Le cose cambiano

Un film di David Mamet. Con Joe Mantegna, Don Ameche, Robert Prosky, Ricky Jay, William H. Macy.
continua»
Titolo originale Things change. Commedia, durata 101 min. - USA 1988.
Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (n.d.)
 dizionari * * * - -
 critican.d.
 pubblicon.d.
Joe Mantegna
Joe Mantegna (70 anni) 13 Novembre 1947 Interpreta Jerry
Don Ameche
Don Ameche 31 Maggio 1908 Interpreta Gino
Robert Prosky
Robert Prosky 13 Dicembre 1930 Interpreta Joseph Vincent
Ricky Jay
Ricky Jay   1948 Interpreta Il signor Silver
William H. Macy
William H. Macy (68 anni) 13 Marzo 1950 Interpreta Billy Drake
J.T. Walsh
J.T. Walsh 28 Settembre 1943 Interpreta Il direttore dell'albergo
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast
primo piano
Un grande Don Ameche nell'ironica favola di David Mamet
    * * * - -

Un vecchio lustrascarpe accetta, dietro compenso, di addossarsi la responsabilità di un delitto commesso da un boss mafioso di Chicago. Nei giorni che precedono l'arresto il vecchio si gode la vita sotto la sorveglianza di un giovane gangster. I due finiranno per solidarizzare contro il boss. Deliziosa commedia di Mamet che offre un'eccellente occasione interpretativa per Don Ameche (coronata dal premio per l'interpretazione a Venezia).

Stampa in PDF

Premi e nomination Le cose cambiano

premi
nomination
Festival di Venezia
2
0
Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film Le cose cambiano adesso. »

di Luigi Paini Il Sole-24 Ore

Gino (Don Ameche), il simpatico lustrascarpe di origine italiana protagonista del film Le cose cambiano di David Mamet si trova all’improvviso catapultato in una storia più grande di lui. Una fortuita somiglianza con un pezzo grosso della mafia di Chicago, ricercato per omicidio, induce la potente organizzazione criminale a proporgli un patto: in cambio del sogno di tutta la sua vita, una barca da pesca in Sicilia, dovrà autoaccusarsi del delitto, rassegnandosi a scontare qualche annetto di prigione. »

di Roberto Escobar Il Sole-24 Ore

Le casa dei giochi (1987), esordio alla regia cinematografica di David Mamet, era una discesa sconcertante e ironica nei «luoghi oscuri» dell’anima. Margaret, la protagonista, si liberava della rispettabilità coatta, della rigidità esistenziale, della “corazza” del suo mestiere di psicoanalista. Crollava la sua difesa autistica nei confronti dell’”inferno desiderante” da cui s’era fino ad allora sentita abitata, e minacciata. Finalmente, si lasciava andare al primato del piacere, dell’impulso, della sua individuale libertà, del «gioco». »

Le cose cambiano | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Rassegna stampa
Luigi Paini
Roberto Escobar
Festival di Venezia (3)


Articoli & News
Scheda | Cast | News | Poster | Frasi | Rassegna Stampa | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità