVD su IBS.it. Compralo subito

Consigliato nì!
2,34/5
MYMOVIES 2,50
CRITICA 2,30
PUBBLICO 2,17
CONSIGLIATO NÌ
Un Oceans' Eleven francofono divertente ma troppo confuso e macchinoso.
Recensione di Edoardo Becattini
venerdì 5 giugno 2009
Recensione di Edoardo Becattini
venerdì 5 giugno 2009

Nel corso di una truffa ai danni di un istituto di credito, viene assassinato un uomo, Solal. Qualche mese dopo suo fratello, soprannominato Cash, decide di trovare il colpevole mettendo in scena un'intricatissima truffa che, a partire da uno smercio di banconote fasulle per arrivare al furto di una valigetta piena di diamanti, coinvolge un ampio numero di persone (fra i quali una famiglia di contraffattori, una bellissima donna con un padre facoltoso, un'agente dell'Europol molto ambiziosa), in un gioco di ribaltamento continuo fra complici e avversari all'interno del quale chi conduce meno intrighi è destinato ad essere il "piccione".
"Non c'è truffa senza un piccione" dice la frase di apertura del film. Un motto che riflette non solo il gioco delle parti che sta alla base dei tipici film di truffe, raggiri e rapine, ma anche il tipo di atteggiamento che si richiede allo spettatore, che, come il "piccione" che verrà raggirato nel film, deve avere della storia solo una visione parziale, in modo da poter restare sorpreso o spiazzato dalla risoluzione finale.
Il motto trova quindi il sapore di una formula standard riguardo questo genere di film, il cui modello di riferimento è quello americano ed in particolare la nuova lucentezza che gli ha donato la patina glamour della serie di Ocean's Eleven.
Il riferimento con i film di Soderbergh non è certo celato, anzi in più occasioni Eric Besnard applica alla lettera lo stesso stile e le stesse caratteristiche compositive che hanno fatto la fortuna della banda di George Clooney e Brad Pitt: continui split screen, fermi immagine, l'esibizione di una tecnologia-panopticon e un accompagnamento musicale che fonde suoni elettronici e volteggi al contrabbasso. Il che costituisce un pregio e un limite per il film di Besnard, dal momento che la fedeltà al modello americano è talmente pedissequa che, se non fosse per la francofonia, Ca$h potrebbe benissimo essere scambiato per un seguito della pellicola yankee girata nella sempre perfetta location parigina (come lascerebbe pensare anche la presenza di due attori attivi anche su suolo americano come Jean Reno e Valeria Golino).
Il terreno sul quale Besnard tenta maggiormente di smarcarsi e di superare il "maestro" è quello della sceneggiatura, proponendo una continua accumulazione di rovesciamenti radicali del gioco di alleanze che vede così i "Cash's Eleven" essere ad ogni momento complici o antagonisti, soci o oppositori della grande truffa. Una truffa talmente contorta da poter risultare alla fine davvero troppo confusa e macchinosa, anche per lo spettatore che più diligentemente si presta al suo ruolo di "piccione".

Sei d'accordo con Edoardo Becattini?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

5° film del regista/sceneggiatore Besnard che almeno sa il suo mestiere e che qui si cimenta col sottogenere dei truffatori, fuorilegge che non ricorrono mai alla violenza, come Cash. Il movente del complicato imbroglio che lui organizza è la vendetta ai danni di un tale, corresponsabile dell'omicidio del fratello di Cash, truffatore come lui. Quasi tutto funziona: gli attori (ottimo il roccioso Reno), l'apparato narrativo (nasconde bene gli interventi fortuiti che ne incrinano la logica e la verosimiglianza), il ritmo, la scelta dei paesaggi (Parigi bassa e alta, Costa Azzurra, l'hotel Cap d'Antîbes di Cannes), le musiche jazz di Jean-Michel Bernard. "Un film champagne, servito freddo" (A. Fornasiero).

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
CA$H
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
CHILI
-
-
iTunes
-
-
-
-
Google Play

Anche su supporto fisico su IBS

DVD

BLU-RAY
€3,99
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
martedì 31 luglio 2012
andyflash77

C’è poco da fare. Provare a riprodurre un genere è cosa difficile dove, oltre a grande perizia tecnica, è necessaria inventiva e creatività e, soprattutto, la capacità di reinterpretare in maniera innovativa qualcosa di già visto. In "Cash" il regista francese Eric Besnard ci prova proponendo un film su quel mondo sgusciante e privo di punti [...] Vai alla recensione »

domenica 18 luglio 2010
nick castle

Dire che questo film è in pieno stile "Ocean's Thirteen" è un eufemismo. Questo film ha tutto di Ocean's Thirteen, con qualcosa in più e qualcosa in meno. L'originalità degli imbrogli è lodevole, non è sicuramente facile inventarsi una cosa del genere, in se sarebbe lodevole anche la storia, se tutto il film non sembrasse un remake dell' [...] Vai alla recensione »

domenica 7 giugno 2009
pipay

Da anni non vedevo un film così scadente. Si fa fatica a seguire la storia, che del resto è estremamente contorta e al limite del credibile. Regista, sceneggiatore/i e produttore dovrebbero pagare una multa per aver realizzato questo lavoro, che risulta di qualità davvero infima. La Golino in questa pellicola ha meno talento di una dilettante e avrebbero fatto bene a doppiarla, vista la sua scarsa [...] Vai alla recensione »

mercoledì 10 giugno 2009
giulio sperelli tosi

Emulazione, realizzata molto superficialmente, di qualche Ocean's; il tutto condito da grossolani errori ed irreali parossismi.

lunedì 31 gennaio 2011
ultimoboyscout

Sarebbe anche divertente e ritmato ma rifà fin troppo il verso a Danny Ocean & co., pecca molto di originalità ma tutto sommato non dispiace, anche se il truffone è un pò confuso e arruffato, con punte di demenzialità evidenti.

lunedì 26 agosto 2013
etabeta

Se non avessimo visto Ocean Eleven potrebbe essere considerato un buon film, invece a differenza di quest'ultimo è troppo complicato e troppo copiato dal film made in USA. Buona l'interpretazione degli attori eccezion fatta per la nostra Golino, un'espressione piatta direi quasi da museo delle cere. L'ennesima conferma di quanto, sia in fatto di attori  che di cinema vero [...] Vai alla recensione »

mercoledì 10 giugno 2009
sw3ntrax

sono rimasto contento di averlo visto, è piacevole, con diversi colpi di scena, anche se alcune volte un pò macchinoso... in specialmodo il finale, che obiettivamente non avrei immaginato... che dire, gradevole, un film discreto, consigliato.

domenica 7 giugno 2009
baroqeworks

concordo con la recensione, è copiato da ocean 11 ed ha una trama cervellotica e poco probabile, ma tutto sommato si lascia guardare e i colpi di scena non mancano di certo. poi Jean Reno è un mito, questi ruoli sono perfetti per lui. Per passare una serata tranquilla va più che bene..

sabato 6 giugno 2009
allanpoe

Ladruncoli piacioni, truffe colossali e colpi di scena: tutta mercanzia che, da 'La stangata' a 'Ocean's eleven', ha già saturato gli schermi di mezzo mondo. Eppure questo 'Cash' si lascia guardare, complice un ritmo invidiabile e una vicenda, una volta tanto, costruita più sui dialoghi che sulle scene d'azione. Besnard cuce con perizia un prodotto che ha il pregio di scorrere per un'ora e mezza senza [...] Vai alla recensione »

FOCUS
INCONTRI
giovedì 4 giugno 2009
Tirza Bonifazi Tognazzi

Una crime story ispirata al cinema di fine anni '70 Quando Eric Besnard afferma che voleva fare un film "champagne", tra bollicine che frizzano e cristalli che tintinnano, viene subito in mente Duplicity e ai continui brindisi a suon di intrighi dell'accoppiata Julia Roberts/Clive Owen. Non si discosta molto dalla matrice indie-hollywoodiana la crime story dello sceneggiatore e regista francese che sceglie la coralità e l'orchestrazione per realizzare il suo personale Ocean's Eleven tutto in francese.

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Alessio Guzzano
Grazia

L'ennesima stentata arzigogolata. L'ennesimo truffatore a caccia di vendetta attraverso il grande colpo che lo elevi ad Arsenio Lupin. È Jean Dujardin, vanamente in scia a Belmondo. L'ennesimo Jean Reno che la sa lunga. L'ennesimo film francese che sì crede chic inventandosi uno stile a metà tra Il "polar" (poliziesco-noir) e la commedia sarcastica.

Francesco Alò
Il Messaggero

Cinema champagne: film francesi frizzanti, lussuosi, solari e leggeri. Ca$h è uno di questi. Ma anche un po' Coca-cola. Truffatore gentiluomo (Jean Dujardin) accetta la rapina della vita in compagnia dell'amico di sempre (François Berléand) e altro criminale (Jean Reno) con amante complice al seguito. Una bella agente dell'Europol (Valeria Golino) non sa se acchiapparlo o innamorarsi.

Luigi Paini
Il Sole-24 Ore

I soldi non sono tutto. Nemmeno per un superladro di professione che si fa chiamare Ca$h: è lui il protagonista dell'omonimo film di Eric Besnard, un'incredibile (e assolutamente, volutamente inverosimile) serie di raggiri e coup de théâtre. Sul modello di Ocean Eleven, per l'occasione interamente ambientato in Francia, seguiamo le imprese di un ladro gentiluomo, senza mai capire fino in fondo qual [...] Vai alla recensione »

Roberto Silvestri
Il Manifesto

C'è qualcosa che impedisce sempre ai thriller europei anche più sofisticati e «light» di essere macchine ludiche competitive con quelle hollywoodiani e giapponesi. Cos'è? Non gli attori che sono sempre all'altezza per tecnica e fisico (e questa volta ben due star sono pure «cosmopolite»: una Valeria Golino leggermente mal truccata nel viso e Jean Reno che è la roccia rigida di sempre).

Boris Sollazzo
Liberazione

Due regine, un re, un jolly, molte figure e un paio d'assi. Non parliamo di una partita di poker o ramino, ma di un film imperfetto e divertente come Ca$h , strana mescolanza di tradizioni dello stesso genere, che senza essere pretenzioso pesca in molti mari, dal Rififi di Dassin ai vari Ocean's eleven e affini. Un ensemble d'attori, una storia ingarbugliata ma fluida, un'ambientazione ammiccante per [...] Vai alla recensione »

Lietta Tornabuoni
La Stampa

Truffe in banca, al tavolo da gioco, al bilardo, truffe con soldi finti e con diamanti veri, truffe contro estranei e contro i propri simili. «Cash» (contanti) è il soprannome di un truffatore bravo, seducente e donnaiolo, del quale Jean Reno dovrebbe diventare suocero se non fosse troppo occupato dalle pietre preziose e troppo preso da Valeria Golino, ispettrice di polizia europea travestita da donna [...] Vai alla recensione »

Natalino Bruzzone
Il Secolo XIX

Ancora la truffa in questo thriller venato di commedia per rappresentare un arte tanto impervia quanto pericolosa. Il virtuoso e specialista che porta il nome del titolo ha un fratello, anche lui dedito ai bidoni, ucciso. La vendetta non potrà che essere articolata lungo una complessa "stangata" dalle molto diramazioni e dalla sorpresa a ogni tappa.

Gian Luigi Rondi
Il Tempo

Truffe, stangate, doppi giochi, anzi tripli. E naturalmente soldi. Molti fabbricati da falsari, moltissimi destinati a scaturire da una ventiquattrore piena zeppa di diamanti. La polizia, però, non solo non sta a guardare, ma guarda perfino troppo, con una bella poliziotta che, infiltrata fra i truffatori, seduce, si fa sedurre e pensa anche un po' ai fatti propri… Cinema francese.

Massimo Bertarelli
Il Giornale

Divertente commedia giallorosa francese, dai dialoghi frizzanti e con sorprese in quantità, dove non c'è un personaggio che non sia un mascalzone. Protagonista lo sfrontato truffatore che dà il titolo al film, Cash, ignaro di essere nel mirino dell'ispettore Julia Molina (Valeria Golino). Corteggia la bionda Garance (Alice Taglioni), certo che oltre al cuore gli spalanchi il forziere di famiglia.

Walter Vescovi
Il Secolo d’Italia

Si diceva giusto la scorsa settimana dalle pagine di questo giornale: che fine ha fatto il cinema francese? Lo scrivevamo a proposito del film su Coco Chanel con Audrey Tatou, distribuzione Warner, vale la pena di ripeterlo ora per ca$h. Fate il vostro gioco, che esce oggi nelle sale sotto le insegne dell'italianissima Moviemax di Guglielmo Marchetti.

Michele Anselmi
Il Riformista

Doveva esserci l'inglese Kristin Scott-Thomas al posto della nostra Valeria Golino in "Cash". Alla fine il regìsta Eric Besnard ha scelto Valeria, però truccandola, capelli a caschetto inclusi, come l'altra. L'attrice ne parla "come un gioco, non una sciocchezzuola", e fin qui ci si può stare. Ma bisogna sapersi molto accontentare. Il modello, alla lontana, è "Ocean's Eleven", cioè il mondo delle [...] Vai alla recensione »

NEWS
CELEBRITIES
martedì 2 giugno 2009
Stefano Cocci

Jean, poliziotto e gangster Lo puoi vedere fare l'agente dei servizi segreti francesi, il killer spietato, lo sbirro, lo spostato, l'attore comico. Sebbene quello del poliziotto sia il ruolo che meglio veste il corpo e la faccia di Jean Reno, è il caso [...]

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | TIMVISION | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati